Centri di Ascolto del Disagio

                                                     Rubrica Tavolo Politico-Letterario  Videointerviste     

 

Saint CHARBEL rappresenta per i CAD, il simbolo della riconciliazione religiosa del Mediterraneo. I CAD dovranno preoccuparsi di quella culturale e sociale. Il Libano martoriato dalla guerra esalta l'opera di un Santo che và oltre i propri territori, che penetra nella vita degli altri popoli determinando quella pax sociale e religiosa anche tra le famiglie appartenenti ad altre Religioni. Concludendo S. Charbel combatte per eliminare il disagio religioso, i CAD si battono per eliminare quello sociale e culturale.

La Rubrica del Volontariato Politico

 

GAMBERO ITALIA

 

“JOBS DIS…ACT” E “LEONARDO DA…..PERDI”

 

SCHIAFFO DI RENZI ALLA PROCURA DI TRANI

 

 

 

Mentre è in atto la disputa mediatica tra Renzi e Marino per chi è più “Americanamente fedele”, il Paese Italia soffre ancora di più la sua crisi, conscia che le riforme ancora non danno i risultati sperati, vedi il jobs-act che produce in controtendenza disoccupazione (dati di giugno), e Roma rappresenta l’immagine immonda da “quarto mondo” offerta a livello mondiale , tant’è che viene vista come l’ “icona massima” del Paese Disastrato.

 

Il popolo è spaesato , perché si sente “Senza Paese”.

 

E’ stanco di essere preso in giro, sa che senza iniezioni di investimento pubblico nel sistema industriale italiano ( quel poco che resta) non si creano nuovi posti di lavoro .

 

E’ una ovvietà ! Il buco nero dell’Italia è che non si vede la classe politica adeguata per impostare per il Paese un Progetto Innovativo. Si sono cooptati tanti Ragazzi della Via Pal , allo scopo di ritardare le elezioni a protezione del fenomeno emergente del M5S e soprattutto per salvare la Casta. Operazione riuscita, ma oggi questa classe politica “sbarbata” dovrebbe impostare il Progetto Italia. Finora abbiamo visto solo virulenza per occupare il potere fine a se stesso, senza trasmettere pensiero per come traguardare il come impostare il “futuro a dignità nazionale rispettata”.

 

Il tutto con una fretta angosciosa a “giovanilizzare” la Casta, non certo a rottamarla.

 

Ci dobbiamo augurare il loro fallimento? NO, fino a che non si è trovata una quadra culturale solidale intergenerazionale tra politica, sindacato e imprenditoria.

 

E allora ? Bisogna aiutare i giovani, come al solito ad essere meno impulsivi e più pensanti.

 

Noi nel nostro piccolo proviamo a dare il nostro contributo.

 

Tornando ad un ipotetico Progetto Nazionale Innovativo per la Ricostruzione, diciamo la nostra.

 

Occorrerebbe diversificare gli aiuti di Stato, lasciando il “conforto tradizionale” alle mega opere pubbliche, che producono costi smisurati con indici di corruzione “esageratamente proporzionali” e posti di lavoro minimali.

 

Nessuno vuole tornare al vecchio sistema industriale che ha lavorato in spregio ad ogni minimo vincolo ambientale e , se pure qualcuno lo volesse fare, il Paese Italia ha dismesso all’estero la propria capacità industriale, quindi non ne avrebbe la potenzialità attuativa.

 

Quindi cosa fare ? Ripartire con le nostre eccellenze del terziario e vocarsi industrialmente ad una specializzazione “obbligatoria” , che coniughi sostenibilmente risorse ambientali, risorse economiche e risorse umane. Il punto d’equilibrio misurarlo sui livelli di risparmio energetico-ambientale e sicurezza, bacino mosaicale dove creare nuovi posti di lavoro, non certo concentrici , ma a spalmatura terziaria. La politica non è pronta a creare questo stato di cose, perché inadeguata. Ha ragione Renzi occorre un Sindacato con nuove idee e meno tessere per andare incontro alla politica, che risulta in piena confusione. Non è un’accusa, ma un’esortazione ad aiutarlo. Un “HELP”!!!!!

 

Proviamo a pensare un nuovo “Welfare”, motore convergente alla politica adeguata , dove il Sindacato riveda il ruolo “ perennemente divergente ” contro un nemico e un padrone fantasma.

 

La riforma più importante che deve essere approvata è quella sul Welfare 2.0 e la deve proporre un Grande Sindacato di partecipazione e condivisione sull’altare della possibilità di muovere investimenti, atti a produrre posti di lavoro..

 

Solo quando avremo realizzato questa grande assonanza tra politica e sindacato, motore unico per un Piano Industriale Innovativo, che noi individuiamo in quello del Risparmio Energetico-Ambientale e Sicurezza, potremmo fare anche la voce grossa in Europa per chiedere la sospensione e la rivisitazione del Patto di Stabilità. Solo crescendo industrialmente e con un PIL vitaminizzato potremo onorare il debito.

 

I Francesi hanno messo in atto la “disobbedienza autoritaria”, giocando il ruolo di rappresentare i primi “delegati americani” nel U.E. In virtù di questo con un’arroganza protetta hanno raggiunto l’obiettivo di sforare il Patto di Stabilità. Un “me ne freco” applicativo, che svilisce ogni richiamo al rispetto condiviso delle regole.

 

Come al solito la voce grossa si fa solo con i più deboli.

 

Insomma, tornando a noi, la prima cosa da ricreare è trovare la formula per ridare al Popolo la consapevolezza di avere un Paese , dove valga la pena di sacrificarsi, con un suo Progetto difeso e promosso da politici italiani a tutto campo e non da scimmiottanti “valletti velinari senza confini”. FORTI, UNITI E AFFIDABILI.

 

Pensiamo che solo creando queste condizioni, la gente possa tornare alle urne.

 

La speranza è la nostra condizione militante.

 

 

 

Veniamo ai fatti della settimana:

 

· Roma, con il rogo della pineta prospiciente l’Aeroporto di Fiumicino e il successivo black-out elettrico, perde definitivamente la sua faccia internazionale. Tant’è che qualcuno ha proposto anche il cambiamento del nome allo scalo: “Leonardo da…Perdi”. Tra Enac e Vuelig si scatena una guerra tra “Pigs”;

 

· Sempre nella Capitale Marino presenta la nuova Giunta sempre più distante dal PD Romano asfaltato. Entra il parlamentare Esposito di Moncalieri e tifoso juventino. Sarà lui a ripensare l’intero comparto trasporti romano e avrà il vantaggio di essere consigliato dal “torinese” Montezemolo, già esperto di binari e aerei;

 

· Azzolini viene salvato dal PD, dopo che aveva lasciato al suo destino il siciliano Genovese. Perché due pesi e due misure? Il salvataggio di Azzolini è stato utile a Renzi per confermare la saldezza della maggioranza, anche se variegata, vedi ALA di Verdini, ma principalmente per mandare uno schiaffo mediatico alla Procura di Trani, infatti tempo fa la stessa Procura ebbe l’ardire di citare le società di rating americane per danni arrecati con le loro valutazioni negative. Invece a suo tempo l’intransigenza con Genovese, e il relativo lasciapassare all’arresto, permise a contribuire l’incasso elettorale delle Europee;

 

· A Pechino sono stati aggiudicati i prossimi Giochi Olimpici Invernali. E’ la solita decisione politico diplomatica, infatti non ci sono i monti. E’ come se l’avessero affidata a Rimini. Morale con il business non si…Gioca;

 

· Matteo sbarca in Giappone per implementare liberi scambi commerciali e industriali tra UE e Tokyo. Nel campo della cucina mediatica sta già avvenendo, come EXPO insegna;

 

· Matteo inciampa sulla RAI, ma subito dopo corregge il tiro. La cosa evidenzia e conferma che ormai il PD è un Partito Doppio e la riforma che si vuole applicare è stonata, in quanto si vuole adottare una formulazione privatistica su di un corpo pubblico. Il rigetto è garantito;

 

· All’EXPO continua il balletto delle cifre sui visitatori. Per noi il successo dell’esposizione non si deve registrare sugli ingressi, ma sulla capacità dell’evento a sortire i parametri per misurare i livelli della Fame nel Mondo e dando gli indicatori per controllarne il recupero. Inoltre, in considerazione che noi dovremmo pensare più al CIBUS e meno al FOOD, coniugare qualità e quantità, secondo un consumo interclassista. In ultimo essendo l’agricoltura il campo più “vorace” di risorse idriche, stimolare il primo risparmio della risorsa acqua con l’adozione di dissalatori medio-piccoli e far si che le falde, ormai tragicamente inquinate, possano naturalmente bonificarsi. Se a chiusura dell’evento sapranno far sottoscrivere ai partecipanti un documento d’impegno su quanto sopra, sarà un grandissimo successo al di là della banalità sul numero dei visitatori, eternamente ballerino.

 

 

 

Il CEO Messina di INTESA sul Corsera del 02.08.2015, in un’intervista incita tutti a collaborare su quello che sarà il pilastro del rilancio: il risparmio. Siamo contenti di leggere pareri di così autorevoli personaggi, che sono in comunione con i nostri pensieri. Siamo disponibili a partecipare allo sforzo di una politica integrata di prodotto basata sul risparmio. Qualora qualcuno pensasse ad “Una Leopolda Specifica”, tra associazioni e sindacato, per dialogarne a proposito: noi ci saremo come CAD e Volontari per l’Italia.

 

Siamo ad Agosto ed anche noi andiamo in ferie con la nostra Rubrica. Riprenderemo con quella di Lunedì 24. Con l’occasione facciamo gli auguri a tutti di Buon Ferragosto e felici Vacanze, per chi può, nonché serena permanenza a casa, sull’altare del risparmio, per chi non può.

 

 

 

IL SEGRETARIO GENERALE                                            IL PRESIDENTE

      Sandro Scarfini                                                Gerardo Rosa Salsano

 

Leggi tutte le rubriche pubblicate ---> clicca qui

KOSOVO: IL CAD APRE GLI UFFICI A PRISTINA E GIUSEPPE CIANCI E' IL SUO PRESIDENTE‏

 

 

Interviene Giuseppe Cianci: La situazione di sicurezza in Kosovo rimane relativamente stabile pur conservando, considerati i gravi e recenti trascorsi, elementi di precarieta' che tuttora richiedono la dislocazione sul territorio di una Missione NATO(KFOR) e una dell'Unione Europea (EULEX). Permangono infatti tensioni, passibili di rapide degenerazioni, che spesso sfociano in manifestazioni di protesta e disordini, in genere nell’area Nord (a Nord della città di Mitrovica e del fiume Ibar), ma che hanno saltuariamente interessato anche altre regioni del Paese e di recente il centro della città di Pristina. A parte questi episodi sporadici il CAD puo' essere elemento stabilizzante anche dal punto di vista politico e sociale. Sto completando l'iter burocratico per farci riconoscere e per Settembre voglio il Presidente Salsano a Pristina, ospite di questa meravigliosa terra e di questo accogliente popolo europeo.

 

 

 

Interviene il Presidente Salsano: La vera sfida sarà far dialogare Pristina con Belgrado.Da quando, nel 2008, la neonata Repubblica, ex provincia autonoma della Serbia, ha dichiarato la sua indipendenza unilaterale.Bruxelles investe capitale economico e umano perché il controllo della Serbia è strategico nei rapporti di forza con la Russia, ma non solo: a dicembre, secondo Frontex, il 40% degli immigrati irregolari entrati nella Ue proveniva da qui. Il Kosovo, che dista meno di 300 chilometri dalle coste italiane, è nel cuore dell’Europa.

