Centri di Ascolto del Disagio

                                                     Rubrica Tavolo Politico-Letterario  Housing Sociale      

 

Saint CHARBEL rappresenta per i CAD, il simbolo della riconciliazione religiosa del Mediterraneo. I CAD dovranno preoccuparsi di quella culturale e sociale. Il Libano martoriato dalla guerra esalta l'opera di un Santo che và oltre i propri territori, che penetra nella vita degli altri popoli determinando quella pax sociale e religiosa anche tra le famiglie appartenenti ad altre Religioni. Concludendo S. Charbel combatte per eliminare il disagio religioso, i CAD si battono per eliminare quello sociale e culturale.

BURKINA FASO: IL PRESIDENTE DEL CAD LANCIA UN APPELLO PER SALVARE TANTI BAMBINI POVERI. UN CONTO BANCARIO PORTERA' I CONTRIBUTI VOLONTARI IN BURKINA‏

Dal Burkina il nostro Presidente Serge ci ha lanciato un appello per salvare tanti bambini ma quello che ci ha colpiti è la voglia di futuro. I soldi che riusciremo a versare sul conto serviranno a far partire una Mensa e aiutare l'Università.

Cosi interviene Serge: Cari Caddiani la grande famiglia del Mondo ci osserva e molto sta succedendo in tutto il Mondo. Anche qui in Africa il CAD si sta sviluppando a ritmi inarrestabili. Abbiamo bisogno di tutto ma credo che con una Mensa e con l'Università si puo' ripartire.

I bonifici arriveranno sul conto trasparente e in copia li mandero' al centro internazionale come riscontro. Presto faremo l'inaugurazione e desidero che venga il nostro Presidentissimo Gerardo ROSA SALSANO.

Conclude il Presidente Salsano: il CAD è con il Burkina e non solo. Siamo sicuri che la nostra filosofia è destinata a sconvolgere il Mondo e tu sei un esempio per tutti noi.

Non sconfortarti quando ti senti solo, non lo sei.

Siamo ormai una grande famiglia.

Allego i codici per il versamento e che anche 10 euro possa essere una goccia per riempire il vaso.

Forza Serge

La Rubrica del Volontariato Politico

ITALIA: PAESE MATTeO.

 

RENZI E CISL MOTORI PER IL FUTURO.

 

LE ALTRE SIGLE SINDACALI SONO ISOLATE NEL PASSATO.

 

 

L’autunno si presenta caldo in tutti i sensi. Si sono occupate le piazze per difendere i diritti acquisiti del lavoro che non c’è più.Si sbraita contro il Padrone, non sapendo nemmeno chi sia. Insomma un Paese Sindacalmente Matto, che Matteo R., non avversa nel compito istituzionale, ma cerca di illustrare loro quale possa essere lo scenario, dove ognuno possa riprendere la sua funzione, non in termini velleitari, ma con la presa di coscienza del Mondo che è cambiato, pensando che la sola Italia non può cambiare il Mondo. Insomma Italia da Paese Matto a MATTeO ???

La sola sigla sindacale che ha capito in termini innovativi ruolo, funzione e obiettivo, appare la CISL. Vediamo perché.

Siamo coscienti che la crisi italiana si è aperta con Tangentopoli. La Casta ha costruito una falsa nuova Italia, solo allo scopo di difendere i propri privilegi. L’eliminazione dei Partiti vecchia maniera ha facilitato l’operazione, nulla ha fatto il sindacato per operare un’inversione di tendenza.

Si anche la CISL, allora si appiattì sulla difesa dell’indifendibile, essendo cambiati spartiti e modalità d’ingresso nel mondo del lavoro. Tangentopoli sancì il de cuius dello Stato Imprenditore e Padrone, dove intorno ad esso ruotava l’interesse privato. Si mescolavano imprese di Stato e Imprese di Partito. Si formavano in maniera distinta classi di lavoro a protezione pubblica e classi di lavoro a protezione privata. Si formavano i così detti consumatori passivi pubblici e i consumatori attivi privati, la loro miscela al netto della produzione formava la classe di consumatori del sistema industriale. Ebbene è finito il sistema industriale a tutto vantaggio del sistema finanziario, il Padrone Stato non esiste più, in quanto le privatizzazioni post-Tangentopoli, hanno permesso l’ingresso prima dei Privati di Stato ed oggi dei Privati globalizzati al netto dello Stato, sempre più l’evoluzione di questo processo coprirà l’intero tessuto post-industriale italiano.

Il lavoro si difende conquistando altro lavoro. Non è certamente lo Stato che produce il Lavoro, non è il Governo, non è il singolo Ministero. Loro, tutti insieme, devono creare le condizioni più favorevoli perché la grande impresa italiana, fatta da migliaia di piccole imprese, produca idee attuative, per formare posti di lavoro, stimolate e confortate dagli incentivi e dalle riforme liberali orientate al libero mercato. Questo è lo scenario dove tutti ci dovremmo impegnare e confrontare, abbandonando ogni nostalgia, utile a nutrire solo l’album dei ricordi.

E’ significativa l’iniziativa della Thissen Kruup, che convoca le parti a Monaco. E’ ora che il Sindacato si attrezzi per una versione perlomeno europeista e formi il lavoratore sulle regole del Mercato e della Borsa, facendone un protagonista attivo sia in senso operativo sostanziale che di formazione alla new-cultura. Insomma si formi l’unica classe di lavoratori privati attivi.

Sembra che la CISL l’abbia capito ed abbia il coraggio di essere la “cinghia di trasmissione”  del Renzismo, isolando le altre sigle. Sia come CAD, che con il nostro Movimento di Volontariato Politico, attueremo tutte le iniziative volontarie per collaborare all’impegno, aiutando a recuperare il tempo perso. Già, perché questa posizione la CISL la doveva prendere venti anni fa, ma impegnata a collocare classe politica intrisa di muffa per mantenere le rendite di posizione dei vertici , scelse di perdere un’occasione unica per impegnarsi veramente a lievitare il Bene del Paese, senza ipocrisie da Seconda Repubblica. Peccato, ma non è mai troppo tardi.

Oggi si ripetono le condizioni e Matteo non faccia l’errore di mandare in prescrizione la Seconda Repubblica, già ci è stato sufficiente l’ “amianto”.

Veniamo ai fatti della settimana:

·         ReGiorgio per confessarsi sceglie un altro monarca, Papa Bergoglio. Un’ora e mezza di intimità spirituale che fa tanto onore a Napolitano. Nell’occasione si è rivelato un vero Signore, esempio per tutti noi. Siamo orgogliosi per l’iniziativa presa;

·         Draghi invita tutti i Paesi ad accellerare il processo delle riforme. E’ disposto ad acquistare titoli “carichi di debiti”, ma vorrebbe almeno una situazione omogenea proiettata al recupero. Per la BCE acquistare black-titoli è particolarmente rischioso. Qualora dovesse fallire uno dei Paesi a forte sofferenza, crollerebbe definitivamente il sistema Europeo. Questa valutazione, automaticamente fa sì, che ogni Paese venditore di titoli “inquinati” debba mettere in bilancio l’ulteriore perdita di sovranità nazionale;

·         L’Europa per il momento lo approva il Progetto Renzi, salvo conferma a Marzo. Per le considerazioni sono le stesse del capitolo di cui sopra;

·         In Emilia e in Calabria ci si appresta ai rinnovi Regionali. Saranno sicuri vincitori i candidati del PD, l’astensione sarà di fuga dalla “democrazia” , più che dalla politica (purtroppo), in attesa che la Destra torni a spiegare qual è il suo progetto, certamente con Salvini premier ad “o.p.a.” conclusa;

·         Landini, nella foga del populismo esasperato, ghettizza gli “onesti” come coloro che non votano e non partecipano alla vita democratica. Ha sbagliato e lo ha ammesso, perché non è giusto analizzare il voto per classificazioni etiche e non è giusto “appellarsi” a classi distinte, formandone sette che alimentano ancora di più l’odio sociale, che la crisi senza sbocchi sta sviluppando inesorabilmente. Landini pur nella sua utile differenziazione, ripetiamo, lo vediamo come punto di riferimento per la rivoluzione culturale. Perché ? E’ intelligente ed è una persona seria. Non diciamo “onesta”;

·         Si aprono i giochi per il Quirinale, dopo lo sfarinamento del Patto….del Bufalo!! La Pinotti, si esclude con l’uso personale di un aviogetto di Stato. Negli ambienti che sanno, si vociferava inoltre della Tarantola. La presa di posizione del Consiglio di Amministrazione contro il Governo, ha tolto ogni ragionevole dubbio. Si è aperta una previsione d’ordine popolare. Qual è la nostra ? Noi vediamo Grasso come garante dello Stato d’indirizzo, oppure nella consapevolezza che Torino debba rientrare nella Capitale Romana a pieno campo, vediamo bene Chiamparino. E’ troppo presto per parlarne? Non crediamo!!!!;

·         Cantone blocca l’Autostrada per Latina per “Gara Irregolare”, viziata da accordi corruttivi in spregio al Codice dei Contratti. Finalmente un’Autorità di Controllo che funziona a “monte” e non “a valle”;

·         Il Maestro Magaldi presenta un libro sui “Massoni” globalizzati. Una sorta di Pagine Gialle intorno alle sette che contano. La base è sempre monarchica. All’Arte Reale partecipano integrati tutti i Grandi del mondo. E’ confermato che in Italia non ci sono “balconi”, ma solo velleitari “davanzali”. Solo nella grande cerchia si cita qualche italiano di grande fama. Aspetta le reazioni per presentare le documentazioni. Vedremo in seguito se sarà una cosa su cui riflettere;

·         Si scatenano le reazioni dei Consiglieri Regionali a cui si è tolto un “diritto acquisito”: il vitalizio. Uno scempio da Seconda Repubblica, ma ai sempre  soliti noti,  consigliamo di farsi difendere da Landini, particolarmente esperto in materia.

 

Da qui a Marzo dovremo attuare tante riforme al di là dell’annuncio. Ossia con Leggi complete di Regolamenti e Decreti Attuativi. Se Renzi non ci riesce ci sarà la “prescrizione della Seconda Repubblica” e l’ Europa cadrà in piena deflazione. Speriamo bene.

Buona settimana e al prossimo Lunedì.

 

 

IL SEGRETARIO GENERALE                                           IL PRESIDENTE

     Sandro Scarfini                                                Gerardo Rosa Salsano

 

Leggi tutte le rubriche pubblicate ---> clicca qui

Il CAD Centro di Ascolto del Disagio di Pignola organizza:La “Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne”

“Violenza” poche sillabe per racchiudere una miriade di aspetti, significati, emozioni contrastanti legate

sempre a ricordi poco edificanti. Questo il filrouge dell’intera serata organizzata dal Dipartimento

Femminile del CAD di Pignola per il prossimo 25 novembre data in cui si celebra, o meglio si urla più forte,

lo “STOP” alla violenza sulle donne. Martedì prossimo vuole, quindi, essere di sicuro una serata

commemorativa contro ogni possibile forma di abuso che ha come oggetto la donna ma vuole anche essere

un incontro informativo e, se vogliamo, educativo tanto per le donne quanto per gli uomini.

Il Centro Caritas di Pignola ospiterà personalità si spessore quali il Sostituto Procuratore della Procura di

Potenza la Dott.ssa M. Alessandra Pinto, il Sovrintendente della Polizia di Stato la Dott.ssa Renata Mecca, la

psicologa Dott.ssa Maria Teresa Muscillo, l’avvocato Domenica Marino e l’artista Teri Volini che metteranno

a disposizione della platea le loro conoscenze in riferimento al femminicidio affrontandolo da angolazioni a

loro più vicine e analizzandone, quindi, i più svariati aspetti da quelli legali a quelli artistici passando per i

risvolti psicologici che la violenza porta con se.

Il tutto sarà coordinato dalla giornalista Eliana Positano. Nel corso della serata saranno illustrati anche una

serie di “come”.

Come riconoscere la violenza in tutte le sue più svariate forme, da quella fisica a quella psicologica, come

difendersi dagli abusi che possono insinuarsi nel vivere quotidiano e come uscirne, come riuscire ad andare

oltre, superare il momento difficile non solo con l’importantissimo aiuto degli esperti ma anche con una

sorta di catarsi che l’arte, in tutte le sue forme, può veicolare.

Questo e molto altro sarà raccontato dalla voce degli esperti che hanno deciso di aderire all’iniziativa ma

anche dalla voce di chi, purtroppo, la violenza l’ha subita.

Una testimonianza forte che aiuterà a capire l’importanza del denunciare l’accaduto senza sottovalutare la

delicatezza del tema e le difficoltà vissute. Prima fra tutte la difficoltà di liberarsi dalla trappola psicologica,

figlia di retaggi culturali ancora troppo radicati nella nostra società, per cui la vittima si sente colpevole e

l’umiliazione alla quale crede di doversi sottoporre denunciando il fatto supera anche la paura di rivivere

abusi continui. Si cade allora nella resa del silenzio ma è proprio di questo silenzio che si nutre l’aguzzino, è

proprio questo silenzio che accresce il potere dell’aggressore annichilendo la vittima ed è proprio a questo

silenzio che le donne del CAD urleranno più forte il loro “STOP”!

Gaetana Lauria

Le caddiane Vera Ambra e Anna Maria Spina,Insieme per dire basta - Giornata Mondiale contro la violenza alle donne

Insieme per dire basta - Giornata Mondiale contro la violenza alle donne

Le caddiane Vera Ambra e Anna Maria Spina, due donne impegnate siciliane nella lotta contro la vioenza di genere, assieme all'in g. Gerardo Rosa Salsano, presidente Nazionale del CAD protagonisti al tavolo di lavoro che si terrà Martedì 25 novembre 2014 a partire dalle ore 9.30, presso i locali della Sala Dusmet, Direzione Ospedale Gariladi Centro Piazza Santa Maria di Gesù, n.5, dove si svolverà un confronto-dibattito su esperienze e riflessioni sul tema della violenza alle donne.

