Centri di Ascolto del Disagio

                                                     Rubrica Tavolo Politico-Letterario  Videointerviste     

 

Saint CHARBEL rappresenta per i CAD, il simbolo della riconciliazione religiosa del Mediterraneo. I CAD dovranno preoccuparsi di quella culturale e sociale. Il Libano martoriato dalla guerra esalta l'opera di un Santo che và oltre i propri territori, che penetra nella vita degli altri popoli determinando quella pax sociale e religiosa anche tra le famiglie appartenenti ad altre Religioni. Concludendo S. Charbel combatte per eliminare il disagio religioso, i CAD si battono per eliminare quello sociale e culturale.

Continua l'espansione del C.A.D. nella B.A.T.

Inaugurazione di altri due Circoli Barletta in via Pisacane 33 e Andria in via Campobasso 7.

 

Da Presidente Provinciale ringrazio il Presidente Nazione Ing. Gerardo Rosa Salsano, il Delegato Regionale Avv. Giuseppe Farano, la Dott.ssa Anna Bracco Presidente del Circolo di Barletta e il Dott. Riccardo Lamonarca Presidente del Circolo di Andria.

 

I Centri di Ascolto del Disagio (CAD) sono libere associazioni di cittadini desiderosi di contribuire con la propria azione e il proprio impegno allo sviluppo sociale del Paese. Sono organismi autonomi che si prefiggono di sottoporre alla politica, a tutti i livelli, istanze costruttive e di promuovere ogni iniziativa per la diffusione della solidarietà per i disagi sociali. Il disagio, spesso, non è sinonimo di fame, ma di una progettualità mancante. I Circoli sono luoghi di dibattito, di elaborazione socio-politica e di azione concreta dei cittadini verso le necessità reali della gente. Essi rappresentano gruppi aperti dove ciascuno può offrire il proprio contributo. Ogni centro opera in piena autonomia e determina il proprio programma di attività. I CAD hanno per oggetto di informare, promuovere, assistere, tutelare, rappresentare e difendere sul territorio nazionale e locale gli interessi individuali e collettivi degli utenti dei servizi sociali: a tal fine potranno associare tutti quei soggetti che intendono portare volontariamente ed unicamente ispirati da sentimenti di carità sociale, la loro abnegazione, le loro competenze professionali e tecniche attivando ogni azione ed iniziativa legale mirata alla difesa dei diritti di tutti coloro che soffrono un grave disagio sociale e versano in precarie condizioni socio-economiche. I CAD dedicano anche particolare riferimento agli imprenditori per aiutarli a fare business, prestando la massima attenzione alla socialità e alla sostenibilità di tutti coloro che ne sono coinvolti. Questo è lo spirito imprenditoriale caddiano. I CAD si occupano della tutela degli aspetti preventivi dei diritti di natura sociale, quali il diritto alla sicurezza, chiarezza, trasparenza e qualità dei servizi anche tra i consumatori ed utenti. I cittadini meno abbienti saranno tutelati nel loro libero e legittimo utilizzo del diritto alla difesa ed alla giustizia. I Centri di Ascolto del Disagio, inoltre, perseguitano obiettivi di promozione e di organizzazione di iniziative culturali, sportive, artistiche, scientifiche; ovvero studi e ricerche, anche mettendo a disposizione borse di studio e premi per tesi di laurea, ricerche, saggi, articoli di stampa; organizzano corsi e seminari di formazione professionale sia per operatori economici di qualsiasi estrazione tecnica, che per coloro che, emarginati per condizioni soggettive, intendono procurarsi il reinserimento nel contesto sociale, arricchendo la propria conoscenza personale.

 

IL CAD DALLA SICILIA LANCIA LA SFIDA: RICOSTRUIRE L'ITALIA E' POSSIBILE

Dopo giorni di intenso lavoro, approfondimento e incontri con le

Istituzioni locali, imprenditori ed operatori sociali, nonché con i

Delegati di diversi Circoli, nel rispetto al programma calendarizzato, si

è concluso la visita istituzionale in Sicilia dell’Ing. Gerardo Rosa

Salsano, Presidente Nazionale del C.A.D. Sociale *(Centri Ascolto del

Disagio)*.

Il Presidente ha iniziato la sua mattinata catanese di venerdì 15, con un

colloquio privato ed incontri calendarizzati con autorevoli esponenti di

altre associazioni; inoltre ha incontrato i rappresentanti dei C.A.D.

Sociale della provincia di Catania, ospitati dalla Presidentessa del

Circolo di Tremestieri Etneo, Dott.ssa Federica Guagliardo, presso la sede

del *Centro Studi di psicoterapia “Il Tempo”, ed anche sede del C.A.D.

rappresentato di Tremestieri Etneo, in Corso Sicilia n. 19.

Nel pomeriggio segue la visita verso la provincia di Agrigento, per

partecipare ad un altro importante appuntamento nella splendida zona

collinare fra i fiumi Platani e Salso, sulla valle del Drago, nella

cittadina di Raffadali (AG). Accompagnato dal Delegato alla Presidenza

del C.A.D. Sociale della Regione Sicilia, Dr. Mario La Spina, ha partecipato

all’evento inaugurale dei nuovi Circoli di Raffadali ed Agrigento,

organizzato dalle neo Presidentesse nominate per Decreto, del C.A.D.

Sociale di “Raffadali”, Sig.ra Teresa Catalano Del Carmine e di “Agrigento

Provincia”, Sig.ra Giovanna Gazziano, unitamente a quanti già sono

associati e collaboratori attivi.

L’evento è stato ospitato presso la Sala della *Biblioteca (Palazzo di

Città) del comune di Raffadali (AG), in via Nazionale, 115.

I lavori del convegno vengono aperti dopo le note musicali dell’Inno Siciliano, un

momento sempre speciale e molto emozionante per i partecipanti al convegno,

con un personale intervento di presentazione dell’Associazione C.A.D.

Sociale, come essa, percorrendo la strada maestra sulla politica del fare,

nasce e in breve tempo si sviluppa sul territorio nazionale ed all’estero,

con tutte le sedi Diplomatiche attualmente attive. Questo convegno

inaugurale, oltre ad essere stata una festa per l’Associazione e la

cittadinanza intervenuta, è stato interessante per il tema trattato, “IL

RUOLO DEL CADDIANO NEL RILANCIO ECONOMICO DELL’ITALIA”.

Tutto si è svolto con ordine ed armonia, con la moderazione del Delegato

C.A.D. Sociale “Regione Sicilia”, che, dopo l’introduzione iniziale,

comunica che trattarsi di un evento particolarmente importante per il

progetto di espansione del C.A.D. Sociale nazionale e della Sicilia in

particolare; lo sarà soprattutto per l'intera cittadinanza che si troverà

ad affrontare nuove conoscenze e ad accogliere specifiche competenze

organizzative nel mondo del lavoro, del business sociale e del

volontariato, portando nuove competenze organizzative, nella gestione

delle risorse umane, nell’ospitalità e nella pianificazione generale dei

servizi relativi a progetti di qualsiasi natura e scopo, facendo attenzione

al rispetto del recupero ambientale, nonché in merito a temi importanti come

quello della sostenibilità. Vogliamo contribuire a disegnare Il futuro con

lungimiranti scelte investimenti nella cultura, sulla socialità, sul

mutuo soccorso, sull'educazione popolare come elementi essenziali di un

progetto di emancipazione e di trasformazione sociale.

Ha partecipato attivamente il Sindaco di Raffadali, Dr. Silvio Cuffaro, che ha elogiato l’iniziativa dal punto di vista organizzativo e la sua implicazione a

livello territoriale, oltre alla natura e il contenuto a cui è finalizzato

lo scopo associativo, investe la scala dimensionale dei valori con le

conseguenze economiche che generano, le caratteristiche delle attività di

servizio indotte, le strutture e gli attori coinvolti, il target di

riferimento e il ruolo dei mezzi di comunicazione.

Hanno dato il loro essenziale contributo le neo Presidentesse dei

Circoli inaugurati che, oltre a dare un saluto di autopresentazione ai loro

concittadini, hanno affermato che questo percorso associativo avrà l’unico

obiettivo, quello di tutelare, assistere e difendere tutti coloro

che sono calpestati nei loro primari diritti civili di uguaglianza, i

quali subiscono immediatamente il primo devastante disagio di tali

situazioni, la solitudine e l’isolamento.

Il convegno prosegue con l’autorevole relatore, Dr. Ing. Gerardo Rosa

Salsano, Presidente nazionale del C.A.D. Sociale, il quale prima di

introdurre il tema del convegno, parla dell’Associazione rappresentata in

Italia e nel mondo. é una grande e radicata associazione popolare, che

promuove partecipazione, solidarietà ed emancipazione culturale, una rete

di spazi aperti, liberi e laici in cui donne e uomini di ogni età ed

estrazione sociale si incontrano, condividendo relazioni umane e interessi

collettivi. L’impegno del C.A.D. Sociale è quello di essere soggetti attivi di un

cambiamento positivo del nostro Paese e della comunità internazionale,

riconoscendosi nei principi delle Dichiarazioni e delle Carte

internazionali dei diritti universali, e nei valori democratici e sociali.

Ha mirato ad identificare gli obiettivi e strumenti idonei allo sviluppo

del sistema Caddiano, in particolare alla valorizzazione delle risorse del

territorio, al fine di stimolare la ripresa economica e creare nuove

opportunità, promuovendo l'agire associativo come laboratorio di idee, di

educazione permanente, di trasformazione sociale e di iniziative per

rafforzare i legami sociali, la cultura del bene comune, la partecipazione

grazie alla quotidiana azione delle nostre basi associative. Dal Disagio

provocato dalla crisi di sistema in cui siamo immersi alle nuove opportunità. Cambiare le basi del modello di sviluppo dominante che,

non coincidendo con gli interessi collettivi, producono ricchezza solo per

pochi, generando povertà e disuguaglianza. Riprendere possesso del mercato

che impone il suo primato a scapito della democrazia, creando una crisi

economica e di civiltà, generando paura, precarietà.

Conclude il Presidente Salsano, : Tutti noi dovremmo sentire il bisogno di cambiare difendendo le condizioni stesse dell'esistenza, mettendo a disposizione tutto il sapere e gli strumenti necessari per correggere la rotta. E in questo quadro sono

molti coloro che, dentro la crisi, sperimentano un nuovo paradigma di

civiltà per consentire una strategia condivisa del settore pubblico e

privato e con la valorizzazione della famiglia può partire il rilancio

economico dell’Italia.

Di seguito hanno chiesto d’intervenire:

o l’Assessore Vincenzo Carrubba del Comune di Joppolo Giancaxio (AG);

o Sig. Antonio Di Domenico, Amministratore della società CEF Sicilia

s.a.s.;

o L’Arch. Antonino Mazzara del C.A.D. Sociale della città di Trapani;

o L’Arch. Totò Morana, Presidente del C.A.D. Sociale “Palermo città

Metropolitana”.

Alla fine dell’incontro è stato stipulato un contratto di collaborazione

nazionale tra il C.A.D. Sociale e CEF Sicilia s.a.s., una Società di

coordinamento eventi e formazione che ha assunto da anni il compito di

diffondere la cultura dell´emergenza sanitaria. L’obiettivo principale del

CEF Sicilia è di promuovere, organizzare e svolgere l´attività di

aggiornamento , formazione, istruzione e informazione, ricerca scientifica

e trials di studio, prevenzione ed educazione sanitaria, mettendo a punto

strutture formative basate su linee guida internazionale con l‘obiettivo di

rendere omogenee le conoscenze e le abilità relative agli interventi di

emergenza su tutto il territorio nazionale.

Conclude i lavori del convegno il Delegato al C.A.D. Sociale della Sicilia,

Dr. Mario La Spina, che eloquiando dice che l’evento è rivolto a tutta la

Società é consentirà a tutti coloro che vorranno farne parte, la

possibilità di misurarsi in maniera quanto più possibile oggettiva con le

esperienze di altri Circoli C.A.D. Sociale, dei Dipartimenti e Circoli

Tematici, affrontando insieme le problematiche imposte dal pesantissimo

contesto economico, politico e sociale che il Paese sta attraversando,

offrendo credibili proposte di soluzione per i problemi che affliggono le

Imprese, Professionisti, pensionati, lavoratori e cittadini.

Per la nostra natura, per gli interessi che vogliamo difendere e per gli

obiettivi di giustizia e di equità sociale che vogliamo conseguire, il

C.A.D. Sociale considera fondamentale, nel pieno rispetto delle rispettive

autonomie, il rapporto con le Istituzioni.

Raffadali (AG) li, Domenica 17 aprile 2016

CELIACHIA:DAL CONVEGNO DI POTENZA NASCE UN PROGETTO MINISTERIALE.LA DR.SSA MUSCILLO NE COORDINERA' I LAVORI‏

In una cornice surreale e piena di storia e cultura si e' svolto a Potenza l'interessante convegno sulla Celiachia.