 

Dal 2007 al 2013 sono arrivati a Pristina 673,8 milioni di euronel programma per la Instrument for Pre-Accession Assistance(Ipa, fondi di assistenza di preadesione) e altri 645,5 milionisaranno erogati fino al 2020 (Ipa II). Poco più di 1,3 miliardi di euro che servono a preparare, nel prossimo decennio, l’ingressodel Kosovo nell’Unione. La condizione è la normalizzazione dei rapporti con la Serbia e, solo per favorire il loro dialogo, la Ue ha fatto un bonifico da 38 milioni nel 2013. L’Europa ha qui la missione più importante fuori dai suoi confini: si chiama Eulex, costa 111 milioni di euro all’anno ed è attiva dal 2008.

 

In questo contesto anche complesso noi Caddiani ci sguazziamo. La sfida è grande ma noi ce la faremo.

 

Grazie Giuseppe

BASILICATA: CONTINUA FORTE L'ESPANSIONE DEL CAD. APERTO UNO SPORTELLO DISTRETTUALE A STIGLIANO

 

 

E' Stigliano una delle sette sedi distrettuali dei Centri di Ascolto del Disagio(CAD) della provincia di Potenza. L'inaugurazione è avvenuta sabato scorso alla presenza del Presidente nazionale Ing. Gerardo Rosa Salsano e del Presidente regionale Dr. Luciano Buompensiere. L'uomo attraverso il sacrificio per gli altri ritrova se stesso e l'essenza della vita-ha detto Salsano per poter spiegare ai convenuti lo spirito profondo che anima l'attività del CAD attraverso la costituzione di libere associazioni(circoli)di cittadini desiderosi di contribuire con la propria azione ed il proprio impegno allo sviluppo sociale del paese. Appresso Buompensiere ha esposto il progetto, già in corso, di rendere capillare l'azione del CAD su tutto il territorio regionale affinchè si possa fare prevenzione e trattamneto del disagio affiancando le amministrazioni locali o, in caso di loro assenza, vicariandole. Il neo-presidente distrettuale di Stigliano, Domenico Petraglia, ringraziando i convenuti, ha puntualizzato alcuni progetti che intende perseguire nell'ambito sociale affinchè anche le fasce più deboli di Stigliano possano ricevere un concreto aiuto nella loro quotidianeità.

DIPARTIMENTO SANITA’, COMMISSIONE MALATTIE RARE- E’ il Dr. Luciano Buonpensiere il direttore del Dipartimento Nazionale malattie rare dei Centri di Ascolto del Disagio (Cad).‏

 

 

DIPARTIMENTO SANITA’, COMMISSIONE MALATTIE RARE- E’ il Dr. Luciano Buonpensiere il direttore del Dipartimento Nazionale malattie rare dei Centri di Ascolto del Disagio (Cad). Il Dr. Luciano Buompensiere, dirigente medico del Dipartimento interaziendale regionale emergenza sanitaria, è arrivato al prestigioso incarico dopo aver svolto per alcuni anni il ruolo di Presidente del CAD regione Basilicata. Con questa nomina il Presidente Nazionale Cad, Ing. Salsano, premia l’impegno e la professionalità dimostrata dal dr. Buompensiere in un settore delicato, quale quello dell’ascolto alle persone in situazione di disagio. Ancoro più delicata l’area di intervento all’interno della quale dovrà operare il neo- capo dipartimento, quale quella della sindrome da fatica cronica (CFS). Una patologia rara, poco conosciuta, che il più delle volte porta alla perdita del posto di lavoro e non ha alcuna protezione sociale, circondata da pregiudizi e indifferenza. “Colpisce milioni di persone, tra i 20 e i 40 anni, soprattutto donne, e si manifesta con profonda stanchezza, alterazioni cognitive, alterazioni del sonno, dolori che peggiorano in seguito a sforzi di qualunque tipo- ci dice il dr. Buompensiere – Un disturbo persistente, debilitante e disabilitante, per il quale il riposo non è di alcun aiuto, e che si aggrava con l’attività fisica e intellettuale”. Una malattia, quindi, che causa disabilità, anche grave: un paziente su quattro si trova costretto a letto o non riesce più ad uscire di casa, con un grave danno economico. La gravità della sindrome è spesso tale da non consentire alcuna attività lavorativa. Siamo in presenza di una patologia “maltrattata”- sottolinea Buompensiere- Nella migliore delle ipotesi si pensa ad un disturbo psicologico, che si ammanta di sfumature negative, di qui il pregiudizio che il paziente affetto da CFS sia un soggetto lamentoso, ma sostanzialmente in buona salute”. E’ in atto una presa di coscienza della gravità della patologia, tanto che gli esperti chiedono venga assegnato un codice ad hoc all’interno della classificazione internazionale delle malattie. Tra gli obiettivi del neo Capo del dipartimento, appunto, quello di fornire un supporto medico e psicologico nel difficile percorso di diagnosi e cura e quello di ottenere riconoscimenti della patologia a livello ministeriale e regionale. Naturalmente chiediamo al neo Direttore perché ha individuato questa patologia tra le priorità del Dipartimento: “ Conosco direttamente gli effetti di questa patologia! Una persona a me cara da circa 15 anni è affetta da tale sindrome- ci confessa il dr. Buompensiere Luciano- Nonostante la patologia la limitasse nelle attività quotidiane, è riuscita comunque con grandi difficoltà a mantenere un equilibrio nella propria vita limitando l’attività lavorativa(part-time) , la gestione domestica della casa, le attività ricreative sociali e private ed ancora più in generale limitando i rapporti con altri. E in linea con la storia di tante donne italiane, non ha ottenuto alcun riconoscimento dell’invalidità da essa determinata. Solo chi vive in prima persona tale patologia è in grado di cogliere a pieno la necessità di un giusto riconoscimento istituzionale. Al danno della salute non si deve aggiungere il danno economico. E, soprattutto, bisogna combattere l’indifferenza se non proprio la derisione di chi la considera ancora una patologia immaginaria”.

RIPARTIAMO DALL ' EUROPA - Convention su opportunità e sviluppo dei Fondi Comunitari Europei

CAD Trani

Il Centro di ascolto del Disagio Sociale (CAD)  si è rivelata la scelta giusta per qualificare ed elevare la pluriennale attività del Circolo Walter Tobagi di Trani (fondato trent’anni fa da Antonio Cirillo padre di Luigi) intesa a fornire assistenza, conforto, aiuto a chi ha sempre avuto bisogno di sentire una voce, una struttura, una persona in grado e disponibile, quanto meno, all’ascolto.

Nel luglio del 2014 Luigi Cirillo comprende che era necessario dare una strutturazione diversa alle propensioni ed alle esperienze maturate nel corso degli anni dal Circolo Walter Tobagi e,  dall’incontro con l’Ing. Gerardo Rosa Salsano, Presidente Nazionale Del CAD, matura la decisione di Fondare a Trani il CIRCOLO CITTADINO DEL CAD.

In un assolato pomeriggio del 7 luglio 2014 viene data attuazione al progetto istituendo la sede in Via G. Bovio 30 eleggendo Luigi Cirillo Presidente.

La scelta del luogo non era stata casuale in quanto in detto luogo oltre ad essere ubicato il  Circolo Walter Tobagi c’era e c’è   la sede della Lista Civica PRIMA DI TUTTO TRANI movimento politico fondato anni addietro.

Un Movimento Politico (corollario importante in sintonia con le  strutture suindicate)  ispirato dalle predette ragioni che garantiscono una presenza   nella società civile per programmare, progettare e costruire attività finalizzate a far crescere le naturali propensioni della Città di Trani ed ad elevarne i valori in modo da farla uscire dal guado in cui è impantanata da qualche anno.

La scelta del CAD quale riferimento di integrazione nazionale ed internazionale si è rivelata molto propizia in quanto ha elevato e qualificato i contenuti già presenti nelle aggregazioni preesistenti (Circolo Walter Tobagi e Prima di Tutto Trani).

Questa competizione elettorale ha visto la Lista essere presente nella coalizione vincente che ha come Sindaco L’Avv. Amedeo Bottaro  e il Presidente del Cad Trani nonché anche Presidente Provinciale CAD BAT Luigi Cirillo eletto Consigliere Comunale.

E’ questa la vittoria dei principi informatori dello spirito caddiano ma soprattutto è la vittoria di tutti gli amici presenti in puglia e legati a Luigi Cirillo dall’appartenenza ad una associazione che è  politica ma apartitica e che fa dei temi sociali il suo “PANE QUOTIDIANO”.

Come in tutti i “matrimoni” le scelte reciproche e integrate portano alla elevazione delle qualità di ciascuno: il CAD e CIRILLO da questa integrazione hanno avviato un percorso destinato a crescere in ragione del coinvolgimento della splendida “squadra”che ha consentito questa  vittoria e che si è già detta disponibile a collaborare per ridare al Trani un FUTURO MIGLIORE.

 

Interviene il Presidente Salsano : questa è la vera rivoluzione socio-politica, le persone impegnate quotidianamente nel sociale si impegnano anche nella “Politica” che ha sempre più bisogno di interpreti e guide con spiccato “AMORE” Sociale e rispetto nelle regole e nell’etica. In questo momento di decadimento morale, ideologico e spirituale abbiamo bisogno di tanti “Luigi Cirillo” che sicuramente sono presenti negli angoli bui della legalità …… Grazie Luigi che con il tuo esempio concreto scuoti i nostri cuori ricoperti dall’indifferenza e dalla diffidenza negli altri. Che possano le tue opere inondare più coraggio alle nostre anime affinché l’uomo sociale si impegni a ricoprire anche spazi politici senza aver timore di “farsi avanti” per il bene comune.

Luigi non è un EROE……. Luigi è un uomo degno di stima, rispetto, amore e fratellanza…. Luigi è un VERO CADDIANO……….  Grazie a Luigi ed ai suoi innumerevoli amici che scelgono il “sacrificio” dell’amore sociale .

 

 

LOMBARDIA:IL CAD A BERGAMO RIPARTE CON IL NEO PRESIDENTE LUIGI SOTERA

Il Presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano ringrazia prima di tutto Pasquale Bosco caddiano della prima ora che con il suo lavoro ha contribuito a fare grande il CAD.

 

Pasquale si occuperà del dipartimento difesa Rapporti Internazionali e contribuirà con il suo lavoro a fare grande il CAD nel Mondo.

 

Interviene il neo Presidente Sotera: Sono felice ed onorato per l’incarico, ringrazio il Presidente e tutto il CAD per quello che hanno fatto e stanno facendo.Porterò anche io il mio contributo, in base alla mia esperienza piu che trentennale in aziende di telecomunicazioni e sicurezza integrata, di livello internazionale, e alla mia voglia di coinvolgere la gente del territorio, (persone e aziende), nel grande progetto caddiano.

 

Sono disponibile fin da adesso con tutti e per tutti i Responsabili nazionali ed internazionali del Cad.

 

Grazie Presidente, grazie CAD.

La Caddiana Giuliana Poli lancia il suo ultimo libro:Le Figlie del Sole‏

 

 

Dopo l’Antro della Sibilla e le Sue Sette Sorelle

 

in uscita

 

Il nuovo Libro di Giuliana Poli

 

 

 

Le Figlie del Sole, dalla Sibilla ai culti solari matrilineari,Edizione XPublishing, Roma,2015, pagg. 170.