L'iniziativa, patrocinata dall'Azienda Ospedaliera Garibaldi, è organizzata dal Cral Garibaldi in collaborazione con le Associazioni Akkuaria, Anterao, Dipartimento Affari Sociali del CAD, AICS e il Centro Antiviolenza Galatea.

I propositi di questa giornata riguardano la sensibilizzazione delle varie direzioni dei presidi Ospedalieri a mettere in pratica le linee guida dettate dall'attuazione del Codice Rosa.

Il Codice Rosa identifica un percorso di accesso al Pronto Soccorso riservato a tutte le vittime di violenze, senza distinzione di genere o età che, a causa della loro condizione di fragilità, più facilmente possono diventare vittime di violenza: donne, uomini, bambini, anziani, immigrati, omosessuali.

È il silenzio delle donne che difficilmente riescono a dare voce e le conseguenze delle violenza spesso resta invisibile a chi invece dovrebbe essere molto attento nello scoprire dov'è che si annida. Subire violenza è un’esperienza traumatica che produce effetti indelebili e irreparabili.

Il Codice Rosa nasce nel 2010 nell'Azienda USL 9 di Grosseto come progetto pilota e da lì a poco è diventato attivo in tutte le Aziende sanitarie e ospedaliere della Toscana e via via si sta espandendo in tutte le regioni italiane.

.

La violenza contro donne è un problema sociale che riguarda tutti e contrastarlo è un dovere di ognuno di noi. In Italia e nel resto del mondo il 25 di novembre si commemora la Giornata Internazionale contro la violenza alle donne. Questa ricorrenza è stata istituita per ricordare l'assassinio delle tre sorelle Dominicane Patria, Minerva e Maria Teresa Mirabal. Difatti il 17 dicembre 1999, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite l' ufficialmente designata come Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne e ha invitato i Governi, le Organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare in questa giornata attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica.

Dal 2005 questa giornata ha cominciato ad essere celebrata anche in Italia, con iniziative diverse che sono andate moltiplicandosi negli anni, in parallelo all’aumento di casi di violenza contro le donne. L’obiettivo è non solo quello di sensibilizzare, ma soprattutto di tenere alto il livello di attenzione su un fenomeno che va affrontato con tutti i mezzi, a iniziare da quello culturale.

Insieme per dire basta è lo slogan con cui si vuole tracciare un percorso per contrastare la violenza. A tal proposito, oltre ai responsabili delle direzioni sanitarii del Garibaldi e del Policlino V.E. di Catania è stata coinvolta la Federazione dei Medici di Medicina Generale.

I lavori del convegno saranno introdotti da Franco Mangiafico, presidente del Cral Garibaldi e moderati dalla dott.ssa Adriana Cuspilici, Dirigente Medico del Garibaldi. Interverrà Giorgio Giulio Santonocito, Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera Garibaldi, la dott.ssa Carmela Puleo, Dirigente Medico Pronto Soccorso P.O. Garibaldi Centro. Si alterneranno al tavolo il dott. Giovanni Pagana, Consigliere Federazione Medici di Medicina Generale, l'avv. Loredana Mazza, Presidente Centro Antiviolenza Galatea, inoltre interverranno l'on.le Concetta Raia, Deputato Assemblea Regionale Siciliana, la prof.ssa Natalina Costa, Consigliera di Parità Regionale.

Nel corso della giornata l'attrice Anna Maria Spina, madrina nazionale del CAD, parlerà del suo progetto, "Sei mia" realizzato dalla RAI, che riguarda un percorso di aiuto per le donne vittime di violenza, mentre Vera Ambra assieme alla dott.ssa Valeria Lo Bianco, pedagogista, presenteranno la storia di una donna che ha subito abusi e violenze fin da tenera età.

Nel corso del convegno interverrà la poetessa Ida Giulia La Rosa che ricorderà la figlia Cettina Barbagallo, infermiera del Garibaldi, barbaramente uccisa mentre nell'ingresso dello spazio direzionale e nella hall di Sala Dusmet, sara allestista la mostra d'arte “Artisti contro la violenza” con la partecipazione di: Alessandra Messina, Alfio Scalisi, Andrea Di Benedetto, Anna Maria Condorelli, Emilia Grasso, Francesco Piazza, Gabriella Patanè, Giovanni Schembri, Giuseppe Sortino, Letizia Teresa Pirrone, Maria Luisa Consoli, Marika Garozzo, Tullio Aceto, Zaira Troina;

la mostra fotografica “Le urla del silenzio” di Giuseppe Lo Presti, Officine Demetra Fotografia e le le istallazioni d'arte di Maria Gambino e Monica Interlandi. In prima nazionale sarà trasmesso il Film “Ugo e Lea” di Francesco Maricchiolo con Carlo Barbera e Natalia Silvestro.

PROGRAMMA

Interventi sessione mattutina ore 9,30/13.00

Introduce il dott. Franco Mangiafico, Presidente Ass. Cult. Ricreativa Garibaldi CT

– Modera i lavori del convegno la dott.ssa Adriana Cuspilici, Dirigente Medico Direzione Sanitaria Aziendale

Ore 9.30 Saluti di:

– dott. Giorgio Giulio Santonocito, Direttore Generale Azienda Ospedaliera Garibaldi

– On.le Concetta Raia, Deputato Assemblea Regionale Siciliana

– prof.ssa Natalina Costa, Consigliera di Parità Regionale

– ing. Gerardo Rosa Salsano, Pres. Naz. CAD Centri Ascolto Disagio Sociale

– Vera Ambra, Capodipartimento Affari Sociali CAD

– avv. Loredana Mazza, Presidente Centro Antiviolenza Galatea

– dott. Francesco Giordano, Portavoce dell'Associazione Anterao

– Quello che le donne non dicono

dott.ssa Carmela Puleo, Dirigente Medico Pronto Soccorso P.O. Garibaldi Centro

– Gli effetti della violenza sul minore

dott.ssa Federica Guagliardo, Psicoterapeuta

– Codice rosa: il ruolo del medico di famiglia

dott. Giovanni Pagana, Medico di Famiglia, Consigliere Federaz. Medici di Medicina Generale

Interventi sessione pomeridiana ore 15.30/19.00

– Protocollo d'intervento sanitario:

Centri territoriali Antiviolenza

dott.ssa Lina Maria Gueli, Ostetrica, Docente Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche e Ostetriche, Az. Osp. Universitaria Policlinico V..E. CT

– In ricordo di Cettina Barbagallo

interverrà Ida Giulia La Rosa, Poetessa

– “Sei mia” presentazione del progetto RAI di Anna Maria Spina, per l'aiuto le donne vittime di violenza

– Esca viva, storia di una bambina violata

Vera Ambra, scrittrice

– Sindrome di Stoccolma e adattamento agli abusi: alleanza e solidarietà tra vittima e carnefice

dott.ssa Valeria Lo Bianco, pedagogista

Attività collaterali

Nel corso del convegno, nell'ingresso dello spazio direzionale e nella hall di Sala Dusmet, si terrà la mostra d'arte “Artisti contro la violenza”

con la partecipazione di:

Alessandra Messina, Alfio Scalisi, Andrea Di Benedetto, Anna Maria Condorelli, Emilia Grasso, Francesco Piazza, Gabriella Patanè, Giovanni Schembri, Giuseppe Sortino, Letizia Teresa Pirrone, Maria Luisa Consoli, Marika Garozzo, Tullio Aceto, Zaira Troina;

la mostra fotografica “Le urla del silenzio”

di Giuseppe Lo Presti, Officine Demetra Fotografia

le istallazioni d'arte di Maria Gambino e Monica Interlandi

Alle ore 17.00 sarà trasmesso in prima nazionale il Film “Ugo e Lea” di Francesco Maricchiolo

con Carlo Barbera e Natalia Silvestro

USA: IL CAD CHICAGO CON W.S.C. per un progetto diplomatico a Washington

Il CAD Chicago ha portato a termine il progetto di simulazione diplomatca tenutosi presso il dipartimento di stato di washington, coordinato dal CAD Chicago in collaborazione con l'organizzazione World Students Connection...24 studenti modello, di tutte le universita' italiane, sono stati portati dal CAD Chicago a prendere parte alla piu grande simulazione diplomatica organizzata dall'ONU, presso il dipartimento di stato di Washington DC ottenendo eccellenti risultati!!!!

In allegato alcuni momenti del lavorii.

Interviene il Presidente :stiamo preparando un altro progetto presso il palazzo di vetro delle nazioni unite a NY...in cui i giovani studenti caddiani daranno anche li' prova delle loro competenze...vogliamo inoltre aprire un agenzia viaggi qui a chicago per dei nuovi progetti..

Conclude il Presidente Salsano: ancora una volta abbiamo la dimostrazione che l'IDEA è' una risorsa e che se ben impiegate si ottengono grandi risultati.

E noi di idee ne abbiamo da vendere.

Grazie GIUSEPPE

DESCRIZIONE DELLE FOTO

- i ragazzi del Cad-W.S.C . in incontro con il console italiano di Washington

- apertura dei lavori di commissione al dipartimento di stato di Washington

- attivita' di diplomazia in corso

- il Presidente del cad di Chicago, con il presidente W.S.C. e il presidente delle Nazioni Unite MUN

- incontro delegazione CAD-W.S.C. con ambasciatore italia a washington DC

IL CAD METROPOLITANO DI BARI SI ORGANIZZA: UN CIRCOLO CAD PER OGNI MUNICIPIO

Il dr. Raffaele Rega, Presidente del Cad Sociale di Bari Città Metropolitana, ringrazia il gruppo Cad barese per aver risolto problemi di grave disagio a cittadini disorientati ed esasperati dalle molteplici problematiche quotidiane. Per garantire una presenza e un sostegno sempre più capillare all’utenza rende noto i nominativi dei Presidenti di Municipio che, con le loro specifiche competenze e con la grande disponibilità che caratterizza l’Associazione Cad Sociale, saranno presenti sul territorio per chiunque ne avesse bisogno.

Il Comune di Bari è organizzato in cinque Municipi e precisamente:

Municipio 1: Murat - San Nicola - Libertà- Madonnella- Japigia- Torre a Mare.

Il CAD Municipio 1 sarà presidiato dal dr. Vito Misciagna ortopedico

Municipio 2: Poggiofranco –Picone- Carrassi- San Pasquale - Mungivacca

Il CAD Municipio 2 sarà presidiato daldr. Luca Quagliarella psicologo

Municipio 3: San Paolo -Stanic- Marconi – San Girolamo – Fesca –

Villaggio del Lavoratore

Il CAD Municipio 3 sarà presidiato dalla dottoressa Cristina Rizzi farmacista

Municipio 4: Carbonara, Ceglie, Loseto

Il CAD Municipio 4 sarà presidiato dal p.i. Angelo Di Liso dipendente ente pubblico

Municipio 5: Palese- Santo Spirito – Catino San Pio

Il CAD Municipio 5 sarà presidiato dalla dottoressa Ilaria Daniele commercialista

Conclude il Presidente Gerardo Rosa Salsano: quello che il Dr. Rega sta facendo a Bari è un esempio di controllo del territorio. Dobbiamo essere presenti e vigili, impegnandoci con amore per il bene comune. La filosofia vincente del CAD cambierà questa società ormai logora e destinata al declino.

Grazie Raffaele

A Natale tutti al Cinema

Il CAD produce il suo primo film grazie a Thomas Toffoli.

La PRIMA verrà presentata (Titolo del film: Bianca,neve & i 7 Nati (..Sfigati)) il giorno martedi 2 Dicembre alle ore 17:00 presso il Cinema Verdi di Vittorio

Veneto . Siamo tutti invitati.

A SEGUIRE NELLE MIGLIORI SALE D'ITALIA

I CAD DI TRANI,BISCEGLIE E BARLETTA LANCIANO LA SFIDA: SI PUO' INTERVENIRE SULLE ISTITUZIONI PER IL BENE COMUNE

Precisa il Presidente Salsano: quello che succede in genere nelle varie provincie d'Italia dove il CAD è ormai protagonista del rinnovamento del tessuto culturale e sociale dei territori, è encomiabile e ci sta proiettando in un protagonismo sociale senza precedenti.

Ho voluto portare a conoscenza di tutti i caddiani d'Italia, ma ormai d'Europa e del Mondo, una azione politica che deve far riflettere sul futuro del CAD: L'Azione politico sociale dei caddiani sulle istituzioni puo' dare frutti ed ottenere dalla amministrazione la realizzazione di strutture e/o servizi per gli ultimi e per i piu' disagiati.Con un CAD forte su un territorio è facile farsi ascoltare dalle istituzioni e ci consente di migliorare la vita a chi peso non ha per farsi ascoltare.

Altro aspetto da non sottovalutare è la fine del CAMPANILISMO tra le città ad opera della filosofia caddiana che sconvolge e annulla tutte le vecchie strutture della società proiettando l'uomo al centro delle attenzioni della società che conta. Trani, Bisceglie, Barletta insieme per un problema specifico che fino a ieri era impensabile immaginare.

L'esempio di Barletta è importante per tutti i caddiani, chi ha orecchi ....... ascolti.

