Il Consiglio Direttivo Nazionale del CAD ha deliberato la nascita della Commissione Nazionale per l'Housing Sociale - Firmato Accordo Nazionale tra il CAD e il MICROCREDITO CENTRALE - CAD NAZIONALE - CAD SOCIALE e SANITELGEST: “Promotori di una rivoluzione culturale e sociale - ”Petrolio e Sismicità : Intervista al Presidente Nazionale al Convegno del CAD a Montemurro - CAD NAZIONALE Crisi Economica : Il CAD analizza le cause al Convegno del 27 Giugno - CAD NAZIONALE Convegno “Le Partite IVA: da tartassati ad artefici della ripresa”. CAD NAZIONALE “a breve accordo con i garanti del contribuente”- CAD SICILIA Riunito il Consiglio Direttivo dell’OSSERVATORIO AMBIENTALE Organo del Dipartimento “AFFARI REGIONALI E AUTONOMIA” del C.A.D. SOCIALE (REGIONE SICILIANA) - CAD NAZIONALE Il C.A.D. ha stipulato una convenzione con la Cavarretta Assicurazioni S.r.l - CAD PIEMONTE IL CAD PIEMONTE APRE LO SPORTELLO PER LA LEGGE 3 AL SERVIZIO DI TUTTI I CADDIANI DI ITALIA'

Centri di Ascolto del Disagio

Saint CHARBEL rappresenta per i CAD, il simbolo della riconciliazione religiosa del Mediterraneo. I CAD dovranno preoccuparsi di quella culturale e sociale. Il Libano martoriato dalla guerra esalta l'opera di un Santo che và oltre i propri territori, che penetra nella vita degli altri popoli determinando quella pax sociale e religiosa anche tra le famiglie appartenenti ad altre Religioni. Concludendo S. Charbel combatte per eliminare il disagio religioso, i CAD si battono per eliminare quello sociale e culturale.



In Primo Piano

CAD Pignola: Incontro dibattito " La donna e i suoi traguardi "


Firmato Accordo Nazionale tra il CAD e il MICROCREDITO CENTRALE.

 

Roma 16 Ottobre 2017

 

 

 

Firmato oggi l’accordo nazionale tra il CAD e il MICROCREDITO CENTRALE. Con questo accordo il Cad si pone come ponte tra le istituzioni ed il territorio, portando a finanziamento i tanti progetti che i circoli colletteranno sui territori .

Un ringraziamento particolare al CAD ROMANO ed in particolare Lamberto Mattei per il sostegno e l’impegno profuso

 

È la via italiana al microcredito indirizza e monitora gli strumenti microfinanziari su delega della Presidenza del Consiglio in attuazione dell'articolo 111 del Testo unico bancario. Il progetto “Microcredito Sociale”, il finanziamento agevolato per coloro che si trovano in situazioni di particolare difficoltà economica e sociale, che il CAD SOCIALE avvierà in collaborazione con L’ENTE NAZIONALE PER IL MICROCREDITO.

 

L’ENTE NAZIONALE PER IL MICROCREDITO è un ente pubblico non economico che esercita importanti funzioni in materia di microcredito e microfinanza, a livello nazionale ed internazionale.

 

In particolare:

promozione, indirizzo, agevolazione, valutazione e monitoraggio degli strumenti microfinanziari promossi dall’Unione Europea e delle attività microfinanziarie realizzate a valere sui fondi comunitari;

monitoraggio e valutazione delle iniziative italiane di microcredito e microfinanza;

promozione e sostegno dei programmi di microcredito e microfinanza destinati allo sviluppo economico e sociale del Paese, nonché ai Paesi in via di sviluppo e alle economie in transizione.

 

Anche il CAD SOCIALE Nazionale, attraverso il DIPARTIMENTO TECNICO E TEMATICO “MICROCREDITO” , avvierà le attività previste dalla piattaforma rete microcredito e porterà risorse per l'occupazione. Selezioneremo progetti da finanziare che verranno monitorati negli anni, sostenendo l'imprenditore.

 

In questo senso, all’interno della nostra struttura sarà importante la figura del tutor che aiuta la persona ad avviare il progetto e ne controlla le varie fasi, "è la persona che guarda negli occhi chi chiede il prestito e cerca di capire la sostenibilità del progetto e se si tratta di microcredito d'impresa o sociale".

 

La vera differenza, al di là del finanziamento, la fanno i servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio (previsti dall'articolo 111 del Testo unico bancario): "La legge dice che almeno 2 di questi servizi sono essenziali non che è facoltativo darli. Tutoraggio e monitoraggio devono essere fatti personalmente e non on line, solo così si può evitare il default o la mortalità dell'azienda dopo i primi due anni. Il microcredito può essere sociale, se rivolto a soggetti vulnerabili dal punto di vista sociale ed economico per consentirne l'inclusione sociale e finanziaria, o d'impresa se si rivolge a giovani, donne, disoccupati, migranti che intendono avviare o potenziare un'attività di micro impresa o di lavoro autonomo e che hanno difficoltà di accesso al credito bancario.

 

Secondo i dati dell'Ente nazionale microcredito, ogni destinatario di microcredito produttivo sviluppa un effetto leva di 2,43 occupati. Ciò significa che per ogni microcredito concesso si dà origine a 2,43 posti di lavoro, compresi i percettori.


Il CAD sbarca in Umbria ed a Perugia incontra gli imprenditori perugini.

PERUGIA –  Il CAD sbarca in Umbria ed a Perugia incontra gli imprenditori perugini.

L’oggetto dell’incontro è stata la presentazione  del CAD e dei progetti che il CAD porterà sul territorio.

 

PROGRAMMA DELLA SERATA

Relatori: Dott.ssa Alena Kurlovic e Vera Bugayeva

Progetti nazionali e possibili sviluppi nella Regione Umbria

Relatori: Ing. Gerarado Rosa Salsano Presidente Nazionale del C.A.D

Presentazione Consorzio COFISAN nella Regione Umbria

Relatore: Dott. ssa Mikaela Caviglia

Progetto SDL nella Regione Umbria

Relatori: Dott. Valentino Foschini e Dott. Federico Foschini

Anatocismo Bancario e possibili sviluppi nel territorio

Relatore: Avv. Walter Cillaroto

Presentazione del progetto Rispesa nella Regione Umbria

Relatori: Dott. Marco Miletta e Aristide Miletta

Presentazione del Microcredito nella Regione Umbria

Relatori: Dott. Lamberto Mattei e Dott.ssa Mikaela Caviglia

Presentazione del progetto FAGRI nella regione Umbria- Sviluppare l’esperienza della conoscenza della piccola e media impresa agricola

Relatori: Ing. Gerarado Rosa Salsano e Dott. Carlo Antellini

Presentazione nuove cariche sociali del CAD Regione Umbria

Relatori: Ing. Gerarado Rosa Salsano

Saluto dei Politici ed Organi Istituzionali

 

RIMANE FORTE IL NOSTRO MOTTO:

 

 “Consumando assieme il cibo la relazione diviene condivisione. Le persone si trovano una di fronte all’altra con la propria individualità, con il proprio volto ed insieme condividono i beni della terra e la propria vita”.