 

 

 

allegato alla rivista Fenix di Giugno

 

 

 

BOOK TRAILER:

 

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=2PhSt7w7LCQ&feature=youtu.be

 

 

 

Il Libro: Le Figlie del Sole di Giuliana Poli è il secondo volume sulla Sibilla Appenninica che esce dopo l’Antro della Sibilla e le sue sette Sorelle che troverete a seguire su Fenix di Luglio in ristampa. Questo nuovo saggio ha uno “sguardo” che va oltre il mero territorio dei Monti Sibillini studiato a fondo in un contesto più ampio e profondo. Dai Veda Indiani (VII/V a. C) passando all’ideologia Greco-romana e soprattutto etrusca, questo libro si propone di ripercorrere l’antico culto della Sibilla Appenninica e le Sue Sacerdotesse allargandone gli orizzonti di spazio e tempo. Interessante come Giuliana Poli, una delle poche scrittrici della Tradizione più autentica, abbia ricucito insieme il Tutto partendo dall’originario Uovo Cosmico. Con Le Figlie del Sole, la Poli restituisce al femminino sacro la più alta aristocrazia spirituale come la magia del cerchio solare nei suoi tre aspetti. Importante il collegamento delle antiche origini italiche con gli orientali Pelasgi, con il mito troiano e gli Etruschi. Cosa hanno in comune le Marche, la Valle d’Aosta e la Sicilia? Molto “forte” l’unione della Sicilia della Venere Ericina con le Marche. Perché poi l’Italia è vera terra dei misteri? Affascinante la teoria della Poli sul perché I Cavalieri d’oltre Alpe ricercano le proprie origini sui Sibillini ma lascerò il disvelamento ai lettori. Interessante inoltre l’ambivalenza dello scrivere della Poli che al saggio alterna un modo di scrivere più aulico e poetico che “parla” direttamente alle forme archetipiche più profonde dell’uomo.

 

 

 

L’Autrice: Giuliana Poli, giornalista, scrittrice ricercatrice . Dopo la laurea in giurisprudenza diventa giornalista e scrittrice studiosa di tradizioni arcaiche e corrispondente di testate giornalistiche e televisive. Collabora con Mario Polia al libro "Tra Sant'Emidio e la Sibilla" Forni Editore, Bologna, 2004. Nel 2008 a Napoli con Controcorrente Edizioni esce il suo primo libro "L'Antro della Sibilla e le sue sette Sorelle" " dove da una storia narrata da una anziana dei Monti Sibillini elabora l’idea che intorno al Monte Sibilla sette chiese dedicate alla Vergine Maria riproducono in terra la Costellazione della Vergine celeste un successo che apre un esteso dibattito culturale oggi in ristampa. Sta per essere distribuito in Italia il suo ultimo libro "Dio è Femmina?" Finis Terrae, Lugano 2014. Presentatrice di eventi culturali importanti è stata oggetto di vari riconoscimenti come Donna dell'Anno 2011 e la nomina onoraria e cattedratica dell'Accademia Tiberina nel 2013 per il suo operato sul recupero delle tradizioni, sul mito e le ritualità arcaiche. Addetto stampa della Ferenc Listz international Society.

 

Il suo modo di scrivere "iconoco" ed "eclettico" colloca Giuliana Poli come una scrittrice "Terra di mezzo" tra la Scienza e la Ricerca di frontiera nel mondo del sacro dove risiedono gli archetipi. Le sue opere sono un atto immaginativo singolare ed ineguagliabile, un ponte tra due grammatiche: la logica dalla forma saggistica "precisa e puntuale" nelle fonti e il linguaggio metalogico dalla tonalità evocativa, lirica, che và oltre la parola, poiché come Lei stessa afferma: "L'apparente non senso stimola la mente a trovare soluzioni".

 

Donna estremamente pratica che si distingue anche nel mondo della comunicazione d’impresa e nelle relazioni esterne forte della sua cultura e studiosa della tradizione che utilizza per un approccio evoluto al business. Responsabile della Comunicazione, addetto stampa e relazioni esterne della IECSME (Indo-European Chamber of Small and Medium Enterprises) e del CAD. Responsabile delle relazioni esterne e comunicazione per lo sviluppo internazionale di Eplatform. Iniziativa che oltre al business web e-procurement rappresenta un fatto culturale innovativo.

Annamaria Spina con lo spettacolo "Sei Mia" lancia un progetto caddiano‏

La madrina del cad , l'attrice Annamaria Spina, ha riscosso un enorme  successo con il monologo "sei mia", che ha debuttato il 29 maggio a messina. Una pièce teatrale autobiografica, dove l'attrice parla di prevenzione alla violenza di genere. Idea ,promossa dal cad ,perchè ritenuta di grande empatia e strategia mediatica per favorire la diminuzione di atti violenti , partendo gia' dalle scuole . Infatti il monologo sara' rappresentato in tutta italia e nelle provincie caddiane che aderiranno all'iniziativa per contribuire alla divulgazione di una nuova cultura d'insegnamento...perchè la piaga della violenza ha prevalentemente origini proprio educative malsane. All'interno del monologo assisteremo al corto metraggio che Annamaria Spina ha realizzato con la blue film di Roma, sempre sullo stesso tema. Durante il debutto ,il pubblico è rimasto per tutto il tempo immobilizzato a causa delle forti emozioni suscitate : un successo inaspettato e strepitoso. Il presidente del cad dottor Gerardo Rosa Salsano ringrazia inoltre il regista del monologo Saro Minardi e l'Athena Production del dottor Carlo Bonfiglio per la produzione esecutiva dello spettacolo.  

locandina.pdf
Documento Adobe Acrobat [1.1 MB]
Download

Cad Benessere





Parte il primo centro benessere.

Prezzi appetibili convenzionati per tutti i caddiani in regola col tesseramento.

IL CAD MATERA VERSO IL 2019 : Il Dip. Psicologia lancia un importante Seminario: “Comunicazione, vicinanza emotiva ed eros. I diversi gradi dell'intimità”

 

 

Venerdì scorso si è svolto a Matera, nell'Aula Sassu dell'Università di Basilicata, il seminario dal titolo “Comunicazione, vicinanza emotiva ed eros. I diversi gradi dell'intimità”, organizzato dal Dipartimento Psicologia del Cad di Matera (Centro Ascolto Disagio) e patrocinato dal Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo dell'Università di Basilicata.

 

Si tratta del primo evento promosso dal Cad di Matera, che apre ad una serie di altre iniziative con lo scopo di prevenire il disagio attraverso l'informazione e la cultura, elementi essenziali per un cambiamento efficace individuale e societario.

 

Il seminario è stato aperto dall'intervento della Dott.ssa Federica Mancusi che ha approfondito la tematica della “formazione della coppia”. Essa avviene attraverso due fasi:

 

l'innamoramento, momento simbiotico di unione emotiva profonda e di idealizzazione dell'altro e l'amore maturo, fase in cui la coppia riprende la propria dimensione individuale oltre che duale e dove si avviano processi di elaborazione e rinegoziazione dell'intimità. La comunicazione di coppia è simbolica rispetto al suo funzionamento; essa è per lo più implicita, percorre vie inconsapevoli e non sempre funzionali al benessere della relazione. Rendere l'implicito in esplicito, attraverso un lavoro di presa di coscienza di sé e dell'altro, rappresenta la via privilegiata nonchè il suggerimento che la relatrice fornisce ai presenti.

 

Dalla formazione della coppia al “sesso a scossa elettrica”, tema trattato dalla Dott.ssa Mariateresa Muscillo.

 

L'argomento è una provocazione rispetto all'idea che la sessualità eccitante sia frutto

 

esclusivamente di fantasie estreme e/o trasgressioni. Citando Snarch, famoso psicosessuologo americano, l'attenzione viene focalizzata sul concetto di “intimità” intrecciato indissolubilmente con quello di “differenziazione”. La relazione è “intima” quando due persone hanno la piena consapevolezza di sé, dei propri vissuti e confini personali; in tal modo riescono a connettersi con il mondo emotivo dell'altro in maniera autentica e profonda. Il sesso a scossa elettrica è “profondo” e si instaura nella coppia quando ci si riesce a guardare negli occhi mentre si fa l'amore, connettendosi contemporaneamente con il proprio e l'altrui piacere. Le fasi preliminari, il bacio e l'orgasmo visti sotto questo punto di vista assumono un'”elettricità” ed una sensualità unica, estremamente ed elettricamente “intima”.

 

A conclusione, l'intervento scoppiettante del Dott. Pietro Alessandro Caforio, che tratta temi quali il potenziamento dell'energia vitale di Eros attraverso l'allargamento del mondo affettivo individuale. Con ironia e profondità e con l'utilizzo di immagini bellissime che evocano vissuti ed emozioni, l'intento è di fare esperienza immediata di quel processo che connette il soggetto percepente con l'oggetto percepito, senza passare attraverso il filtro della razionalità e del sistema pensante. Questo apprendimento emozionale passa attraverso tre fasi: estasi onanistica (esperienza intima di connessione con se stessi); estasi orgasmica (riconoscimento di ansie e paure proprie e connessione con le differenze insite nella relazione); estasi orgiastica (quando la padronanza di sé consente

 

un'immedesimazione con tutto, la fusione diventa trascendenza e si collega con l'universale). L'Estasi orgiastica è lo stadio più evoluto di un Sé erotizzato e di ogni percorso di coppia, includendo e trascendendo ogni diversità a favore del momento generativo. La discussione e la partecipazione attiva degli uditori ha fornito quel tocco magico che ha reso l'incontro divertente e coinvolgente. Il modello di lavoro di equipe tra professionisti appartenenti ad aree diverse si è mostrato efficace, perché ha fornito quella pluralità di voci necessaria affinché temi sentiti e attuali possano arrivare a tutti. La scelta di un moderatore di eccezione, un ingegnere (l'ing. Antonio Bixio) che parla del suo percorso psicoterapico come di un'esperienza di arricchimento senza eguali, ha fornito un assaggio di vita reale che può essere un esempio di crescita ed evoluzione personale per chiunque. L'incontro si è chiuso con l'intervento dell'attore Salvino Fiore che mette in risalto il concetto di “Amore” come forza generatrice e rigeneratrice di ogni rapporto affettivo.

 

 

 

Dott.ssa Mariateresa Muscillo

VENEZIA: IL CAD VOLA E CREA OPPORTUNITA'

Nel pieno rispetto della normativa vigente, il C.A.D. della Provincia di Venezia sta iniziando ad organizzare iniziative culturali, artistiche ed artigianali, come ad esempio gli incontri inerenti la “rivalutazione e riqualificazione degli Antichi Mestieri”, con la finalità di creare interesse soprattutto nei giovani, in linea con lo sviluppo tecnologico contemporaneo.

Di recente, il CAD Sociale Venezia è stato più volte ospite del programma televisivo “Focus”, in onda su Rete Veneta, e del telegiornale “Tele Nordest”, con l’intento di far conoscere il suo costante e quotidiano impegno in una società sempre più disagiata.

Sempre con l’intento di sviluppare i molteplici aspetti legati al territorio, molto importanti sono le attività intraprese e connesse alle tematiche di politica ambientale, volte sia alla salvaguardia dell’ambiente, sia alla diffusione della cultura bio-edile e bio-urbanistica.


CAD – Gli Obiettivi


Quindi gli obiettivi sono: “tutelare, assistere e difendere tutti coloro che sono calpestati nei loro diritti civili di uguaglianza, combattere tutte le forme di disagio sociale, la solitudine e l’isolamento!”.

Possiamo citare Maria Teresa di Calcutta quando afferma “Tu sai fare cose che io non so fare. Io so fare cose che tu non sai fare. Insieme possiamo fare grandi cose”. Per ricordare come tutti noi insieme possiamo fare grandi cose. Noi siamo tante gocce d’acqua che unite formano il mare.
Marca Aperta e la radio web Rete Top 95 hanno firmato con il CAD Sociale Venezia, nel febbraio 2015, una convenzione proprio per facilitare la comunicazione e far conoscere a tutti questa importante realtà.