VENIAMO NELLO SPECIFICO AI FATTI DI BARLETTA: Interviene il Gruppo CAD Locale "Stiamo ricevendo, ahimè con cadenza giornaliera, molteplici sollecitazioni intese a far eliminare i disagi e le problematiche connesse alla fermata della STP(Società di trasporto locale) in corrispondenza dell’ospedale di Barletta. Le lamentele si sostanziano nella carenza in tale fermata di una pensilina e panchina che sia di supporto alle esigenze dei viaggiatori che usufruiscono di cure particolari (Dializzati, pazienti sottoposti a trattamenti chemioterapici, ecc.). Da un sopralluogo effettuato da nostri tecnici e dalle dichiarazioni di alcuni autisti è emerso che la STP avrebbe abolito la fermata prospiciente l’ ospedale – dotata di pensilina e panca – a causa delle difficoltà per il raggiungimento della stessa provocata dalla presenza di autovetture in sosta. Quest’ ultimo problema potrebbe sicuramente essere risolto con la riattivazione della viabilità ed il divieto di sosta per le autovetture. Il disagio lieve per i proprietari delle autovetture di non poter parcheggiare nei pressi dell’ ospedale ma negli ampi spazi previsti allevierebbe di molto il maggior disagio di tanti utenti che giornalmente si recano in ospedale per sottoporsi a cure e trattamenti significativamente importanti.

Considerata la gravità di questa situazione si è sollecitato il Sindaco di Barletta a porre in essere tutte le iniziative ed i conseguenziali adempimenti.

il Sindaco ha ascoltato, a breve ci aspettiamo un intervento risolutivo.



Luigi Cirillo Presidente Cad sociale Trani

Giovanni Caprioli Presidente Cad Sociale Bisceglie

Francesco Riondino Presidente Cad Sociale Barletta

UN ESEMPIO DI ORGANIZZAZIONE DI SPORTELLO CAD DA ESPORTARE IN TUTTI I CIRCOLI DEL MONDO

RIPORTIAMO PER DOVERE DI CRONACA L'ORGANIZZAZIONE MESSA A PUNTO DAL CAD POTENZA CAPOLUOGO.

 

 

Il Cad Potenza Capoluogo sta lavorando per ampliare la propria offerta ed espandere le sue attività. Riportiamo di seguito gli orari degli sportelli di consulenza compresi quelli di nuova costituzione:

Mercoledì
ore 18-20 Sportello Formazione (Dott.ssa Claps; Dott. Lorusso)
ore 18-20 Sportello Consulenza Fiscale, Finanziaria, Aziendale (Dott. Iuzzolino)

Giovedì 
Ore 18-20 Sportello Consulenza Psicologica Famiglia e Coppia (Dott. Lorusso)
Ore 18:30- 20:30 Sportello Consulenza Psico-sessuologica Coppia e Individuo (Dott.ssa Muscillo)

Venerdì
Ore 18-20 Sportello Consulenza Legale (Avv. Baldissara; Avv. Benedetto)

Sabato
Ore 10-12 Sportello Consulenza Psicologica Individuo (Dott.ssa Santicchio) (solo su prenotazione telefonica).
Solo per gli associati le prime consulenze sono gratuite ed un eventuale percorso coi nostri professionisti prevede una sconto sulla tariffa di ognuno.

 

Il Cad Potenza Capoluogo comunica che in aggiunta alla convenzione firmata con la Ubik Libreria Potenza ( e che prevede lo sconto del 10% sui libri acquistati presso lo store ) è stata stipulato un nuovo accordo con il negozio CALICE ABBIGLIAMENTI situato in Via Pretoria. che prevede uno sconto del 10% per i suoi associati.Lo sconto è cumulabile con la tessera del Consorzio Centro Storico e le attività commerciali aderenti, ma non con i saldi

 

INVITO TUTTI I CIRCOLI AD ORGANIZZARSI PER L'APERTURA DI UNO SPORTELLO PER L'EROGAZIONE DI SERVIZI

CON CORDIALITA' IL PRESIDENTE GERARDO ROSA SALSANO

MANUTENZIONE ITALIA: IL VICEPRESIDENTE DEL CAD DI TARANTO LANCIA LA RICETTA‏

DAL CAD DELLA PROVINCIA DI TARANTO UN PROGETTO PER SALVARE L'ITALIA. L'ING. SANTAGATA LANCIA UN PROGETTO INNOVATIVO

 

Interviene il Vice Presidente Santagata: Per valutare lo stato di salute del territorio italiano abbiamo il bisogno di utilizzare al meglio i dati che in ogni minuto vengono raccolti e buttati (con notevole dispendio di risorse economiche pubbliche) perchè  non si sa cosa farne. Affidare i dati elementari e particolareggiati rilevati dai satelliti che  nello spazio fanno il loro onesto lavoro  e affidarli ai talenti che nelle università italiane si sono formati nella scienze della ingegneria civile ed industriale , della  informatica e della bioinformatica  per trasformarli in pochissimo tempo in informazioni utili e finalizzate per tutte le azioni che bisogna compiere per alleviare la sofferenza del nostro territorio, del territorio vicino ad ognuno di noi e quindi di tutto il suolo italiano.

Un piano di emergenza che in poco tempo deve costruire le carte del rischio e del dissesto ed eseguire  le azioni fondamentali da svolgere attraverso un progetto di manutenzione straordinaria del territorio italiano per consegnarlo in breve tempo ad una attività di ordinaria manutenzione degli spazi e dei luoghi di terra, di cielo e di mare.

Abbiamo a disposizione forza lavoro ad alta specializzazione alla quale bisogna restituire la dignità di un lavoro svolto con serenità e dedizione per vivere lo stato di disagio del presente, superalo in breve tempo e consegnarsi ad un sogno dignitoso di futuro di Nazione anche per i nostri più diretti vicini e sopratutto in un contesto di collettività.

Indebitiamoci per costruire con il reddito di cittadinanza per tutti, a partire da quanti ricoprono cariche Istituzionali e si occupano di amministrazione della Giustizia e della Cosa Pubblica, per rendere disponibili risorse per un periodo limitato, tre, al massimo cinque anni, e salvare in modo dignitoso il Popolo Italiano dal disastro e dalla povertà morale verso la quale siamo abbondantemente in transito.

La costituzione di una Public Company  può essere lo strumento giuridico ed operativo per  superare la ipocrisia della esistenza di un interesse pubblico  in quella che sia chiama "piena sinergia fra il settore pubblico (dal livello europeo a quello municipale) e quello privato" per la creazione di una strategia di  coesione territoriale per coalizzare cittadini singoli e associati, Istituzioni centrali e periferiche , coordinando attorno ad una comune “visione” partecipata sia le azioni infrastrutturali a medio-lungo termine sia quelle fin d’ora attivabili a costo zero o con incentivi realmente minimali.

E' lo strumento organizzativo  adatto a valorizzare il Bene Comune a patto che gli aspetti amministrativi, autorizzativi, commerciali e di promozione siano adeguatamente facilitati, mettendo a sistema le proprie “reti”  quale  strumento di promozione per la qualità della vita e dell’ambiente volto alla conservazione, alla fruizione e allo sviluppo economico.

Rappresenta lo strumento operativo  improntato alla sostenibilità e alla conoscenza tecnico-scientifica della gestione in maniera interdisciplinare e intersettoriale  di questioni come manutenzione, inquinamento e protezione civile, parchi urbani, sviluppo urbanistico, promozione della creatività, sport e attività ricreative, raccordo fra le associazioni e recupero di aree utilizzabili, infrastrutture e, ove possibile, regolamentazione, favorendo anche la costituzione fra le istituzioni competenti di una sorta di ‘conferenza di servizi permanente’.

Conclusioni del Presidente Salsano: Il CAD è anche questo, un incubatore di idee e Progetti. Mettiamo a disposizione dell'ing. Santagata i nostri Professionisti e le nostre strutture. Che Dio ci assista.

PUGLIA: CONTINUA L'ESPANSIONE DEL CAD, NASCE ANCHE A FOGGIA IL CAD PROVINCIALE

Nasce anche a Foggia il CAD, il Centro di Ascolto del Disagio. Presso l’A.S.P. Marchese Filippo de Piccolellis in viale degli Aviatori al civico 25, dunque, è attivo uno strumento importante e di facile fruizione per soddisfare le esigenze sociali della gente di Capitanata.

 

I CAD sono libere associazioni di cittadini dislocate su tutto il territorio nazionale che offrono servizi di accoglienza di quanti si presentano indipendentemente da razza, sesso e religione, di ascolto del disagio e ricerca della più idonea soluzione al problema, di orientamento all’interno
del complesso mondo dei servizi sociali, di assistenza per chi versa in
precarie condizioni socio-economiche. A queste azioni di “primo intervento” il CAD affianca attività di promozione di reti solidali all’interno della comunità, di organizzazione di iniziative culturali, artistiche e scientifiche, ma anche di corsi e seminari di formazione professionale per chi vuole reinserirsi nel contesto sociale. La mission, dunque, è tutelare, assistere e difendere tutti coloro che  sono calpestati nei loro primari diritti civili di uguaglianza, tutti coloro che sono vittime di solitudine e isolamento. Per raggiungere questo obiettivo il CAD di Foggia, per far fronte al meglio alle esigenze del territorio, si è affidato a figure professionali altamente qualificate. Del Direttivo fanno parte:

Nico Palatella (Presidente),  

Costantino Pellegrino (vice Presidente), 

Dario Ferrara (tesoriere), 

Germana Zappatore (portavoce provinciale), 

Romana Quarato (segreteria organizzativa). 

All’interno dei Dipartimenti Tecnici, invece, vi sono:

Calogero Gucciardino (ambiente ed energia), 

Maria Gabriella Cianci (cultura, cinema, spettacolo e musica), 

Franco Samele (pari opportunità, politiche sociali e sanità), 

Annalisa Cota (sport), 

Giuseppe Lacertosa (rapporti con il Vaticano e altre religioni),

Costantino Mastrogiacomo (lavoro, agricoltura, attività produttive), 

Giuseppe Merla (ricerca, formazione professionale e istruzione), 

Gianpaolo Tancredi (legalità e giustizia), 

Antonio Cocco (fondi e finanziamenti) 

Rosario Ravalli (web, comunicazione e informazione). 

Il CAD di Foggia riceverà dal 21 ottobre dal martedì al venerdì dalle ore 16.00 alle ore 19.00, ma gli utenti possono contattare il Centro anche attraverso la pagina facebook (CAD-Sociale-Foggia), telefonando al numero 0881.617928 o scrivendo acadfoggia@gmail.com. Per essere sempre aggiornati sulle attività e i servizi offerti basta visitare http://cadfoggia.blogspot.it/

COMMENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE GERARDO ROSA SALSANO:

Il CAD è uno strumento perfetto che se ben utilizzato puo' dare grandi risultati. E la benzina di questo strumento è l'uomo e la sua voglia di futuro, e quando l'uomo funziona il CAD funziona.

E Nico è la persona giusta per far crescere il nostro progetto in Capitanata e non solo.

Ratificati i CAD di Taranto e Brindisi indiremo la riunione dei CAD in Puglia, un evento che segnerà la storia della Regione e non solo.

Siamo ormai proiettati inesorabilmente verso una nuova fase dove siamo finalmente noi i protagonisti del nostro Futuro.

Ringrazio l'Avv. Giuseppe Farano che mi supporta e mi affianca in questa mission senza precedenti.

Grazie Nico

EFFETTI BENEFICI PROVENIENTI DALLE ATTIVITA' CULTURALI DEL CAD: LA REGISTA ALICE TONINI ARRIVA AL FESTIVAL DEL CINEMA MUTO

La giovane ventiseienne, che a natale darà alla luce il film comico *Bianca,
  neve & i 7 nati (...SFIGATI!) *prodotto da Thomas Toffoli*, *non poteva  mancare neanche quest'anno alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone, il  più grande evento a tema di tutta Europa, durato dal 4 all'11 ottobre.

La regista, che nel cinepanettone interpreta Carina, una brutta ragazza
 sfortunata, ha da sempre stima per i grandi attori dei cortometraggi non
 sonorizzati, come James Finlayson, Larry Semon, Buster Keaton, Charlie
 Chaplin, ma sopratutto per Stan Laurel e Oliver Hardy, in Italia meglio
 conosciuti come Stanlio&Ollio. Lo scorso novembre si è laureata in Tecniche
 Artistiche e dello Spettacolo alla Cà Foscari di Venezia portando come tesi
 di laurea il fandom di questi due grandissimi comici, titolo della
 tesi: *L'eredità  artistica di Laurel&Hardy **nel mondo del fandom. *Affrontava oltre alla  loro biografia e carriera cinematografica, la realtà post-mortem, tutte
 quelle comunità d'appartenenza ad una specie, formate dai fan del duo, che
 attualmente sostengono e sorreggono imperterrite la comicità dei due miti,
 con gruppi internet, convegni in tutto il mondo, sfilate carnevalesche
 dedite alla memoria e alla salvaguardia del magrolino Stan e del cicciotto
 Babe. Alice farà in modo che al Festival del cinema muto 2015 siano loro i
 protagonisti del Teatro Verdi, visto che l'evento coinciderebbe con i 50
 anni dalla scomparsa del suo amato Stanlio. La potrete trovare lì dunque,
 sempre al seguito della sua passione per il raro e straordinario, nel
 frattempo la vedremo sul grande schermo a natale 2014 nei cinema di tutto
 il veneto. Un grande in bocca al lupo Alice, continua così!

TUTTI NOI CADDIANI FACCIAMO IL TIFO PER TE.