Veneto: Evento Callas e Pasolini

 

 

Grande evento a Grado con "EDIPO RE - IL RITORNO 40 anni dopo dal mare di Venezia a Grado". Vi saranno una serie di eventi da mercoledì 25 a domenica 29 ottobre. Sabato 28 ottobre, alle ore 18, ci sarà l'omaggio a Callas e Pasolini e la proiezione "Munaro - Una vita per l'arte". Durante la serata ci sarà un mio intervento critico. L'evento ha ottenuto il patrocinio anche dal CAD Sociale Nazionale e dal CAD Sociale provincia di Venezia Dipartimento Beni culturali.

Vi aspettiamo numerosi.


Inaugurato a Viterbo il Centro d'Ascolto e prevenzione Disagio - sezione Provinciale .

Viterbo – (g.f.) – “Stiamo invadendo questo Paese”. Proposito bellicoso. Ma non ci sono armi, solo buona volontà. Tanta. Gerardo Rosa Salsano inaugura il Cad provinciale.

Conquistare l’Italia non è impresa da poco Magari, un passo alla volta. Intanto il Centro ascolto e prevenzione del disagio pensa a Viterbo. Con diverse idee, a partire dallo sviluppo del turismo religioso. È la città dei Papi.

Ma non si parte da zero. “Siamo già 150mila – spiega – Salsano, che del Cad è presidente nazionale – vogliamo ascoltare e portare benessere. Per capire quali sono i sogni nel cassetto di ognuno e provare a realizzarli. Il Cad è un porta a porta. Cresce con il passaparola”.

Come sede nel capoluogo, quella dell’associazione Il Leone di Giulio Marini, in via Gargana 34. È al tavolo per la presentazione. Il presidente lo chiama con l’appellativo di sindaco. “Non più”. Lo ferma Marini. “Magari è un auspicio”. Marini declina “Non ci penso proprio”.

Il Cad, invece, pensa a tutelare e difendere chi è calpestato nei sui diritti d’uguaglianza. Partendo dalle situazioni di solitudine e isolamento. “Sono contento che questo centro ospiti il Cad – spiega Marini – l’ho voluto rivitalizzare in ricordo di un amico che non c’è più, Carlo Cardoni. Ricordo che diceva sempre: famo tutto e anche di più.

Sono un uomo di partito, ma in quest’occasione cambio pelle e sono un uomo della città”.

Il presidente provinciale del Cad Rinaldo Della Rocca promette di fare di più per il territorio. “Partiremo – anticipa Della Rocca – con l’interdipendenza positiva. Ci occuperemo dei piccoli incidenti domestici che interessano bambini da 0 a 9 a anni”.

Progetti da mettere in piedi, diversi. “Adesso andremo alla ricerca di psicologi, commercialisti, avvocati e professionisti – continua Salsano – che poi ascolteranno le persone. Sceglieremo queste figure, retribuendole. Perché è giusto che sia così.

Abbiamo fatto un accordo con il microcredito e possiamo finanziare attività imprenditoriali da 10mila a 25mila euro. Trasformando le idee in progetti realizzabili. Abbiamo messo su un progetto web con e-commerce, per dare possibilità a piccole imprese di crescere”.

Poi un’idea che Salsano vedrebbe molto bene a Viterbo. “Abbiamo sottoscritto un’intesa con l’Istituto superiore del Vaticano, per un progetto di riqualificazione d’esperti nel settore turistico. Viterbo è città dei Papi e vedrei molto bene un progetto di turismo religioso.

Ma c’è anche il settore cinema. Chi vuol fare l’attore o il regista. Abbiamo contatti con grossi esperti del settore che possono fornire le giuste indicazioni”. Si spazia e non poco. Da iniziative legate a Sanremo a quelle agricole o magari una cooperativa sociale.

“Il nostro centro a Genova porta avanti progetti, insegniamo ai giovani a stare insieme”.

Cad nel nella sede del Leone, il Leone associazione promossa da Marini, Marini è un politico. Il Cad qualche contatto con la politica ce l’ha. Vicini di casa.

“Noi facciamo politica – afferma il presidente – ma non è una lotta politica armata, la nostra. Noi pensiamo al futuro, vogliamo aggregare e fare presente alle persone che non sono sole. Ci identifichiamo con le persone.

Con la politica abbiamo un brutto rapporto. Non ci sentiamo rappresentati, ma in gruppo, possiamo farci ascoltare”.


 

Sei un Presidente di Circolo ? Vuoi pubblicare notizie ed eventi relativi al tuo Circolo CAD ? clicca qui

 

N.B.  : ricorda che potrai accedere all'area riservata per pubblicare le tue notizie/eventi se sei in regola con i tesseramenti per l'anno 2017 (51 iscritti per i comuni al disopra dei 10000 abitanti e 31 per i comuni al disotto) .

Segui e commenta le notizie del Blog CAD


CAD NAZIONALE

CAD SOCIALE e SANITELGEST: “Promotori di una rivoluzione culturale e sociale”

leggi di più 0 Commenti

CAD BOSNIA

Il Cad Bosnia ha presentato il progetto di Misho Loncarevic a Saraijevo

leggi di più 1 Commenti

CAD PIGNOLA ( PZ )

Concorso di Pittura e Murales Vineolarte 2017 Pignola

leggi di più 1 Commenti

CAD NAZIONALE

Crisi Economica : Il CAD analizza le cause al Convegno del 27 Giugno

leggi di più 0 Commenti

CAD NAZIONALE

CAD e Partite Iva; Lamberto Mattei relatore al convegno: “da tartassati ad artefici della ripresa”

leggi di più 0 Commenti

FES-CAD Fondo Etico Sociale del CAD

Un fondo con finalità sociali istituito dal CAD Centro di Ascolto del Disagio.

 

 

Gestito tramite uno specifico Dipartimento per la Finanza Etico Sociale istituito all’interno del CAD. Territorialmente il FES opera mediante sportelli presso le sedi provinciali del CAD ed è coordinato a livello macro-regionale.