CALABRIA: COSTITUITO IL CAD A COSENZA. IL DR PIETRO PERRI NOMINATO PRESIDENTE PROVINCIALE

Si è svolto a Cosenza  il primo incontro provinciale del CAD.

Il Presidente Pietro Perri ha creato una grande squadra con persone preparate e pronte ad aiutare gli ultimi.

                                                                                                                  

Interviene  Pietro Perri : Credo fermamente nelle potenzialità di sviluppo che il CAD puo' dare al nostro territorio.

La nostra è una provincia sofferente e il CAD puo' essere la chiave di volta per la risoluzione di molte problematiche presenti nel territorio.

Ho già organizzato il gruppo e prossimamente organizzeremo lo sportello con i Professionisti.

 

Interviene il Presidente Nazionale Salsano: nel CAD , in Italia e nel Mondo, abbiamo molti calabresi che con il loro operato e professionalità, stanno dando un contributo enorme alla crescita del CAD.Finalmente apriamo il CAD in Calabria e Cosenza puo' rappresentare per noi la porta della Regione.

Porteremo a Cosenza le varie opportunità che abbiamo nei vari dipartimenti e creeremo possibilità di lavoro per chi vorrà lavorare. Il CAD non da posti di lavoro ma opportunità e bisogna fare un grande lavoro per educare i calabresi e non solo alla cultura del lavoro autonomo ed alla cooperazione pur rimanendo autonomi. La nostra organizzazione con sedi in tutta Italia associa tutte le categorie, la massa lavorativa e non lavorativa dove mettiamo insieme i disagi e non disagi, trasformandoli in opportunità, uniamo le forze di un territorio per condividere progetti. 

Auguro a Pietro e Settimio e a tutto il gruppo, buon lavoro.

IL CAD HOUSING SOCIALE SI RAFFORZA: RATIFICATA LA NOMINA A VICE PRESIDENTE DELLA DR.SSA SARTORE‏

 

 

Interviene il Presidente del Dipartimento Arrigo Belletti: Carissimo Presidente Salsano, Ti ricordo di quando ci siamo conosciuti, dove ho capito immediatamente che Noi avremmo avuto la possibilità di fare “ grandi cose” insieme “, Ti ricordi quanto Ti ho parlato, non finivo più....., e Tu mi hai ascoltato e....... mi hai dato fiducia, ed oggi siamo qui, a far decollare la divisione Housing Sociale in Italia, un compito difficile in un settore difficile oggi da far decollare, ma Noi ci siamo, siamo pronti, presto avrai tutti i nominativi dei partecipanti dei comitati tecnici: professionisti, esperti, persone oneste con tanti valori, molto religiosi, che credono nel progetto e nel CAD, e credono nelle possibilità che solo un'associazione unica come quella che abbiamo creato e contribuito a far crescere, può offrire.

 

La struttura della Divisione è piramidale, come C.A.D. Insegna, per dare al sottoscritto la possibilità di mettere in pratica tutta l'esperienza maturata in “ una vita imprenditoriale (fra le tante anche concessionario DU PONT e 3M) “, dieci anni di “ Advisor Immobiliare “ e di Mediatore Creditizio iscritto all' U.I.C., ma soprattutto per i quasi tre anni dedicati a creare il “ Know-How della Divisione Housing Sociale del C.A.D. “, analizzando e programmando le operazioni in base a tutti gli aspetti : normativi, finanziari, progettuali, immobiliari, costruttivi e gestionali; un compito piuttosto complesso soprattutto per il fatto che in Italia non vi sono normative che regolamentano l'Housing Sociale, molto probabilmente per il motivo che si è ritenuto scomodo incentivare iniziative che tutelano le esigenze sociali delle Famiglie per la realizzazione della “ Prima Casa “ a scapito della “ speculazione edilizia “.

 

Per rafforzare questa struttura piramidale è importante inserire una figura professionale che appoggi “ in toto “ il Know-How realizzato, e chi meglio di colei che ha pemesso la sua creazione, contribuendo ad “ investire insieme “ affinchè possa “avere luce”, la Sig.ra Nicol Sartore , “ infaticabile imprenditrice “ che ha gestito con successo, dinamismo e giustizia attività commerciali che brillano ancora oggi della sua impronta.

 

La Vice Presidentessa si occuperà della tesoreria, della segreteria, delle pubbliche relazione anche attraverso i social network di ultima generazione

 

Conclude il Presidente Salsano: Congratulazioni ad Arrigo e un benvenuto a Nicol. Insieme sapremo andare avanti per un progetto che rappresenta il sogno di tutti: una Casa.

 

E noi ci crediamo è queswtione solo di tempo, il tempo ci darà ragione.

 

Grazie Arrigo e Benvenuta Nicol.

DIPARTIMENTO SALUTE E BENESSERE: NASCONO I CENTRI BANESSERE DEL CAD. NE COORDINERA’ I LAVORI IL DR. MICHELE SGUENA.

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha incontrato a BISCEGLIE, il Dr. Michele Sguena, noto Patron di Teleregione ed imprenditore impegnato da anni nel campo delle telecomunicazioni.

Interviene il Neo Presidente del Dipartimento Salute e Benessere, Michele Sguena: Abbiamo creato un nuovo modello di Centro Salute che si sposa con le teorie caddiane e che consente un rapporto diretto tra l’uomo e il suo Spirito. Le attività sono tante e variegate e possiamo applicarle con risultati eccellenti. Il Centro che abbiamo già attivato a S.Margherita è un esempio pratico che già funziona e col CAD lo possiamo esportare in Italia e all’estero.

Conclude il Presidente Salsano: Potremo aprire i Centri Benessere dappertutto e questo darà lavoro ai giovani e nuove opportunità imprenditoriali a chi coglierà questa grande opportunità.

Grazie Michele

Brochure.pdf
Documento Adobe Acrobat [624.0 KB]
Download

BANCO ALIMENTARE: IL CAD SICILIA LANCIA LA SFIDA‏

 

Il CAD Sicilia sta organizzando un banco alimentare con l'ausilio del Segretario Regionale Mario La Spina e del Presidente Provinciale di Trapani, Mariano Incandela.

 

Proprio Mariano sta creando la struttura di gestione che con l'ausilio della Onlus CAPIDECA darà la possibilità di sviluppare questa importante iniziativa vista anche la situazione precaria che l'Italia sta attraversando.

 

Il presidente Salsano precisa: E' un Banco alimentare che dalla Sicilia si sposterà in tutta Italia.

 

Come è nostro costume però , metteremo prima a punto la macchina in Sicilia.

 

Grazie Sicilia

SOS BAMBINI SOTTRATTI: ORNELLA SAPIO METTE A DISPOSIZIONE DELLA RETE LA SUA ESPERIENZA. UN TELEFONO AMICO AL SERVIZIO DI CHI HA BISOGNO.

 

 

Ornella Sapio è una maestra di 48 anni che dopo un'odissea di cinque anni, tra viaggi in Tunisia e fughe in mezza Europa, è riuscita a riportare a casa la figlia Ambra, rapita, nascosta e maltrattata dal padre tunisino. Con l'aiuto, Ornella ci tiene a precisarlo, di Bruno Poli, consulente per la sottrazione internazionale dei minori, ma anche di «una straordinaria avvocatessa tunisina, Insaf Riahi, che per lei si è battuta in ogni modo, arrivando fin nel deserto più lontano, svelando nefandezze e violenze dell' ex marito.

 

Ora Ornella Sapio vuole di più, vuole aiutare gli altri.Sono sempre più numerose le segnalazioni di disagio familiare che vedono coinvolti bambini e genitori. Mamme e papà sottratti all'affetto dei figli, figli sottratti all'affetto dei genitori. Una vera e propria "strage" di affetti che, sempre più spesso, disintegrano famiglie che potrebbero essere recuperate. Leggi inadeguate, interpretazioni claudicanti di vecchie norme e regolamenti desueti, malanimo dei pubblici ufficiali, connivenze e complicità ai vari livelli istituzionali quando vere e proprie organizzazioni devianti con scopi criminali, sono i responsabili di autentiche sottrazioni e sequestri di minori, a scopo di lucro, in strutture compiacenti che ottengono dallo Stato enormi finanziamenti per la sopravvivenza, spesso come nei lager, di ogni bambino che si trasforma in affare quotidiano con cifre da capogiro. A questa terribile realtà si aggiunge quella tremenda dei bambini scomparsi, dei minori utilizzati nelle rivoltanti pratiche pedopornografiche, traffico di organi ed abusi diversi che minacciano seriamente il futuro della nostra infanzia. Dei nostri figli. Dei bambini indifesi di tutto il mondo. Mi impegnerò col CAD a difendere tutti i bambini. Risponderò al telefono e cercherò di aiutare tutti quelli che hanno bisogno.

 

Conclude il Presidente Salsano : Il numero 338-9596427 un numero per consentire a tutti di manifestare il proprio disagio in tutta libertà e sicuro di essere ascoltato. Il CAD non è un'agenzia di servizi, nè un'associazione di mutuo soccorso. Il servizio che offre è gratuito ed è realizzato a titolo volontario. E', piuttosto, un'opportunità. Un'occasione per far luce sul buio. Una possibilità per non rimanere soli nel proprio assordante silenzio. Un pretesto per dare voce e chi non ce l'ha. Quando tutto questo non diventa una denuncia vera e propria... Senza censure e senza paure. Nella speranza di contribuire alla creazione di una società migliore. Noi del Cad apriamo le porte alla speranza certi di potere essere utili.

 

GRAZIE ORNELLA

EXPO 2015: IL CAD E E-PLATFORM INSIEME PER L'ECONOMIA SOCIALE‏

 

Il dr. Giovanni Scacciaferro, Fondatore della E-PLATFORM è ormai Caddiano doc. Ha abbracciato la filosofia del CAD e vuol portare il messaggio Caddiano con se all'EXPO.

 

Interviene Scacciaferro: Desidero ringraziare il CAD per avermi accettato nella sua grande famiglia, una associazione illuminata capace di fare business prestando la massima attenzione alla socialità e alla sostenibilità di tutti coloro che ne sono coinvolti. Questo è

 

lo spirito imprenditoriale che mi ha sempre guidato e questo è lo spirito di E-Platform per il quale abbiamo sottoscritto il nostro agreement. Ecco perchè sono Caddiano e voglio incidere sulle politiche sociali che il CAD svilupperà nel Mondo nei prossimi anni.

 

Conclude il Presidente Salsano: Ringrazio Giuliana Poli per avermi fatto conoscere una persona capace e portata per il bene comune. Faremo sicuramente tante buone cose assieme. Grazie Giovanni

 

NOTA: PER ATTIVARSI SU E-PLATFORM CHIAMARE LA DR.SSA GIULIANA POLI AL CELL: 327-1496466

GIOVANNI SCACCIAFERRI FULMINATO SULLA STRADA DI DAMASCO. DIVENTA CADDIANO E COORDINERA' IL DIPARTIMENTO "PIATTAFORME COMMERCIALI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI". 

 

 

Egr. Gerardo,


Desidero innanzitutto ringraziarti per la cortesia e per il costruttivo incontro avuto a Roma. Desidero ringraziare anche Giuliana per averci messo

in contatto sicuro che assieme abbiamo energie e possibilità di sviluppo notevoli. Sono davvero felice per aver incontrato una persona illuminata

come te capace di fare business prestando la massima attenzione alla socialità e la sostenibilità di tutti coloro che ne sono coinvolti.