CAD SKOLE': IL CAD ORGANIZZA CORSI SPECIALISTICI NEL CAMPO DELLA SCUOLA. DI SEGUITO E ' POSSIBILE SCARICARE I MODELLI DI PARTECIPAZIONE

Corso di formazione docenti prima pagina
Formato JPG [65.4 KB]
Download
Corso di formazione docenti seconda pagi
Formato JPG [48.7 KB]
Download
Corso Mediatore DSA prima pagina.jpg
Formato JPG [62.5 KB]
Download
Corso Mediatore DSA seconda pagina.jpg
Formato JPG [57.7 KB]
Download
Corso Tutor DSA prima pagina.jpg
Formato JPG [59.5 KB]
Download
Corso Tutor DSA seconda pagina.jpg
Formato JPG [45.7 KB]
Download
Scheda iscrizione Corsi CCS.jpg
Formato JPG [129.2 KB]
Download
Scheda iscrizione laboratorio CCS.pdf
Documento Adobe Acrobat [635.0 KB]
Download

UN SORRISO PER TUTTI I BIMBI: IL CAD LANCIA MAGIC MAN SHOW

Il Prof Latronico ha messo a punto una squadra di professionisti capace di operare in tutta Italia.

Animazione e prestidigitazione...la sorpresa ideale per qualsiasi festa ed eta'.

Giochi con attrezzi o palloncini,spettacolo di magia,balloon art,gadget e mongolfiera dei pensieri.

A richiesta spazio anche per i grandi con giochi,balli e karaoke.

Possibilita' di inserire il maxi schermo con i video dei balli , giochi, karaoke e personaggi dei cartoni animati .Durata dello spettacolo con strumentazione altamente tecnologica e luci psichedeliche da 2 a tre ore.Staff operativo...: MAGIC MAN ..prestigiatore -animatore.....Ragazze( animatrici-ballerine)......Magic Man e' escritto al ''Club Magico Italiano'''.

A richiesta in abbinamento.....gonfiabili di varie dimensioni,pop- corn,sparabolle,macchina zucchero filato,mascottes(topolino,minnie,,pluto.Ragazze trampolieri per percorsi itineranti e spettacolo di fuochi e artisti locali di vario genere.....

Il responsabile Giuseppe Latronico

Il CAD ha voluto dare lustro a questo gruppo ed al suo professore Latronico che ha fatto dell’amore per il prossimo la sua bandiera.

Grazie Giuseppe per essere uno di noi.



NAPOLI:IL CAD LANCIA IL COORDINAMENTO DEI CIRCOLI CITTADINI ED APRE UNO SPORTELLO AL SERVIZIO DI TUTTI

  IL PRESIDENTE DEL CENTRO DI ASCOLTO CAD-NAPOLI LANCIA L’OPERATIVITA’  DELLA SEDE DI NAPOLI CITTA' CON IL PRIMO CENTRO  DI ASCOLTO A NAPOLI , ATTIVANDO LA  POSSIBILITA’ DEI SOCI DEL CAD , E DI TUTTI I CITTADINI SIMPATIZZANTI del CAD  DI FAR  CONOSCERE LA DOTT. SSA  MARINELLI  Rita ESPERTA E LAUREATA IN PSICOLOGIA  ,  CHE  EFFETTUERA’ IN PRIMIS DEI CONSULTI GRATUITI  E  POI SEGUIRA ' IL SOCIO   PER LE PRENOTAZIONI E PER LE VISITE  di psicologia  CHE SARANNO  GRATUITE FINO AL 31 OTTOBRE  2014.
  
  I centri di Ascolto del Disagio (CAD) hanno per oggetto di informare, promuovere, assistere, tutelare il benessere psico-fisico dei cittadini.Nella sede di Soccavo il Centro di Ascolto del Disagio perseguirà l’ obiettivo di promozione del benessere personale attraverso sostegno psicologico.
 
  L'individuo non sempre si prende cura della propria salute psicologica tanto quanto fa con la sua salute fisica. Migliorando e ristabilendo l'equilibrio e lo stato psicologico si migliora notevolmente, in modo direttamente proporzionale, la qualità della propria esistenza in tutti i suoi vari aspetti.

  Un supporto psicologico può essere utile:
  -per una crisi temporanea,
  -per favorire una crescita interiore personale,
  -per delle esigenze di comprensione e/o di orientamento,
  -per raggiungere una migliore consapevolezza di sè
 

-per risollevare difficoltà affettive, sociali, familiari, relazionali, scolastiche, lavorative,
  -per uscire da situazioni di stallo e/o blocco,
  -per liberarsi da eccesso di ansia, stress, impulsi, pensieri, paure, difficoltà, etc.,
  -per ristabilire equilibrio e giusto livello di umore e di autostima,

  In tal caso un supporto psicologico può risultare un positivo e benefico aiuto, sostenendo la persona attraverso il disagio interno fino alla sua attenuazione e/o scomparsa. Esso può essere utile per migliorare e capire la propria parte interna ritrovando un giusto equilibrio in essa e con il mondo esterno.

  Al     Cad di napoli   l’ASCOLTO DEL DISAGIO  E’ FINALMENTE OPERATIVO . Per ogni iscrizione sara’ regalato la prima consulenza   psicologica  gratuita,
  2 massaggi cervicali in sede, di  10 minuti , SU LETTINO E SEDIA PROFESSIONALE  PIU’ una tessera  per  sconto  cinema   e  teatro,  e sconto PER DIVENIRE Socio ACI  ( CON SCONTO ASS.  SARA)                                  

  il V.Pres. del  CAD Napoli CITTTA’-----------------AVV.VINCENZO ASSANTI

FORLI:CAMBIO AL VERTICE ALLA PRESIDENZA DEL CAD PROVINCIALE. LA DR.SSA SONIA PETROBONI SUBENTRA ALLA DR.SSA DI CECCA IMPEGNATA NELLA BELLISSIMA ESPERIENZA DI PITTIGLIANO

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ringrazia pubblicamente la Dr.ssa Di Cecca per il grande lavoro svolto auspicando lo stesso successo nel Progetto in itinere a Pittigliano.

 

Interviene la Neo Presidente Sonia Petroboni: Da Vice Presidente continuo con lo stesso entusiasmo di Daniela. Il Progetto continua. Vi è la necessità di intervenire sulle famiglie, veri fulcri della società, per rimuovere eventuali fonti di disagio, attraverso la costituzione di gruppi di aiuto e di auto aiuto, orientati ad una consulenza che mira a fornire strumenti idonei a riconoscere ed affrontare i disagi dei figli adolescenti ed i disagi familiari che a vario titolo incidono in maniera significativa sull’armonia familiare, rimuovendone e sradicandone il vero significato. Pensiamo a tal proposito alle figure genitoriali che hanno perso il lavoro, ai genitori che hanno figli già inseriti in circuiti penali e della tossicodipendenza, alle famiglie separate e monogenitoriali...

 

Conclude il Presidente Salsano: Sonia è decisa e professionale. Sono convinto che svolgerà un grande lavoro all’insegna della continuità e della grande filosofia caddiana.

 

AUGURI SONIA !!!

 

ASCOLI PICENO: GIULIANA POLI LANCIA LA HIGHT SCHOOL OCULAR TRAUMA

Ascoli Piceno 1 Settembre 2014

HIGH SCHOOL OCULAR TRAUMA

Di Giuliana Poli

 

(Interprete e traduttore con il Profess. Ferenc Kuhn Matteo Forlini)

 

 

“… L’attimo del Big Bang, unico centro di assoluta energia che è il riverbero di ogni cosa riflessa a noi umani, attimo nel quale il firmamento ha iniziato i nostri passi evolutivi disegnandoli nella fantasia, come avviene nei nostri occhi. Se intendiamo la pupilla come punto di massima forza, possiamo capire come in quel punto convergano tutti i colori, entrando nel dark supremo che è l’ infinito, lo spazio, la dimensione in cui l’ energia esplode, rilasciando una mescolanza di tinte che delineano e completano quel disegno divino che è la visione oculare. Nel cosmo, come nell’uomo, c’è l’eterno ritorno in cui tutto implode ed esplode, come in un sacro respiro.”

(Giuliana Poli, Dio è femmina, Finis Terrae, Lugano 2014)

 

Gli occhi sono la memoria dell’universo e la finestra che si affaccia al mondo. Tutto passa attraverso gli occhi: la realtà visiva che crea il substrato della nostra personalità fatta di interesse nelle cose che vediamo, dei nostri stati psichici ed emozionali. Attraverso lo sguardo comunichiamo, ci innamoriamo, eleviamo la nostra consapevolezza e conoscenza, piangiamo sprigionando emozioni. L’occhio umano è capace di rispondere ad un milione e mezzo di segnali simultanei. Il contatto iniziale tra le persone parte dagli occhi e se tale contatto non è piacevole ad uno dei due, è probabile che l’incontro non continui. Possiamo quindi capire come un incidente grave all’occhio cambia la vita di ogni essere umano. La vista è qualcosa di irrinunciabile, legata all’impossibilità di vedere ciò che ci circonda e crea grave problema estetico con conseguenti problemi di relazione. Nonostante l’occhio sia la parte più resistente del nostro corpo, i traumi oculari sono in aumento: infortunio sul lavoro, incidenti stradali, sportivi, traumi da contusione violenta. Nel caso di trauma all’occhio ci si rivolge al pronto soccorso… Ma siamo sicuri che l’incidentato sarà assistito in maniera adeguata? Il trauma ad un organo forte ma delicato come l’occhio è differente di caso in caso, è una lotta, una guerra contro il tempo, dove il chirurgo, vero gladiatore dello scenario del combattimento deve agire con tempestività, deve sapere ciò che fare, deve avere gli strumenti necessari, ma ancor più importante una equipe preparata e collaudata all’”assalto. Siamo sicuri che gli enti ospedalieri oggi abbiano tutti questi requisiti e/o tecnologia adeguata?

Chirurghi esperti di trauma oculare riconosciuti tra i migliori al mondo, si sono dati appuntamento ad Ascoli Piceno dall’ 1 al 4 Settembre alla Hight School Ocular Trauma, corso organizzato dai Professori C. Forlini, F. Kuhn, A. Rapisarda e S.Z. Scalinci, M. Forlini. Scuola di formazione che i suddetti chirurghi rilasciano a studenti oculisti, a dottori giovani e chiunque voglia confrontarsi e scambiare esperienze sui traumi oculari. Scopo della scuola, come ha affermato Cesare Forlini, il chirurgo ascolano di fama mondiale: “E’ quello di diffondere l’insegnamento su cosa fare ai giovani nel caso delle emergenze, anche dal punto di vista psicologico. L’ospedale è il motore di tutto, più ospedali possono adeguarsi e si rendono disponibili al cambiamento di come affrontare il problema all’avanguardia, più il tessuto sociale ne trae beneficio con abbattimento di costi per tutta la comunità. Lo scopo della scuola internazionale è proprio questo ed io con i colleghi stiamo insegnando nel mondo per diffondere questa cultura. Quando arriva il paziente con un occhio grave, più centri sono capaci di dare risposta, più si può operare con celerità, più abbiamo la possibilità di salvare l’occhio.. Attualmente sempre più gli ospedali sono “presi” come punti di assistenza del territorio dove non si esercita il secondo livello: i giovani sono impegnati in visite, prevenzione, routine burocratiche e quindi trascurano il lato chirurgico. Ecco perché abbiamo creato la scuola di traumatologia, un mestiere difficile che sfugge ad ogni schematismo. Occorre insegnare ai giovani dottori che devono star lontani dal dogma, non rimanere ancorati su quel che hanno appreso dai libri in maniera nozionistica ma aprirsi alle nuove tecniche, alla tecnologia, nuove ricerche e rimedi. E’ necessario studiare e fare aggiornamenti continuamente e scambiare esperienze con passione in modo da riscoprire quel senso di missione che oggi spesso si è perso ed essere disposti a cambiare e mettersi in discussione ogni giorno (…) In Italia ogni ospedale dovrebbe avere un centro oculistico traumatologico ma in realtà non è cosi: la tendenza è di mandare ai centri più specializzati con rischi di ritardo nell’intervento, negli ospedali si tende a non dare supporto sufficiente, per esempio oggi durante la lezione è emerso che non ci sono endomagneti negli ospedali che sono importantissimi durante la rimozione di un corpo estraneo tipo una scheggia di piombo, perché senza questo strumento si rischia la ricaduta durante l’estrazione, che potrebbe far subire all’occhio maggiori danni.

Il Profess. Rapisarda primario di Traumatologia in Sicilia una terra con altissimi casi di traumi agli occhi, ha parlato di traumatologia in età pediatrica che “rappresenta un tasso molto alto con cause frequenti di cecità soprattutto nei maschietti più irrequieti. Sotto i 5 anni i bambini si fanno male poiché è un’età dove non si conosce il pericolo, spesso sono vittime di maltrattamenti da parte dei genitori, oppure si ha ancora la malsana abitudine di regalare ai bambini armi giocattolo, poi le matite e oggetti appuntiti come spigoli o le forbici, fanno la loro buona parte. Sopra i 5 anni i casi più frequenti di trauma sono gli incidenti sportivi dove la pallina da tennis è estremamente pericolosa, il lavoro minorile a nero soprattutto nell’ambiente dei pescatori con aghi che penetrano nella cornea, bambini che assistono i genitori che lavorano con il decespugliatore, la mietiprato è micidiale arrivano tanti bambini con schegge metalliche agli occhi. Il problema nella traumatologia infantile è che l’informativa sul problema appena si arriva in ospedale è scarsa sia da parte dei bambini che non raccontano bene l’evento per paura di punizioni da parte dei genitori, sia da parte dei genitori che hanno paura che scatti di ufficio una inchiesta su di loro, in questi casi il rischio è quello di contrarre delle infezioni gravi se non si opera tempestivamente. Nei bambini problemi apparentemente poco importanti possono nascondere problemi molto seri e quando si interviene tardivamente potrebbe essere troppo tardi”.