Gli Atti del convegno saranno scaricabili a breve dal sito.

Interviene la Presidente del CAD di Potenza Capoluogo, Mariateresa Muscillo: ho voluto fortemente questo convegno in quanto la Celiachia e' una piaga sociale e il CAD puo' avere un ruolo importante nell'arginare le ricadute negative nella nostra società.

Vo glio ringraziare il gruppo dirigente del cad di Potenza che con professionalità e impegno crea tanti eventi per questa città.

 

Interviene il Presidente del Cad Regione Basilicata:Un ringraziamento ufficiale a Mariateresa è doveroso. Ieri abbiamo partecipato con grande passione ad un convegno monotematico sulla celiachia che ha sviscerato con grande profondità e professionalità gli aspetti medici,antropologici e psicologici della patologia. Il tutto in grande coerenza con la mission dei CAD. Meno tolleranza reciproca e più accoglienza reciproca il motto della serata. Brava Mariateresa e bravo tutto il gruppo di lavoro del CAD metropolitano di Potenza.

 

Conclude il Presidente Salsano: Grazie di Cuore per quello Che ha fatto Mariateresa e il CAD POTENZA. Adesso mi piacerebbe preparare Un manuale di sopravvivenza per Una famiglia con problemi di celiachia, con ricette per la preparazione di piatti a base di prodotti economici. QUESTO scatenerebbe varie attivita' trasferibili su tutto il territorio italiano:

 

1. Corsi di formazione alla Sopravvivenza per le famiglie

2. Corsi per cuochi

Ecc.

Avanti tutta senza fermarsi. Il dado è tratto.

PUGLIA: CONTINUA L'ESPANSIONE DEL CAD, NASCE ANCHE A FOGGIA IL CAD PROVINCIALE. TAGLIO DEL NASTRO PER IL CAD, IL CENTRO DI ASCOLTO DEL DISAGIO SOCIALE.

Taglio del nastro anche a Foggia per il CAD, il Centro di Ascolto del Disagio. In via della Repubblica 2/A, dunque, è attivo uno strumento importante e di facile fruizione per soddisfare le esigenze sociali della gente di Capitanata.

 

I CAD sono libere associazioni di cittadini dislocate su tutto il territorio nazionale che offrono servizi di accoglienza di quanti si presentano indipendentemente da razza, sesso e religione, di ascolto del disagio e ricerca della più idonea soluzione al problema, di orientamento all’interno del complesso mondo dei servizi sociali, di assistenza per chi versa in precarie condizioni socio-economiche.

 

A queste azioni di “primo intervento” il CAD affianca attività di promozione di reti solidali all’interno della comunità, di organizzazione di iniziative culturali, artistiche e scientifiche, ma anche di corsi e seminari di formazione professionale per chi vuole reinserirsi nel contesto sociale.

 

La mission, dunque, è tutelare, assistere e difendere tutti coloro che sono calpestati nei loro primari diritti civili di uguaglianza, tutti coloro che sono vittime di solitudine e isolamento.

 

All’inaugurazione era presente anche il Presidente nazionale del CAD, l’ing. Gerardo Rosa Salsano che ha dichiarato: “sono davvero contento di essere oggi a Foggia per l’inaugurazione di una nuova sede del Cad. In questo territorio possiamo e dobbiamo fare tanto per ricostruire il territorio. Sarà una bella sfida che potremo affrontare grazie ai professionisti che fanno parte di questa squadra”.

 

“Nelle Pubbliche Amministrazioni – ha evidenziato il Presidente del CAD Foggia, Nico Palatella – non sempre si riesce a trovare il riferimento adatto per risolvere un problema. Per questo crediamo che sia importante avere una entità no profit legata alla prima assistenza, al primo ascolto. Ovviamente c’è un limite oltre il quale l’assistenza necessita di più professionalità, di una consulenza di settore che tutte le persone non soltanto italiane potranno trovare presso il Centro grazie ad una struttura composta da professionisti, tutti volontari”.

 

Per far fronte al meglio alle esigenze del territorio, il CAD di Foggia si è affidato a figure professionali altamente qualificate. Del Direttivo fanno parte Nico Palatella (Presidente), Alessandro Natale (vice Presidente), Giuseppe Natale (Tesoriere), Angela Siena (Segretaria organizzativa), Annalisa Cota (vice Segretaria organizzativa) e Germana Zappatore (Portavoce provinciale). All’interno dei Dipartimenti Tecnici, invece, vi sono l’Avvocato Antonio Tulino (Legalità e Sicurezza), Giuseppe Lacertosa (rapporti con il Vaticano e altre religioni), Annalisa Cota (Sport), Luigi Cotoia (Ingegneria ambientale), Valentina Turso (psicologa e psicoterapeuta), Alessandro Natale (CAF LF – ANSAP – ricerca finanziamenti e sviluppo pratiche a sostegno dei disagiati) e Giuseppe Natale (CAF LF – ANSAP – ricerca finanziamenti e sviluppo pratiche a sostegno dei disagiati).

 

Il CAD di Foggia si trova in via della Repubblica al civico 2/A, ma gli utenti possono contattare il Centro anche telefonando ai numeri 340.1854119 – 389.9947568 o scrivendo a cadsocialedauno@gmail.com.

DALL'ACCORDO CON L'UNIVERSITA' S.RITA E' POSSIBILE SCARICARE DAL SITO DEL CAD I RIFERIMENTI ED IL PROGRAMMA DI DUE IMPORTANTI MASTER: UN CORSO DI CRIMINOLOGIA ED UNO DI GRAFOLOGIA.

IL CAD LANCIA LA PROFESSIONE DEL COLLABORATORE INTERMEDIARIO ASSICURATIVO‏

A tutte le sedi CAD,

 

Dal 1 marzo 2016 presso le ns. sedi CAD sarà possibile aprire uno sportello di Servizi Assicurativi, tutto ciò, grazie ad un accordo sottoscritto tra la ns. Associazione e la Dialogo Consulting, un primario operatore nel mercato dei Servizi Assicurativi, in qualità di intermediario e di co-broker.

Negli ultimi anni la ns. attenzione sempre più accesa alle esigenze di occupazione e di lavoro nel territorio, ci ha portato a studiare e capire come far affacciare al lavoro professionale chiunque ne abbia bisogno, senza dover investire dei soldi o aver maturato chissà quali esperienze nel passato.

Oggi grazie alla consulenza della Dialogo Consulting e alla loro esperienza (ad es. presso organizzazioni Sindacali) è possibile aprire per i ns amici CADDIANI un nuovo scenario professionale.

Pertanto, presso tutte le ns. sedi, previo il requisito formale per l’esercizio della professione, iscrizione alla sez. E del RUI, ottenibile attraverso un corso FAD on-line di sole 60 ore, sarà possibile esercitare la professione di Intermediario Assicurativo. Non è previsto un tirocinio o un periodo di esperienza minima per iniziare ad esercitare la professione. Siamo in grado di coordinare e unificare le singole iniziative, per formare nuovi professionisti del settore assicurativo.

I servizi offerti dagli sportelli Assicurativi del CAD nei confronti degli associati e ai cittadini in generale possono comprendere tutte le gamme:

• Auto (RC Auto, moto, autocarri, CVT, Infortunio conducente);

• Linea Persone (Infortuni, Malattia, Vita-TCN, Abitazione e RC Famiglia);

• Multirischi / All risks (Esercenti Commercio, Agricoltura e Artigianato; Imprese, Uffici, Rischi Industriali)

• Rischi Professionali (Professioni Tecniche, Giuridiche, Sanitarie, Amministratori – D&O) ;

Nel mantenimento dei ns. standard e obiettivi di riferimento quali, informare, promuovere, assistere, tutelare, rappresentare e difendere sul territorio nazionale e locale gli interessi individuali e collettivi degli utenti dei servizi sociali.

Offrendo quotazioni comparate che vengono fornite direttamente dal software di preventivazione che interroga i db delle compagnie (includo le dirette – Compagnie Telefoniche); Si potranno intermediare polizze rcauto in modalità innovativa rispetto ad un mercato blindato e bloccato dalle compagnie tradizionali; trovare compagnie disposte ad offrire polizze senza condizionamenti, con sistemi informatici efficienti, con prodotti competitivi e, molto importante garantendo una remunerazione molto significativa ed interessante per l’Intermediario che aderisce, paragonabile a quella di un Agente

Per diventare collaboratori è facile, consultate la scheda allegata alla presente comunicazione.

Cordiali Saluti

Il Presidente

Dott. Ing. Gerardo Rosa Salsano

 

VADEMECUM PER DIVENTARE COLLABORATORI INTERMEDIARI ASSICURATIVI :

 

1. Inviare e-mail a info@dialogoconsulting.it :

• Riceverete proposta di collaborazione

2. Per attivare la collaborazione basterà inviare:

• Doc. Identità del Legale Rappresentante o del Titolare

• Attestati Formativi e Pagamento Tassa Concessione Governativa (se già iscritto al RUI)

• POSSIBILITA’ DI FORMAZIONE ON-LINE «60 ORE»

• Autocertificazione (in sostituzione del certificato carichi pendenti)

3. Firma della proposta di collaborazione e invio a Dialogo Consulting srl

4. Iscrizione del collaboratore al RUI

5. Attivazione piattaforma

6. Assistenza e formazione per la partenza operativa

La Rubrica del Volontariato Politico del 28.03.2016

 

POETICA PASQUA

 

 C’è posta per te!!!

 

ACQUARIO GLOBALIZZATO

 

 

Questa settimana avremmo voluto saltare. Abbiamo pensato è Pasqua, e qualsiasi cosa possa accadere, rimaniamo tutti con noi stessi e con le nostre coscienze a riflettere.

 

Cosa è accaduto? La strage di Bruxelles ha ancora una volta confermato la nostra condanna a vivere in un clima di ansia e paura. In una sorta di “acquario globalizzato”, dove i pesci piccoli hanno la peggio di fronte ai pesci grandi.

 

Si parla tantissimo senza dire nulla. Si, come in un acquario, controllato dai veri pochi padroni del mondo, i megamiliardari dei flussi e degli andamenti di economia e finanza, tra cui la lobby dei “fabbricatori” di armi che non rinunciano a venderle, gettandole nell’acquario. La gente non sa più a chi rivolgersi, con chi parlare !!!!

 

La disistima sui punti di riferimento politici e civili è al massimo livello.

 

Non ci resta che parlare con Papa Francesco e con Dio.

 

Perché queste barbarie prodotte da una umanità senza cuore?

 

Le parole per declamare in prosa questo angosciante quesito al Redentore non le troviamo. Ci è venuto incontro il nostro Poeta Volontario, che ha pensato di indirizzare una lettera a Dio in versi musicali ed ha immaginato che Dio gli abbia dato risposta . Buon ascolto !!!!!!

 

 

 

LETTERA A DIO

 

1

 

Mio caro Dio ti scrivo dalla terra,

 

il pianeta che tu hai popolato,

 

quello che in ogni angolo ha una guerra,

 

quello che non hai mai più accomodato.

 

Da noi ridotto quasi ad una serra,

 

purtroppo scrivo e sono addolorato.

 

Porta pazienza, ora ti racconto,

 

di ogni cosa faccio il rendiconto.

 

2

 

A raccontarti tutto sono pronto.

 

Non voglio essere critico oh Signore.

 

Non voglio far nemmeno il finto tonto,

 

ma far l’elenco di cotanto orrore.

 

Nel tempo e nella storia mi orizzonto,

 

scusandomi se faccio qualche errore.

 

Ogni cosa dirò assai fedele

 

purtroppo non sarà latte e miele.

 

3

 

Il primo giorno fu un atto crudele!

 

Caino uccise l’unico fratello.

 

Per il potere fece fuori Abele,

 

la terra si macchiò di sangue, e quello

 

fu solo che l’inizio, storie al fiele.

 

La prima madre pianse a quel duello.

 

Purtroppo da quel dì è assai avvilente,

 

da noi quaggiù non è cambiato niente.

 

4

 

Or voglio ricordar nella mia mente

 

Il periodo migliore sul pianeta,

 

quando che per mangiare, sai, la gente

 

doveva lavorare! O stava a dieta.

 

Qualche cervello molto tristemente

 

Mise nel giro, oro per moneta.

 

La peggiore invenzione per l’umano!

 

Mangia di più chi non alza una mano.

 

5

 

Hai mandato tuo Figlio in modo vano,

 

per mostrarci la strada da seguire!

 

Non ti aspettavi che l’essere umano

 

Facesse cose da rabbrividire.

 

Ognuno la storia dice in modo strano,

 

così chiunque sai si può accanire,

 

andar vicino ad ogni suo fratello,

 

saltare in aria e fare un gran macello.

 

6

 

La religione serve a questo e quello,

 

ognuno dice: ”questa è quella vera”.