 

• I servizi del FES vengono erogati agli associati attraverso la sottoscrizione della FES CARD, carta prepagata di adesione all’associazione ed inclusiva di servizi di pagamento, di finanziamento e di scontistica. Sulla carta inoltre possono veicolare in modo trasparente ed efficiente iniziative di solidarietà e di sostentamento di specifici progetti con finalità sociali.

Download
FES-CAD Finalità e Funzionamento
FES Carta per sito.pdf
Documento Adobe Acrobat 422.0 KB
Download
Modulo Prenotazione Card FES-CAD
Scarica il modulo di adesione e prenotazione della tua Card FES-CAD e invialo alla Presidenza Nazionale presidenza@cadsociale.com .
Modulo prenotazione FES (1).doc
Documento Microsoft Word 65.5 KB

 

 

Tesseramento On Line

 

 


IL CAD IN PIEMONTE SCENDE IN CAMPO IN AIUTO DEGLI IMPRENDITORI. IL DR. TAVERNA APRE LO SPORTELLO CAD A TORINO E ATTIVA LA LEGGE3/2012

Interviene il dr. Taverna: Il disagio economico, umano e sociale dato dal sovraindebitamento ha generato povertà per centinaia di migliaia di persone, con l’insorgere di disagi psicologici, psichici, rotture di nuclei famigliari e conflittualità fra coniugi e partner e tra genitori e figli, fino a giungere sovente a trovarsi a vivere nella condizione estrema di “senza dimora”, barboni “loro malgrado” e anche a suicidi tentati o purtroppo agiti da chi non individua nessuna possibilità di uscita dal tunnel di disperazione nel quale il sovraindebitamento lo ha spinto.

 

La diffusione del sovraindebitamento e il disagio umano dei sovraindebitati sono stati recepiti dal legislatore con la L.3/2012, diretta sia alla persona fisica, sia agli imprenditori non fallibili

 

La legge consente al debitore di concordare con i creditori una procedura di soluzione della crisi con l’ausilio di un organismo di composizione della crisi medesima o di un professionista nominato dal giudice: il debitore potrà cancellare i propri debiti attraverso l’accordo di composizione della crisi, il piano del consumatore, la liquidazione del suo patrimonio.

 

La L. 3/2012 rappresenta una svolta per migliorare le condizioni di vita dei sovraindebitati in quanto consente anche di effettuare interventi di assistenza psicologica e di sostengo umano e solidale per le persone che si trovano in questa condizione, affinché possano recuperare il benessere psicofisico e per evitare che la loro sofferenza non degeneri fino alle estreme conseguenze del suicidio tentato od agito.

 

Inoltre, predisporre ed utilizzare mezzi efficaci di intervento concreto, caratterizzato dalla possibilità effettiva di dare ai soggetti sovraindebitati soluzioni di composizione della propria crisi, significherebbe dare loro nuova dignità e prospettive di tornare alla propria attività, permettendogli così anche di contribuire positivamente ed attivamente alla vita del territorio nel quale vivono e operano.

 

Conclude il Presidente Salsano:Il dr Taverna ha creato uno staff invidiabile. Il CAD a Torino è destinato a crescere e la legge 3 è uno strumento efficace per sviluppare il CAD in Piemonte.

 

Grazie Salvatore


Fisco, ma quale rottamazione: spunta soluzione più vantaggiosa

Eliminare i debiti di 20 milioni di persone e far incassare allo Stato oltre 35 miliardi di euro. Si può. E senza imbrogli. La legge 3/2012 (tutti i segreti), nata dopo i suicidi di imprenditori per difficoltà economiche, è per tutti: partite Iva, chi non riesce a pagare le rate dopo aver perso il lavoro, piccoli artigiani, chi ha una start up o un'impresa agricola. Il cosiddetto 'Concordato dei piccoli' ha potenzialità enormi per il consumatore - può far fronte ai debiti in modo coerente con le proprie risorse - per il creditore e per il bilancio pubblico, stimabile in oltre due punti di Pil.

 

Una norma senza scadenza, a differenza della rottamazione delle cartelle esattoriali, ma complessa e quasi sconosciuta. Per questo gli esperti chiedono al governo chiarimenti e semplificazioni. Dai dati del monitoraggio forniti all'AdnKronos dal ministero della Giustizia risulta che nel 2016 sono 948 i piccoli debitori insolventi o consumatori sovraindebitati che hanno chiesto assistenza a un Organismo di composizione delle crisi. Numeri bassi per un bacino potenzialmente enorme.

 

Un italiano su tre ha un debito con Equitalia: da incassare per conto di enti pubblici ci sono 817 miliardi, il 43% (351) è difficilmente recuperabile: 147,4 miliardi sono dovuti da soggetti falliti, 85 da persone decedute e imprese cessate, 95 da nullatenenti. Recuperando il 10% del denaro 'incagliato', circa 35 miliardi di euro, il risultato sarebbe superiore a una manovra finanziaria. I crediti nei confronti dei privati invece sono quasi 60 miliardi, di cui 47 riferiti al settore bancario-finanziario-leasing, secondo Unirec, l'associazione confindustriale delle imprese dei servizi a tutela del credito. Nell'ipotesi più cauta il recupero su questo fronte supererebbe i 6 miliardi.

 

Dei 948 casi assistiti nel 2016 da un Occ, Organismo di composizione della crisi - 89 in Italia di cui 72 hanno risposto alla rilevazione del ministero della Giustizia - il 16% (152 casi) è in fase di valutazione; per il 50% (474) è stato scelto il piano del consumatore; per il 29% (275) è stato avviato l'iter di accordo ai creditori; il 5% (47) ha seguito la procedura di liquidazione del patrimonio. Chi ha fatto ricorso alla norma si concentra al Nord (50%), rispetto al Centro (20%) e al Sud e Isole (30%). Dall'inizio dell'anno a Milano sono 63 le istanze arrivate sulla scrivania del presidente del tribunale fallimentare, Alida Paluchowski.

 

Nel 2016 - secondo i dati forniti dal ministero della Giustizia - sono state concluse 152 procedure, in particolare 56 casi di proposta di accordo (37%); 82 di piano del consumatore (54%); 11 casi di liquidazione del patrimonio (7%). I costi per il lavoro dei professionisti e la complessità delle tre procedure scoraggiano i debitori. E' un professionista (avvocato, commercialista, notaio) nominato dal presidente del tribunale o dall'Occ a vagliare la soluzione migliore. Varie le decisioni lungo la Penisola, fino agli sconti record: a Como il tribunale ha decretato la riduzione dei debiti fiscali di un lavoratore dipendente da 509mila euro a 5mila (-89%), da circa 1,4 milioni a 350mila euro a favore di un'imprenditrice, a Busto Arsizio ha limato una cartella Equitalia da 86mila a 11mila euro (-87%).