 

Intervista a Ferenc Kunh

 

Tra i relatori Ferenc Kunh Presidente di ISOT International Society Ocular Trauma con sede negli Stati Uniti, la più grande società internazionale. I libri di Kuhn dovrebbero essere letti da tutti i giovani chirurghi poiché oltre che istruire sul trauma oculare raccontano un percorso di vita importante.

Prof. Kuhn, in un mondo con sempre più guerre, dove la violenza è aumentata, l’occhio è soggetto sempre più a traumi per cui la traumatologia diventa sempre più complessa, come a livello mondiale i centri oculistici stanno reagendo a questa problematica? Lei che insegna in tutto il mondo credo sia la persona più indicata per avere un giro di orizzonte più ampio.

C’è una differenza tra i paesi sviluppati e quelli meno sviluppati. Nei paesi sviluppati in generale si riescono a trattare bene i casi di traumatologia, ma come ho ribadito stamane a lezione ci sono delle regole importanti da seguire:

- Non iniziare mai qualcosa che non si può finire perché magari non ci sono infermiere addestrare o mezzi tecnologici adeguati

- Uscire dai tradizionali accademici 10 giorni prima di operare per paura nel caso s’intervenga prima del rischio di espulsione, ma scendere a 3 giorni, dare le gocce per evitare tale rischio e intervenire prima possibile. Io sono per l’immediatezza, il rischio c’è ma è raro e spesso con la tempestività si salvano gli occhi di tante persone.

- L’attesa non beneficia, bisogna agire per salvare la retina

- Fondamentale è la strategia, la pianificazione dell’intervento sapere come iniziare e dove volere arrivare, molti chirurghi iniziano l’intervento e poi decidono il da farsi durante. spesso improvvisando.

Nei paesi in via di sviluppo la situazione è più difficoltosa.

Entriamo nel pensiero profondo di un grande professore. Quali sono le qualità umane che deve avere un grande chirurgo per risolvere il campo di battaglia che gli si presenta ogni intervento.

Buonsenso, razionalità, strategia e sempre pensare e chiedersi perché lo fai? Altrimenti si rischia di fare danno. Ad esempio per spiegare questo concetto uno studente durante una operazione mentre guardava un grande professore, disse di non aver capito un passaggio, il professore rispose di quelle risposte che non dovrebbero dare mai ad uno studente: perché qui facciamo cosi, oppure mi hanno insegnato cosi e la terza la più grave cosa vuoi dire? Che domanda è? Ai giovani che mi fanno domande cerco sempre di rispondere, se un giorno non riuscissi a dare spiegazioni mi fermerei e mi chiederei: perché faccio così?

Lei è per la strategia, gli è mai capitato di improvvisare durante l’operazione? Affrontare l’imprevisto in maniera totalmente nuova?

E’ vero può capitare di avere un problema e devi cambiare strategia, puoi cambiare in corsa ma adotterai un altro piano ma sempre già sperimentato, invece i dottori partono senza sapere dove vanno a finire cominciano e poi decidono in corsa non si fa cosi..

Il piano B?

Bisogna pensare filosoficamente ma pensare sempre che hai una persona con un occhio malato e che quell’occhio potrebbe cambiare la vita a quella persona.

L’importanza della sfida quindi è importante essere prima grandi uomini e poi professori…

Bisogna avere tanta responsabilità, centratura, senso umano, purtroppo scegliere di fare traumatologia sono tante ore di operazioni per raggiungere piccoli progressi, non sempre paga e molti giovani scelgono la via più semplice.

Intervento di Cesare Forlini: Se il paziente avrà dopo diversi interventi piccoli risultati il paziente sarà contento se vede che hai lottato con lui, se ha visto che ce l’ hai messa tutta e ti dirà grazie, non bisogna scoraggiare il paziente perché andrà da un'altra parte, nel frattempo sarà passato tempo e se non avrà il risultato gli diranno perché sei venuto troppo tardi… Bisogna prendersi sempre la responsabilità mai dire non c’è speranza perché magari quel piccolo risultato che il paziente avrebbe operando subito se si aspetta poi non ce lo avrà più.

Prosegue Kuhn.

Un esempio clamoroso: ero in Brasile e nello stesso giorno del congresso il figlio di un oculista si era fatto male con un ago… dissi subito fai un antibiotico perché l’ago è sporco e vieni che lo opero… Ebbene nonostante che il padre del bambino fosse un oculista mi portò il bambino la mattina dopo ed era già troppo tardi perché nel frattempo si era infettato, gli chiesi: “ma l’antibiotico glielo hai fatto? Mi rispose:” si ma non dentro l’occhio come mi avevi detto perché ho avuto paura”. Risultato il figlio di un medico oculista che era al congresso perse l’occhio.

Programmi futuri della Vostra scuola?

Kuhn: Speriamo di andare avanti sarebbe bello oltre che la teoria di insegnare anche praticamente ai ragazzi di buona volontà che sono sempre meno poiché è molto difficile, è troppa fatica: la traumatologia evidenzia il tuo carattere.

Forlini: vorrei creare un punto di riferimento della scuola nella mia città di origine Ascoli Piceno, abbiamo tanti amici, ho mio figlio Matteo che mi segue nella professione, il professor Kuhn il numero uno che lavora 15 ore al giorno verrà per me, per Matteo, per la città che è bellissima e per una nuova amica che è Giuliana Poli!!!

Kuhn: senz’altro… Ringrazio Cesare Forlini, non c’ è nessuno al mondo come Lui, ha tanta più energia di me ed è un innovatore come chirurgo, è unico ed è geniale pieno di idee nuove!Ed ora ha il figlio Matteo che sta diventando bravo come Lui!

 

Cad Sociale, si allarga la rete provinciale della BAT: presto nuovi circoli locali

L'incontro con il Presidente Nazionale ha portato un dibattito costruttivo

Si è svolto in questio giorni, alla presenza del Presidente Nazionale, Dott. Gerardo Rosa Salsano, del Coordinamento Regionale e del Direttivo del Circolo Locale, nell'ambito delle attività istituzionali del Cad Sociale, un incontro cui hanno partecipato i responsabili di diverse attività pugliesi in campo culturale e sociale.

 

Sostanzialmente sono state dibattute tutte le tematiche inerenti le attività socio culturali del Cad, evidenziando, in particolare, la necessità di essere uniti nel creare opportunità di crescita finalizzate ad eliminare, per quanto possibile, le sacche di disagio socio-economico che attanagliano soprattutto il nostro territorio regionale.

 

«A detto incontro - scrive Luigi Cirillo, presidente del circolo locale - finalizzato ad estendere la rete dei Circoli Locali del Cad Sociale, erano presenti rappresentanti del territorio della nostra Provincia nonché di altre provincie pugliesi interessati a comporre, in sinergia e sintonia con la Presidenza Nazionale e con il Coordinamento Regionale, le opportune e costruttive intese nella prospettiva di replicare in più ambiti i progetti già avviati con profitto in altre realtà locali, secondo il principio delle "buone prassi"».

 

L'incontro, per lo scambio di esperienze e di contatti, si è rivelato oltremodo fruttuoso e porterà certamente all'apertura di ulteriori circoli locali del Cad Sociale, ampliando così la rete provinciale e regionale e integrandosi con le realtà già esistenti in campo nazionale ed internazionale.

 

 

DIPARTIMENTO PER L’EMERGENZA RIFIUTI: IL DR. PAOLO TUCCITTO LANCIA LA CONQUISTA AL NUOVO ORO NERO, IL RIFIUTO. UN ACCORDO CON HSE CONSENTIRA’ LA NASCITA DI NUOVI POSTI DI LAVORO.

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha incontrato a ROMA insieme al Segretario Sandro Scarfini, il già Presidente del CAD di Arezzo e noto consulente di Gruppi Industriali Americani.

Interviene il Presidente del Dipartimento Emergenza Rifiuti: oggi in Italia abbiamo le Leggi ma non abbiamo le Teste che le fanno rispettare. Il tema rifiuti copre interessi molto in alto e scardinare

questa torre, anzi il Castello che si "sono creati",potrebbe essere una grande vittoria.

I temi sono due:

1°: il trattamento del rifiuto sanitario che potrebbe far risparmiare il 70% della spesa delle Regioni in ambito di smaltimento rifiuti ospedalieri, svariatissimi milioni di €(euro)

 

2°: il trattamento del rifiuto urbano che eliminerebbe il conferimento in discarica e produrrebbe un combustibile qualificato come "materia prima" e non come rifiuto (quindi ricavi per i produttori e non più costi di smaltimento).

 

Ricordiamoci che l'opportunità di produrre un combustibile potrebbe significare come aver scoperto un nuovo giacimento petrolifero quindi coloro, già in possesso e proprietari del "petrolio nero", gestori del sistema discariche e rifiuti, potrebbero non essere contenti della presenza della nuova scoperta.

 

Interviene il Presidente Salsano: le sfide sono ormai alla nostra portata. Aver fatto l’accordo con HSE darà la possibilità a tutti i caddiani di lavorare e guadagnare. Tutti i circoli in regola con le iscrizioni potranno servirsi dell’accordo per iniziare a lavorare.

Buon lavoro

 

 

 

 

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA: IL DR. NINO CREACO NE COORDINERA’ I LAVORI IN CAMPO NAZIONALE. Una nuova Giustizia in Italia … E’ Possibile.

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha incontrato a ROMA insieme al Segretario Sandro Scarfini, il Prof.Avv. Nino Creaco, noto avvocato consulente del Ministero di Grazia e Giustizia.

Interviene il Neo Presidente del Dipartimento Giustizia, Prof.Avv. Nino Creaco: Sogno una Giustizia al servizio del Cittadino. Creerò le condizioni per portare in Parlamento la nostra idea di Giustizia .

Conclude il Presidente Salsano: Invito tutti i Caddiani a raccontarci le loro storie di Malagiustizia.

Idee e consigli ci consentiranno di preparare precise e circostanziate proposte di legge.

 

Grazie Nino

 

C.A.D. Venezia & le scuole primarie: alla scoperta della calce!

Durante l’anno scolastico 2013-2014, la calce ha fatto da “protagonista” nella scuola primaria “Alessandro Manzoni” di Vittorio Veneto, vedendo coinvolti insegnanti ed alunni nella realizzazione del progetto “La calce nella storia e nell'arte… nel nostro ambiente: materiali e modi per costruire uno stile di vita”.

Questa iniziativa, realizzata anche grazie all’intervento del sig. Marco Gamba, presidente del C.A.D. Venezia ed esperto di calce, ha visto coinvolti i bambini nella realizzazione di una fioriera e di un affresco, creati con la calce, riscoprendo così arti e mestieri di un tempo.

Inoltre gli stessi, con il valido supporto delle maestre, hanno studiato le origini di questo materiale da costruzione noto fin dall’antichità e sono venuti a conoscenza di alcune vecchie realtà industriali, storiche ed artistiche presenti nel territorio, acquisendo così una maggiore sensibilità nei confronti del nostro patrimonio storico-artistico e sull’uso di prodotti naturali, anziché sintetici, a salvaguardia dell’ambiente e della salute.

Questo lavoro è stato svolto anche grazie alla collaborazione di diverse realtà sociali, tra cui l’associazione Obiettivo Marco Polo di Revine Lago.

 

Marco Gamba presidente CAD Venezia

 

TARANTO: IL CAD PROVINCIALE RIPARTE CON UN PROGETTO INNOVATIVO. L’AVV. FORNARO E L’ING. SANTAGATA NE COORDINERANNO I LAVORI

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha incontrato a TARANTO il Neo Presidente “FRANCESCO FORNARO”, noto avvocato tarantino, e il Vice Presidente “SALVATORE SANTAGATA” Professionista esperto di problematiche ambientali.

Interviene il Neo Vice Presidente SANTAGATA: Ho intenzione di affrontare il tema dell'invecchiamento attivo e del rapporto fra le generazioni per costruire una comunità territoriale di area vasta per tutte le età della vita.

Nel passaggio tra l’Anno europeo dei cittadini (2013) e l’Anno europeo della conciliazione famiglia-lavoro (2014), il CAD delle aree della provincia di Taranto, Lecce e Brindisi possono promuove una iniziativa finalizzata alla creazione di “Volontari delle conoscenza” come parte iniziale di un più ampio progetto "Volontariato del 21esimo secolo", patrocinato dalla Presidenza del consiglio dei ministri – Ministero per la Cooperazione internazionale e l’integrazione.Obiettivo della iniziativa deve essere la promozione del ruolo del volontariato per la formazione di una cittadinanza attiva tra le generazioni e per lo sviluppo delle competenze per la vita (skill life).

 

Interviene il Neo Presidente FORNARO:La iniziativa deve avere l'obiettivo ambizioso di diffondere la pratica dello scambio ponderato dei saperi e del saper fare, integrando azione a prassi anche attraverso la conoscenza digitale, valorizzando il ruolo:

• dei giovani attivi in percorsi di scambio intergenerazionale;

• dei docenti che promuovono la diffusione dell’innovazione nella didattica;

• delle imprese di ogni forma e dimensione che promuovono la diffusione del capitale etico e sociale;

• degli adulti e anziani impegnati con i giovani in progetti di educazione per la vita.

 

Conclude il Presidente Salsano:La iniziativa così formulata può candidarsi a far parte della Rete nazionale dei volontari della conoscenza, impegnati nella condivisione gratuita di esperienze, saperi, e competenze, per accelerare lo sviluppo di una società democratica della conoscenza.

Ancora una volta la storia si ripete …. Le grandi idee nascono dappertutto.