 

Di carte costruisce il suo castello,

 

e verso l’altro alza una barriera.

 

In ogni religione un colonnello,

 

e sotto tanti pronti a far carriera.

 

Sicuramente chi li segue in piazza,

 

ogni fratello prima o poi l’ammazza.

 

7

 

Troppa la distinzione in ogni razza

 

che c’è da uomo a uomo, e a continente.

 

Questa è la cosa che più m’imbarazza.

 

Poi ogni governante astutamente

 

Arriva, e con un colpo di ramazza

 

si libera di ogni dissidente.

 

Ora è di moda a tendere una mano,

 

a chi è Diverso, oppure se è un Anziano.

 

8

 

Sei Musulmano? Oppure sei Cristiano?

 

Faccio una associazione e poi ti aiuto!

 

Anche se sei Drogato o stai Lontano*

 

Sempre con te! Anche se Detenuto!

 

L’aiuto lo darò al Maomettano,

 

poi, chi nel mondo ha fame, è il benvenuto!

 

Farò l’associazione per la gente,

 

l’importante ch’io faccia il Presidente.

 

9

 

Di ciò che scrivo sono impenitente!

 

Questa è la verità e Tu lo sai.

 

In nome tuo ci campa troppa gente

 

Che studia e vende fumo, fumo assai.

 

Il tuo nome nel tempo è resistente,

 

sei la certezza che non muore mai!!!!

 

A questi che dissacrano il Vangelo,

 

non gli lasciare posto su nel cielo.

 

10

 

Ci hai dato gli animali, e, a bruciapelo

 

Li abbiamo fatti fuori quasi tutti.

 

A certi gli togliamo solo il pelo,

 

gli altri oramai li abbiamo già distrutti.

 

La stessa distruzione in parallelo

 

l’abbiamo fatta in mare! Farabutti!

 

Ormai noi siamo giunti quasi a meta,

 

presto sarà distrutto ‘sto pianeta.

 

11

 

Portiamo libertà all’analfabeta,

 

la libertà con la democrazia.

 

Basta che abbia petrolio, si completa

 

il programma che vuol la borghesia.

 

Anche se ha oro, oppur tanta moneta

 

faranno fuori il RAS, questa è magia.

 

Uscito il RAS entra il burattinaio,

 

inizia a lavorare il macellaio.

 

12

 

Mio caro DIO tu vedi che carnaio

 

che fanno in nome tuo in tutto il mondo?

 

Al giorno ognuno dice il suo rosario,

 

la notte è un animale nauseabondo.

 

La terra è diventata un letamaio,

 

penso che ormai fra poco sarà a fondo.

 

Da una creatura un umile consiglio

 

per evitar lo stesso gozzoviglio.

 

13

 

quando ripartirà**, su ogni naviglio,

 

delle Tavole metti traduzione,

 

altrimenti un fratello per puntiglio,

 

con l’altro userà sempre il bastone.

 

Ricorda a tutti che ciascuno è figlio

 

della Madre Celeste, e all’occasione

 

quando vede un umano, brutto o bello

 

va rispettato perché è suo fratello.

 

 

 

· adozioni a distanza

 

** il nuovo diluvio universale

 

 

 

PVP

 

 

 

 

 

Risposta da DIO

 

 

 

Caro Poeta Volontario questa è la risposta

 

alla tua, che tanto ho apprezzato.

 

Creato avevo l’uomo a bella posta,

 

piazzandolo nel centro del creato.

 

Pensavo la mia azione corrisposta

 

da tanto amore, invece bestemmiato!

 

L’uomo la mia più grande delusione,

 

non ha futuro né continuazione.

 

 

 

La cattiveria è senza descrizione,

 

specie per chi è assetato di potere,

 

a Cristo glie ne fè crocifissione,

 

la terra è diventata un gran braciere.

 

Ormai ci vuole solo l’alluvione*

 

Così ogni arma presto può tacere.

 

Io toglierò per sempre i criminali,

 

mai più gli umani, solo gli animali.

 

 

 

Davanti a me saranno tutti uguali,

 

dal cane al gatto, tigre o la pantera.

 

Saranno cancellati tutti i mali,

 

rinnoverò l’ambiente e l’atmosfera.

 

Risorgeranno ambienti floreali

 

Dagli uccelli la musica più vera.

 

Acqua per tutti dal fiume al ruscello,

 

nessuno ucciderà più suo fratello.

 

 

 

Il nome mio non più per ritornello,

 

per far campare qualche vagabondo.

 

Non ci sarà nemmeno più un coltello,

 

che possa insanguinare mezzo mondo.

 

Pensi che sia di sabbia il mio castello?

 

Purtroppo tutto sembra moribondo.

 

Ma per far questo l’unico mio prezzo,

 

l’umano devo togliere di mezzo.

 

 

 

+ diluvio universale

 

 

 

PVP

 

 

Buona Pasqua Poetica Riflessiva, grazie al Dono del nostro Poeta.

 

 

 

IL SEGRETARIO GENERALE                                            IL PRESIDENTE

      Sandro Scarfini                                                Gerardo Rosa Salsano

 

 

DALLA SICILIA IL CAD LANCIA ASSIEME AI LIONS UNA NUOVA SFIDA SOCIALE: L’Educazione dei giovani al rispetto delle donne e della violenza in genere.

 

 

E’ stato un convegno il terreno fertile al confronto ed alla stesura del progetto formativo.

 

Intervenendo al Convegno il dr. Mario La Spina ha dichiarato:Il CAD SOCIALE è un grande contenitore, oltre ad essere presente in Italia, con Circoli e Dipartimenti in tutte le Regioni e Province, ha sedi diplomatiche in oltre trenta Paesi del mondo con lo scopo di cooperare con tutti gli uomini di buona volontà nel costruire un alto grado di civiltà, ponendo alla sua base la "PERSONA UMANA", rispettandone e promuovendone la valorizzazione della "dignità" umana in tutte le sue espressioni - intellettuali, morali e fisiche, insomma, il suo scopo; indirizza ogni sua attività alla crescita degli uomini in ciò che essi hanno di più specifico: l'intelligenza, la libertà, il senso di responsabilità, la coscienza, il senso di benevolenza, di socialità, di amicizia e di solidarietà verso gli altri.

 

Cari amici, il nostro sguardo va quasi naturalmente alla gioventù, futuro e speranza del mondo. Ad essi sentiamo il dovere di rivolgere un appello accorato per una rifondazione del loro senso morale, che possa farli stare assieme, crescere nella legalità e nell’amore per il prossimo, senza incitamenti alla violenza, anzi contrastarla, ciò a partire da un percorso educativo.Possano essi, in questo straordinario momento epocale, avviare un’azione comune per dare un’anima alla civiltà del Terzo Millennio e far si che le Nazioni progrediscano verso livelli sempre più alti di vita sociale e combattere ed eliminare ogni forma di violenza in particolare “la violenza contro le donne”, il più odioso dei crimini perché colpisce l’aspetto fondamentale della dignità della donna, importante elemento della cellula “FAMIGLIA”.Il primo passo da fare è partire dall’educazione come forma fondamentale di prevenzione tra i più giovani. Tocca ormai a Noi Tutti impegnarci a lavorare, nelle opportune sedi, perché il nuovo Millennio della nostra storia segni una nuova pagina nel cammino dell’UMANITÀ. Il rispetto della legge naturale, scritta da Dio nella coscienza di ogni uomo, può essere la base per riportare la civiltà verso traguardi migliori.

 

Interviene poi la Vice Presidente Provinciale del CAD di Catania, dr.ssa Nazarena Genovese: Mi auguro che questo incontro sia un’occasione anche per fare il punto sui progressi raggiunti e sui problemi che ancora permangono, sulle iniziative e interventi per la realizzazione del rispetto alla non violenza ed all’uguaglianza. Si tratta di acquisire gli strumenti di conoscenza, necessari per una sfida culturale e bisogna far sì che gli uomini siano parte importante di questo “PROGETTO”.

 

Conclude il Presidente Salsano: Ringrazio tutti i dirigenti del CAD di Sicilia per il grande lavoro che stanno profondendo dettando i punti cardini per la rinascita culturale non solo della Sicilia ma dell’Italia, dell’Europa e del Mondo.

 

Grazie

 

Il CAD partecipa all'incontro dibattito " Lavoriamo assieme per implementare la cultura in materia di donazione di organi, tessuti e cellule nella Regione Puglia "‏

IL CAD E L'ANPCI INSIEME A VOLTERRA. FIRMATO IL PROTOCOLLOD'INTESA

Il CAD ha siglato con il Presidente Salsano e il Segretaro Nazionale Scarfini, il Protocollo d'Intesa con Anpci.
I temi sono tanti ma quelli trattati sono "il futuro dei Piccoli Comuni" e il referendum del 17 Aprile.
Il Cad sarà presente a Volterra.
Nell'incontro con il Vice Presidente Manera si è messo in evidenza la disponibilità a collaborare per i Piani Regolatori Integrati sui territori e da subito ad attivarsi per una Unione di Comuni Piccoli Medi Europei, con l'ausilio dei nostri Cad internazionali.
A Volterra la nostra voce a fianco dei Comuni Virtuosi sarà presente e vibrante.

BASILICATA: IL CAD FRANCAVILLA APRE I BATTENTI E LANCIA LA SCALATA AL POLLINO

 

 Il Pollino abbraccia comuni di Calabria e Basilicata e molti di  essi sono incastonati in scenari mozzafiato in una atmosfera paradisiaca  mozzafiato.

Purtroppo non è tutto oro ciò che luccica. I giovani  continuano a lasciare questa meravigliosa terra e molte attività  commerciali ed artigianali ogni giorno chiudono i battenti.

In questo disagio sociale è nato il CAD a Francavilla.

 

Vincenzo,Giuseppe e Maria sono al lavoro.

Interviene Vincenzo: Il gruppo è formato e contiamo già 100 iscritti. Entro un

mese faremo una grande convention con tutti i presidenti e i dirigenti  dei circoli in costruzione.

Stiamo allestendo un centro di raccolta  abiti usati per aiutare le famiglie indigenti e delle volontarie ci  stanno aiutando per la riparazione e la messa a punto degli abiti.

Conclude il Presidente Salsano:

In questa area della Basilicata vi sono risorse inesauribili e sconosciute agli operatori economici.

Porteremo il turismo montano e creeremo cooperative di giovani per la gestione dei flussi turistici.

A breve i circoli CAD del Pollino li incontreremo in assemblea territoriale con oltre 2000 caddiani.

Forza ragazzi fate presto il tempo scorre inesauribile

Un forte grazie al CAD Francavilla

 

CAD PROVINCIA DI BARI: ALLESTITO UN GAZEBO PER I TESSERAMENTI‏

E' il CAD di Bari che lancia la sfida.

 

Ha allestito un gazebo e con i suoi dirigenti ha organizzato un sit-in in piazza per far conoscere il CAD.

 

E' una iniziativa fantastica che porta finalmente il CAD in piazza.

 

Interviene la Presidente Maria Mirandi: E' stata un'idea nata per esigenze organizzative.

 

La gente ha bisogno di noi e la piazza è il luogo adatto al dialogo e all'ascolto.

 

Conclude il Presidente Salsano: E' interessante la modalità di interazione con la gente.

 

E' un modo per far conoscere il CAD.

 

Mi piace l'obiettivo della Mirandi, iscrivere al CAD olre 5000 caddiani per la sola provincia di Bari entro luglio 2016.

 

Forza Maria ce la puoi fare.

 

ROMA PROVINCIA: MORENO MANZI E' IL NEO PRESIDENTE DEL CAD

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha incontrato a Roma Moreno Manzi, noto imprenditore di Roma e Provincia.

 

 

 

Interviene Manzi: In questa Provincia il CAD può fare molto. La politica ha da tempo abbandonato i nostri territori e la cosa peggiore non vi sono progetti per il futuro per i nostri figli. Ho abbracciato la filosofia Caddiana del Presidente Salsano in quanto come imprenditore ho apprezzato la politica del fare nel rispetto delle regole e questo è cosa rara nella giungla della nostra società in cui siamo chiamati a misurarci giorno per giorno. Finalmente protagonista del nostro destino? Io ci sono “Presidente!”.

 

 

 


Conclude il Presidente Salsano: Lorenzo è partito con lo spirito giusto. Generalmente gli imprenditori hanno poco tempo. Una rete ben organizzata e ben gestita puo' creare un volano economico non solo per l'imprenditore ma per tutto il mondo che lo circonda.

 

Creare impresa e fare Business è per noi Caddiani necessario per cambiare il mondo, specialmente quando il marketing si pone al servizio della collettività nel rispetto dell'Uomo.

