Circolo CAD TRANI


Presidente Circolo  Trani                                      Dr.ssa Luciana Capone

 

 

Avv. Giovanni LOCONTE VICE PRESIDENTE 

Ing. Gabriele DELL’OGLIO Coordinatore dipartimenti Tecnici

Elvira MASTROMAURO Segretaria Organizzativa

Dott.ssa Carmen PIGNATARO Vice Segretaria Organizzativa

Avv. Nicola STELLA Sportelli Tematici CAD

Angelica D’AMBROSIO Tesoriere

Avv. Luigi MASTROMAURO Portavoce

Francesco CASALASPRO Responsabile Dipartimento Ambiente

 

 

 

 


A TRANI BABBO NATALE VIENE DAL MARE

Anche quest'anno è arrivato per la quarta volta Babbo Natale dal mare distribuendo regali ai tanti bambini, recatosi al porto.
Organizzato dal bravissimo Giuseppe Annacondia con la collaborazione dell'associazione musicale Arcadia e dal CAD (Centro di Ascolto del Disagio Sociale).
Serata speciale anche per noi che abbiamo visto negli occhi dei tanti bambini brillare di gioia.


CAD Trani

Il Centro di ascolto del Disagio Sociale (CAD)  si è rivelata la scelta giusta per qualificare ed elevare la pluriennale attività del Circolo Walter Tobagi di Trani (fondato trent’anni fa da Antonio Cirillo padre di Luigi) intesa a fornire assistenza, conforto, aiuto a chi ha sempre avuto bisogno di sentire una voce, una struttura, una persona in grado e disponibile, quanto meno, all’ascolto.

Nel luglio del 2014 Luigi Cirillo comprende che era necessario dare una strutturazione diversa alle propensioni ed alle esperienze maturate nel corso degli anni dal Circolo Walter Tobagi e,  dall’incontro con l’Ing. Gerardo Rosa Salsano, Presidente Nazionale Del CAD, matura la decisione di Fondare a Trani il CIRCOLO CITTADINO DEL CAD.

In un assolato pomeriggio del 7 luglio 2014 viene data attuazione al progetto istituendo la sede in Via G. Bovio 30 eleggendo Luigi Cirillo Presidente.

La scelta del luogo non era stata casuale in quanto in detto luogo oltre ad essere ubicato il  Circolo Walter Tobagi c’era e c’è   la sede della Lista Civica PRIMA DI TUTTO TRANI movimento politico fondato anni addietro.

Un Movimento Politico (corollario importante in sintonia con le  strutture suindicate) ispirato dalle predette ragioni che garantiscono una presenza   nella società civile per programmare, progettare e costruire attività finalizzate a far crescere le naturali propensioni della Città di Trani ed ad elevarne i valori in modo da farla uscire dal guado in cui è impantanata da qualche anno.

La scelta del CAD quale riferimento di integrazione nazionale ed internazionale si è rivelata molto propizia in quanto ha elevato e qualificato i contenuti già presenti nelle aggregazioni preesistenti (Circolo Walter Tobagi e Prima di Tutto Trani).

Questa competizione elettorale ha visto la Lista essere presente nella coalizione vincente che ha come Sindaco L’Avv. Amedeo Bottaro  e il Presidente del Cad Trani nonché anche Presidente Provinciale CAD BAT Luigi Cirillo eletto Consigliere Comunale.

E’ questa la vittoria dei principi informatori dello spirito caddiano ma soprattutto è la vittoria di tutti gli amici presenti in puglia e legati a Luigi Cirillo dall’appartenenza ad una associazione che è  politica ma apartitica e che fa dei temi sociali il suo “PANE QUOTIDIANO”.

Come in tutti i “matrimoni” le scelte reciproche e integrate portano alla elevazione delle qualità di ciascuno: il CAD e CIRILLO da questa integrazione hanno avviato un percorso destinato a crescere in ragione del coinvolgimento della splendida “squadra”che ha consentito questa  vittoria e che si è già detta disponibile a collaborare per ridare al Trani un FUTURO MIGLIORE.