Grazie TARANTO

 

Nasce a Trani il Centro ascolto del disagio sociale, ecco il direttivo

L'obiettivo è quello di tutelare, assistere e difendere chi vive nella condizione di disagio e isolamento

 

E' stato costituito il Circolo cittadino del Cad Sociale (Centri di Ascolto del Disagio Sociale), con sede in Trani in via Giovanni Bovio, 30, presso il Circolo W. Tobagi.

«Lo spirito che anima questo grande movimento di volontariato Nazionale - si legge nella nota di presentazione diffusa dai promotori -, che si sta ormai diffondendo anche a livello internazionale, si può riassumere in poche parole e cioè: “tutelare, assistere e difendere tutti coloro che sono calpestati nei loro primari diritti civili di uguaglianza, i quali subiscono immediatamente il primo devastante disagio di tali situazioni: la solitudine e l’isolamento!"».

E’ un po’ la filosofia del Mutuo-Auto-Aiuto, che punta a mettere in rilievo le potenzialità di ognuno, anche di quelli normalmente ritenuti disagiati o disadattati, e quindi messi da parte dalla società.

«Essendo io stato onorato di ricevere l’incarico di Presidente del CAD del nostro Comune - scrive Luigi Cirillo -, avrò la possibilità di orientare le iniziative del Circolo e sarebbe davvero mio grande piacere poter realizzare importanti progetti a livello locale finalizzate alla valorizzazione delle notevoli risorse della nostra città. Quanto sopra nell’intesa di favorire la ripresa sociale ridando ai cittadini la voglia e l’opportunità di continuare ad investire per la crescita della nostra comunità. soprattutto per salvaguardare le importantissime categorie di destinatari, cosiddette deboli quali anziani, donne e soprattutto i bambini e i giovanissimi che vivono nel disagio. Il tutto promuovendo “business” sociale, cercando sponsor e possibilità di far finanziare una serie di attività ludiche, formative, culturali, sportive ed agonistiche, ecc..».

«Quello che faremo, insomma - prosegue il presidente -, sarà semplicemente puntare alla realizzazione di una rete di professionalità e di rapporti umani migliori e basati sul rispetto delle regole e sull’aiuto di valore degli altri, a partire dai reali bisogni di chi è in difficoltà, per creare sviluppo sociale».

Il primo Direttivo del Circolo cittadino è così composto:

- Presidente: Luigi Cirillo

-Vice Presidente: Ignazio Vania

-Segretario Organizzativo: Savino Spione

-Vice segretario: Nicola Stella

-Coordinatore tecnico: Gabriele Dell’Oglio

- Tesoriere: Antonio Musicco

- Cad sportelli tematici: Pasquale Caputo

 

CAD SANITA’: IL CAD STIPULA UN ACCORDO QUADRO NAZIONALE CON LA FONDAZIONE “CAV. DINO LEONE” PER L’APERTURA DI CENTRI SANITARI CONVENZIONATI.

 

 

 

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha incontrato a Bari presso la sede provinciale del CAD il Presidente della Fondazione Cav Dino Leone, dr. Osvaldo Catucci, con il forte contributo del Presidente Maria Domenica Mirandi.

 

Interviene il Presidente Catucci: Obiettivo che la FONDAZIONE si prefigge di realizzare con il Contratto di Collaborazione con il CAD, è promuovere lo studio multicentrico su Terapia Oncologica Integrata e medicina dello stile di vita. La FONDAZIONE e il CAD interverranno nelle attività previste da questo Contratto di collaborazione e le gestiranno ed organizzeranno ciascuna a seconda delle proprie competenze: in particolare,la FONDAZIONE si occuperà prevalentemente dei medici e dell’addestramento degli stessi, delle visite mediche, della valutazione dei pazienti, etc.; il CAD dell'assistenza e ascolto dell'utenza.

 

Interviene il Presidente Salsano: Ringrazio Maria per il grande lavoro svolto a Bari e Provincia. Creeremo il primo Centro a Bari come è da Modus operandi del CAD,e successivamente nelle località che saranno ritenute strategicamente importanti e logisticamente favorevoli all’ulteriore sviluppo della suddetta attività, nella misura di almeno un Centro per Regione italiana.

 

Conclude il dr. Catucci: la FONDAZIONE Cav. Dino LEONE O.N.L.U.S., nell’ambito delle sue finalità istituzionali,si occuperà della ricerca, la promozione e la diffusione di nuove tecnologie per la prevenzione ed il trattamento delle patologie neoplastiche in generale ed in particolare per quanto riguarda i tumori della prostata;la ricerca, la promozione e la diffusione di nuove metodologie per migliorare la qualità della vita dei malati colpiti da patologie neoplastiche;

Daro’ la possibilità a tutti i caddiani di aprire centri in Italia e all’estero.

 

 

CHICAGO: IL CAD SBARCA NEGLI STATES. IL DR. GIUSEPPE CATALDO NE COORDINERA’ I LAVORI

Il Presidente Gerardo Rosa Salsano ha ratificato in Consiglio, la nomina del dr. Cataldo a Presidente del CAD della Città di Chicago,delegandolo di sviluppare il CAD in tutto lo Stato.

Interviene il Dott. Giuseppe Cataldo: I campi di azione in cui il CAD Chicago vorrebbe agire sono essenzialmente due: SANITA’ e SOCIALE. Per la SANITA' (E'il piu grande ostacolo perche' la sanita' americana e' garantita solamente a chi a fine mese riesce a pagare una polizza assicurativa sulla salute, di conseguenza le classi sociali economicamente piu'basse sono piu'a rischio e non viene nemmeno garantito un servizio di primo soccorso di base, per anziani pensionati o famiglie numerose.), dovremo affrontare i seguenti disagi:

1- mancanza di assistenza igienica per anziani, ( non ci sono operatori che si occupano di volontariato, tutto e' fatto a fini economici, e non tutti gli anziani possono permettersi di pagare operatori a domicilio).

2- NON ci sono strutture che possano rappresentare luoghi di compagnia e di serenita' e di integrazione per anziani che vivono quotidianamente soli, non parlo di ospizi,.. ma di semplici luoghi di svago, di comunita'...di scambio di idee e di intrattenimento per soggetti abbandonati a se stessi.

3-Mancanza di operatori sanitari per semplici operazioni sanitari.

 

Per il settore SOCIALE con supporto amministrativo, (I territori dei Paesi Limitrofi di Chicago Nord, come Evaston, Skokie, Niles, Morton Grove...sono tutti paesini vicini l’uno con l’altro in cui NON ESISTONO AMERICANI...il 100% della popolazione e'un misto di : Armeni, siriani, Russi,Ucraini, Arabi, Africani, Indiani, Messicani, Greci....) di conseguenza riporto quanto segue:

 

1- Tali soggetti hanno continue e quotidiane problematiche con le amministrazioni di immigrazione perche non sono a conoscenza della scadenze dei visti, o come si fa a richiedere i documenti di permanenza, quali sono i costi, dove si deve andare ecc...insomma Manca uno sportello Immigrati Gratuito che si occupi di semplice consulenza base...leggibile sui siti internet..consulenza ELEMENTARE.

 

2-non esistono associazioni che si facciano carico di agevolare l'integrazione multiculturale.....ma esistono solamente associazioni categoriche...(esempio, Associazione italiana, associazione rumena,associazione armena, associazione siriana..ecc...) che semmai incrementano di piu’ il senso di DISAPPARTENENZA!!!

Concludendo,trattandosi di problematiche e disagi che in questi nove mesi di permanenza a Chicago ho vissuto in prima persona e del resto nella mia vita continuerò a combattere, visto che il resto della mia vita la svolgerò ormai qui nelle realta' sociali Chicago-Paesini limitrofi, portero’ la filosofia caddiana anche qui e considerato il successo che stiamo ottenendo in tutta l’area, credo che sia utile al piu’ presto, una visita del nostro Presidente Salsano qui a Chicago.

Oltre a questo avrei tanto e tanto da aggiungere... confidando nel C.A.D. so per certo,che riusciremo a fare molto, attraverso una pianificazione strategica della realizzazione di nostro riferimento.

Conclude il Presidente Salsano: Il CAD è un fiume in piena e invaderà il Mondo intero. Una filosofia che verte sui valori dell’Uomo e non sulla sua appartenenza politica, sociale , geografica, ecc. non ha eguali. Giuseppe è un Apostolo impregnato di Speranza e Amore e come tanti di noi ormai è incamminato verso i confini del Mondo, verso un futuro caddiano sicuramente migliore del Presente.

Grazie GIUSEPPE

 

GENOVA: L’IMPRENDITORE MARCO BENENATI PRESIEDE IL GRUPPO PROVINCIALE DEL CAD E RILANCIA CON UN PROGETTO PER L’ECONOMIA DELL’AREA.

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha incontrato a GENOVA il Neo Presidente “MARCO BENENATI”, noto imprenditore genovese.

 

Interviene il Neo Presidente BENENATI: Ci mettiamo a disposizione per diventare quell’ “ Italia Sociale” che ci traghetterà fuori dal tunnel del “disagio” che stiamo vivendo.Il primo dovere /diritto di una civile convivenza è il lavoro e l’Italia è fondata sul lavoro. Purtroppo ce lo stanno togliendo e ci stanno impedendo di esercitare il primo diritto che ci garantisce una onesta sopravvivenza. Ecco perché “riparare” il “sistema impresa” è la prima esigenza per contrastare il “disagio” quotidiano nel quale ci costringono a vivere… quel vivere in incertezza, quasi senza un futuro. Il CAD ci aiuterà a fare tutto questo.

 

Conclude il Presidente Salsano: Il comune sentimento di risolvere il “disagio” quotidiano e di diventare parte attiva di questa “Italia Sociale” che vive nel nostro cuore, mi spinge ancora di più a credere che siamo sulla strada giusta. La Liguria è ripartita.

 

AUGURI MARCO !!!

 

BASILICATA: IL DR. LUCIANO BUOMPENSIERE E’ IL DELEGATO NAZIONALE AL COORDINAMENTO DEL CAD REGIONALE

Il CAD in Basilicata si rafforza. Anche se tutte le Provincie non hanno terminato la fase di costruzione della grande rete Caddiana, con il nostro delegato alla costruzione del CAD in Basilicata,dr. Luciano Buompensiere insieme ai Presidenti di Circolo Potenza Capoluogo, dr.ssa Mariateresa Muscillo e di Pignola,Saverio Corleto, si è provveduto a dare un cuore agli ormai centinaia di caddiani Lucani.

Interviene il Delegato Nazionale per la Regione Basilicata Luciano Bonpensiere: La Regione Basilicata aveva bisogno di un coordinamento. Abbiamo centinaia di Progetti da realizzare e li vogliamo fare con il CAD.I circoli in Basilicata sono sempre piu’ numerosi e vi è bisogno di creare sinergia tra gli addetti ai lavori. Presto organizzero’ una riunione con il Presidente Nazionale per definire i tempi e le strategie.

 

Conclude il Presidente Salsano:

La Basilicata è una Regione importante per l’espansione del CAD al Sud. L’obiettivo primario è rafforzare le Provincie caddiane già esistenti e raccordare tutto il lavoro fatto fino ad oggi. Bisognerà lavorare molto nei prossimi mesi ma partiamo avvantaggiati. I nostri collaboratori validi ed intraprendenti accelereranno il processo di costruzione. Completate le Provincie indirò l’assemblea per la nomina degli organi regionali, il Presidente, il Vice, il Segretario, ecc. C’è da divertirsi. Forza Ragazzi siamo sulla strada giusta.

 

IL CAD DIPARTIMENTO SCUOLA LANCIA IL SEMINARIO: DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO: PLURALITA' E PROSPETTIVE FUTURE DA CONDIVIDERE

Prof. Salvatore Sasso
Prof. Salvatore Sasso

Il 27 marzo il Professore Salvatore Sasso (nella figura di Direttore

Scientifico) ed il dipartimento scuola e cultura del CAD ROMA VI nella figura

della coordinatrice Gianna Di Girolamo,

 

organizzano e sponsorizzano un evento sui Disturbi Specifici di Apprendimento

(DSA), con la finalità di formare ed informare tutti i soggetti coinvolti nel

settore in ambito scolastico, sanitario e familiare.

 

Inoltre sarà aperto uno SPORTELLO DSA CAD all' interno dell' Istituto di Via

Merope (Torre Angela - Roma), con la Direzione Scientifica del Professor Sasso,

per offrire supporto a chi direttamente o indirettamente si deve confrontare

quotidianamente con questa problematica.

 

Il CAD è sempre più presente per dare supporto ai cittadini!!!!!

 

Un grazie a Salvatore e a Gianna per la professionalità e l' impegno profuso.

 

Brochure Seminario DSA 27 marzo 2014.pd
Documento Adobe Acrobat [1.3 MB]
Download
Manifesto Seminario DSA 27 marzo 2014.pd
Documento Adobe Acrobat [295.5 KB]
Download

CAD FINANZE: CAMBIO AL VERTICE DEL DIPARTIMENTO. IL DR. MASSIMILIANO CUOMO E’ IL NEO PRESIDENTE

Il Presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano ha incontrato a Roma il dr. Massimiliano Cuomo, Amministratore delegato di Almas Spa , società di mediazione creditizia regolarmente iscritta nell’elenco tenuto dall’ OAM avente numero M124, convenzionata con Banche, Intermediari finanziari, società di mediazione e nello specifico propone prodotti e servizi di Che Banca Spa ,Banca Nazionale del Lavoro – Gruppo BNP PARIBAS , Consumit – Monte Paschi Siena ,Compass – Gruppo Mediobanca ,IBL Banca,Futuro Spa – Santander ,Ucifin Spa – Unicredit Fin ,Conafi Prestitò ,Lombard Merchant Bank ,Unicredit Banca ,Ing Direct .