 

FORZA MORENO, CAMBIARE IL MONDO...... E' POSSIBILE

 

Accordo tra il CAD E L'UNIVERSITÀ‏

Roma. È stato sottoscritto un protocollo di intesa per la collaborazione tra il Presidente Nazionale del CAD Sociale, dott. Ing. Gerardo Rosa Salsano e il Presidente della Scuola Superiore Internazionale di Studi Universitari, di Ricerca e Formazione post- laurea “Unisrita”, Principe Marco Andrea Doria, alla presenza del dr. Andrea Viscardi, responsabile della comunicazione.

La Scuola Superiore Santa Rita è iscritta all’Anagrafe Nazionale delle Ricerche con Decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con numero 59939YRS. Una organizzazione non lucrativa, costituita nel 2008 da ricercatori e professionisti del settore medico – sanitario, psico – sociale ed economico – giuridico.

L’accordo siglato consentirà a tutti i ‘caddiani’ di partecipare ai Master organizzati dalla Università con agevolazioni economiche. Si incontra l’obiettivo primario della Scuola Superiore Santa Rita di promozione dell’alta formazione post – laurea e della ricerca scientifica e tecnologica e quello dei Centri di Ascolto del Disagio (CAD) libere associazioni di cittadini desiderosi di contribuire con la propria azione e il proprio impegno allo sviluppo sociale del Paese.

Inoltre l’Università si impegna a visionare i curriculum dei ‘caddiani’ che vorranno effettuare i corsi come docenti, con conseguenti ricadute economiche per i territori.

I curriculum saranno segnalati dai Presidenti dei CAD provinciali o dirigenti dipartimentali.

NATUROPATIA: IL CAD APRE ALLA MEDICINA ALTERNATIVA.LA DR.SSA MAURA BERARDO NE COORDINERA' I LAVORI‏

Come ormai è consuetudine il CAD è attento a tutto cio' che è nuovo e innovativo per lo sviluppo del benessere dell'uomo. E in questo contesto che il Presidente Salsano ha accolto con entusiasmo nel CAD la professionista Neturopata Maura Berardo.

 

Interviene la dr.ssa :Mi sono avvicinata alla medicina naturale dopo una triste esperienza vissuta con mio figlio nel reparto di oncologia di un ospedale di Torino.Sono stata per 4 anni a stretto contatto con medici e terapie farmacologiche tradizionali, decidendo così di intraprendere un percorso di studi alternativo nel campo della Naturopatia, formandomi prima come Iridologa e Riflesso terapista.Durante i quattro anni di formazione ho potuto conoscere la validità dei principi naturali e la loro efficacia nelle diverse problematiche, ma anche la limitazione dovuta alla scarsa assimilazione degli stessi componenti unita a volte alla difficoltà di assunzione di pillole, compresse e polveri da parte di chi si approcciava alla medicina alternativa.Da circa due anni ho conosciuto una nuova linea di prodotti definiti “integratori alimentari”, che, come tutti i prodotti da banco, non fanno parte dei farmaci. Sono prodotti di ultima generazione assumibili con facilità anche da chi ha problemi nella deglutizione, che stanno rivoluzionando il concetto di INTEGRAZIONE e con i quali riscontro risultati importanti in diverse problematiche di rilievo in supporto a trattamenti farmacologici anche invasivi. Essi sono consigliati e supportati anche da medici di fama internazionale nei casi più complessi.Grazie ad una nuova tecnologia di assorbimento dei nutrimenti, ci troviamo di fronte ad un utilizzo straordinario di principi attivi fondamentali per la nostra sopravvivenza; ogni prodotto contiene svariate sostanze che garantiscono la funzione per cui l’integratore è stato creato.  

 

Queste mie esperienze mi hanno portata alla conoscenza del CAD e del suo Presidente, l’Ing.  Gerardo Rosa Salsano, che ringrazio di cuore per l’opportunità offertami di far parte della Associazione. La mia missione è quella di aiutare il prossimo a vivere meglio e a lungo non solo consigliando i macro e micro nutrienti di cui necessita ogni singolo individuo, ma anche disintossicando l’organismo da tossine e veleni accumulati. Desidero essere di aiuto a tutte quelle persone che leggendo queste righe si ponessero la domanda:

 

“posso veramente fare qualcosa per preservare la mia salute, per aiutare le persone che non possono deglutire, che non possono alimentarsi adeguatamente, che prendendo troppi farmaci ne subiscono gli effetti negativi e non sanno come purificarsi?”

 

Tutto questo è possibile grazie ad una tecnologia unica al mondo in grado di migliorare la nostra salute.

 

Penso che tutti abbiano il diritto di essere informati, perché l’informazione è prevenzione. Salvaguardando la nostra salute abbiamo la possibilità di creare altre fonti di lavoro insegnando a stare semplicemente meglio.

 

Questo è il mio obiettivo nel CAD: essere di aiuto con consulenze, via email e al telefono laddove non ci fosse possibilità di incontro e con conferenze mirate alla conoscenza delle carenze nutrizionali presso le varie sedi.

 

Sono a disponibile per informazioni e quesiti : maurastudio@gmail.comA breve potrete avere accesso al mio sito internet lincato dal CAD Nazionale.Ringrazio cordialmente augurando tanta Salute, Pace e Amore.Maura

 

Conclude il Presidente Salsano: Maura sarà uno strumento di lavoro per molti disoccupati che cercano altre opportunità. Organizzeremo incontri mirati e specifici sulla Naturopatia e sulle enormi possibilità di lavoro e Maura ci aiuterà in questo.

Grazie Maura

BRASILE: IL CAD APRE I BATTENTI E RILANCIA IL CAD IN SUD AMERICA

 

 

Il Presidente del CAD Gerardo Rosa Salsano ha incontrato a Napoli il dr. Gianluca Maria Bella Console Onorario in Brasile.

 

Interviene il Neo Presidente del CAD Brasile Gianluca: facendo seguito al gradevole incontro a Napoli, ringrazio il Presidente Salsano per la interessante proposta di guidare il Cad Brasile (anche capogruppo del Patronato CAF), che accetto con molto piacere.Ritengo che sará molto interessante per gli Italiani del Brasile avere um punto di riferimento solido in Italia, cosí come per i Brasiliani dell’Italia avere un altrettanto riferimento in Brasile per l’assistenza nelle pratiche consolari dinanzi i Consolati italiani in Brasile.

 

Cominciando da subito le ns. attivitá in perfetta simbiosi con la filosofia del CAD, gradirei segnalare 02 opportunitá di investimento nello Stato del Maranhão.

 

1-entrare in societá o rilevare due pompe di benzina avviate e regolarizzate con market annesso in São Luís;

 

 

 

2-entrare nel progetto di case popolari (Minha Casa Minha Vida) per la costruzione di circa 1.350 abitazioni (350 nel município di Caucaia nello Stato del Ceará e 1.000 unitá nel município di São José de Ribamar, vicino São Luís). Tutti i progetti sono giá regolarmente approvati ed assegnati. É prevista una joint venture con una impresa di costruzione di fiducia con 25 anni di attivitá sul mercato, in modo da poter cominciare i lavori. Stiamo parlando di circa 200 milioni R$ in fatturato.

 

 

 

L’esigenza di ricerca di un partner straniero dipende dalla necessitá di sopportare i costi di mantenimento dei cantieri per i primi 04 mesi di lavoro ossia sino al 1°stato di avanzamento, in cui la Banca elargirá la 1°rata di pagamento.

 

 

 

Conclude il Presidente Salsano: il dr. Bella è da anni in Brasile e rappresenta in pieno la nostra filosofia. Un ufficio CAD in Brasile consentirà a tutti i nostri imprenditori non solo italiani di operare in Brasile in tranquillità.

 

Con l'occasione rilancio il coordinamento con il Venezuela di LUIS MATUTE per un CAD forte in Sud America

 

Grazie Gianluca

IL DR VISCARDI È STATO NOMINATO DIRETTORE DELLA COMUNICAZIONE DEL CAD NAZIONALE 

 

 

I centri di Ascolto del Disagio (CAD) sono libere associazioni di cittadini desiderosi di contribuire con la propria azione e il proprio impegno allo sviluppo sociale del Paese, rappresentando gruppi aperti dove ciascuno può offrire il proprio contributo. I CAD vogliono informare, promuovere e rappresentare sul territorio nazionale e locale gli interessi individuali e collettivi degli utenti dei servizi sociali. Si occupano della tutela degli aspetti preventivi dei diritti di natura sociale, quali il diritto alla sicurezza, chiarezza, trasparenza e qualità dei servizi anche tra i consumatori ed utenti. I cittadini meno abbienti sono tutelati dal CAD nel loro legittimo utilizzo del diritto alla difesa ed alla giustizia. I centri vengono costituiti e non fondati, perché non vi è infatti una distinzione fra soci fondatori e soci ordinari. Nascono e si sviluppano autonomamente su tutto il territorio nazionale e all’estero, presso le comunità italiane e non. Il Cad fu fondato nel 2007 dall’ingegnere Gerardo Rosa Salsano, ben conscio che l’Italia stava vivendo il forte disagio di una politica ormai lontana dalle esigenze della gente, creando, in contemporanea, come naturale corollario, il CAD Sociale. Ad oggi il CAD, che non vuole essere un Partito, è presente in tutte le Regioni d’Italia e all’estero, contando 150.00 iscritti in Italia ed oltre 300.000 in tutto il mondo. Importanti sono le missioni del Cad per evidenziare i fallimenti della maggior parte delle esperienze volute dal metodo occidentale nell’organizzazione di missioni e di progetti per la solidarietà internazionale. Questo fornisce un dato significativo, molto utile come primo approccio nell’aiuto concreto a popoli e regioni che naufragano in mari di povertà e degrado, partendo dall’immergersi nella realtà nella cultura e nelle tradizioni di un popolo. Comprendendo e concependo la solidarietà fornendo prima di tutto un supporto morale, senza condizionare in alcun modo i progressi e le scelte di chi poi deve continuare a vivere in loco. In ogni paese in cui il CAD opera vengono selezionati i volontari in base ai criteri che motivano una persona ad andare altrove a dare un supporto, e vengono scelti quindi in base alle proprie peculiarità e attitudini, nonché in base alla loro preparazione specifica ed alle loro conoscenze, sempre in base alle necessità del momento. E come primo requisito servirà la voglia di comunicazione, di condivisione di idee e di scambio di tradizioni, abitudini religiose e cultura. Il CAD lavora in questo momento per incrementare la ‘Piattaforma sociale di cooperazione Nord-Sud e Sud-Sud al servizio dello sviluppo sostenibile e della promozione delle energie rinnovabili in Africa’ per farsi promotrice contro il riscaldamento dell’ambiente e contro il sottosviluppo nel mondo. Saint Charbel, monaco e presbitero libanese, proclamato santo da Paolo VI nel 1977, definito il ‘Padre Pio’ del Libano, rappresenta per i CAD, il simbolo della riconciliazione religiosa del Mediterraneo. Il Libano martoriato dalla guerra esalta l’opera di un Santo che và oltre i propri territori, che penetra nella vita degli altri popoli determinando quella pax sociale e religiosa anche tra le famiglie appartenenti ad altre Religioni. Saint Charbel combatte per eliminare il disagio religioso, così come i CAD si battono per eliminare quello sociale e culturale. Fortemente significativa è la nomina a direttore generale del CAD del dr. Andrea Viscardi, già in precedenza direttore generale dall’Associazione Internazionale Italiani nel Mondo. Attualmente il dr.Viscardi è editore e direttore responsabile della testata ProgettoItalia.news, accrediata alla Camera ed al Senato ed in possesso di una web tv. In precedenza è stato direttore responsabile della testata ‘Il paese di Bologna’ e direttore della ‘Notte di Milano’. Andrea Viscardi è molto ben accreditato in contesti internazionali, frutto del suo impegno, destinato a svilupparli e stabilizzarli.

 

GRAZIE ANDREA

CAD Sociale - Intervista Dott. Ing. Gerardo Rosa Salsano      Lo streaming sarà trasmesso oggi 07.01.2106 alle ore 12.00

DONA IL TUO TEMPO A CHI HA BISOGNO PROPRIO DI TE. A BARI NASCE IL PRIMO CAD.

"E' nato a Bari, il primo Centro di Ascolto Disagio: un luogo aperto al pubblico, in cui chiunque trova ascolto, comprensione e professionalità disposte a donarsi per aiutare chi ha bisogno". Lo dichiara in una nota la portavoce dei CAD a Bari, Irma Melini, consigliere comunale e fondatrice del primo sportello in Corso Sonnino 64.

"Il Cad è una rete di volontari, rappresentata in Puglia dalla Professoressa Maria Mirandi, presente in tutta Italia con più di 150.000 associati, che trova ospitalità nella città di Bari sotto il segno del motto di #scelgobari.

Per disagio - continua Melini - si intende tutto ciò che è "domanda senza risposte"; tutto ciò a cui anche le Istituzioni spesso restano indifferenti; un nuovo modo di ascoltare la gente, cercando di risolvere insieme i problemi della quotidianità.