 

Interviene il Presidente Salsano : questa è la vera rivoluzione socio-politica, le persone impegnate quotidianamente nel sociale si impegnano anche nella “Politica” che ha sempre più bisogno di interpreti e guide con spiccato “AMORE” Sociale e rispetto nelle regole e nell’etica. In questo momento di decadimento morale, ideologico e spirituale abbiamo bisogno di tanti “Luigi Cirillo” che sicuramente sono presenti negli angoli bui della legalità …… Grazie Luigi che con il tuo esempio concreto scuoti i nostri cuori ricoperti dall’indifferenza e dalla diffidenza negli altri. Che possano le tue opere inondare più coraggio alle nostre anime affinché l’uomo sociale si impegni a ricoprire anche spazi politici senza aver timore di “farsi avanti” per il bene comune.

Luigi non è un EROE……. Luigi è un uomo degno di stima, rispetto, amore e fratellanza…. Luigi è un VERO CADDIANO……….  Grazie a Luigi ed ai suoi innumerevoli amici che scelgono il “sacrificio” dell’amore sociale .

 


I CAD DI TRANI,BISCEGLIE E BARLETTA LANCIANO LA SFIDA: SI PUO' INTERVENIRE SULLE ISTITUZIONI PER IL BENE COMUNE

Precisa il Presidente Salsano: quello che succede in genere nelle varie provincie d'Italia dove il CAD è ormai protagonista del rinnovamento del tessuto  culturale e sociale dei territori, è encomiabile e ci sta proiettando in un protagonismo sociale senza precedenti.
Ho voluto portare a conoscenza di tutti i caddiani d'Italia, ma ormai d'Europa e del Mondo, una azione politica che deve far riflettere sul futuro del CAD: L'Azione politico sociale dei caddiani sulle istituzioni puo' dare frutti ed ottenere dalla amministrazione la realizzazione di strutture e/o servizi per gli ultimi e per i piu' disagiati.Con un CAD forte su un territorio è facile farsi ascoltare dalle istituzioni e ci consente di migliorare la vita a chi peso non ha per farsi ascoltare.

Altro aspetto da non sottovalutare è la fine del CAMPANILISMO tra le città ad opera della filosofia caddiana che sconvolge e annulla tutte le vecchie strutture della società proiettando l'uomo al centro delle attenzioni della società che conta. Trani, Bisceglie, Barletta insieme per un problema specifico che fino a ieri era impensabile immaginare.

L'esempio di Barletta è importante per tutti i caddiani, chi ha orecchi ....... ascolti.

 
VENIAMO NELLO SPECIFICO AI FATTI DI BARLETTA: Interviene il Gruppo CAD Locale "Stiamo ricevendo, ahimè con cadenza giornaliera, molteplici sollecitazioni intese a far eliminare i disagi e le problematiche connesse alla fermata della STP(Società di trasporto locale) in corrispondenza dell’ospedale di Barletta. Le lamentele si sostanziano nella carenza in tale fermata di una pensilina e panchina che sia di supporto alle esigenze dei viaggiatori che usufruiscono di cure particolari (Dializzati, pazienti sottoposti a trattamenti chemioterapici, ecc.). Da un sopralluogo effettuato da nostri tecnici e dalle dichiarazioni di alcuni autisti è emerso che la STP avrebbe abolito la fermata prospiciente l’ ospedale – dotata di pensilina e panca – a causa delle difficoltà per il raggiungimento della stessa provocata dalla presenza di autovetture in sosta. Quest’ ultimo problema potrebbe sicuramente essere risolto con la riattivazione della viabilità ed il divieto di sosta per le autovetture. Il disagio lieve per i proprietari delle autovetture di non poter parcheggiare nei pressi dell’ ospedale ma negli ampi spazi previsti allevierebbe di molto il maggior disagio di tanti utenti che giornalmente si recano in ospedale per sottoporsi a cure e trattamenti significativamente importanti. 

Considerata la gravità di questa situazione si è sollecitato il Sindaco di Barletta a porre in essere tutte le iniziative ed i conseguenziali adempimenti. 

il Sindaco ha ascoltato, a breve ci aspettiamo un intervento risolutivo.
 