 

 

 

Il piano del consumatore è la proposta di abbattere e rateizzare i debiti, viene approvato mediante omologa del giudice (entro sei mesi dal deposito del piano) se il debitore è ritenuto meritevole dello sconto. L'accordo presentato da enti e imprese non fallibili richiede che sia accettato dal giudice e dai creditori che rappresentano il 60% dei propri debiti. Con la liquidazione invece il debitore mette a disposizione il suo patrimonio che viene venduto da un liquidatore nominato dal tribunale, con i soldi guadagnati si ripagano i debiti.

 

www.cadsociale.com www.studiosarcc.eu

 

 

 

info: presidenza@cadsociale.com info: studiosarcc@studiosarcc.it


BAGNO DI FOLLA ALL'APERTURA DELLA NUOVA SEDE DEL CAD PROVINCIALE A TRANI

Il CAD ha aperto una nuova sede e questa volta è stata la volta della sede provinciale della BAT in Puglia.

 

Lo sportello circolo è stato aperto con il forte contributo di Antonio Cirillo e di Luigi, da anni fautori delle attività culturali e politiche in onore di Walter Tobagi.

 

Sono intervenuti gli amministratori del Comune di Trani e centinaia di persone della società civile.

 

Interviene il Presidente Regionale del CAD Puglia,avv.Giuseppe FARANO: il CAD a trani è cresciuto ed è diventato protagonista della vita sociale e politica della città. Dobbiamo continuare a crescere.

 

Interviene il Presidente Provinciale Luigi Cirillo: la provincia BAT è una di quelle attive che vogliono lavorare nella filosofia del CAD. Ormai a Trani,Andria,Bisceglie, Barletta, il CAD si sta espandendo a dismisura. A breve indiremo il congresso provinciale.

 

Conclude il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO: il circolo di Trani è un esempio di circolo sportello dove l'attività culturale si sposa con quella dei servizi. Professionisti e Imprenditori al Servizio della collettività completano poi l'opera.

 

Voglio anche ringraziare Luigi e Giuseppe che hanno permesso tutto questo.

 

Il CAD è già nel futuro.

 

 



Centri di ascolto del disagio, il CAD arriva anche a Scordia

Si è svolta presso i locali del palazzo Modica con il supporto della Pro Loco di Scordia, la presentazione ufficiale del CAD di Scordia. Presenti Mario La Spina, presidente CAD regione Sicilia, Vincenzo Antonuccio, presidente dipartimento CAD identità Sicilia in Europa e nel Mediterraneo, Bruno Antonuccio, moderatore della serata, Elvira Nania, vicepresidente Pro Loco Scordia ed Eugenio De Cristofaro, Valentina Tringali e Marco Marino, rispettivamente presidente, vicepresidente e segretario generale del circolo CAD sociale Scordia, il Leone rampante.

 

Il CAD, acronimo di “Centri di Ascolto del Disagio”, rappresenta un gruppo di associazioni già presenti in tutta la Sicilia che, da oggi, coprirà anche il territorio scordiense con lo scopo di migliorare e mandare un messaggio di positività ed entusiasmo alle nuove generazioni.

 

Tanti i programmi di attività, informazione, promozione, assistenza, tutela degli interessi individuali e collettivi degli utenti dei servizi sociali. Organizzazione di iniziative culturali, artistiche, scientifiche, anche mettendo a disposizione borse di studio e premi per tesi di laurea, ricerche, saggi e articoli di stampa.

 

I CAD si occupano della tutela degli aspetti preventivi dei diritti di natura sociale, quali il diritto alla sicurezza, chiarezza, trasparenza – chiarisce Eugenio De Cristofaro – i cittadini meno abbienti saranno tutelati nel loro libero e legittimo utilizzo del diritto alla difesa ed alla giustizia.

 

Partire dal disagio per combattere il disagio – questo il motto del vicepresidente Valentina Tringali nel presentare il progetto e per far comprendere ai cittadini che l’obiettivo principale è quello di creare opportunità attraverso iniziative dedicate al cittadino e da attuare insieme al cittadino.

 

Il primo progetto del circolo CAD Scordia vedrà impegnati gli alunni delle scuole elementari a piantare un albero di ulivo, come simbolo di impegno e rinascita.

 

TANIA CATALANO


CAD TURISMO RELIGIOSO CULTURALE: il direttore di ISSR, padre Gino Alberto Faccioli nominato Presidente del Dipartimento

Mentre in alcuni Paesi si assiste alla chiusura, alla demolizione e all’abbandono di un numero crescente di siti religiosi, si riscontra allo stesso tempo un interesse sempre maggiore per il turismo religioso culturale, dove il ruolo del turista è molto più vario e spesso va oltre la nozione tradizionale di pellegrinaggio.

Interviene Padre Gino direttore dell’Istituto superiore Monte Berico di Vicenza – L’ Università di scienze religiose che dipende direttamente dal Vaticano e rappresenta una autentica leadership nella didattica dei Santuari ,vuole essere a capo di questo progetto che darà lavoro a tanti giovani attualmente disoccupati.

Il Dipartimento tratterà il turismo nelle sue diverse accezioni di esperienza mistica, percorso di fede, itinerario di interesse culturale ed artistico ma anche come fenomeno dalla forte impronta economica sociale.

“ Il trend di pellegrini che si mettono in cammino in Europa è in aumento, ma il potenziale dei tesori custoditi nei siti religiosi più piccoli, che formano” il più grande museo d ‘Europa” è ancora sottoutilizzato”, continua Padre Gino. In Italia i pellegrinaggi muovono un business di 5miliardi , grazie anche all’effetto-Bergoglio,e le persone che privilegiano questo genere di travel appartengono a ad ogni fascia di età, anche se il 41 per cento di chi viaggia per fede ha fra i 30 e i 50 anni. Non solo un mondo di anziani, che va analizzato in un’ottica di sistema.

“La nostra missione- dice il Presidente Salsano- è di creare, utilizzando le centinaia di sedi del CAD in italia e nel mondo, una rete internazionale che attivi sinergie fra Santuari e cammini. La religione è il collante trasversale, ed i CAD creeranno su ogni territorio cooperative sociali capaci di captare il business del turismo.”

Siamo solo all’inizio, siamo già nel Futuro.