L'apertura di questo Centro, nel cuore del mio quartiere di Madonnella, è solo

l'inizio di un percorso che si snoderà con altri centri di ascolto in altre zone della città, partendo dalle periferie.

E tutto questo ad opera di un gruppo di amici che, volontariamente Intendono aiutare chi ha necessità.

Conclude il Presidente Minardi:

Tante le iniziative che metteremo in campo anche per il santo Natale, convinti che ancora una volta Bari si ritroverà ad essere una città molto generosa e, quindi, aspettiamo i tanti amici che vorranno contribuire a questa "rete umana" che ci permetterà di aprire sempre più sportelli di ascolto.

Ci aspettiamo che Bari possa dare in questa occasione il meglio di sé

Pegaso e CAD : fare Start up in Puglia si può

Nella splendida sala conferenze del Palazzo Ventricelli in Trani ,

sede della Università Telematica Pegaso, il nostro delegato regionale

puglia Avv. Giuseppe Farano ed il nostro Presidente Provinciale BAT

Luigi Cirillo, hanno incontrato il Presidente della Università Pegaso,

Dott. Danilo Iervolino ed il Delegato Puglia Dott. Nico Pontrandolfo

nell’ambito di un convegno che ha visto dibattere i temi “Le strade

della Crescita. Puglia, la California possibile” “ Fare Start up in

Puglia si può” inseriti nel Network “Panorama d’Italia”

ASCOLI: Evento CAD - Ferenc Liszt Cmpetition

Il CAD Sociale della Prov. Di Ascoli Piceno  ha indetto una conferenza stampa presso la  CAFFETTERIA MANZONI 7/9, Via Manzoni Alessandro - 63074 San Benedetto Del Tronto (AP)

 dove è stata ufficializzata la sua Rinascita nel territorio Piceno, durante la conferenza stampa il Presidente Stefano Agranni della sede Picena, presenterà alcuni dirigenti dei dipartimenti del CAD Sociale della provincia di Ascoli, illustrerà i progetti che il CAD Sociale ha in essere sul territorio, … presenterà l’evento “GRATUITO APERTO AL PUBBLICO” imminente, organizzato dalla Ferenc Liszt Competition organo del dipartimento cultura sezione musicale del CAD Sociale della Prov. Di Ascoli.

 

Concorso pianistico internazionale unico in Italia, 4° al mondo per importanza.

 

Per l’ottava edizione si sta studiando di portare in scena la Liederistica lisztiana con una cantante “giovanissima Voce” Chiara Misticoni accompagnata dalla 18enne, straordinaria Pianista Maria Vittoria Tranquilli (non vedente)

 

Entrambe di Ascoli Piceno.

 

Lieto di avervi nostri ospiti, Sicuro della Vostra Attenzione,

 

Cordialmente.

 

Presidenza CAD Sociale Della Prov di Ascoli Piceno

 

Stefano Agranni

*CONTATTI:*

 

*Stefano Agranni*

https://it.linkedin.com/in/stefanoagranni

https://twitter.com/StefanoAgranni

MAIL: stefanoagranni@gmail.com

*Recapiti tl Wind 380 694 24 31 / 328 65 13 844*

 

 

*Presidente del CAD Sociale della Prov di Ascoli Piceno*

http://www.cadsociale.com/

mail: onp.cadsocialeascoli@gmail.com

 

*Segretario dell'Ass.ne Ferenc Liszt Competition *

http://www.premioliszt.it/

amad.premioliszt@gmail.com

 

*Titolare della Edilvaldaso Srl Group*

https://www.facebook.com/pages/Edilvaldaso-Srl-Group/182475681801165?ref=hl

MAIL: info.edilvaldasosrlgroup@gmail.com

SKIPE: Edilvaldasosrlgroup

Firmata la convenzione CAD con l' università PEGASO‏

Il CAD amplia in Puglia la gamma dei servizi. Stipulata convenzione con l’Università Telematica Pegaso. Presto si estenderà la Convenzione in tutta Italia e nel Mondo.

 

 

I Centri di Ascolto del Disagio (CAD) continuano l’opera di promozione e divulgazione dei propri principi  e di ricerca di servizi rivolti agli associati  nella logica della qualificazione e formazione delle professionalità.

In quest’ottica il coordinatore regionale del CAD Puglia. Avv. Giuseppe Farano, ha stipulato una convenzione quadro con l’Università Telematica Pegaso.

L’accordo è stato siglato nella sede tranese alla presenza del direttore Puglia Mery Pontrandolfo.Tra gli intervenuti anche  il presidente del CAD della provincia BAT Luigi Cirillo. La convenzione prevede agevolazioni per tutti gli associati al CAD  che si iscrivono all’Università Pegaso . Gli iscritti, infatti, potranno usufruire di numerose agevolazioni e riduzioni sul costo di iscrizione ai corsi di laurea.

Un’iniziativa lodevole che rientra nelle finalità che i Cad perseguono fin dalla loro costituzione e cioè, promuovere, assistere, tutelare, rappresentare e difendere sul territorio nazionale e locale gli interessi individuali e collettivi degli utenti. In particolare la sottoscrizione con la Pegaso è stata  voluta per qualificare maggiormente i cittadini  e prevenire il disagio, spesso sinonimo di una progettualità mancante.

I Centri di Ascolto del disagio, dislocati su tutto il territorio nazionale, non sono solo luoghi di dibattito, ma di azione concreta dei cittadini verso le necessità reali della gente e delle imprese. In particolare rivolgono attenzione agli imprenditori in difficoltà economiche, aiutandoli  a fare business. Nei Cad la disponibilità è assoluta e l’aiuto è garantito. Insieme si cerca di prevenire e di alleggerire il disagio sociale dovuto a cause più disparate. La formazione professionale e la qualifica rappresentano ottimi deterrenti per coloro che, emarginati per condizioni soggettive, intendono procurarsi il reinserimento nel contesto sociale.

Conclude il Presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano: Presto estenderemo la Convenzione in tutta Italia e nel Mondo. Credo in questo accordo e in Pegaso, faremo sicuramente grandi cose insieme. Ringrazio il prezioso lavoro del dr. Farano e del Presidente Cirillo, incarnano alla grande la caddianità sociale. Avanti tutta senza fermarci.

CAD METROPOLITANO DI BARI: La dottoressa Irma Melini Consigliere Comunale del Comune di Bari è la PORTAVOCE  DEI CINQUE MUNICIPI CITTADINI.

Interviene il Presidente Rega: Irma è da anni impegnata nel Sociale ed averla con noi da alla nostra squadra un valore aggiunto di grande valore.La dottoressa  Melini  porta avanti le sue lotte per le fasce più deboli della città senza mai abbandonare il rapporto tra etica e politica, proprio in questo momento di grande decadenza politica.                                   

Interviene la dottoressa Melini: I cittadini meno abbienti, disorientati e   destabilizzati dall’apatia o paura  saranno tutelati nel loro libero e legittimo utilizzo del diritto alla difesa e giustizia.Il senso di sfiducia, la disoccupazione, le difficoltà sanitarie, i problemi educativi, la recessione, la mancanza di sviluppo e di ricerca, l’indisponibilità della classe dirigenziale  attanagliano  gli italiani.In questo contesto il Cad barese e provinciale lotteranno per ridare speranza ai giovani con una lotta al nepotismo e una presenza  del Welfare .

Conclude il presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano: In questo anno il Cad di Bari ha trattato con successo una serie di casi in campo sanitario, fiscale, condominiale, legale, tributario e amministrativo . Con Irma incideremo in maniera piu’ forte sulle istituzioni, dando al CAD di Bari il giusto tasso tecnico e politico, per una grande crescita comune.

Grazie IRMA

 

Riferimenti: cadsocialebari@libero.it 

IL CAD APPRODA AD ALIANO E NE RITROVA LA FILOSOFIA ATTRAVERSO L'OPERA DI CARLO LEVI

Il Cad approda tra le colline  argillose, i calanchi e gli aridi burroni  di Aliano, in provincia di Matera,  dove il tempo sembra sepolto nel passato.

Il Centro ascolto del disagio non abbandona nessun popolo e nessun luogo perchè ogni cittadino deve avere la possibilità di essere al centro della sua vita,  per questo il Cad degli alianesi è pronto a diventare forma e vita affrontando le problematiche di una Italia allo sbando.

Professionisti  del  luogo daranno  ascolto a tutti pronti  a guidare gli abitanti non sempre nelle possibilità di colloquiare con le Istituzioni perché il Cad è da  sempre anello di congiunzione tra  la popolazione e le istuzioni spesso sorde ad ogni  richiesta e spiegazione.

Il  gruppo che guiderà il Cad di Aliano è composto da esperti  in ogni ambito e sempre presenti  tra la cittadinanza  con a capo il Presidente Biagio Mirandi

Interviene il Presidente Regionale Buonpensiere: la Basilicata sta dimostrando sensibilità e lungimiranza politica. Presto apriremo nuovi centri e altri professionisti ed imprenditori entreranno nella nostra già grande squadra caddiana lucana.

Conclude il Presidente Salsano: Carlo Levi ad Aliano trovò difficoltà e disagi di ogni genere, e quei disagi si trasformarono in una grande opportunità,scrisse il capolavoro "Cristo si è fermato ad Eboli", una filosofia a dir poco CADDIANA che gli diede fama ed onori. Il CAD in Basilicata sta crescendo a ritmi vertiginosi e questo mi fa ben sperare. Vedo un futuro caddiano con i giovani Lucani non costretti piu' ad emigrare.

Grazie Aliano e un grazie affettuoso a Maria Mirandi Presidente del CAD della Provincia di Bari

BASILICATA: CONTINUA FORTE L'ESPANSIONE DEL CAD. APERTO UNO SPORTELLO DISTRETTUALE A STIGLIANO

 

 

E' Stigliano una delle sette sedi distrettuali dei Centri di Ascolto del Disagio(CAD) della provincia di Potenza. L'inaugurazione è avvenuta sabato scorso alla presenza del Presidente nazionale Ing. Gerardo Rosa Salsano e del Presidente regionale Dr. Luciano Buompensiere. L'uomo attraverso il sacrificio per gli altri ritrova se stesso e l'essenza della vita-ha detto Salsano per poter spiegare ai convenuti lo spirito profondo che anima l'attività del CAD attraverso la costituzione di libere associazioni(circoli)di cittadini desiderosi di contribuire con la propria azione ed il proprio impegno allo sviluppo sociale del paese. Appresso Buompensiere ha esposto il progetto, già in corso, di rendere capillare l'azione del CAD su tutto il territorio regionale affinchè si possa fare prevenzione e trattamneto del disagio affiancando le amministrazioni locali o, in caso di loro assenza, vicariandole. Il neo-presidente distrettuale di Stigliano, Domenico Petraglia, ringraziando i convenuti, ha puntualizzato alcuni progetti che intende perseguire nell'ambito sociale affinchè anche le fasce più deboli di Stigliano possano ricevere un concreto aiuto nella loro quotidianeità.

LOMBARDIA:IL CAD A BERGAMO RIPARTE CON IL NEO PRESIDENTE LUIGI SOTERA

Il Presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano ringrazia prima di tutto Pasquale Bosco caddiano della prima ora che con il suo lavoro ha contribuito a fare grande il CAD.

 

Pasquale si occuperà del dipartimento difesa Rapporti Internazionali e contribuirà con il suo lavoro a fare grande il CAD nel Mondo.

 

Interviene il neo Presidente Sotera: Sono felice ed onorato per l’incarico, ringrazio il Presidente e tutto il CAD per quello che hanno fatto e stanno facendo.Porterò anche io il mio contributo, in base alla mia esperienza piu che trentennale in aziende di telecomunicazioni e sicurezza integrata, di livello internazionale, e alla mia voglia di coinvolgere la gente del territorio, (persone e aziende), nel grande progetto caddiano.

 

Sono disponibile fin da adesso con tutti e per tutti i Responsabili nazionali ed internazionali del Cad.

 

Grazie Presidente, grazie CAD.

Cad Benessere





Parte il primo centro benessere.

Prezzi appetibili convenzionati per tutti i caddiani in regola col tesseramento.

IL CAD MATERA VERSO IL 2019 : Il Dip. Psicologia lancia un importante Seminario: “Comunicazione, vicinanza emotiva ed eros. I diversi gradi dell'intimità”

 

 

Venerdì scorso si è svolto a Matera, nell'Aula Sassu dell'Università di Basilicata, il seminario dal titolo “Comunicazione, vicinanza emotiva ed eros. I diversi gradi dell'intimità”, organizzato dal Dipartimento Psicologia del Cad di Matera (Centro Ascolto Disagio) e patrocinato dal Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo dell'Università di Basilicata.