 

Interviene il dr. Cuomo: Questo incarico corona i tanti anni di lavoro che mi ha visto protagonista di interventi in favore di imprenditori in difficoltà e società al collasso. ALMAS propone un modello d’offerta fondato su valori, procedure e strumenti unici sul mercato e capaci di offrire un processo di consulenza ed assistenza con piena credibilità, autorevolezza e autonomia, secondo uno schema che troverà ampia affermazione sul mercato nei prossimi anni.

La qualità di ALMAS è testimoniata dalla collaborazione con selezionati e importanti Istituti di Credito ed Assicurativi, Internazionali e Nazionali e con altrettanto autorevoli ed importanti associazioni di diverse categorie di lavoratori. ALMAS ha dato vita ad un aggregato di specialisti in diverse discipline ed ha creato un modello di convergenza, in un’unica realtà d’impresa, di più discipline, in passato, spesso distanti e divergenti. Il credito alle famiglie, il credito alle imprese, e la gestione del risparmio, rappresentano altrettante distinte divisioni di business del gruppo ALMAS che, ognuno nella sua autonomia logica e professionale, coesistono nella stessa realtà imprenditoriale, per dare servizi inclusivi e specializzati ai clienti. Un cliente è un capofamiglia, certo, ma spesso è anche un imprenditore! Spesso l’imprenditore è anche il capo di molte famiglie, attraverso i suoi collaboratori ed i suoi dipendenti! Saper leggere con attenzione e professionalità le esigenze trasversali dei clienti costituisce il punto di forza e di successo del Gruppo ALMAS S.p.A.

 

Interviene il Presidente Salsano: ALMAS, attraverso l’accordo con il CAD, si propone di incrementare i volumi delle operazioni di finanziamenti e con apporto di nuova clientela;

Il “CAD” è interessata a far lavorare i disoccupati ed a creare nuove opportunità di lavoro.

Avere Massimiliano nel CAD ci darà la possibilità di creare un dipartimento di alto profilo dove convergenza di idee e progetti saranno all’ordine del giorno. Tutti i Presidenti di circolo in regola con i tesseramenti potranno avere la consulenza della Task force di Almas.

Grazie Massimiliano

 

DIPARTIMENTO POSTE E TELECOMUNICAZIONI: POSTE MEDITERRANEE SIGLA L’ACCORDO NAZIONALE CON IL CAD E NICOLA LISTA NE PRESIEDERA’ I LAVORI

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha Siglato con la società Poste Mediterranee,un accordo economico di carattere Sociale. Ne coordinerà i lavori l’imprenditore Nicola Lista. POSTE MEDITERRANEE svolge l’attività nel campo postale e delle informazioni commerciali in genere ed offre i propri servizi a diverse società private, privati cittadini e enti pubblici.

 

Interviene Nicola Lista: Il progetto Poste Mediterranee ha iniziato a muovere i suoi primi passi circa quattro anni fa quando un gruppo di persone, ciascuno con esperienze maturate sempre nel settore delle poste private, decide di unire le forze e di presentarsi come valida alternativa alle poste nazionali, Poste Italiane. È stato così che si è iniziato sin da subito a studiare il mercato e man mano che le liberalizzazioni si facevano più concrete si è voluto dar vita ad un insieme di strumenti fatto di esperienza tecnico e commerciale che questo gruppo di professionisti consolidati ha voluto far nascere sotto il nome di “Poste Mediterranee”.

Ciò che ci distingue è senza dubbio la realizzazione di sistemi basati sull’innovazione e la tecnologia. Un software studiato a fondo, accompagnato da strumenti sofisticati e funzionali, ma al contempo semplice. Mettero’ a disposizione di tutti i caddiani la mia esperienza e la nostra professionalità. Ringrazio il Presidente Salsano per avermi dato questa grande opportunità.

 

Conclude il Presidente Salsano: L’accordo siglato con Poste Mediterranee darà la possibilità a molti giovani di trovare occupazione. Creeremo agenzie in ogni provincia o distretto d’Italia. Previa richiesta alla nostra segreteria organizzativa, daremo a tutti la possibilità di ricevere la necessaria documentazione.

Grazie Nicola, un’altra goccia nell’ormai grande vaso caddiano.

 

CAMPAGNA TESSERAMENTI CAD/CIC PER L’ANNO 2013/2014

Cari amici Caddiani,vi ricordo che il nostro tesseramento è aperto dal 18

Novembre 2013 e terminerà il 28 Febbraio 2014. Vi preghiamo pertanto di attivarVi nel territorio per la campagna di adesione con le modalità di seguito descritte.

 

MODALITA’ OPERATIVE

 

 

 

Il tesseramento è libero e puo’ essere effettuato da tutti anche On-line. I Presidenti Provinciali e quelli delle Città Metropolitane avranno il controllo delle operazioni sui territori. I Dipartimenti avranno anche essi la possibilità di tesserare coordinandosi direttamente con il CAD Nazionale.

 

TIPOLOGIA DI TESSERA

 

 

La tessera sarà unica con 4 possibili opzioni:

 

 

1. TESSERA BASE

2. PREMIUM

3. GOLD

4. WORLD

 

 

LA TESSERA BASE

 

 

La tessera base avrà un costo di 20€ e darà la possibilità al tesserato di

partecipare alla vita sociale del CAD territoriale o dipartimentale.

I presidenti locali provvederanno a bonificare il 10% degli introiti sul conto corrente Nazionale, ogni 100 tesserati acquisiti.

Ogni tesserato dovrà avere un modulo di adesione corrispondente debitamente compilato e tenuto presso la sede del CAD locale che dovrà comunicare via email al CAD Nazionale i soli seguenti dati:

NOME,COGNOME, MANSIONE, CELL,CODICE FISCALE, EMAIL

Il CAD Nazionale, verificato l’avvenuto Bonifico, provvederà a trasmettere le

100 tessere debitamente compilate, riportando il solo codice “BASE”.

 

 

 

Coordinandosi con la direzione nazionale si potrà avere anche un numero inferiore di tessere (100).

 

 

LA TESSERA PREMIUM

 

 

La tessera PREMIUM avrà un costo di 30€ e darà la possibilità al tesserato di

partecipare alla vita sociale del CAD territoriale o dipartimentale.

L’opzione PREMIUM darà al tesserato CAD l’assicurazione “LEGALITA’ & FAMIGLIA”, più precisamente la garanzia riguarda la tutela del singolo associato e della propria famiglia nell' ambito della sua vita privata e di relazione nel caso in cui debba sostenere vertenze per il recupero danni subiti a persone e cose dovuti a fatto illecito di terzi,; sia sottoposto a procedimenti penali per delitto colposo o per contravvenzioni derivanti da violazioni in materia fiscale ed amministrativa.

Le spese legali previste sono:

- per l'intervento di un legale incaricato alla gestione del caso assicurativo;

- per l' intervento di un perito/ consulente d' ufficio e/o di un consulente tecnico di parte;

- di giustizia, liquidate a favore di controparte in caso di soccombenza;

- conseguenti ad una transazione autorizzata dalla società;

- di accertamenti su soggetti, proprietà, modalità e dinamica dei sinistri;

- di indagini per la ricerca di prove a difesa nei procedimenti penali;

- per la redazione di denunce, querele, istanze all' autorità giudiziaria degli arbitri e del legale intervenuti, nel caso in cui una controversia che rientri in garanzia debba essere risolta o deferita avanti a più arbitri;

- per il contributo unificato per le spese degli atti giudiziari, se non ripetuto alla controparte in caso di soccombenza di quest' ultima.

 

 

Inoltre in caso di arresto, minaccia di arresto, o di procedimento penale all' estero, in uno dei paesi dove la garanzia e' operante, la società assicura le spese per un interprete; le spese per la traduzione di verbali o atti del procedimento; le spese per anticipo della cauzione entro il massimale indicato in polizza.

La polizza vale in tutta Europa

Massimale : euro 5000,00 per sinistro e illimitato per anno

 

I presidenti locali provvederanno a bonificare il 10% delle 20 € + le 10€ dell’opzione PREMIUM, sul conto corrente Nazionale, ogni 100 tesserati acquisiti.

Ogni tesserato dovrà avere un modulo di adesione corrispondente debitamente compilato e tenuto presso la sede del CAD locale che dovrà comunicare via email al CAD Nazionale i soli seguenti dati:

NOME,COGNOME, MANSIONE, CELL,CODICE FISCALE, EMAIL

Il CAD Nazionale, verificato l’avvenuto Bonifico, provvederà a trasmettere le

100 tessere debitamente compilate, riportando il codice “BASE” e quello

 

 

 

PREMIUM. Coordinandosi con la direzione nazionale si potrà avere anche un numero inferiore di tessere (100).

Il Codice PREMIUM riportato sulla tessera darà la possibilità al tesserato di usufruire del servizio assicurativo.

 

 

 

 

LA TESSERA GOLD

 

 

La tessera GOLD avrà un costo di 40€ e darà la possibilità al tesserato di

partecipare alla vita sociale del CAD territoriale o dipartimentale.

L’opzione GOLD darà al tesserato CAD oltre al servizio PREMIUM, l’assicurazione “GARANZIA MORTE E INVALIDITA’ ” ,che darà al tesserato

20.000,00 € in caso di morte e 8.000,00 € in caso di invalidità permanente,

con franchigia al 5%.

I presidenti locali provvederanno a bonificare il 10% delle 20 € + le 20€ dell’opzione PREMIUM+GOLD, sul conto corrente Nazionale, ogni 100 tesserati acquisiti.

Ogni tesserato dovrà avere un modulo di adesione corrispondente debitamente compilato e tenuto presso la sede del CAD locale che dovrà comunicare via email al CAD Nazionale i soli seguenti dati:

NOME,COGNOME, MANSIONE, CELL,CODICE FISCALE, EMAIL

Il CAD Nazionale, verificato l’avvenuto Bonifico, provvederà a trasmettere le

100 tessere debitamente compilate, riportando il codice “BASE” , “PREMIUM” e GOLD. Coordinandosi con la direzione nazionale si potrà avere anche un numero inferiore di tessere (100).

I Codici GOLD e PREMIUM riportati sulla tessera darà la possibilità al tesserato di usufruire del servizio assicurativo corrispondente.

 

 

LA TESSERA WORLD

 

 

La tessera WORLD avrà un costo di 100€ e darà la possibilità al tesserato di

partecipare alla vita sociale del CAD Internazionale.

L’opzione WORLD darà al tesserato CAD oltre al servizio PREMIUM e GOLD, l’assicurazione “ESTERO SICURO ” ,che darà al tesserato la possibilità di tornare dall’estero in Italia,in caso di eventi incresciosi e/o incidenti.

I presidenti locali provvederanno a bonificare il 10% delle 20 € + le 80€

dell’opzione PREMIUM+GOLD+WORLD, sul conto corrente Nazionale.

Ogni tesserato dovrà avere un modulo di adesione corrispondente debitamente compilato e tenuto presso la sede del CAD locale che dovrà comunicare via email al CAD Nazionale i soli seguenti dati:

NOME,COGNOME, MANSIONE, CELL,CODICE FISCALE, EMAIL

Il CAD Nazionale, verificato l’avvenuto Bonifico, provvederà a trasmettere la tessera debitamente compilata, riportando i codici “BASE” , “PREMIUM” ,GOLD e WORLD.

 

 

 

I Codici WORLD,GOLD e PREMIUM riportati sulla tessera daranno la possibilità al tesserato di usufruire del servizio assicurativo corrispondente.

 

 

NOTE TECNICHE

 

 

Le tessere avranno una codifica territoriale, provinciale, regionale e Nazionale. Stessa cosa vale per i dipartimenti.

Si hanno 15 campi.

I primi 2 codificheranno la regione, i secondi 3 la provincia. Gli altri 4 il circolo. Gli ultimi 6 la numerazione nazionale della tessera.

 

 

ESEMPIO 1

IL CIRCOLO “ROMA VI” ha sottoscritto 230 modelli di adesione (scaricabili da Internet). Provvede, in caso di sole tessere “BASE” ,al bonifico sul conto corrente nazionale del CAD di 460,00 €. Il CAD Nazionale compila le tessere e le spedisce al CAD locale. La tessera è cosi’ compilata:

 

 

_ _ / _ _ _ / _ _ _ _ / _ _ _ _ _ _ LA / RM6 / 0230 / 090124

 

 

LA = LAZIO RM6= ROMA 6

0230= NUMERO ISCRITTI AL CIRCOLO ROMA VI

90.124 = NUMERO ISCRITTI TOTALE (PARZIALE)

(SI E’ EVITATO DI DESCRIVERE IL PROCESSO INTERNO DA IL CAD CIRCOLO

ED IL CAD METROPOLITANO)

 

 

 

 

ESEMPIO 2

 

 

IL DIPARTIMENTO NAZIONALE “GIUSTIZIA” ha sottoscritto 30 modelli di adesione (scaricabili da Internet). Provvede, in caso di sole tessere “BASE” ,al bonifico sul conto corrente nazionale del CAD di 60,00 €. Il CAD Nazionale compila le tessere e le spedisce al DIPARTIMENTO. La tessera è cosi’ compilata:

 

 

_ _ / _ _ _ / _ _ _ _ / _ _ _ _ _ _ DG / NAZ / 0030 / 091125

 

 

DG = DIPARTIMENTO GIUSTIZIA NAZ= NAZIONALE

0030= NUMERO ISCRITTI AL DIPARTIMENTO

91.125 = NUMERO ISCRITTI TOTALE (PARZIALE)

 

 

 

 

 

LA DIREZIONE NAZIONALE E’ A DISPOSIZIONE PER EVENTUALI CHIARIMENTI. IN ALLEGATO E’ TRASMESSA LA TESSERA TIPO.