IL GIORNALE DEI GIOVANI CADDIANI

Rita Rosa Salsano
Rita Rosa Salsano

Dai giovani nasce un'idea: il giornale dei giovani CADDIANI.

 

Interviene la Neo Presidente Rita Rosa Salsano: "Noioso" penserete, ma non nel modo in cui io l'ho concepito: il giornale non sarà un esaltazione del CAD ma una vera e propria denuncia del disagio.

Mi spiego: immaginate cinque giovani caddiani (magari figli di associati) in cinque parti diverse d'Italia (o anche nel mondo) che mettono a nudo problematiche di mondi troppo lontani dagli adulti lavoratori (droghe, spaccio, ritrovi particolari) facendo così in modo di dare voce al disagio e quando il CAD operativo si azionerà per risolverli diventerà un salvagente per i genitori, ben visto dalle altre associazioni (con le quali si potrebbero iniziare nuove collaborazioni) e il CAD dimostrerà come quello di chi sa guardare in faccia ai problemi e non voltarsi dall'altra parte.

Si coglie l'occasione di chiedere a tutti i circoli del CAD in Italia e all'estero, di segnalare all'indirizzo presidenza@cadsociale.com, se ci siano giovani caddiani disposti a intraprendere questa avventura.


Intervisa al Presidente Salsano

Importante visita a Sulmona del Presidente Nazionale CAD Ing. Gerardo Rosa Salsano e del giornalista Fabio Pietrosanti che ha intervistato il presidente per Radio Blu Italia!

I'Ing. Salsano ha salutato i nostri connazionali nel mondo con l'augurio di un 2017 in cui il nostro made in Italy possa avere il giusto riconoscimento in ambito internazionale.


Il CAD Sociale ed SDL insieme per aiutare gli imprenditori.

SDL Centrostudi spa è una società specializzata nell’analisi delle problematiche attinenti i rapporti con il sistema finanziario e bancario, nonché con i soggetti deputati al recupero di imposte e tasse.

 

Il fine perseguito è, in primis, quello di ripristinare la trasparenza nei predetti rapporti, spesso viziati da anomalie quali, ad esempio, l’anatocismo e l’usura.

 

L’intento di SDL Centrostudi è quello di informare gli interessati dei pregiudizi a tale titolo sofferti, offrendo loro una tutela spesso sconosciuta alla parte contrattuale più debole.

 

La Società studia l’interazione tra le proposte di strumenti bancari o finanziari, le norme vigenti in materia e la conseguente evoluzione giurisprudenziale, al fine di limitare l’asimmetria informativa che contraddistingue, non di rado, i rapporti tra banca e cliente, proponendo conseguentemente un piano d’intervento stragiudiziale e giudiziale volto a garantire l’accertamento delle violazioni e l’affermazione dei diritti negati.

 

Conclude il Presidente Salsano: L'accordo è anche economico.

 

I presidenti di tutti i circoli di Italia potranno richiedere alla segreteria nazionale gli accordi firmati.


Il dr. Filippo Fordellone Presidente della commissione ‘Odontoiatria sociale’ del Cad

Con decreto del Presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano il Dr.Filippo Fordellone ha assunto l’incarico di Presidente della Commissione ‘Odontoiatria sociale’, nell’ambito del Dipartimento Sanità del Cad Nazionale. Nella sua qualità, spiega il presidente del Cad, ing. Gerardo Rosa Salsano, eserciterà quanto previsto dallo statuto e regolamento dell’associazione in particolare la costituzione della Commissione Nazionale. Si dà atto che tutti gli incarichi conferiti potranno essere revocati nel corso della prevista durata di tre anni, quando per esigenze di carattere funzionale ed organizzative si intenda articolare diversamente i Dipartimenti, i Settori, gli Uffici. Le cariche e gli incarichi a qualsiasi livello non sono retribuiti se non diversamente stabilito. Gli organi e le strutture del Cad sociale sono regolate dalle norme che disciplinano le associazioni non

 

riconosciute e quindi non rispondono delle obbligazioni dei soci dell’Associazione e non ne limitano in alcun modo i diritti. La notizia è stata accolta con soddisfazione nel settore medico odontoiatrico per l’attivismo che lo stesso Fordellone sta dimostrando quotidianamente portando avanti una azione sindacale in Ugl Medici per la tutela della professione medica e con grande attenzione verso i pazienti. Ringrazio il Presidente Salsano e tutto il direttivo del Cad Nazionale, ha detto Fordellone, per la fiducia riposta nella mia persona. Agiremo nel settore odontoiatrico in linea con le finalità e le prerogative che sono proprie della medesima organizzazione sociale.


GENOVA - IL CAD PROVINCIALE ATTIVA LO SPORTELLO DELL'IMPRESA SOCIALE. IL PRESIDENTE CECCARELLI E IL SEGRETARIO MALATESTI NE COORDINERANNO IL LAVORI

Il CadSociale della Provincia di Genova sarà impegnato quotidianamente nella soluzione delle molteplici problematiche di natura imprenditoriale.

 

In provincia di Genova, con sede negli uffici del Presidente Provinciale ing. Roberto Ceccarelli, è nato il 1° Centro di Prevenzione e di Ascolto del Disagio Sociale ligure.

 

“Il CadSociale di Genova – spiega il Presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano - sarà impegnato quotidianamente alla soluzione delle molteplici problematiche di natura imprenditoriale, in questo scenario di grave crisi si inserisce il Cad che sarà a disposizione per vari servizi per aiutare concretamente lavoratori, pensionati e portatori di handicap, sia sulle novità legislative sia sul fatto che spesso i diritti previsti vengono di fatto negati a causa dei problemi burocratici e da complicazioni legislative sempre esistenti, il Cadsociale saprà intervenire efficacemente a loro difesa.

 

Inoltre stiamo acquisendo progetti e richieste e lavorando su progetti di internazionalizzazione in molti paesi nel Mondo.

 

La Liguria in prima linea nel processo di ricostruzione del nostro paese. Ringrazio Piero e Roberto per la grande squadra che hanno costruito in Liguria.


IL CAD APRE IL DIPARTIMENTO DISAGIO DEL DEBITORE. GILBERTO DI BENEDETTO NE PRESIEDERA’ I LAVORI

 

 

Tempi cupi, tempi di cinghie da tirare e di debiti da onorare, a fatica. Il destino comune di gran parte degli italiani è racchiuso nell’assillo del debito bancario.Il CAD non poteva esimersi da affrontare il disagio di tanti debitori e per questo ha deliberato la creazione di un apposito dipartimento. A presiederlo sarà lo psicologo Gilberto Di Benedetto, impegnato da anni nell’affrontare le problematiche degli imprenditori indebitati.