Luigi Cirillo  Presidente Cad sociale Trani
Giovanni Caprioli Presidente Cad Sociale Bisceglie
Francesco Riondino  Presidente Cad Sociale Barletta


Cad Sociale, si allarga la rete provinciale della BAT: presto nuovi circoli locali

L'incontro con il Presidente Nazionale ha portato un dibattito costruttivo

Si è svolto in questio giorni, alla presenza del Presidente Nazionale, Dott. Gerardo Rosa Salsano, del Coordinamento Regionale e del Direttivo del Circolo Locale, nell'ambito delle attività istituzionali del Cad Sociale, un incontro cui hanno partecipato i responsabili di diverse attività pugliesi in campo culturale e sociale.

 

Sostanzialmente sono state dibattute tutte le tematiche inerenti le attività socio culturali del Cad, evidenziando, in particolare, la necessità di essere uniti nel creare opportunità di crescita finalizzate ad eliminare, per quanto possibile, le sacche di disagio socio-economico che attanagliano soprattutto il nostro territorio regionale.

 

«A detto incontro - scrive Luigi Cirillo, presidente del circolo locale - finalizzato ad estendere la rete dei Circoli Locali del Cad Sociale, erano presenti rappresentanti del territorio della nostra Provincia nonché di altre provincie pugliesi interessati a comporre, in sinergia e sintonia con la Presidenza Nazionale e con il Coordinamento Regionale, le opportune e costruttive intese nella prospettiva di replicare in più ambiti i progetti già avviati con profitto in altre realtà locali, secondo il principio delle "buone prassi"».

 

L'incontro, per lo scambio di esperienze e di contatti, si è rivelato oltremodo fruttuoso e porterà certamente all'apertura di ulteriori circoli locali del Cad Sociale, ampliando così la rete provinciale e regionale e integrandosi con le realtà già esistenti in campo nazionale ed internazionale.

 

 


Nasce a Trani il Centro ascolto del disagio sociale, ecco il direttivo

L'obiettivo è quello di tutelare, assistere e difendere chi vive nella condizione di disagio e isolamento

 

E' stato costituito il Circolo cittadino del Cad Sociale (Centri di Ascolto del Disagio Sociale), con sede in Trani in via Giovanni Bovio, 30, presso il Circolo W. Tobagi.

«Lo spirito che anima questo grande movimento di volontariato Nazionale - si legge nella nota di presentazione diffusa dai promotori -, che si sta ormai diffondendo anche a livello internazionale, si può riassumere in poche parole e cioè: “tutelare, assistere e difendere tutti coloro che sono calpestati nei loro primari diritti civili di uguaglianza, i quali subiscono immediatamente il primo devastante disagio di tali situazioni: la solitudine e l’isolamento!"».

E’ un po’ la filosofia del Mutuo-Auto-Aiuto, che punta a mettere in rilievo le potenzialità di ognuno, anche di quelli normalmente ritenuti disagiati o disadattati, e quindi messi da parte dalla società.

«Essendo io stato onorato di ricevere l’incarico di Presidente del CAD del nostro Comune - scrive Luigi Cirillo -, avrò la possibilità di orientare le iniziative del Circolo e sarebbe davvero mio grande piacere poter realizzare importanti progetti a livello locale finalizzate alla valorizzazione delle notevoli risorse della nostra città. Quanto sopra nell’intesa di favorire la ripresa sociale ridando ai cittadini la voglia e l’opportunità di continuare ad investire per la crescita della nostra comunità. soprattutto per salvaguardare le importantissime categorie di destinatari, cosiddette deboli quali anziani, donne e soprattutto i bambini e i giovanissimi che vivono nel disagio. Il tutto promuovendo “business” sociale, cercando sponsor e possibilità di far finanziare una serie di attività ludiche, formative, culturali, sportive ed agonistiche, ecc..».

«Quello che faremo, insomma - prosegue il presidente -, sarà semplicemente puntare alla realizzazione di una rete di professionalità e di rapporti umani migliori e basati sul rispetto delle regole e sull’aiuto di valore degli altri, a partire dai reali bisogni di chi è in difficoltà, per creare sviluppo sociale».

Il primo Direttivo del Circolo cittadino è così composto:

- Presidente: Luigi Cirillo

-Vice Presidente: Ignazio Vania

-Segretario Organizzativo: Savino Spione

-Vice segretario: Nicola Stella

-Coordinatore tecnico: Gabriele Dell’Oglio

- Tesoriere: Antonio Musicco

- Cad sportelli tematici: Pasquale Caputo