RICORDIAMO CHE UN CAD PROVINCIALE E/O METROPOLITANO SARA’ RICONOSCIUTO SOLO SE AVRA’ EFFETTUATO ALMENO 51 TESSERE “BASE”. IDEM COSA PER I CIRCOLI, COME DA STATUTO.

 

 

 

 

        IL PRESIDENTE

Ing. Gerardo ROSA SALSANO

 

campagna tesseramenti per il 2013-2014.p
Documento Adobe Acrobat [236.0 KB]
Download
modulo+di+adesione+cartaceo 2013-2014.pd
Documento Adobe Acrobat [311.1 KB]
Download
tessera cad.pdf
Documento Adobe Acrobat [192.7 KB]
Download

ROMA:il CAD lancia l’agenzia UFINCO, l’ufficio Informazioni Commerciali autorizzato dalla Prefettura di Roma. Osvaldo Marfoglia ne coordinerà i lavori.

Inteviene il dr. Marfoglia: I primi accenni di agenzie di informazioni commerciali si hanno a partire dal 1929, riconosciute poi con il T.U.P.S. 134 del 1931 quali realtà di riferimento certo in un contesto sociale ove assume un ruolo di rilevante importanza per poter intrattenere rapporti commerciali di qualunque tipo. Dal 1931 a tutto il 1970 questo tipo di azienda veniva denominata ragguaglieria; poi nel tempo hanno avuto una specie di aggiornamento nell'etimo e sono state chiamate "agenzie di informazioni commerciali" fino ad essere infine definitamente riconosciute come parte integrante dell'attività economica internazionale con il D.M. 269 del 1° dicembre 2010 a firma del ministro Maroni.Ogni agenzia di informazioni commerciali deve essere munita di regolare licenza rilasciata dalla Prefettura della città di appartenenza, con supervisione della Questura Centrale, la quale (quest'ultima) provvede a verificare tutte le possibilità di concessione della licenza per la legge antimafia. L'associazione di categoria di riferimento è la Federpol, presso la quale si possono seguire corsi di preparazione e di aggiornamento periodici. Attuale presidente Pellegrino Genuario.

 

Una buona agenzia di informazioni commerciali, deve essere in grado anche di poter effettuare piccole investigazioni, ma innanzitutto deve poter fornire alla clientela le indagini base:

 

1) Indagine su persona fisica. Consente di valutare l'affidabilità di una persona attraverso la raccolta di dati che possano dare la giusta immagine economica-giuridica del soggetto preso in esame(Preassunzioni-prematrimoniali-precontratto ecc).Tutto ciò per essere preparati a qualunque tipo di abboccamento sociale.

 

2) Indagine su ditte-aziende e società in genere. Permette di verificare la solvibiltà dei soggetti giuridici, fornendo dati della CCIA, bilanci, eventuali proprietà immobiliari (ed anche mobiliari), possibili relazioni bancarie(Privacy permettendo), studio della consistenza socio-patrimoniale in genere ecc. Questo è uno strumento indispensabile per non essere spiazzati in qualunque tipo di contrattazione in seno a qualunque azienda e che permette di valutare l'entità della eventuale esposizione verso i terzi. Questa è una operazione che si consiglia di ripetere periodicamente almeno ogni sei mesi al fine di aggiornare le varie situazioni che si posso creare nella prosecuzione dei contatti socio-economici(Tallonare il cliente nell'evolversi delle forniture)

 

3) Indagini prelegali e rintracci vari. Questo tipo di informazione è uno strumento essenziale per tutti gli studi legali in genere e per gli uffici legali di tutte le aziende che debbono recuperare importi non andati a buon fine. Con un rapporto informativo di questo tipo suggeriamo alla clientela se è possibile rientrare in possesso del debito o se conviene portarlo definitivamente a "perdita". Nel secondo caso è inutile continuare l'indagine. Nel primo caso viene redatta una informazione che prende in esame la consistenza patrimoniale (sia del soggetto giuridico o privato), dove è possibile notificare eventuali atti giuridici (decreti ingiuntivi ecc.) quindi esatto indirizzo del debitore (o responsabile quale titolare, amm.re unico, presidente ecc.) e comunque dettiamo il miglior modo per perseguire il debitore per il buon risultato finale:IL RECUPERO DEL CREDITO.

 

 

Oltre i basilari servizi di cui sopra l’agenzia UFINCO fornirà anche questi servizi:

 

a) servizio protesti su base nazionale immediato. Vale a dire che mentre il cliente è al telefono deve sapere con assoluta certezza che non esistono sul nominativo di suo interesse almeno i protesti elevati negli ultimi cinque/dieci anni.

b) Conservatoria. Visure ipocatastali su immobili di eventuale proprietà e se sugli stessi incidono ipoteche o mutui vari o negatività di qualsiasi genere.

c) INPS. Verifica del posto di lavoro ed entità della busta paga, nonchè anzianità di lavoro.

d) Camera di commercio. Fornitura delle visure relative a tutte le società nazionale con menzione del N° cciaa, capitale sociale ( se è una scoietà di capitale) esponenti sociali, data di costituzione e sede sociale e sedi locali.

e) PRA. Fornitura della targa o del proprietario di un automezzo.

f) Altri servizi , ECC.

 

Conclude il Presidente Salsano: Con la UFINCO daremo la possibilità a tutti i dirigenti caddiani ed ai Presidenti di portare i servizi di cui sopra nella provincia di appartenenza. L’accordo quadro con UFINCO prevede anche la formazione a costo zero per i caddiani che vogliono iniziare questo lavoro. Per le informazioni richiederle via email all’indirizzo della segreteria nazionale.

 

 

Piu' c'è crisi piu' c'è CAD - tiKoTV

 

Intervista al Presidente Salsano su "tikoTV"

 

Guarda l'intervista --> clicca qui

ROMA:il CAD lancia il POINT SERVIZI, con la possibilità di dare lavoro ai giovani e servizi alle aziende.

Il CAD ha concluso l’accordo per l’apertura di punti servizio con la Business Group Pay che opera nel settore dei servizi di assistenza alle Imprese, nei sistemi di pagamento e della moneta elettronica.

Interviene Francesco Proda il referente di Business Group Pay: la nostra società nasce dalla convinzione di creare una Azienda in grado di sviluppare e consolidare una rete commerciale di distributori, agenti e punti vendita al fine di collocare capillarmente nel territorio italiano la piattaforma informatica di servizi di proprietà denominata WPAY SYSTEM. Infatti, proprio con quest’ultima è in grado di erogare prodotti, quali a titolo esemplificativo ricariche telefoniche on line dei principali gestori di telefonia mobile (Tim, Vodafone Wind ed H3G), pagamenti utenze con bollettini premarcati e bianchi, informazioni commerciali, pagamento bolli auto, pagamenti Mav e Rav, erogazione di servizi turistici, nonché servizi di c.d. monetica come la commercializzazione e ricarica di carte di debito prepagate del circuito Mastercard, grazie ad accordi di partnership con istituti bancari che detengono la tesoreria in ottemperanza alla vigente normativa. La società sebbene relativamente giovane, si e’ dotata sin dall’inizio di strutture e soprattutto di uno staff altamente qualificato nel settore di interesse, in grado di seguire, consigliare e supportare tutti i propri clienti dalla stipula del contratto agli adempimenti legali, per coloro che intendono avvalersi dei prodotti di monetica. La ferma convinzione nell’importanza della diversificazione dei prodotti e nell’importanza di offrire soluzioni innovative ed alla portata di tutti motivano le scelte commerciali dell’Azienda e la spingono ad ampliare ogni giorno il pacchetto dei sevizi offerti ricercando nuovi partner e collaboratori che apportino un “aliquid novi” essenza e necessità nel commercio di oggi. E il CAD è il nostro partner ideale.

Conclude il Presidente Salsano: la cosa che mi ha coivolto nell’accordo è la possibilità che daremo a tutti quei imprenditori che hanno avuto problemi con le Banche e non danno loro piu’ credibilità. E poi avremo la possibilità di dare lavoro a tanti giovani e non che vogliono lavorare in questo settore. Per informazioni scrivere una email alla nostra segreteria nazionale.

 

 

Interviene Alberto: questi servizi si sommeranno a quelli già presenti negli sportelli del CAD di tutta Italia. Avere Energia, Gas e telefonia al 15-20 % in meno delle tariffe attuali è sicuramente un grande passo avanti. Daremo lavoro ai giovani e buone possibilità di guadagno.

Conclude il Presidente Salsano: Le FOC (Family Office Cad) già lanciate da Arrigo saranno integrate dai Servizi primari e si potrà fornire alle utenze un ventaglio completo.

Insieme saranno in grado di soddisfare le esigenze di tutti gli associati per quanto riguarda il credito e gli investimenti produttivi. Sarò a San Marino quanto prima per ratificare lo Start-up del coordinamento internazionale delle FOC.

Grazie Arrigo

 

ARTI TERAPIE: NASCE LA COMMISSIONE NAZIONALE, STEFANO CENTONZE NE PRESIEDERA’ I LAVORI

Il Presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano ha incontrato a ROMA il dr. STEFANO CENTONZE, presidente di ARTEDO,Social Network del Terzo Settore e capofila del progetto autofinanziato denominato CREIAMO LA RETE che ha suscitato l’interesse ed il gratuito patrocinio delle Province di Milano, Grosseto, Biella, Enna, Macerata, Messina, Campobasso, Medio Campidano, Ragusa e la Regione Valle D’Aosta.

Interviene il Neo Presidente Centonze: ho fondato, in sinergia con l’Istituto di Arti Terapie e Scienze Creative, un modello didattico denominato “PROTOCOLLO DISCENTES PER LA FORMAZIONE IN ARTI TERAPIE IN ITALIA”, basato su metodologia didattica mista, tra formazione in presenza e formazione on line; ho fondato, in sinergia con l’Associazione Di.Te., un modello didattico denominato “PROTOCOLLO DISCENTES PER LA FORMAZIONE NEL COUNSELLING RELAZIONE ESPRESSIVO INTEGRATO IN ITALIA”, basato su metodologia didattica mista, tra formazione in presenza e formazione on line. Con il CAD organizzerò corsi di formazione nella metodologia didattica descritta rivolti agli operatori dell’ambito sociale, dell’arte e delle relazione d’aiuto (Psicologi, Medici, Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica, Fisioterapisti, Psicopedagogisti, Assistenti Sociali, Educatori Professionali, Dirigenti ed Operatori di Comunità - nel settore Minori, Anziani ed Handicap, fisico e psichico -, Operatori dei Centri di Salute Mentale, Infermieri, Insegnanti, Insegnanti di Sostegno, Studenti Universitari, Operatori impegnati nel volontariato, Arte Terapisti, Artisti, Attori, Musicisti)

Conclude il Presidente Salsano: La Commissione presieduta da Centonze promuoverà in tutta Italia la filosofia della Medicina Naturale . Essa tende a rimuovere il sintomo eliminandone le cause prime con varie terapie basate su tecniche appropriate, le sole che si basano sulla concezione della salute come lo stato di ordine, e cura ogni disordine patologico con medicine di tre categorie (vegetale, animale, minerale) per determinare l’ordine e l’equilibrio con il temperamento individuale.

Ci sarà la possibilità di aprire, da parte degli iscritti al CAD, Scuole di Formazione in Arti Terapie (Musicoterapia, Arteterapia, Danzaterapia e Teatroterapia).

Un'altra possibilità per i nostri e visti i tempi…. Non è poco.

Benvenuto Stefano

 

IL CAD NAZIONALE A TARANTO RITIRERA' IL PREMIO INTERNAZIONALE CLIO 2012‏

L'11 SETTEMBRE 2012 , ore 20,presso il Palazzo di Citta' di Taranto nella splendida e elegante location del Salone degli Specchi , avverrà la Premiazione dell'Ing. Gerardo Rosa Salsano, per il suo interesse e per la sua devozione allo spirito di associazionismo e di sviluppo della cultura territoriale ai livelli piu' alti.

Le associazioni Culturali Artava e Sematha conferiscono il premio speciale "Clio 2012".

 

Al C.A.D. Sociale il premio internazionale "Antonietta Labisi"

Al C.A.D. Sociale (Centri Ascolto del Disagio) il premio internazionale "Antonietta Labisi", consegnata la targa d'argento per la 19° edizione al Presidente Nazionale Ing. Gerardo Rosa Salsano.

 

Per la sua XIX^ edizione il Premio internazionale "Antonietta Labisi", assegnato ogni anno a personalità ed organismi distintisi nel campo sociale, della ricerca, della scienza e della cultura, è stato occasione di riflessione oltre che evento di mondanità. Organizzato dall'Associazione internazionale "Antonietta Labisi" presieduta dall'avv. Corrado Labisi che la istituì per ricordare la scomparsa prematura della madre Antonietta, fondatrice e direttrice dell'Istituto medico psicopedagogico "Lucia Mangano" e costantemente impegnata nel sociale, la prestigiosa targa d'argento perpetua la sua missione e anche per il 2012 sceglie nove illustri realtà a cui riconoscere il valore. A condurre l'evento, sabato scorso all'Hotel Nettuno, Nino Graziano Luca, davanti ad un folto pubblico e alle numerose autorità intervenute. I momenti di spettacolo sono stati affidati alle performance della soprano Konja ed il tenore catanese Filippo Micale, con la partecipazione del Maestro Vincenzo Spampinato che ha aperto la manifestazione cantando l'Inno Siciliano Madreterra".