Questo è lo spirito imprenditoriale che mi ha sempre guidato e questo e lo spirito di E-Platform per il quale abbiamo sottoscritto il nostro agreement. Sono certo che assieme potremo fare un lungo cammino di crescita e di successi.

Grazie ancora per avermi insignito di una nomina prestigiosa e non mancherò di fare

la mia parte con la professionalità e la serietà che mi contraddistinguono.

Attendo da te le indicazione di come proseguire anche per programmare tempi

e azioni nel breve periodo.

Ti allego le foto che abbiamo fatto per il tuo archivio e spero di incontrarti ancora a presto.

Un caro saluto

 

Giovanni Scacciaferro

Presidente

CAD TRASPORTI: NASCE UN PROGETTO DI METROPOLITANA SU ROTAIA. GERARDO GRIPPO NE COORDINERA' I LAVORI

Il CAD Nazionale ha recepito un progetto di metropolitana su rotaia, che Gerardo Grippo sta portando avanti da diversi mesi. Il progetto è ambizioso con ricadute economiche su diverse regioni.

Interviene Gerardo Grippo: Il progetto è sostanzialmente un programma di riconversione di alcune vecchie ferrovie abbandonate. I percorsi di tali ferrovie intrecciano diverse regioni del SUD e questo potrebbe dare un notevole contributo allo sviluppo dell'economia locale.

 

Conclude il Presidente Salsano: Gerardo Grippo è un tecnico preparato e il Dipartimento gli consentirà di rendere realizzabile il sogno metropolitano.

Puglia,Basilicata,Molise,Campania,Calabria, è una grande sfida.

AUGURI  GERARDO !!!

Cresce il CAD attraverso il sodalizio con E-Platform un nuovo modo di fare business che diventa “fatto culturale”.

 

 


Madrina dell'incontro la Presidente provinciale del CAD di Ascoli, Giuliana Poli che interviene: “In un periodo in cui tutti parlano di internazionalizzazione, in cui si tentano di creare sinergie per la maggior parte disattese, di voler cambiare senza sapere cosa fare, sarebbe opportuno promuovere nelle persone un messaggio naturale: non aver paura di cambiare e di esser capaci di saper riconoscere il buono che c’è nel nuovo e stimolare la passione a creare il nuovo per testare vantaggi”

 

Si è sottoscritto a Roma l’accordo tra il Presidente del CAD Gerardo Rosa Salsano e uno dei cofondatori di E-Platform Giovanni Scacciaferro. Molto entusiasta il Presidente del CAD che ha definito il progetto:“Vero spirito caddiano, veicolo guida importante per le piccole e medie imprese, molto operativo in termini di business ed economico per le PMI che non dovranno nessuna quota per entrare poiché l’iscrizione è gratuita e non dovranno nessuna percentuale ad E-Platform in quanto la percentuale di transazione sarà inferiore al beneficio che le aziende ne trarranno. In sostanza alle Aziende non si chiede nulla ma si mette a loro disposizione tutte la grande esperienza di aziende importanti in Italia e nel mondo. Prossimamente informeremo attraverso il sito i nostri caddiani sulle linee guida che adotteremo per far fruire le nostre aziende di questa imperdibile opportunità. Un altro tassello di grande qualità aggiunto al puzzle CAD e ne sono felice” Fondatori di E-Platform tre società milanesi: Giovanni Scacciaferro con la Sua Società FHC e Wepartner, Claudio Botturi con Area T3 e Mediana Service.

 

Che cos’è E-Platform lo chiediamo a Giovanni Scacciaferro da quarant’anni nelle aree Management e Marketing strategico, Dirigente di multinazionali e Imprenditore/consulente con basi in tutta Europa.

 

E-platform, incrementa il tuo business”. Questo è il principio della vostra iniziativa. L’iniziativa mi sembra geniale e quasi disarmante per la sua facilità di accesso. Mi spiega in poche parole come funziona?

 

Decisamente in poche parole basta entrare nel sito www.e-platform.center cliccare su “Iscriviti” e seguire le istruzioni (due minuti di tempo e inserire il codice CAD: 01.01). Fatto ciò si entra a far parte di un grande network di Aziende che assieme possono ottenere le migliori condizioni di mercato sia in acquisto che in vendita. Il mondo delle PMI (che rappresenta più del 90% del PIL in Italia ) oggi soffre più che mai della competizione globale proprio perché frammentato e poco strutturato per competere con i grossi gruppi e con il mercato internazionale. La stretta creditizia e la pressione fiscale completano un quadro davvero di difficile soluzione per le nostre imprese.

 

E-platform può essere una soluzione a questi problemi perché consente di ottenere da una parte la possibilità di ricevere le migliori condizioni di acquisto delle materie e dei servizi e dall’altra di accedere a contatti di vendita dei propri prodotti a livello internazionale.

 

Come intendete svilupparvi in Italia?

 

Il nostro obiettivo e di raggiungere il numero di 100.000 Aziende iscritte al portale e-platform nei prossimi tre anni. Questo ci consentirà di animare le attività a favore delle Aziende in maniera esponenziale offrendo loro una piattaforma business di facile accesso e di grande valore imprenditoriale. Nel frattempo lavoreremo su nuove implementazioni per offrire ulteriori servizi/opportunità alle Aziende che si saranno iscritte.

 

E-platform è aperta a tutto gli operatori del mondo, ma come pensate di comunicare all’estero?

 

Lo stiamo già facendo tramite accordi con partner qualificati nei singoli paesi Europei ma che presto pensiamo di espandere oltre oceano. In verità abbiamo già attività di matching con USA, Cina e India. Il nostro vero vantaggio per e-platform è dato dal fatto che noi in questi paesi siamo presenti con le attività di Marketing strategico, Management delle vendite e gestione dei servizi post vendita. Inoltre la rete di relazioni che abbiamo stabilito con Aziende e istituzioni ci consente di raggiungere il maggior numero possibile di operatore sempre con i partner locali.

 

Parlate anche di internazionalizzazione, ma come possono usufruirne le Aziende che si iscrivono?

 

Proprio perché e-platform viaggia su Internet e quindi aperta al mondo, la piattaforma business consente alle Aziende di comunicare a livello internazionale e cogliere tutte le opportunità di business. Le gare e le aste di e-platform coinvolgono oltre alle Aziende italiane tutte le Aziende straniere iscritte al portale. Inoltre, qualora le Aziende fossero interessate a sviluppare progetti specifici per uno o più paesi esteri offriamo loro tutte le competenze specifiche per progettare e sviluppare il business seguendo tutte le fasi di ricerca e sviluppo. Dalla ricerca di mercato, alla definizione dei piani strategici, alla organizzazione e allo sviluppo delle vendite oltre ai servizi di back-office e post vendita. Tutto ciò lo possiamo garantire grazie alla presenza territoriale dei nostri partner.

 

E-Platform sposa e-procurement, la grande novità che differenzia il servizio dalle miriadi di e-commerce. E-procurement che solo le grandi imprese e le multinazionali possono “permettersi” viene messa a disposizione delle piccole e medie imprese.

 

Chiediamo a Claudio Botturi di spiegarci che cosa è e-procurement e cosa sta dietro a tanta tecnologia.

 

Giova innanzitutto precisare cosa e-Platform NON è, e-Platform non è un’azienda che compra e non è un’azienda che vende, e-Platform è un punto di riferimento per le piccole e medie imprese sul WEB, permette, creando un network tra aziende, la partecipazione a eventi di acquisto e vendita avvalendosi di un’applicazione professionale raggiungendo in maniera semplice obiettivi di saving d’acquisto e di processo.Quindi l'E-procurement (Electronic Procurement) letteralmente è il processo di "approvvigionamento elettronico", in pratica, è un sistema che consente alle aziende di effettuare i propri acquisti (materie prime, semilavorati, materiali vari, servizi) online, servendosi di piattaforme B2B, automatizzando il reperimento delle informazioni sui prodotti e confrontando le offerte di mercato mettendo in concorrenza fra loro i fornitori. L’automatizzazione può comprendere anche la creazione dell’ordine d’acquisto, la sua convalida, l’invio dell’ordine al rivenditore, la ricezione della fattura e il saldo. È dunque l’insieme di regole, modalità organizzative e procedure che consentono l’acquisizione di beni e servizi on-line, impiegando tecnologie informatiche attraverso Internet. Il processo fondamentale per il successo di un sistema di e-procurement è rappresentato dalla creazione di un catalogo (e-catalog) formato selezionando i fornitori tenendo conto della loro capacità di garantire, oltre a requisiti di carattere economico, tecnico, produttivo e organizzativo, criteri di sicurezza sul lavoro, tutela della salute, gestione della qualità, salvaguardia ambientale e osservanza di standard internazionali in materia di diritto del lavoro.

 

Quali sono le Aziende che usano la tecnologia e-procurement?

 

I sistemi di E-procurement vengono utilizzati - con le diverse regole applicabili - tra aziende (commercio Business to Business o B2B) o tra aziende e istituzioni pubbliche (Government to Business o G2B), grazie alle possibilità offerte dallo sviluppo della rete Internet e del commercio elettronico. Considerando i costi di acquisizione e di utilizzo delle piattaforme di e-procurement, gli utilizzatori sono rappresentati principalmente da grandi aziende e dalla pubblica amministrazione.

 

Quali sono i vantaggi?

 

I vantaggi derivanti dall’utilizzo di una piattaforma di e-procurement si possono riassumere in poche parole:

 

Ottimizzazione: l’azienda trasforma i propri acquisti in un processo strutturato e controllabile;

 

Risparmio: beneficio economico derivante dalla competizione tra fornitori ed abbattimento dei tempi di negoziazione;

 

Tracciabilità: delle negoziazioni effettuate, controllo e reporting (es. andamento dei costi);

 

Ripetibilità: degli eventi, economie di esperienza nell’impostare le negoziazioni.

 

Simmetria informativa: nei confronti dei fornitori con conseguente riduzione dei contenziosi.

 

Ci sono aspetti tecnici e aspetti legali che coinvolgono la gestione delle gare e delle aste?

 

Nel caso in cui gli appalti telematici siano utilizzati per aggiudicare gare pubbliche di appalto si parla di public e-procurement, il quale in Italia risponde alla normativa in materia di pubblici appalti.

 

L'E-procurement pubblico italiano nasce sulle regole fissate dal DPR 4 aprile 2002 n.101 "Regolamento recante criteri e modalità per l'espletamento da parte delle amministrazioni pubbliche di procedure telematiche di acquisto per l'approvvigionamento di beni e servizi.", tale normativa è quasi sempre rispettata anche per gare ed aste telematiche in ambiente privato.

 

La normativa italiana prevede diversi strumenti di e-procurement pubblico adatti alle diverse e specifiche procedure di gara: sistema dinamico di acquisizione, accordo quadro, prevedendo per queste procedure l’utilizzo di sistemi elettronici e telematici per effettuare i rilanci competitivi e la pubblicazione telematica degli atti di gara. Inoltre vengono disciplinate le aste elettroniche: esse non costituiscono una procedura di gara, ma sono procedure "tradizionali" di gara svolte mediante uno strumento di negoziazione telematica delle offerte.

 

Mentre il legislatore ha dedicato una norma specifica, l'art. 295 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, per le procedure di gara interamente gestite con sistemi telematici, stabilendo alcune condizioni generali che devono rispettare, ed in particolare i strumenti elettronici e telematici che consentono la presentazione delle offerte e la classificazione delle offerte devono impedire di operare variazioni sui documenti, sulle registrazioni di sistema e sulle altre rappresentazioni informatiche e telematiche degli atti e delle operazioni compiuto nell’ambito delle procedure.