 

Interviene Gilberto: Clifford Hugh Douglas una volta ha detto che il Credito Sociale nella sua essenza è Cristianità applicata. La Dottrina Sociale della Chiesa Cattolica Romana ed il Credito sociale mostrano che questa proposta di finanza applica gli insegnamenti della Dottrina Sociale della Chiesa.L'obiettivo è di promuovere lo sviluppo di una società Cristiana attraverso la diffusione e l'implementazione degli insegnamenti della Chiesa in ogni settore della società, incluso quello finanziario. La "Madonna dei debitori" è il nostro riferimento spirituale.Circa 10 anni fa, acquistai una grotta nei pressi della piazza di Bassano Romano, durante i lavori di restauro venne alla luce un'antica urna di legno cosparsa di pece, al cui interno c'era una tela raffigurante la Madonna con la fronte e le labbra macchiate di sangue, che tiene nella mano destra tre rose bianche, mentre con la sinistra sorregge il Bambino, il cui capo è circondato da un'aureola particolare.Il dipinto, datato tra il 1500 e il 1700, era tutto sommato in discrete condizioni, probabilmente perché protetto dall'urna che lo racchiudeva. Tuttavia è stato sottoposto a un lungo e complesso restauro durato oltre 3 anni. In un primo momento, suggestionato dal sangue che sgorga dalla fronte e dalle labbra della Vergine,la chiamai Madonna del Sangue. Successivamente, però, la ribattezzai con il nome di Madonna dei debitori. "E' stata un'ispirazione nata dall'osservazione dalle grandi sofferenze inferte alla gente, all'Italia e al mondo dal meccanismo dei debiti".

Con tale Dipartimento creeremo dei comitati regione per regione per denunciare la difficile situazione economica in cui vivono gli imprenditori e le famiglie indebitate e, soprattutto, per sensibilizzare il sistema bancario ormai lontano dal mondo produttivo ed imprenditoriale.“

Conclude il Presidente Salsano: con i comitati dei debitori porteremo a Roma le loro istanze nella consapevolezza che l’unione fa la forza. Le Banche ci ascolteranno.

 


CINA: IL CAD APRE NELLA PROVINCIA DI GUANGDONG. SALVATORE TOSCANO SARA’ IL REFERENTE.

Finalmente una inversione di tendenza, sbarchiamo in Cina e creiamo opportunità di lavoro per tutti. Interviene Toscano, referente per la Provincia di GUANGDONG: La nostra società italiana opera dal 2006, quale supporto integrato per l’acquisto di merci e la fornitura di servizi di logistica su tutto il territorio della Repubblica Popolare Cinese. La nostra strategia commerciale si è specializzata nei processi di Import-Export ed ha nei suoi punti di forza, sia la struttura logistica localizzata nella provincia cinese del Guangdong sia due sezioni di logistica in Italia, una situata a Maranello (MO) e l’altra a Catania.Dal maggio 2013 abbiamo costituito una società nella Cina continentale al fine di sviluppare e facilitare l’export di prodotti italiani. Nel caso trovaste la nostra proposta di qualche interesse non esitate a contattarci, avremo così la possibilità di rispondere e personalizzare le vostre esigenze commerciali.

 

Interviene il Presidente Salsano: abbiamo messo un'altra postazione nello scacchiere mondiale caddiano. Avere risorse e professionalità che lavorano per il progetto caddiano è un risultato senza precedenti. Salvo appartiene alla vecchia guardia caddiana, sono certo che si farà un grande lavoro. Per i contatti basta inviare una email all’indirizzo del CAD Nazionale.


Presentato a Roma il ‘Cad Roma Capitale’

Si è tenuto a Roma, al circolo logistica della Guardia di Finanza

 

di Villa Spada, un conviviale incontro dei caddiani di Roma Capitale. La  trasversalità del Cad, insita nelle sue elaborazioni socio politiche  che precludono, ovviamente, qualsivoglia schieramento, è stata messa in  luce dalla presenza di autorevoli  personalità che provenivano da  diversi partiti. Citiamo Renata Polverini, l’on. Gianfranco Zambelli,  l’ex sindaco di Valmontone Angelo Miele, e vari politici provenienti da  diversi schieramenti. Presente il dr. Filippo Fordellone segretario  Nazionale UglMedici e il noto cardiochirurgo Francesco Romeo.

 

Citiamo l’intervento del dr. Andrea Viscardi, direttore responsabile delle  nostra testata e direttore generale della comunicazione e rapporti  istituzionali del Cad: ‘Il Cad è come un bambino che ha vissuto, è  stato adolescente Salsano e Viscardied è approdato alla maturità. Con  la maturità c’è stata un’assunzione di responsabilità da parte di tutti  noi. Responsabilità che implicano oneri ed onori. Gli oneri sono quelli  che noi caddiani dobbiamo assumere per elaborare proposte da  indirizzare alle istituzione deputate a riceverle. Queste proposte  andranno supportate da strumenti che conquisteremo sui territori e

chiudendo perfettamente questo circolo arriveranno gli onori. Onori che  arriveranno dagli stessi territori. Noi possiamo e noi dobbiamo ed il  nostro impegno va concretizzato con una ‘discesa’ in politica. In  politica si scende, non si sale, e noi lo dobbiamo gridare, e lo  dobbiamo gridare in modo sommesso e compito. Lo dobbiamo gridare con la  saggezza di chi rivisita il proprio passato e come Giano bifronte è  proiettato nel futuro. Questo è il senso della mia frase che diceva che  ‘dobbiamo scendere in politica perché lo dobbiamo fare non  singolarmente ma tutti insieme’. Il Presidente Nazionale del Cad, ing.  Gerardo Rosa Salsano, impegnato nel contribuire allo sviluppo sociale  del Paese è stato chiaro: ‘Siamo partiti da Roma Capitale e crediamo che  ricostruendo Roma possiamo ricostruire l’Italia perché il disagio di  Roma rispecchia il disagio di molte città italiane. Roma è solo la  cartina tornasole di quello che stiamo vivendo e noi vogliamo monitorare  ciò che succede nell’amministrazione romana, ma soprattutto ci stiamo  abituando ad essere autonomi al di là dell’amministrazione creando  svariate opportunità’.