 

Si tratta del primo evento promosso dal Cad di Matera, che apre ad una serie di altre iniziative con lo scopo di prevenire il disagio attraverso l'informazione e la cultura, elementi essenziali per un cambiamento efficace individuale e societario.

 

Il seminario è stato aperto dall'intervento della Dott.ssa Federica Mancusi che ha approfondito la tematica della “formazione della coppia”. Essa avviene attraverso due fasi:

 

l'innamoramento, momento simbiotico di unione emotiva profonda e di idealizzazione dell'altro e l'amore maturo, fase in cui la coppia riprende la propria dimensione individuale oltre che duale e dove si avviano processi di elaborazione e rinegoziazione dell'intimità. La comunicazione di coppia è simbolica rispetto al suo funzionamento; essa è per lo più implicita, percorre vie inconsapevoli e non sempre funzionali al benessere della relazione. Rendere l'implicito in esplicito, attraverso un lavoro di presa di coscienza di sé e dell'altro, rappresenta la via privilegiata nonchè il suggerimento che la relatrice fornisce ai presenti.

 

Dalla formazione della coppia al “sesso a scossa elettrica”, tema trattato dalla Dott.ssa Mariateresa Muscillo.

 

L'argomento è una provocazione rispetto all'idea che la sessualità eccitante sia frutto

 

esclusivamente di fantasie estreme e/o trasgressioni. Citando Snarch, famoso psicosessuologo americano, l'attenzione viene focalizzata sul concetto di “intimità” intrecciato indissolubilmente con quello di “differenziazione”. La relazione è “intima” quando due persone hanno la piena consapevolezza di sé, dei propri vissuti e confini personali; in tal modo riescono a connettersi con il mondo emotivo dell'altro in maniera autentica e profonda. Il sesso a scossa elettrica è “profondo” e si instaura nella coppia quando ci si riesce a guardare negli occhi mentre si fa l'amore, connettendosi contemporaneamente con il proprio e l'altrui piacere. Le fasi preliminari, il bacio e l'orgasmo visti sotto questo punto di vista assumono un'”elettricità” ed una sensualità unica, estremamente ed elettricamente “intima”.

 

A conclusione, l'intervento scoppiettante del Dott. Pietro Alessandro Caforio, che tratta temi quali il potenziamento dell'energia vitale di Eros attraverso l'allargamento del mondo affettivo individuale. Con ironia e profondità e con l'utilizzo di immagini bellissime che evocano vissuti ed emozioni, l'intento è di fare esperienza immediata di quel processo che connette il soggetto percepente con l'oggetto percepito, senza passare attraverso il filtro della razionalità e del sistema pensante. Questo apprendimento emozionale passa attraverso tre fasi: estasi onanistica (esperienza intima di connessione con se stessi); estasi orgasmica (riconoscimento di ansie e paure proprie e connessione con le differenze insite nella relazione); estasi orgiastica (quando la padronanza di sé consente

 

un'immedesimazione con tutto, la fusione diventa trascendenza e si collega con l'universale). L'Estasi orgiastica è lo stadio più evoluto di un Sé erotizzato e di ogni percorso di coppia, includendo e trascendendo ogni diversità a favore del momento generativo. La discussione e la partecipazione attiva degli uditori ha fornito quel tocco magico che ha reso l'incontro divertente e coinvolgente. Il modello di lavoro di equipe tra professionisti appartenenti ad aree diverse si è mostrato efficace, perché ha fornito quella pluralità di voci necessaria affinché temi sentiti e attuali possano arrivare a tutti. La scelta di un moderatore di eccezione, un ingegnere (l'ing. Antonio Bixio) che parla del suo percorso psicoterapico come di un'esperienza di arricchimento senza eguali, ha fornito un assaggio di vita reale che può essere un esempio di crescita ed evoluzione personale per chiunque. L'incontro si è chiuso con l'intervento dell'attore Salvino Fiore che mette in risalto il concetto di “Amore” come forza generatrice e rigeneratrice di ogni rapporto affettivo.

 

 

 

Dott.ssa Mariateresa Muscillo

VENEZIA: IL CAD VOLA E CREA OPPORTUNITA'

Nel pieno rispetto della normativa vigente, il C.A.D. della Provincia di Venezia sta iniziando ad organizzare iniziative culturali, artistiche ed artigianali, come ad esempio gli incontri inerenti la “rivalutazione e riqualificazione degli Antichi Mestieri”, con la finalità di creare interesse soprattutto nei giovani, in linea con lo sviluppo tecnologico contemporaneo.

Di recente, il CAD Sociale Venezia è stato più volte ospite del programma televisivo “Focus”, in onda su Rete Veneta, e del telegiornale “Tele Nordest”, con l’intento di far conoscere il suo costante e quotidiano impegno in una società sempre più disagiata.

Sempre con l’intento di sviluppare i molteplici aspetti legati al territorio, molto importanti sono le attività intraprese e connesse alle tematiche di politica ambientale, volte sia alla salvaguardia dell’ambiente, sia alla diffusione della cultura bio-edile e bio-urbanistica.


CAD – Gli Obiettivi


Quindi gli obiettivi sono: “tutelare, assistere e difendere tutti coloro che sono calpestati nei loro diritti civili di uguaglianza, combattere tutte le forme di disagio sociale, la solitudine e l’isolamento!”.

Possiamo citare Maria Teresa di Calcutta quando afferma “Tu sai fare cose che io non so fare. Io so fare cose che tu non sai fare. Insieme possiamo fare grandi cose”. Per ricordare come tutti noi insieme possiamo fare grandi cose. Noi siamo tante gocce d’acqua che unite formano il mare.
Marca Aperta e la radio web Rete Top 95 hanno firmato con il CAD Sociale Venezia, nel febbraio 2015, una convenzione proprio per facilitare la comunicazione e far conoscere a tutti questa importante realtà.

CALABRIA: COSTITUITO IL CAD A COSENZA. IL DR PIETRO PERRI NOMINATO PRESIDENTE PROVINCIALE

Si è svolto a Cosenza  il primo incontro provinciale del CAD.

Il Presidente Pietro Perri ha creato una grande squadra con persone preparate e pronte ad aiutare gli ultimi.

                                                                                                                  

Interviene  Pietro Perri : Credo fermamente nelle potenzialità di sviluppo che il CAD puo' dare al nostro territorio.

La nostra è una provincia sofferente e il CAD puo' essere la chiave di volta per la risoluzione di molte problematiche presenti nel territorio.

Ho già organizzato il gruppo e prossimamente organizzeremo lo sportello con i Professionisti.

 

Interviene il Presidente Nazionale Salsano: nel CAD , in Italia e nel Mondo, abbiamo molti calabresi che con il loro operato e professionalità, stanno dando un contributo enorme alla crescita del CAD.Finalmente apriamo il CAD in Calabria e Cosenza puo' rappresentare per noi la porta della Regione.

Porteremo a Cosenza le varie opportunità che abbiamo nei vari dipartimenti e creeremo possibilità di lavoro per chi vorrà lavorare. Il CAD non da posti di lavoro ma opportunità e bisogna fare un grande lavoro per educare i calabresi e non solo alla cultura del lavoro autonomo ed alla cooperazione pur rimanendo autonomi. La nostra organizzazione con sedi in tutta Italia associa tutte le categorie, la massa lavorativa e non lavorativa dove mettiamo insieme i disagi e non disagi, trasformandoli in opportunità, uniamo le forze di un territorio per condividere progetti. 

Auguro a Pietro e Settimio e a tutto il gruppo, buon lavoro.

IL CAD HOUSING SOCIALE SI RAFFORZA: RATIFICATA LA NOMINA A VICE PRESIDENTE DELLA DR.SSA SARTORE‏

 

 

Interviene il Presidente del Dipartimento Arrigo Belletti: Carissimo Presidente Salsano, Ti ricordo di quando ci siamo conosciuti, dove ho capito immediatamente che Noi avremmo avuto la possibilità di fare “ grandi cose” insieme “, Ti ricordi quanto Ti ho parlato, non finivo più....., e Tu mi hai ascoltato e....... mi hai dato fiducia, ed oggi siamo qui, a far decollare la divisione Housing Sociale in Italia, un compito difficile in un settore difficile oggi da far decollare, ma Noi ci siamo, siamo pronti, presto avrai tutti i nominativi dei partecipanti dei comitati tecnici: professionisti, esperti, persone oneste con tanti valori, molto religiosi, che credono nel progetto e nel CAD, e credono nelle possibilità che solo un'associazione unica come quella che abbiamo creato e contribuito a far crescere, può offrire.

 

La struttura della Divisione è piramidale, come C.A.D. Insegna, per dare al sottoscritto la possibilità di mettere in pratica tutta l'esperienza maturata in “ una vita imprenditoriale (fra le tante anche concessionario DU PONT e 3M) “, dieci anni di “ Advisor Immobiliare “ e di Mediatore Creditizio iscritto all' U.I.C., ma soprattutto per i quasi tre anni dedicati a creare il “ Know-How della Divisione Housing Sociale del C.A.D. “, analizzando e programmando le operazioni in base a tutti gli aspetti : normativi, finanziari, progettuali, immobiliari, costruttivi e gestionali; un compito piuttosto complesso soprattutto per il fatto che in Italia non vi sono normative che regolamentano l'Housing Sociale, molto probabilmente per il motivo che si è ritenuto scomodo incentivare iniziative che tutelano le esigenze sociali delle Famiglie per la realizzazione della “ Prima Casa “ a scapito della “ speculazione edilizia “.

 

Per rafforzare questa struttura piramidale è importante inserire una figura professionale che appoggi “ in toto “ il Know-How realizzato, e chi meglio di colei che ha pemesso la sua creazione, contribuendo ad “ investire insieme “ affinchè possa “avere luce”, la Sig.ra Nicol Sartore , “ infaticabile imprenditrice “ che ha gestito con successo, dinamismo e giustizia attività commerciali che brillano ancora oggi della sua impronta.

 

La Vice Presidentessa si occuperà della tesoreria, della segreteria, delle pubbliche relazione anche attraverso i social network di ultima generazione

 

Conclude il Presidente Salsano: Congratulazioni ad Arrigo e un benvenuto a Nicol. Insieme sapremo andare avanti per un progetto che rappresenta il sogno di tutti: una Casa.

 

E noi ci crediamo è queswtione solo di tempo, il tempo ci darà ragione.

 

Grazie Arrigo e Benvenuta Nicol.

SOS BAMBINI SOTTRATTI: ORNELLA SAPIO METTE A DISPOSIZIONE DELLA RETE LA SUA ESPERIENZA. UN TELEFONO AMICO AL SERVIZIO DI CHI HA BISOGNO.

 

 

Ornella Sapio è una maestra di 48 anni che dopo un'odissea di cinque anni, tra viaggi in Tunisia e fughe in mezza Europa, è riuscita a riportare a casa la figlia Ambra, rapita, nascosta e maltrattata dal padre tunisino. Con l'aiuto, Ornella ci tiene a precisarlo, di Bruno Poli, consulente per la sottrazione internazionale dei minori, ma anche di «una straordinaria avvocatessa tunisina, Insaf Riahi, che per lei si è battuta in ogni modo, arrivando fin nel deserto più lontano, svelando nefandezze e violenze dell' ex marito.

 

Ora Ornella Sapio vuole di più, vuole aiutare gli altri.Sono sempre più numerose le segnalazioni di disagio familiare che vedono coinvolti bambini e genitori. Mamme e papà sottratti all'affetto dei figli, figli sottratti all'affetto dei genitori. Una vera e propria "strage" di affetti che, sempre più spesso, disintegrano famiglie che potrebbero essere recuperate. Leggi inadeguate, interpretazioni claudicanti di vecchie norme e regolamenti desueti, malanimo dei pubblici ufficiali, connivenze e complicità ai vari livelli istituzionali quando vere e proprie organizzazioni devianti con scopi criminali, sono i responsabili di autentiche sottrazioni e sequestri di minori, a scopo di lucro, in strutture compiacenti che ottengono dallo Stato enormi finanziamenti per la sopravvivenza, spesso come nei lager, di ogni bambino che si trasforma in affare quotidiano con cifre da capogiro. A questa terribile realtà si aggiunge quella tremenda dei bambini scomparsi, dei minori utilizzati nelle rivoltanti pratiche pedopornografiche, traffico di organi ed abusi diversi che minacciano seriamente il futuro della nostra infanzia. Dei nostri figli. Dei bambini indifesi di tutto il mondo. Mi impegnerò col CAD a difendere tutti i bambini. Risponderò al telefono e cercherò di aiutare tutti quelli che hanno bisogno.