 

Tutti questi elementi devono tener conto di altre norme che disciplinano i vari aspetti, che un portale web di una pubblica amministrazione deve rispettare, tra tutte la norma cardine è il D.Lgs. n. 82/2005 (Codice dell'amministrazione digitale) in particolare l’art 54 regolamenta che uno dei contenuti che deve avere il sito istituzionale di ciascuna P.A. è l'elenco di tutti i bandi di gara.

 

Tale disposizione è stata ripresa e dettagliata dal D.P.C.M. del 26 aprile 2011 “Pubblicazione nei siti informatici di atti e provvedimenti concernenti procedure ad evidenza pubblica o di bilanci”.

 

 

 

Quali sono i vantaggi per le PMI di una gestione e-procurement rispetto ad una gestione degli acquisti con metodi tradizionali?

 

Uno dei valori che caratterizzano e-Platform è il proprio catalogo sulla base del quale una PMI può allargare la propria base di fornitori, partecipare a gruppi di acquisto per aumentare i volumi con conseguente aumento del potere negoziale, fornire nei confronti del mercato un’immagine di modernità ed efficienza.

 

Ma i vantaggi non sono solo un’esclusività dei buyer ma essere un fornitore qualificato di e-platform significa poter cogliere opportunità di lavoro e usare modalità innovative per aggiudicarsi contratti di fornitura.

 

Quali altri strumenti tecnologici ha sviluppato nella Sua Azienda?

 

Trittico è una società specializzata in soluzioni software per la monetica e la sicurezza logica, fondata nell’anno 2000, grazie alle competenze tecniche acquisite a seguito di una trentennale esperienza e specializzazione nell’area dei sistemi di pagamento elettronico, della sicurezza logica e del commercio on line.

 

Trittico sviluppa prodotti e offre consulenze in grado di risolvere le molteplici esigenze nel campo della monetica, offrendo la possibilità di realizzare architetture per sistemi di emissione carte di credito e fidelity, per la protezione e autenticazione di dati e utenti tramite crittografia e firma digitale;

 

Pensa di poterli rendere fruibili anche tramite e-platform in futuro?

 

E’ già in atto il processo di implementazione nel sistema e-Platform della firma digitale cioè: l'identità dei fornitori e compratori è certificata dall'utilizzo di strumenti di firma elettronica qualificata.

 

 

SE SI ENTRA NEL SITO SENZA CODICE CAD NON SI HA DIRITTO AI BENEFICI CHE IL CAD HA SOTTOSCRITTO PER TUTTI I CADDIANI DEL MONDO

 

PER ULTERIORI CHIARIMENTI SCRIVERE ALLA EMAIL DEL CAD: presidenza@cadsociale.com

CAD SICILIA: CAMBIO AL VERTICE DEL CAD PROVINCIA DI PALERMO‏

CAD SICILIA: CAMBIO AL VERTICE DEL CAD PROVINCIA DI PALERMO.LA GIORNALISTA PARLAMENTARE PATRIZIA PAESANO LASCIA IL TIMONE AL NEO PRESIDENTE CARMELO SORRENTINO

 

 

 

Interviene il Neo Presidente Carmelo Sorrentino: Con il Presidente del CAD Metropolitano, Toto' Morana, che conosco e stimo per il suo attivismo in politica e nel sociale, faremo grandi cose. La Provincia di Palermo ha bisogno di una città più Metropolitana. Il mio primo obiettivo sarà occuparmi di lavoro e di nuove opportunità imprenditoriali.

 

 

 

Conclude il Presidente Salsano: Ringrazio Patrizia per il lavoro svolto in questi anni per il CAD. Come giornalista parlamentare ci servirà per portare il progetto caddiano nelle istituzioni.La Sicilia, può essere la Capitale del Mediterraneo e questo lo si potrà fare solo dando un futuro ai giovani, creando condizioni di legalità e di benessere. Solo così potremo aspirare ad essere Leader e gestori dell’Economia Mediterranea.

 

Una Sicilia Mediterranea aprirebbe spazi imprenditoriali a tutti e non solo ai Siciliani.

 

Per questo dobbiamo lavorare e crederci, possiamo ancora farcela e Carmelo rappresenta la “l'imprenditore tipo “ che ci aiuterà a fare tutto questo.

 

Ringrazio Patrizia e do un grande in bocca al lupo a Carmelo.

2015 anno europeo dello sviluppo, il CAD puo' essere protagonista‏

2015 anno europeo dello sviluppo, il CAD puo' essere protagonista.

I circoli mobilitati sul territorio alla ricerca di Esperti, uno per Regione.

Si è svolto il 9 Gennaio l'inizio ufficiale dei lavori per l'Anno europeo dello sviluppo 2015 (EYD2015), giorno della cerimonia di apertura svoltasi presso la Biblioteca Nazionale della Lettonia a Riga.

L'incontro ha visto come protagonisti chiave il primo ministro lettone, nonché neopresidente del Consiglio dell'Unione Europea, Laimdota Straujuma ed il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Junker. Oltre a loro hanno partecipato all'evento il presidente della Commissione delle regioni, Michel Lebrun, e diversi esperti di settore, i quali si sono espressi in merito alle principali tematiche di sviluppo in cui l'Unione europea ha deciso di impegnarsi. Durante il pranzo i principali temi di discussione sono stati la riduzione della povertà a livello globale, i diritti delle donne e delle persone con disabilità, la sostenibilità e la tutela ambientale.

Lo scopo principale dell'evento è stato quello di aumentare la consapevolezza dei cittadini dell'Unione Europea riguardo alle tematiche di sviluppo globale e alle politiche che in questo campo sta decidendo di adottare l'Unione Europea.

L'Anno europeo dello sviluppo 2015, oltre a far conoscere il ruolo chiave che l'Unione Europea sta ricoprendo internazionalmente nel campo dello sviluppo, servirà ad incoraggiare la partecipazione diretta dei cittadini, stimolare il pensiero critico e far conoscere i benefici derivanti dalla cooperazione europea.

Questa è stata l'occasione per annunciare non soltanto gli obiettivi a livello comunitario ma anche le diverse attività di sviluppo pianificate dagli Stati membri per l'anno a venire.

Si tratta di un impegno che in primo luogo riguarderà sicuramente le istituzioni dell'Unione Europea e quelle degli Stati membri, ma che vuole fortemente dare rilievo anche alla necessità di sviluppare, da parte di tutti i cittadini comunitari, un più consapevole senso di responsabilità e di solidarietà.

Come CAD regionali possiamo pensare di attivare delle progettazioni pilota con al centro i temi di cui sopra e iniziare una attività territoriale per la diffusione delle informazioni e delle iniziative.

Esperti al lavoro.

IL CAD INSEGUE PAPA FRANCESCO ED ATTIVA IL GRUPPO IN SRI LANKA. DISHAN LOWE NE E’ IL PRESIDENTE 

Dishan Lowe
Dishan Lowe

Con l'occasione della recente visita di Papa Francesco in SRI LANKA, IL NEO Presidente del CAD, Dishan Lowe è stato presente alle cerimonie e ci ha mandato un report fotografico dell'evento.

Interviene il Neo Dishan Lowe:Ho conosciuto il CAD in Italia e me ne sono innamorato. Il Segretario Scarfini ed il Presidente Salsano sono due grandi motori e spero possano a breve venire nel mio paese in occasione dell'inaugurazione del CAD in Sri Lanka.

Il rapporto diretto che abbiamo con il governo consentirà di creare opportunità di lavoro per tutti. Vi sono grandi opportunità e quella piu' immediata è nel campo dell'acqua. Abbiamo bisogno di un partner caddiano nel campo delle acque.

E poi non si sottovaluti le altre opportunità nel campo agricolo,nell'itticultura,ecc.

Conclude il Presidente Salsano:La filosofia caddiana e le opere che ne derivano non sono piu' italiane, Il CAD ormai è del mondo. Porteremo la nostra filosofia di Pace ed Economia sociale, come gli apostoli fecero 2000 anni fa, riportando l’uomo al centro dell’Universo globalizzato per una Democrazia finalmente Universale ed a misura d’Uomo.

Grazie Dishan.

ACCORDO CON L'ASSOCIAZIONE ARCADIA, PROSEGUE LA MISSION DEL CAD SUI TERRITORI

Una delle Mission del CAD è creare sui territori il coordinamento tra le eccellenze e le professionalità presenti, e molto spesso questi talenti si riscontrano in Associazioni di settore che operano con le loro azioni sui territori, dando un contributo sociale alla vita politica ed economica del nostro paese. Negli ultimi anni pero' queste azioni si sono radicalizzate solo in alcuni settori della società non riuscendo a apportare quel contributo sociale globale che rende una società civile e moderna.

Il CAD opera sui territori e crea il coordinamento tra le associazioni. Il CAD provinciale di BAT ha abbracciato questa Mission ed ha iniziato a collaborare con ARCADIA, aprendo alla cultura e alla musica.

Interviene il Presidente Provinciale Luigi Cirillo: IL cad provinciale, recependo le intese tra il circolo di Trani e l’associazione musicale e culturale ARCADIA ( che li ha visti già protagonisti nella manifestazione BABBO NATALE VIENE DAL MARE) ha coinvolto il Maestro Roberto Fasciano, presidente dell’associazione Arcadia, affidandogli l’incarico di presiedere il dipartimento provinciale cultura e musica. A breve ci sarà un incontro con i presidenti dei circoli locali finalizzato a creare le integrazioni necessarie per supportare Il Maestro Roberto Fasciano nella programmazione delle progettualità connesse al compito affidatogli.

Il presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano ringrazia il Provinciale del CAD BAT( Centro di Ascolto del Disagio Sociale ) Luigi Cirillo e l’associazione Arcadia e il suo Presidente per aver aderito con entusiasmo alle iniziative prospettate.

NASCE UNA PIATTAFORMA FINANZIARIA AL SERVIZIO DI TUTTI I CAD DEL MONDO

Nei prossimi giorni il Presidente Salsano incontrerà a Milano i vertici della RICOGEST per definire le modalità di interazione con tutti i circoli del Mondo.

La piattaforma prevede:

1 Finanziamenti di progetti alle imprese sia in Italia che all'estero, siano esse Start-up o progetti da sviluppare

2 Ricerca di investitori per progetti sia in Italia che all'estero, siano esse Start-up o pregetti da sviluppare;

3 Apertura di nuovi mercati per prodotti e o posizionamento di produzioni, di commercio o rappresentanza in Paesi Esteri.

4 Ristrutturazione, strutturazione ed ampliamento del business e dei posizionamenti.

5 Assistenza Fiscale e Tributaria in Italia e per l'estero;

I particolari dell'accordo e le modalità di interazione con il Prof. Zani verranno rese disponibili le informazioni necessarie per tutti i caddiani iscritti ed i circoli in regola con il tesseramento dell'anno 2014.

CAMPANIA: IL CAD PROVINCIA DI NAPOLI PROSEGUE LA COSTRUZIONE DEI CIRCOLI SUL TERRITORIO‏

IL CAD MARIGLIANO APRE I BATTENTI : LA PRESIDENTESSA GIOVANNA GIAQUINTO GUIDERA' LA SQUADRA CITTADINA



Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO con il Presidente provinciale Francesco MUZIO,hanno incontrato a Marigliano la Neo Presidente “Giovanna Giaquinto”, insegnante e da anni impegnata nel sociale.

Interviene il Presidente MUZIO: il CAD in provincia di Napoli ha già aperto sedi di forte significato sociale, quali Pozzuoli,Bacoli,Monte di Procida,Quarto, Acerra,Nola-Saviano.

Il CAD è una grande opportunità di crescita e forse l'unica speranza che rimane per un futuro ai nostri figli.