 

A proposito del referendum ha commentato  che con il referendum il Cad non si schiera ma ha lanciato i circoli  della chiarezza: ‘Il referendum del sì non equivale a dire sì a Renzi, e  dire no non equivale a dire no a Renzi. Il Cad non ci sta a questi  assunti e vuole capire se questo referendum sia realmenteun’opportunità e per questo vogliamo ascoltare le persone che 

si recheranno presso i circoli della chiarezza’. Durante l’incontro ha  preso la parola il dr. Gabriele Mazzi, Responsabile Area Centro della  costituenda Banca Turismo e Commercio. La banca costituita ad Aprile  2014 è una banca etica sociale che vuole sviluppare le idee degli  imprenditori che lavorano in quel campo: ‘Se si ha intenzione di mettere  n piedi un’attività commerciale nessuna banca ti finanzia e la nostra  banca aiuterà a sviluppare i progetti’. Per il responsabile del Cad  Roma Capitale, il dr. Lamberto Mattei, Salsano ha dichiarato che è una  persona della società romana incontaminata che crede in questo progetto  ed ha lasciato un pezzo della sua vita lavorativa per dedicarlo al Cad.  In conclusione l’obbiettivo del presidente del Cad è quello di  lavorare, lavorare, lavorare. Salsanovuole realizzare, a differenza dei  politici che parlano di fare ma non realizzano. Il Cad vuole parlare  politica ma vuole principalmente realizzare.

 

 

http://www.andradelab.it/presentato-il-cad-metropolitano-di-roma-cerimonia-conviviale-al-circolo-della-guardia-di-finanza-di-villa-spada/

 

http://www.laziolive.it/?p=15903


Apertura sede CAD in Salerno‏

Finalmente anche nella città che ha dato i natali al nostro Presidente Ing. Salsano nasce una sede del CAD e precisamente a Bellizzi (SA) in Via Marsala, 8.

L'inaugurazione si è avuta venerdì 29 aprile 2016 alle ore 19.00 presso il Centro Sociale di Bellizzi ubicato in Piazza XXIV aprile 1988,

 

Ha fatto gli onori di casa il Presidente della sede di Bellizzi Dott. Luigi Maiorano.

 

Interviene il Dr. Maiorano: Per Bellizzi il CAD è uno strumento fantastico per ripartire. Molti sono i progetti e le idee e il CAD è un grande incubatore.

 

Conclude il Presidente Salsano: E' stata per me una forte emozione incontrare la mia gente. Anche se poi ormai sono cittadino del Mondo e credo che è il popolo la mia gente. Ho ancora negli occhi il Mare della Puglia e quello della Sicilia, i grattacieli della Padania e la laguna di Venezia. Li amo tutti

 

Credo che il CAD è andato oltre l'umana comprensione, un fenomeno che appartiene ormai a 36 Paesi nel Mondo, appartiene all'intera umanità.

 

Lunga vita al CAD ed ai CADDIANI.

 

 



PUGLIA: CONTINUA L'ESPANSIONE DEL CAD, NASCE ANCHE A FOGGIA IL CAD PROVINCIALE. TAGLIO DEL NASTRO PER IL CAD, IL CENTRO DI ASCOLTO DEL DISAGIO SOCIALE.

Taglio del nastro anche a Foggia per il CAD, il Centro di Ascolto del Disagio. In via della Repubblica 2/A, dunque, è attivo uno strumento importante e di facile fruizione per soddisfare le esigenze sociali della gente di Capitanata.

 

 

 

I CAD sono libere associazioni di cittadini dislocate su tutto il territorio nazionale che offrono servizi di accoglienza di quanti si presentano indipendentemente da razza, sesso e religione, di ascolto del disagio e ricerca della più idonea soluzione al problema, di orientamento all’interno del complesso mondo dei servizi sociali, di assistenza per chi versa in precarie condizioni socio-economiche.

 

 

 

A queste azioni di “primo intervento” il CAD affianca attività di promozione di reti solidali all’interno della comunità, di organizzazione di iniziative culturali, artistiche e scientifiche, ma anche di corsi e seminari di formazione professionale per chi vuole reinserirsi nel contesto sociale.

 

 

 

La mission, dunque, è tutelare, assistere e difendere tutti coloro che sono calpestati nei loro primari diritti civili di uguaglianza, tutti coloro che sono vittime di solitudine e isolamento.

 

 

 

All’inaugurazione era presente anche il Presidente nazionale del CAD, l’ing. Gerardo Rosa Salsano che ha dichiarato: “sono davvero contento di essere oggi a Foggia per l’inaugurazione di una nuova sede del Cad. In questo territorio possiamo e dobbiamo fare tanto per ricostruire il territorio. Sarà una bella sfida che potremo affrontare grazie ai professionisti che fanno parte di questa squadra”.

 

 

 

“Nelle Pubbliche Amministrazioni – ha evidenziato il Presidente del CAD Foggia, Nico Palatella – non sempre si riesce a trovare il riferimento adatto per risolvere un problema. Per questo crediamo che sia importante avere una entità no profit legata alla prima assistenza, al primo ascolto. Ovviamente c’è un limite oltre il quale l’assistenza necessita di più professionalità, di una consulenza di settore che tutte le persone non soltanto italiane potranno trovare presso il Centro grazie ad una struttura composta da professionisti, tutti volontari”.

 

 

 

Per far fronte al meglio alle esigenze del territorio, il CAD di Foggia si è affidato a figure professionali altamente qualificate. Del Direttivo fanno parte Nico Palatella (Presidente), Alessandro Natale (vice Presidente), Giuseppe Natale (Tesoriere), Angela Siena (Segretaria organizzativa), Annalisa Cota (vice Segretaria organizzativa) e Germana Zappatore (Portavoce provinciale). All’interno dei Dipartimenti Tecnici, invece, vi sono l’Avvocato Antonio Tulino (Legalità e Sicurezza), Giuseppe Lacertosa (rapporti con il Vaticano e altre religioni), Annalisa Cota (Sport), Luigi Cotoia (Ingegneria ambientale), Valentina Turso (psicologa e psicoterapeuta), Alessandro Natale (CAF LF – ANSAP – ricerca finanziamenti e sviluppo pratiche a sostegno dei disagiati) e Giuseppe Natale (CAF LF – ANSAP – ricerca finanziamenti e sviluppo pratiche a sostegno dei disagiati).

 

 

 

Il CAD di Foggia si trova in via della Repubblica al civico 2/A, ma gli utenti possono contattare il Centro anche telefonando ai numeri 340.1854119 – 389.9947568 o scrivendo a cadsocialedauno@gmail.com.


DALL'ACCORDO CON L'UNIVERSITA' S.RITA E' POSSIBILE SCARICARE DAL SITO DEL CAD I RIFERIMENTI ED IL PROGRAMMA DI DUE IMPORTANTI MASTER: UN CORSO DI CRIMINOLOGIA ED UNO DI GRAFOLOGIA.