 

Conclude il Presidente Salsano : Il numero 338-9596427 un numero per consentire a tutti di manifestare il proprio disagio in tutta libertà e sicuro di essere ascoltato. Il CAD non è un'agenzia di servizi, nè un'associazione di mutuo soccorso. Il servizio che offre è gratuito ed è realizzato a titolo volontario. E', piuttosto, un'opportunità. Un'occasione per far luce sul buio. Una possibilità per non rimanere soli nel proprio assordante silenzio. Un pretesto per dare voce e chi non ce l'ha. Quando tutto questo non diventa una denuncia vera e propria... Senza censure e senza paure. Nella speranza di contribuire alla creazione di una società migliore. Noi del Cad apriamo le porte alla speranza certi di potere essere utili.

 

GRAZIE ORNELLA

CAD TRASPORTI: NASCE UN PROGETTO DI METROPOLITANA SU ROTAIA. GERARDO GRIPPO NE COORDINERA' I LAVORI

Il CAD Nazionale ha recepito un progetto di metropolitana su rotaia, che Gerardo Grippo sta portando avanti da diversi mesi. Il progetto è ambizioso con ricadute economiche su diverse regioni.

Interviene Gerardo Grippo: Il progetto è sostanzialmente un programma di riconversione di alcune vecchie ferrovie abbandonate. I percorsi di tali ferrovie intrecciano diverse regioni del SUD e questo potrebbe dare un notevole contributo allo sviluppo dell'economia locale.

 

Conclude il Presidente Salsano: Gerardo Grippo è un tecnico preparato e il Dipartimento gli consentirà di rendere realizzabile il sogno metropolitano.

Puglia,Basilicata,Molise,Campania,Calabria, è una grande sfida.

AUGURI  GERARDO !!!

Cresce il CAD attraverso il sodalizio con E-Platform un nuovo modo di fare business che diventa “fatto culturale”.

 

 


Madrina dell'incontro la Presidente provinciale del CAD di Ascoli, Giuliana Poli che interviene: “In un periodo in cui tutti parlano di internazionalizzazione, in cui si tentano di creare sinergie per la maggior parte disattese, di voler cambiare senza sapere cosa fare, sarebbe opportuno promuovere nelle persone un messaggio naturale: non aver paura di cambiare e di esser capaci di saper riconoscere il buono che c’è nel nuovo e stimolare la passione a creare il nuovo per testare vantaggi”

 

Si è sottoscritto a Roma l’accordo tra il Presidente del CAD Gerardo Rosa Salsano e uno dei cofondatori di E-Platform Giovanni Scacciaferro. Molto entusiasta il Presidente del CAD che ha definito il progetto:“Vero spirito caddiano, veicolo guida importante per le piccole e medie imprese, molto operativo in termini di business ed economico per le PMI che non dovranno nessuna quota per entrare poiché l’iscrizione è gratuita e non dovranno nessuna percentuale ad E-Platform in quanto la percentuale di transazione sarà inferiore al beneficio che le aziende ne trarranno. In sostanza alle Aziende non si chiede nulla ma si mette a loro disposizione tutte la grande esperienza di aziende importanti in Italia e nel mondo. Prossimamente informeremo attraverso il sito i nostri caddiani sulle linee guida che adotteremo per far fruire le nostre aziende di questa imperdibile opportunità. Un altro tassello di grande qualità aggiunto al puzzle CAD e ne sono felice” Fondatori di E-Platform tre società milanesi: Giovanni Scacciaferro con la Sua Società FHC e Wepartner, Claudio Botturi con Area T3 e Mediana Service.

 

Che cos’è E-Platform lo chiediamo a Giovanni Scacciaferro da quarant’anni nelle aree Management e Marketing strategico, Dirigente di multinazionali e Imprenditore/consulente con basi in tutta Europa.

 

E-platform, incrementa il tuo business”. Questo è il principio della vostra iniziativa. L’iniziativa mi sembra geniale e quasi disarmante per la sua facilità di accesso. Mi spiega in poche parole come funziona?

 

Decisamente in poche parole basta entrare nel sito www.e-platform.center cliccare su “Iscriviti” e seguire le istruzioni (due minuti di tempo e inserire il codice CAD: 01.01). Fatto ciò si entra a far parte di un grande network di Aziende che assieme possono ottenere le migliori condizioni di mercato sia in acquisto che in vendita. Il mondo delle PMI (che rappresenta più del 90% del PIL in Italia ) oggi soffre più che mai della competizione globale proprio perché frammentato e poco strutturato per competere con i grossi gruppi e con il mercato internazionale. La stretta creditizia e la pressione fiscale completano un quadro davvero di difficile soluzione per le nostre imprese.

 

E-platform può essere una soluzione a questi problemi perché consente di ottenere da una parte la possibilità di ricevere le migliori condizioni di acquisto delle materie e dei servizi e dall’altra di accedere a contatti di vendita dei propri prodotti a livello internazionale.

 

Come intendete svilupparvi in Italia?

 

Il nostro obiettivo e di raggiungere il numero di 100.000 Aziende iscritte al portale e-platform nei prossimi tre anni. Questo ci consentirà di animare le attività a favore delle Aziende in maniera esponenziale offrendo loro una piattaforma business di facile accesso e di grande valore imprenditoriale. Nel frattempo lavoreremo su nuove implementazioni per offrire ulteriori servizi/opportunità alle Aziende che si saranno iscritte.

 

E-platform è aperta a tutto gli operatori del mondo, ma come pensate di comunicare all’estero?

 

Lo stiamo già facendo tramite accordi con partner qualificati nei singoli paesi Europei ma che presto pensiamo di espandere oltre oceano. In verità abbiamo già attività di matching con USA, Cina e India. Il nostro vero vantaggio per e-platform è dato dal fatto che noi in questi paesi siamo presenti con le attività di Marketing strategico, Management delle vendite e gestione dei servizi post vendita. Inoltre la rete di relazioni che abbiamo stabilito con Aziende e istituzioni ci consente di raggiungere il maggior numero possibile di operatore sempre con i partner locali.

 

Parlate anche di internazionalizzazione, ma come possono usufruirne le Aziende che si iscrivono?

 

Proprio perché e-platform viaggia su Internet e quindi aperta al mondo, la piattaforma business consente alle Aziende di comunicare a livello internazionale e cogliere tutte le opportunità di business. Le gare e le aste di e-platform coinvolgono oltre alle Aziende italiane tutte le Aziende straniere iscritte al portale. Inoltre, qualora le Aziende fossero interessate a sviluppare progetti specifici per uno o più paesi esteri offriamo loro tutte le competenze specifiche per progettare e sviluppare il business seguendo tutte le fasi di ricerca e sviluppo. Dalla ricerca di mercato, alla definizione dei piani strategici, alla organizzazione e allo sviluppo delle vendite oltre ai servizi di back-office e post vendita. Tutto ciò lo possiamo garantire grazie alla presenza territoriale dei nostri partner.

 

E-Platform sposa e-procurement, la grande novità che differenzia il servizio dalle miriadi di e-commerce. E-procurement che solo le grandi imprese e le multinazionali possono “permettersi” viene messa a disposizione delle piccole e medie imprese.

 

Chiediamo a Claudio Botturi di spiegarci che cosa è e-procurement e cosa sta dietro a tanta tecnologia.

 

Giova innanzitutto precisare cosa e-Platform NON è, e-Platform non è un’azienda che compra e non è un’azienda che vende, e-Platform è un punto di riferimento per le piccole e medie imprese sul WEB, permette, creando un network tra aziende, la partecipazione a eventi di acquisto e vendita avvalendosi di un’applicazione professionale raggiungendo in maniera semplice obiettivi di saving d’acquisto e di processo.Quindi l'E-procurement (Electronic Procurement) letteralmente è il processo di "approvvigionamento elettronico", in pratica, è un sistema che consente alle aziende di effettuare i propri acquisti (materie prime, semilavorati, materiali vari, servizi) online, servendosi di piattaforme B2B, automatizzando il reperimento delle informazioni sui prodotti e confrontando le offerte di mercato mettendo in concorrenza fra loro i fornitori. L’automatizzazione può comprendere anche la creazione dell’ordine d’acquisto, la sua convalida, l’invio dell’ordine al rivenditore, la ricezione della fattura e il saldo. È dunque l’insieme di regole, modalità organizzative e procedure che consentono l’acquisizione di beni e servizi on-line, impiegando tecnologie informatiche attraverso Internet. Il processo fondamentale per il successo di un sistema di e-procurement è rappresentato dalla creazione di un catalogo (e-catalog) formato selezionando i fornitori tenendo conto della loro capacità di garantire, oltre a requisiti di carattere economico, tecnico, produttivo e organizzativo, criteri di sicurezza sul lavoro, tutela della salute, gestione della qualità, salvaguardia ambientale e osservanza di standard internazionali in materia di diritto del lavoro.

 

Quali sono le Aziende che usano la tecnologia e-procurement?

 

I sistemi di E-procurement vengono utilizzati - con le diverse regole applicabili - tra aziende (commercio Business to Business o B2B) o tra aziende e istituzioni pubbliche (Government to Business o G2B), grazie alle possibilità offerte dallo sviluppo della rete Internet e del commercio elettronico. Considerando i costi di acquisizione e di utilizzo delle piattaforme di e-procurement, gli utilizzatori sono rappresentati principalmente da grandi aziende e dalla pubblica amministrazione.

 

Quali sono i vantaggi?

 

I vantaggi derivanti dall’utilizzo di una piattaforma di e-procurement si possono riassumere in poche parole:

 

Ottimizzazione: l’azienda trasforma i propri acquisti in un processo strutturato e controllabile;

 

Risparmio: beneficio economico derivante dalla competizione tra fornitori ed abbattimento dei tempi di negoziazione;

 

Tracciabilità: delle negoziazioni effettuate, controllo e reporting (es. andamento dei costi);

 

Ripetibilità: degli eventi, economie di esperienza nell’impostare le negoziazioni.

 

Simmetria informativa: nei confronti dei fornitori con conseguente riduzione dei contenziosi.

 

Ci sono aspetti tecnici e aspetti legali che coinvolgono la gestione delle gare e delle aste?

 

Nel caso in cui gli appalti telematici siano utilizzati per aggiudicare gare pubbliche di appalto si parla di public e-procurement, il quale in Italia risponde alla normativa in materia di pubblici appalti.

 

L'E-procurement pubblico italiano nasce sulle regole fissate dal DPR 4 aprile 2002 n.101 "Regolamento recante criteri e modalità per l'espletamento da parte delle amministrazioni pubbliche di procedure telematiche di acquisto per l'approvvigionamento di beni e servizi.", tale normativa è quasi sempre rispettata anche per gare ed aste telematiche in ambiente privato.

 

La normativa italiana prevede diversi strumenti di e-procurement pubblico adatti alle diverse e specifiche procedure di gara: sistema dinamico di acquisizione, accordo quadro, prevedendo per queste procedure l’utilizzo di sistemi elettronici e telematici per effettuare i rilanci competitivi e la pubblicazione telematica degli atti di gara. Inoltre vengono disciplinate le aste elettroniche: esse non costituiscono una procedura di gara, ma sono procedure "tradizionali" di gara svolte mediante uno strumento di negoziazione telematica delle offerte.

 

Mentre il legislatore ha dedicato una norma specifica, l'art. 295 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, per le procedure di gara interamente gestite con sistemi telematici, stabilendo alcune condizioni generali che devono rispettare, ed in particolare i strumenti elettronici e telematici che consentono la presentazione delle offerte e la classificazione delle offerte devono impedire di operare variazioni sui documenti, sulle registrazioni di sistema e sulle altre rappresentazioni informatiche e telematiche degli atti e delle operazioni compiuto nell’ambito delle procedure.

 

Tutti questi elementi devono tener conto di altre norme che disciplinano i vari aspetti, che un portale web di una pubblica amministrazione deve rispettare, tra tutte la norma cardine è il D.Lgs. n. 82/2005 (Codice dell'amministrazione digitale) in particolare l’art 54 regolamenta che uno dei contenuti che deve avere il sito istituzionale di ciascuna P.A. è l'elenco di tutti i bandi di gara.

 

Tale disposizione è stata ripresa e dettagliata dal D.P.C.M. del 26 aprile 2011 “Pubblicazione nei siti informatici di atti e provvedimenti concernenti procedure ad evidenza pubblica o di bilanci”.

 

 

 

Quali sono i vantaggi per le PMI di una gestione e-procurement rispetto ad una gestione degli acquisti con metodi tradizionali?

 

Uno dei valori che caratterizzano e-Platform è il proprio catalogo sulla base del quale una PMI può allargare la propria base di fornitori, partecipare a gruppi di acquisto per aumentare i volumi con conseguente aumento del potere negoziale, fornire nei confronti del mercato un’immagine di modernità ed efficienza.

 

Ma i vantaggi non sono solo un’esclusività dei buyer ma essere un fornitore qualificato di e-platform significa poter cogliere opportunità di lavoro e usare modalità innovative per aggiudicarsi contratti di fornitura.

 

Quali altri strumenti tecnologici ha sviluppato nella Sua Azienda?