Prosegue Giovanna: il CAD è stato un amore a prima vista, mi ha preso e coinvolto, mi ha dato forza di pensare al domani.

Purtroppo la gente è abbattuta e non crede a nulla ma noi non dobbiamo vendere nulla, dobbiamo solo donare con Amore.

Conclude il Presidente Salsano: il CAD prosegue la sua crescita in Italia e nel Mondo.Anche Marigliano sarà protagonista del cambiamento e noi caddiani ci crediamo, crediamo nella forza dell'uomo e delle sue possibilità.

Un forte ringraziamento a Francesco, a Giovanna ed al suo gruppo.

IN PUGLIA PROSEGUE LA GRANDE ESPANSIONE DEL CAD. RIPARTE LA BAT CON CIRILLO E CAPRIOLI‏

Ufficializzato dal Presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano  l’organico del direttivo del Cad Provinciale (Centro di Ascolto del Disagio) che avrà sede a Trani.

«L’obiettivo principale del CAD  –ha detto il Presidente Gerardo Rosa Salsano – è quella di creare benessere e opportunità di lavoro. Siamo un organismo autonomo che si prefigge di sottoporre alla politica, a tutti i livelli, istanze  costruttive e promuovere ogni iniziativa per la diffusione della solidarietà per i disagi sociali. Riteniamo sia importante dialogare con le istituzioni per raggiungere gli obiettivi. Il disagio non è sinonimo di fame, ma di una progettualità mancante. La nostra associazione è destinata a crescere ulteriormente, per cui è essenziale riappropriarsi del territorio sia a livello nazionale, che regionale, provinciale e soprattutto locale».

Presidente del Cad provinciale è stato nominato Luigi Cirillo,attualmente anche alla guida del Cad di Trani, mentre suo vice sarà Giovanni Caprioli, che ricopre anche il ruolo di presidente del circolo di Bisceglie.

Gli altri componenti del direttivo provinciale sono Antonio Musicco (Tesoriere), Giuseppe Farano (Segretario organizzativo), Francesco Riondino (vice Segr. Org.), Mario Schiralli (Portavoce), Ruggiero Napolitano (Coordinatore Dipartimenti Tecnici), Giulia Ferrucci (Dipartimento politiche familiari e infanzia).

La sede del Cad provinciale, temporaneamente, è in via Giovanni Bovio, 30.

Forza CAD

Housing Sociale Nazionale C.A.D : Riparte il Dipartimento con il dr. Arrigo Belletti

Dr. Arrigo Belletti
Dr. Arrigo Belletti

Il Dipartimento avrà sede a Rimini e coinvolgerà professionisti di grido e aziende di settore.

Interviene il Neo Presidente della Commissione Housing, dr. Arrigo Belletti: la Mission del CAD Housing ha esclusivamente fini sociali con l'obiettivo di contribuire a risolvere il problema abitativo con attenzione alle situazioni di svantaggio economico e sociale.Il Dipartimento si propone di promuovere, progettare e gestire tutte le azioni concretamente possibili, utili a sostenere iniziative abitative socialmente utili.L'Edilizia Privata Sociale è definita come insieme di azioni, iniziative e strumenti - realizzati sia direttamente che facilitando iniziative di terzi - volti a favorire l'accesso delle persone svantaggiate a un contesto abitativo e sociale dignitoso che consenta il miglioramento e il rafforzamento della loro condizione.In linea con i valori propri del CAD NAZIONALE, il Dipartimento promuove altresì la nascita, la crescita e il rafforzamento di operatori non profit che uniscano all'attività di gestione immobiliare la gestione della comunità e di servizi per i residenti e per il vicinato.

Conclude il Presidente Salsano:il CAD ispirandosi al principio della sussidiarietà, è un Ente privato che ricerca il massimo coordinamento con le politiche abitative pubbliche di natura sociale, ad esempio, cercando di massimizzare la quota di alloggi locati a canone moderato, a canone convenzionato o a canone sociale. E’ un progetto rivoluzionario e il dr. Belletti è la persona giusta a cui abbiamo affidato una enorme responsabilità.

In bocca al lupo, Arrigo.

BURKINA FASO: IL PRESIDENTE DEL CAD LANCIA UN APPELLO PER SALVARE TANTI BAMBINI POVERI. UN CONTO BANCARIO PORTERA' I CONTRIBUTI VOLONTARI IN BURKINA‏

Dal Burkina il nostro Presidente Serge ci ha lanciato un appello per salvare tanti bambini ma quello che ci ha colpiti è la voglia di futuro. I soldi che riusciremo a versare sul conto serviranno a far partire una Mensa e aiutare l'Università.

Cosi interviene Serge: Cari Caddiani la grande famiglia del Mondo ci osserva e molto sta succedendo in tutto il Mondo. Anche qui in Africa il CAD si sta sviluppando a ritmi inarrestabili. Abbiamo bisogno di tutto ma credo che con una Mensa e con l'Università si puo' ripartire.

I bonifici arriveranno sul conto trasparente e in copia li mandero' al centro internazionale come riscontro. Presto faremo l'inaugurazione e desidero che venga il nostro Presidentissimo Gerardo ROSA SALSANO.

Conclude il Presidente Salsano: il CAD è con il Burkina e non solo. Siamo sicuri che la nostra filosofia è destinata a sconvolgere il Mondo e tu sei un esempio per tutti noi.

Non sconfortarti quando ti senti solo, non lo sei.

Siamo ormai una grande famiglia.

Allego i codici per il versamento e che anche 10 euro possa essere una goccia per riempire il vaso.

Forza Serge

IL CAD METROPOLITANO DI BARI SI ORGANIZZA: UN CIRCOLO CAD PER OGNI MUNICIPIO

Il dr. Raffaele Rega, Presidente del Cad Sociale di Bari Città Metropolitana, ringrazia il gruppo Cad barese per aver risolto problemi di grave disagio a cittadini disorientati ed esasperati dalle molteplici problematiche quotidiane. Per garantire una presenza e un sostegno sempre più capillare all’utenza rende noto i nominativi dei Presidenti di Municipio che, con le loro specifiche competenze e con la grande disponibilità che caratterizza l’Associazione Cad Sociale, saranno presenti sul territorio per chiunque ne avesse bisogno.

Il Comune di Bari è organizzato in cinque Municipi e precisamente:

Municipio 1: Murat - San Nicola - Libertà- Madonnella- Japigia- Torre a Mare.

Il CAD Municipio 1 sarà presidiato dal dr. Vito Misciagna ortopedico

Municipio 2: Poggiofranco –Picone- Carrassi- San Pasquale - Mungivacca

Il CAD Municipio 2 sarà presidiato daldr. Luca Quagliarella psicologo

Municipio 3: San Paolo -Stanic- Marconi – San Girolamo – Fesca –

Villaggio del Lavoratore

Il CAD Municipio 3 sarà presidiato dalla dottoressa Cristina Rizzi farmacista

Municipio 4: Carbonara, Ceglie, Loseto

Il CAD Municipio 4 sarà presidiato dal p.i. Angelo Di Liso dipendente ente pubblico

Municipio 5: Palese- Santo Spirito – Catino San Pio

Il CAD Municipio 5 sarà presidiato dalla dottoressa Ilaria Daniele commercialista

Conclude il Presidente Gerardo Rosa Salsano: quello che il Dr. Rega sta facendo a Bari è un esempio di controllo del territorio. Dobbiamo essere presenti e vigili, impegnandoci con amore per il bene comune. La filosofia vincente del CAD cambierà questa società ormai logora e destinata al declino.

Grazie Raffaele

PUGLIA: CONTINUA L'ESPANSIONE DEL CAD, NASCE ANCHE A FOGGIA IL CAD PROVINCIALE

Nasce anche a Foggia il CAD, il Centro di Ascolto del Disagio. Presso l’A.S.P. Marchese Filippo de Piccolellis in viale degli Aviatori al civico 25, dunque, è attivo uno strumento importante e di facile fruizione per soddisfare le esigenze sociali della gente di Capitanata.

 

I CAD sono libere associazioni di cittadini dislocate su tutto il territorio nazionale che offrono servizi di accoglienza di quanti si presentano indipendentemente da razza, sesso e religione, di ascolto del disagio e ricerca della più idonea soluzione al problema, di orientamento all’interno
del complesso mondo dei servizi sociali, di assistenza per chi versa in
precarie condizioni socio-economiche. A queste azioni di “primo intervento” il CAD affianca attività di promozione di reti solidali all’interno della comunità, di organizzazione di iniziative culturali, artistiche e scientifiche, ma anche di corsi e seminari di formazione professionale per chi vuole reinserirsi nel contesto sociale. La mission, dunque, è tutelare, assistere e difendere tutti coloro che  sono calpestati nei loro primari diritti civili di uguaglianza, tutti coloro che sono vittime di solitudine e isolamento. Per raggiungere questo obiettivo il CAD di Foggia, per far fronte al meglio alle esigenze del territorio, si è affidato a figure professionali altamente qualificate. Del Direttivo fanno parte:

Nico Palatella (Presidente),  

Costantino Pellegrino (vice Presidente), 

Dario Ferrara (tesoriere), 

Germana Zappatore (portavoce provinciale), 

Romana Quarato (segreteria organizzativa). 

All’interno dei Dipartimenti Tecnici, invece, vi sono:

Calogero Gucciardino (ambiente ed energia), 

Maria Gabriella Cianci (cultura, cinema, spettacolo e musica), 

Franco Samele (pari opportunità, politiche sociali e sanità), 

Annalisa Cota (sport), 

Giuseppe Lacertosa (rapporti con il Vaticano e altre religioni),

Costantino Mastrogiacomo (lavoro, agricoltura, attività produttive), 

Giuseppe Merla (ricerca, formazione professionale e istruzione), 

Gianpaolo Tancredi (legalità e giustizia), 

Antonio Cocco (fondi e finanziamenti) 

Rosario Ravalli (web, comunicazione e informazione). 

Il CAD di Foggia riceverà dal 21 ottobre dal martedì al venerdì dalle ore 16.00 alle ore 19.00, ma gli utenti possono contattare il Centro anche attraverso la pagina facebook (CAD-Sociale-Foggia), telefonando al numero 0881.617928 o scrivendo acadfoggia@gmail.com. Per essere sempre aggiornati sulle attività e i servizi offerti basta visitare http://cadfoggia.blogspot.it/

COMMENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE GERARDO ROSA SALSANO:

Il CAD è uno strumento perfetto che se ben utilizzato puo' dare grandi risultati. E la benzina di questo strumento è l'uomo e la sua voglia di futuro, e quando l'uomo funziona il CAD funziona.

E Nico è la persona giusta per far crescere il nostro progetto in Capitanata e non solo.

Ratificati i CAD di Taranto e Brindisi indiremo la riunione dei CAD in Puglia, un evento che segnerà la storia della Regione e non solo.

Siamo ormai proiettati inesorabilmente verso una nuova fase dove siamo finalmente noi i protagonisti del nostro Futuro.

Ringrazio l'Avv. Giuseppe Farano che mi supporta e mi affianca in questa mission senza precedenti.

Grazie Nico

UN SORRISO PER TUTTI I BIMBI: IL CAD LANCIA MAGIC MAN SHOW

Il Prof Latronico ha messo a punto una squadra di professionisti capace di operare in tutta Italia.

Animazione e prestidigitazione...la sorpresa ideale per qualsiasi festa ed eta'.

Giochi con attrezzi o palloncini,spettacolo di magia,balloon art,gadget e mongolfiera dei pensieri.

A richiesta spazio anche per i grandi con giochi,balli e karaoke.