 

Trittico è una società specializzata in soluzioni software per la monetica e la sicurezza logica, fondata nell’anno 2000, grazie alle competenze tecniche acquisite a seguito di una trentennale esperienza e specializzazione nell’area dei sistemi di pagamento elettronico, della sicurezza logica e del commercio on line.

 

Trittico sviluppa prodotti e offre consulenze in grado di risolvere le molteplici esigenze nel campo della monetica, offrendo la possibilità di realizzare architetture per sistemi di emissione carte di credito e fidelity, per la protezione e autenticazione di dati e utenti tramite crittografia e firma digitale;

 

Pensa di poterli rendere fruibili anche tramite e-platform in futuro?

 

E’ già in atto il processo di implementazione nel sistema e-Platform della firma digitale cioè: l'identità dei fornitori e compratori è certificata dall'utilizzo di strumenti di firma elettronica qualificata.

 

 

SE SI ENTRA NEL SITO SENZA CODICE CAD NON SI HA DIRITTO AI BENEFICI CHE IL CAD HA SOTTOSCRITTO PER TUTTI I CADDIANI DEL MONDO

 

PER ULTERIORI CHIARIMENTI SCRIVERE ALLA EMAIL DEL CAD: presidenza@cadsociale.com

2015 anno europeo dello sviluppo, il CAD puo' essere protagonista‏

2015 anno europeo dello sviluppo, il CAD puo' essere protagonista.

I circoli mobilitati sul territorio alla ricerca di Esperti, uno per Regione.

Si è svolto il 9 Gennaio l'inizio ufficiale dei lavori per l'Anno europeo dello sviluppo 2015 (EYD2015), giorno della cerimonia di apertura svoltasi presso la Biblioteca Nazionale della Lettonia a Riga.

L'incontro ha visto come protagonisti chiave il primo ministro lettone, nonché neopresidente del Consiglio dell'Unione Europea, Laimdota Straujuma ed il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Junker. Oltre a loro hanno partecipato all'evento il presidente della Commissione delle regioni, Michel Lebrun, e diversi esperti di settore, i quali si sono espressi in merito alle principali tematiche di sviluppo in cui l'Unione europea ha deciso di impegnarsi. Durante il pranzo i principali temi di discussione sono stati la riduzione della povertà a livello globale, i diritti delle donne e delle persone con disabilità, la sostenibilità e la tutela ambientale.

Lo scopo principale dell'evento è stato quello di aumentare la consapevolezza dei cittadini dell'Unione Europea riguardo alle tematiche di sviluppo globale e alle politiche che in questo campo sta decidendo di adottare l'Unione Europea.

L'Anno europeo dello sviluppo 2015, oltre a far conoscere il ruolo chiave che l'Unione Europea sta ricoprendo internazionalmente nel campo dello sviluppo, servirà ad incoraggiare la partecipazione diretta dei cittadini, stimolare il pensiero critico e far conoscere i benefici derivanti dalla cooperazione europea.

Questa è stata l'occasione per annunciare non soltanto gli obiettivi a livello comunitario ma anche le diverse attività di sviluppo pianificate dagli Stati membri per l'anno a venire.

Si tratta di un impegno che in primo luogo riguarderà sicuramente le istituzioni dell'Unione Europea e quelle degli Stati membri, ma che vuole fortemente dare rilievo anche alla necessità di sviluppare, da parte di tutti i cittadini comunitari, un più consapevole senso di responsabilità e di solidarietà.

Come CAD regionali possiamo pensare di attivare delle progettazioni pilota con al centro i temi di cui sopra e iniziare una attività territoriale per la diffusione delle informazioni e delle iniziative.

Esperti al lavoro.

IL CAD INSEGUE PAPA FRANCESCO ED ATTIVA IL GRUPPO IN SRI LANKA. DISHAN LOWE NE E’ IL PRESIDENTE 

Dishan Lowe
Dishan Lowe

Con l'occasione della recente visita di Papa Francesco in SRI LANKA, IL NEO Presidente del CAD, Dishan Lowe è stato presente alle cerimonie e ci ha mandato un report fotografico dell'evento.

Interviene il Neo Dishan Lowe:Ho conosciuto il CAD in Italia e me ne sono innamorato. Il Segretario Scarfini ed il Presidente Salsano sono due grandi motori e spero possano a breve venire nel mio paese in occasione dell'inaugurazione del CAD in Sri Lanka.

Il rapporto diretto che abbiamo con il governo consentirà di creare opportunità di lavoro per tutti. Vi sono grandi opportunità e quella piu' immediata è nel campo dell'acqua. Abbiamo bisogno di un partner caddiano nel campo delle acque.

E poi non si sottovaluti le altre opportunità nel campo agricolo,nell'itticultura,ecc.

Conclude il Presidente Salsano:La filosofia caddiana e le opere che ne derivano non sono piu' italiane, Il CAD ormai è del mondo. Porteremo la nostra filosofia di Pace ed Economia sociale, come gli apostoli fecero 2000 anni fa, riportando l’uomo al centro dell’Universo globalizzato per una Democrazia finalmente Universale ed a misura d’Uomo.

Grazie Dishan.

ACCORDO CON L'ASSOCIAZIONE ARCADIA, PROSEGUE LA MISSION DEL CAD SUI TERRITORI

Una delle Mission del CAD è creare sui territori il coordinamento tra le eccellenze e le professionalità presenti, e molto spesso questi talenti si riscontrano in Associazioni di settore che operano con le loro azioni sui territori, dando un contributo sociale alla vita politica ed economica del nostro paese. Negli ultimi anni pero' queste azioni si sono radicalizzate solo in alcuni settori della società non riuscendo a apportare quel contributo sociale globale che rende una società civile e moderna.

Il CAD opera sui territori e crea il coordinamento tra le associazioni. Il CAD provinciale di BAT ha abbracciato questa Mission ed ha iniziato a collaborare con ARCADIA, aprendo alla cultura e alla musica.

Interviene il Presidente Provinciale Luigi Cirillo: IL cad provinciale, recependo le intese tra il circolo di Trani e l’associazione musicale e culturale ARCADIA ( che li ha visti già protagonisti nella manifestazione BABBO NATALE VIENE DAL MARE) ha coinvolto il Maestro Roberto Fasciano, presidente dell’associazione Arcadia, affidandogli l’incarico di presiedere il dipartimento provinciale cultura e musica. A breve ci sarà un incontro con i presidenti dei circoli locali finalizzato a creare le integrazioni necessarie per supportare Il Maestro Roberto Fasciano nella programmazione delle progettualità connesse al compito affidatogli.

Il presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano ringrazia il Provinciale del CAD BAT( Centro di Ascolto del Disagio Sociale ) Luigi Cirillo e l’associazione Arcadia e il suo Presidente per aver aderito con entusiasmo alle iniziative prospettate.

NASCE UNA PIATTAFORMA FINANZIARIA AL SERVIZIO DI TUTTI I CAD DEL MONDO

Nei prossimi giorni il Presidente Salsano incontrerà a Milano i vertici della RICOGEST per definire le modalità di interazione con tutti i circoli del Mondo.

La piattaforma prevede:

1 Finanziamenti di progetti alle imprese sia in Italia che all'estero, siano esse Start-up o progetti da sviluppare

2 Ricerca di investitori per progetti sia in Italia che all'estero, siano esse Start-up o pregetti da sviluppare;

3 Apertura di nuovi mercati per prodotti e o posizionamento di produzioni, di commercio o rappresentanza in Paesi Esteri.

4 Ristrutturazione, strutturazione ed ampliamento del business e dei posizionamenti.

5 Assistenza Fiscale e Tributaria in Italia e per l'estero;

I particolari dell'accordo e le modalità di interazione con il Prof. Zani verranno rese disponibili le informazioni necessarie per tutti i caddiani iscritti ed i circoli in regola con il tesseramento dell'anno 2014.

CAMPANIA: IL CAD PROVINCIA DI NAPOLI PROSEGUE LA COSTRUZIONE DEI CIRCOLI SUL TERRITORIO‏

IL CAD MARIGLIANO APRE I BATTENTI : LA PRESIDENTESSA GIOVANNA GIAQUINTO GUIDERA' LA SQUADRA CITTADINA



Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO con il Presidente provinciale Francesco MUZIO,hanno incontrato a Marigliano la Neo Presidente “Giovanna Giaquinto”, insegnante e da anni impegnata nel sociale.

Interviene il Presidente MUZIO: il CAD in provincia di Napoli ha già aperto sedi di forte significato sociale, quali Pozzuoli,Bacoli,Monte di Procida,Quarto, Acerra,Nola-Saviano.

Il CAD è una grande opportunità di crescita e forse l'unica speranza che rimane per un futuro ai nostri figli.

Prosegue Giovanna: il CAD è stato un amore a prima vista, mi ha preso e coinvolto, mi ha dato forza di pensare al domani.

Purtroppo la gente è abbattuta e non crede a nulla ma noi non dobbiamo vendere nulla, dobbiamo solo donare con Amore.

Conclude il Presidente Salsano: il CAD prosegue la sua crescita in Italia e nel Mondo.Anche Marigliano sarà protagonista del cambiamento e noi caddiani ci crediamo, crediamo nella forza dell'uomo e delle sue possibilità.

Un forte ringraziamento a Francesco, a Giovanna ed al suo gruppo.

BURKINA FASO: IL PRESIDENTE DEL CAD LANCIA UN APPELLO PER SALVARE TANTI BAMBINI POVERI. UN CONTO BANCARIO PORTERA' I CONTRIBUTI VOLONTARI IN BURKINA‏

Dal Burkina il nostro Presidente Serge ci ha lanciato un appello per salvare tanti bambini ma quello che ci ha colpiti è la voglia di futuro. I soldi che riusciremo a versare sul conto serviranno a far partire una Mensa e aiutare l'Università.

Cosi interviene Serge: Cari Caddiani la grande famiglia del Mondo ci osserva e molto sta succedendo in tutto il Mondo. Anche qui in Africa il CAD si sta sviluppando a ritmi inarrestabili. Abbiamo bisogno di tutto ma credo che con una Mensa e con l'Università si puo' ripartire.

I bonifici arriveranno sul conto trasparente e in copia li mandero' al centro internazionale come riscontro. Presto faremo l'inaugurazione e desidero che venga il nostro Presidentissimo Gerardo ROSA SALSANO.

Conclude il Presidente Salsano: il CAD è con il Burkina e non solo. Siamo sicuri che la nostra filosofia è destinata a sconvolgere il Mondo e tu sei un esempio per tutti noi.

Non sconfortarti quando ti senti solo, non lo sei.

Siamo ormai una grande famiglia.

Allego i codici per il versamento e che anche 10 euro possa essere una goccia per riempire il vaso.

Forza Serge

 

Piu' c'è crisi piu' c'è CAD - tiKoTV

 

Intervista al Presidente Salsano su "tikoTV"

 

Guarda l'intervista --> clicca qui

IL CAD NAZIONALE A TARANTO RITIRERA' IL PREMIO INTERNAZIONALE CLIO 2012‏

L'11 SETTEMBRE 2012 , ore 20,presso il Palazzo di Citta' di Taranto nella splendida e elegante location del Salone degli Specchi , avverrà la Premiazione dell'Ing. Gerardo Rosa Salsano, per il suo interesse e per la sua devozione allo spirito di associazionismo e di sviluppo della cultura territoriale ai livelli piu' alti.

Le associazioni Culturali Artava e Sematha conferiscono il premio speciale "Clio 2012".

 

Al C.A.D. Sociale il premio internazionale "Antonietta Labisi"

Al C.A.D. Sociale (Centri Ascolto del Disagio) il premio internazionale "Antonietta Labisi", consegnata la targa d'argento per la 19° edizione al Presidente Nazionale Ing. Gerardo Rosa Salsano.

 

Per la sua XIX^ edizione il Premio internazionale "Antonietta Labisi", assegnato ogni anno a personalità ed organismi distintisi nel campo sociale, della ricerca, della scienza e della cultura, è stato occasione di riflessione oltre che evento di mondanità. Organizzato dall'Associazione internazionale "Antonietta Labisi" presieduta dall'avv. Corrado Labisi che la istituì per ricordare la scomparsa prematura della madre Antonietta, fondatrice e direttrice dell'Istituto medico psicopedagogico "Lucia Mangano" e costantemente impegnata nel sociale, la prestigiosa targa d'argento perpetua la sua missione e anche per il 2012 sceglie nove illustri realtà a cui riconoscere il valore. A condurre l'evento, sabato scorso all'Hotel Nettuno, Nino Graziano Luca, davanti ad un folto pubblico e alle numerose autorità intervenute. I momenti di spettacolo sono stati affidati alle performance della soprano Konja ed il tenore catanese Filippo Micale, con la partecipazione del Maestro Vincenzo Spampinato che ha aperto la manifestazione cantando l'Inno Siciliano Madreterra".