Possibilita' di inserire il maxi schermo con i video dei balli , giochi, karaoke e personaggi dei cartoni animati .Durata dello spettacolo con strumentazione altamente tecnologica e luci psichedeliche da 2 a tre ore.Staff operativo...: MAGIC MAN ..prestigiatore -animatore.....Ragazze( animatrici-ballerine)......Magic Man e' escritto al ''Club Magico Italiano'''.

A richiesta in abbinamento.....gonfiabili di varie dimensioni,pop- corn,sparabolle,macchina zucchero filato,mascottes(topolino,minnie,,pluto.Ragazze trampolieri per percorsi itineranti e spettacolo di fuochi e artisti locali di vario genere.....

Il responsabile Giuseppe Latronico

Il CAD ha voluto dare lustro a questo gruppo ed al suo professore Latronico che ha fatto dell’amore per il prossimo la sua bandiera.

Grazie Giuseppe per essere uno di noi.



FORLI:CAMBIO AL VERTICE ALLA PRESIDENZA DEL CAD PROVINCIALE. LA DR.SSA SONIA PETROBONI SUBENTRA ALLA DR.SSA DI CECCA IMPEGNATA NELLA BELLISSIMA ESPERIENZA DI PITTIGLIANO

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ringrazia pubblicamente la Dr.ssa Di Cecca per il grande lavoro svolto auspicando lo stesso successo nel Progetto in itinere a Pittigliano.

 

Interviene la Neo Presidente Sonia Petroboni: Da Vice Presidente continuo con lo stesso entusiasmo di Daniela. Il Progetto continua. Vi è la necessità di intervenire sulle famiglie, veri fulcri della società, per rimuovere eventuali fonti di disagio, attraverso la costituzione di gruppi di aiuto e di auto aiuto, orientati ad una consulenza che mira a fornire strumenti idonei a riconoscere ed affrontare i disagi dei figli adolescenti ed i disagi familiari che a vario titolo incidono in maniera significativa sull’armonia familiare, rimuovendone e sradicandone il vero significato. Pensiamo a tal proposito alle figure genitoriali che hanno perso il lavoro, ai genitori che hanno figli già inseriti in circuiti penali e della tossicodipendenza, alle famiglie separate e monogenitoriali...

 

Conclude il Presidente Salsano: Sonia è decisa e professionale. Sono convinto che svolgerà un grande lavoro all’insegna della continuità e della grande filosofia caddiana.

 

AUGURI SONIA !!!

 

DIPARTIMENTO PER L’EMERGENZA RIFIUTI: IL DR. PAOLO TUCCITTO LANCIA LA CONQUISTA AL NUOVO ORO NERO, IL RIFIUTO. UN ACCORDO CON HSE CONSENTIRA’ LA NASCITA DI NUOVI POSTI DI LAVORO.

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha incontrato a ROMA insieme al Segretario Sandro Scarfini, il già Presidente del CAD di Arezzo e noto consulente di Gruppi Industriali Americani.

Interviene il Presidente del Dipartimento Emergenza Rifiuti: oggi in Italia abbiamo le Leggi ma non abbiamo le Teste che le fanno rispettare. Il tema rifiuti copre interessi molto in alto e scardinare

questa torre, anzi il Castello che si "sono creati",potrebbe essere una grande vittoria.

I temi sono due:

1°: il trattamento del rifiuto sanitario che potrebbe far risparmiare il 70% della spesa delle Regioni in ambito di smaltimento rifiuti ospedalieri, svariatissimi milioni di €(euro)

 

2°: il trattamento del rifiuto urbano che eliminerebbe il conferimento in discarica e produrrebbe un combustibile qualificato come "materia prima" e non come rifiuto (quindi ricavi per i produttori e non più costi di smaltimento).

 

Ricordiamoci che l'opportunità di produrre un combustibile potrebbe significare come aver scoperto un nuovo giacimento petrolifero quindi coloro, già in possesso e proprietari del "petrolio nero", gestori del sistema discariche e rifiuti, potrebbero non essere contenti della presenza della nuova scoperta.

 

Interviene il Presidente Salsano: le sfide sono ormai alla nostra portata. Aver fatto l’accordo con HSE darà la possibilità a tutti i caddiani di lavorare e guadagnare. Tutti i circoli in regola con le iscrizioni potranno servirsi dell’accordo per iniziare a lavorare.

Buon lavoro

 

 

 

 

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA: IL DR. NINO CREACO NE COORDINERA’ I LAVORI IN CAMPO NAZIONALE. Una nuova Giustizia in Italia … E’ Possibile.

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha incontrato a ROMA insieme al Segretario Sandro Scarfini, il Prof.Avv. Nino Creaco, noto avvocato consulente del Ministero di Grazia e Giustizia.

Interviene il Neo Presidente del Dipartimento Giustizia, Prof.Avv. Nino Creaco: Sogno una Giustizia al servizio del Cittadino. Creerò le condizioni per portare in Parlamento la nostra idea di Giustizia .

Conclude il Presidente Salsano: Invito tutti i Caddiani a raccontarci le loro storie di Malagiustizia.

Idee e consigli ci consentiranno di preparare precise e circostanziate proposte di legge.

 

Grazie Nino

 

 

GENOVA: L’IMPRENDITORE MARCO BENENATI PRESIEDE IL GRUPPO PROVINCIALE DEL CAD E RILANCIA CON UN PROGETTO PER L’ECONOMIA DELL’AREA.

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha incontrato a GENOVA il Neo Presidente “MARCO BENENATI”, noto imprenditore genovese.

 

Interviene il Neo Presidente BENENATI: Ci mettiamo a disposizione per diventare quell’ “ Italia Sociale” che ci traghetterà fuori dal tunnel del “disagio” che stiamo vivendo.Il primo dovere /diritto di una civile convivenza è il lavoro e l’Italia è fondata sul lavoro. Purtroppo ce lo stanno togliendo e ci stanno impedendo di esercitare il primo diritto che ci garantisce una onesta sopravvivenza. Ecco perché “riparare” il “sistema impresa” è la prima esigenza per contrastare il “disagio” quotidiano nel quale ci costringono a vivere… quel vivere in incertezza, quasi senza un futuro. Il CAD ci aiuterà a fare tutto questo.

 

Conclude il Presidente Salsano: Il comune sentimento di risolvere il “disagio” quotidiano e di diventare parte attiva di questa “Italia Sociale” che vive nel nostro cuore, mi spinge ancora di più a credere che siamo sulla strada giusta. La Liguria è ripartita.

 

AUGURI MARCO !!!

 

CAD FINANZE: CAMBIO AL VERTICE DEL DIPARTIMENTO. IL DR. MASSIMILIANO CUOMO E’ IL NEO PRESIDENTE

Il Presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano ha incontrato a Roma il dr. Massimiliano Cuomo, Amministratore delegato di Almas Spa , società di mediazione creditizia regolarmente iscritta nell’elenco tenuto dall’ OAM avente numero M124, convenzionata con Banche, Intermediari finanziari, società di mediazione e nello specifico propone prodotti e servizi di Che Banca Spa ,Banca Nazionale del Lavoro – Gruppo BNP PARIBAS , Consumit – Monte Paschi Siena ,Compass – Gruppo Mediobanca ,IBL Banca,Futuro Spa – Santander ,Ucifin Spa – Unicredit Fin ,Conafi Prestitò ,Lombard Merchant Bank ,Unicredit Banca ,Ing Direct .

 

Interviene il dr. Cuomo: Questo incarico corona i tanti anni di lavoro che mi ha visto protagonista di interventi in favore di imprenditori in difficoltà e società al collasso. ALMAS propone un modello d’offerta fondato su valori, procedure e strumenti unici sul mercato e capaci di offrire un processo di consulenza ed assistenza con piena credibilità, autorevolezza e autonomia, secondo uno schema che troverà ampia affermazione sul mercato nei prossimi anni.

La qualità di ALMAS è testimoniata dalla collaborazione con selezionati e importanti Istituti di Credito ed Assicurativi, Internazionali e Nazionali e con altrettanto autorevoli ed importanti associazioni di diverse categorie di lavoratori. ALMAS ha dato vita ad un aggregato di specialisti in diverse discipline ed ha creato un modello di convergenza, in un’unica realtà d’impresa, di più discipline, in passato, spesso distanti e divergenti. Il credito alle famiglie, il credito alle imprese, e la gestione del risparmio, rappresentano altrettante distinte divisioni di business del gruppo ALMAS che, ognuno nella sua autonomia logica e professionale, coesistono nella stessa realtà imprenditoriale, per dare servizi inclusivi e specializzati ai clienti. Un cliente è un capofamiglia, certo, ma spesso è anche un imprenditore! Spesso l’imprenditore è anche il capo di molte famiglie, attraverso i suoi collaboratori ed i suoi dipendenti! Saper leggere con attenzione e professionalità le esigenze trasversali dei clienti costituisce il punto di forza e di successo del Gruppo ALMAS S.p.A.

 

Interviene il Presidente Salsano: ALMAS, attraverso l’accordo con il CAD, si propone di incrementare i volumi delle operazioni di finanziamenti e con apporto di nuova clientela;

Il “CAD” è interessata a far lavorare i disoccupati ed a creare nuove opportunità di lavoro.

Avere Massimiliano nel CAD ci darà la possibilità di creare un dipartimento di alto profilo dove convergenza di idee e progetti saranno all’ordine del giorno. Tutti i Presidenti di circolo in regola con i tesseramenti potranno avere la consulenza della Task force di Almas.

Grazie Massimiliano

 

Piu' c'è crisi piu' c'è CAD - tiKoTV

 

Intervista al Presidente Salsano su "tikoTV"

 

Guarda l'intervista --> clicca qui

IL CAD NAZIONALE A TARANTO RITIRERA' IL PREMIO INTERNAZIONALE CLIO 2012‏

L'11 SETTEMBRE 2012 , ore 20,presso il Palazzo di Citta' di Taranto nella splendida e elegante location del Salone degli Specchi , avverrà la Premiazione dell'Ing. Gerardo Rosa Salsano, per il suo interesse e per la sua devozione allo spirito di associazionismo e di sviluppo della cultura territoriale ai livelli piu' alti.

Le associazioni Culturali Artava e Sematha conferiscono il premio speciale "Clio 2012".

 

Al C.A.D. Sociale il premio internazionale "Antonietta Labisi"

Al C.A.D. Sociale (Centri Ascolto del Disagio) il premio internazionale "Antonietta Labisi", consegnata la targa d'argento per la 19° edizione al Presidente Nazionale Ing. Gerardo Rosa Salsano.

 

Per la sua XIX^ edizione il Premio internazionale "Antonietta Labisi", assegnato ogni anno a personalità ed organismi distintisi nel campo sociale, della ricerca, della scienza e della cultura, è stato occasione di riflessione oltre che evento di mondanità. Organizzato dall'Associazione internazionale "Antonietta Labisi" presieduta dall'avv. Corrado Labisi che la istituì per ricordare la scomparsa prematura della madre Antonietta, fondatrice e direttrice dell'Istituto medico psicopedagogico "Lucia Mangano" e costantemente impegnata nel sociale, la prestigiosa targa d'argento perpetua la sua missione e anche per il 2012 sceglie nove illustri realtà a cui riconoscere il valore. A condurre l'evento, sabato scorso all'Hotel Nettuno, Nino Graziano Luca, davanti ad un folto pubblico e alle numerose autorità intervenute. I momenti di spettacolo sono stati affidati alle performance della soprano Konja ed il tenore catanese Filippo Micale, con la partecipazione del Maestro Vincenzo Spampinato che ha aperto la manifestazione cantando l'Inno Siciliano Madreterra".