BASILICATA: IL CAD FRANCAVILLA APRE I BATTENTI E LANCIA LA SCALATA AL POLLINO

 

Il Pollino abbraccia comuni di Calabria e Basilicata e molti di essi sono incastonati in scenari mozzafiato in una atmosfera paradisiaca mozzafiato.

 

Purtroppo non è tutto oro ciò che luccica. I giovani continuano a lasciare questa meravigliosa terra e molte attività commerciali ed artigianali ogni giorno chiudono i battenti.

In questo disagio sociale è nato il CAD a Francavilla.

Vincenzo,Giuseppe e Maria sono al lavoro.

Interviene Vincenzo: Il gruppo è formato e contiamo già 100 iscritti. Entro un mese faremo una grande convention con tutti i presidenti e i dirigenti dei circoli in costruzione.

Stiamo allestendo un centro di raccolta abiti usati per aiutare le famiglie indigenti e delle volontarie ci stanno aiutando per la riparazione e la messa a punto degli abiti.

 

Conclude il Presidente Salsano:

 

In questa area della Basilicata vi sono risorse inesauribili e sconosciute agli operatori economici.

Porteremo il turismo montano e creeremo cooperative di giovani per la gestione dei flussi turistici.

A breve i circoli CAD del Pollino li incontreremo in assemblea territoriale con oltre 2000 caddiani.

Forza ragazzi fate presto il tempo scorre inesauribile

 

Un forte grazie al CAD Francavilla

 

 

 

 


CAD PROVINCIA DI BARI: ALLESTITO UN GAZEBO PER I TESSERAMENTI‏

E' il CAD di Bari che lancia la sfida.

 

Ha allestito un gazebo e con i suoi dirigenti ha organizzato un sit-in in piazza per far conoscere il CAD.

 

E' una iniziativa fantastica che porta finalmente il CAD in piazza.

 

Interviene la Presidente Maria Mirandi: E' stata un'idea nata per esigenze organizzative.

La gente ha bisogno di noi e la piazza è il luogo adatto al dialogo e all'ascolto.

Conclude il Presidente Salsano: E' interessante la modalità di interazione con la gente.  E' un modo per far conoscere il CAD.

Mi piace l'obiettivo della Mirandi, iscrivere al CAD olre 5000 caddiani per la sola provincia di Bari entro luglio 2016.

 

Forza Maria ce la puoi fare.

 

 


NATUROPATIA: IL CAD APRE ALLA MEDICINA ALTERNATIVA.LA DR.SSA MAURA BERARDO NE COORDINERA' I LAVORI‏

Come ormai è consuetudine il CAD è attento a tutto cio' che è nuovo e innovativo per lo sviluppo del benessere dell'uomo. E in questo contesto che il Presidente Salsano ha accolto con entusiasmo nel CAD la professionista Neturopata Maura Berardo.

 

 

 

Interviene la dr.ssa :Mi sono avvicinata alla medicina naturale dopo una triste esperienza vissuta con mio figlio nel reparto di oncologia di un ospedale di Torino.Sono stata per 4 anni a stretto contatto con medici e terapie farmacologiche tradizionali, decidendo così di intraprendere un percorso di studi alternativo nel campo della Naturopatia, formandomi prima come Iridologa e Riflesso terapista.Durante i quattro anni di formazione ho potuto conoscere la validità dei principi naturali e la loro efficacia nelle diverse problematiche, ma anche la limitazione dovuta alla scarsa assimilazione degli stessi componenti unita a volte alla difficoltà di assunzione di pillole, compresse e polveri da parte di chi si approcciava alla medicina alternativa.Da circa due anni ho conosciuto una nuova linea di prodotti definiti “integratori alimentari”, che, come tutti i prodotti da banco, non fanno parte dei farmaci. Sono prodotti di ultima generazione assumibili con facilità anche da chi ha problemi nella deglutizione, che stanno rivoluzionando il concetto di INTEGRAZIONE e con i quali riscontro risultati importanti in diverse problematiche di rilievo in supporto a trattamenti farmacologici anche invasivi. Essi sono consigliati e supportati anche da medici di fama internazionale nei casi più complessi.Grazie ad una nuova tecnologia di assorbimento dei nutrimenti, ci troviamo di fronte ad un utilizzo straordinario di principi attivi fondamentali per la nostra sopravvivenza; ogni prodotto contiene svariate sostanze che garantiscono la funzione per cui l’integratore è stato creato.

 

 

 

Queste mie esperienze mi hanno portata alla conoscenza del CAD e del suo Presidente, l’Ing. Gerardo Rosa Salsano, che ringrazio di cuore per l’opportunità offertami di far parte della Associazione. La mia missione è quella di aiutare il prossimo a vivere meglio e a lungo non solo consigliando i macro e micro nutrienti di cui necessita ogni singolo individuo, ma anche disintossicando l’organismo da tossine e veleni accumulati. Desidero essere di aiuto a tutte quelle persone che leggendo queste righe si ponessero la domanda:

 

 

 

“posso veramente fare qualcosa per preservare la mia salute, per aiutare le persone che non possono deglutire, che non possono alimentarsi adeguatamente, che prendendo troppi farmaci ne subiscono gli effetti negativi e non sanno come purificarsi?”

 

 

 

Tutto questo è possibile grazie ad una tecnologia unica al mondo in grado di migliorare la nostra salute.

 

 

 

Penso che tutti abbiano il diritto di essere informati, perché l’informazione è prevenzione. Salvaguardando la nostra salute abbiamo la possibilità di creare altre fonti di lavoro insegnando a stare semplicemente meglio.

 

 

 

Questo è il mio obiettivo nel CAD: essere di aiuto con consulenze, via email e al telefono laddove non ci fosse possibilità di incontro e con conferenze mirate alla conoscenza delle carenze nutrizionali presso le varie sedi.

 

 

 

Sono a disponibile per informazioni e quesiti : maurastudio@gmail.com. A breve potrete avere accesso al mio sito internet lincato dal CAD Nazionale.Ringrazio cordialmente augurando tanta Salute, Pace e Amore.Maura

 

 

 

Conclude il Presidente Salsano: Maura sarà uno strumento di lavoro per molti disoccupati che cercano altre opportunità. Organizzeremo incontri mirati e specifici sulla Naturopatia e sulle enormi possibilità di lavoro e Maura ci aiuterà in questo.

 

Grazie Maura


CAD Sociale - Intervista Dott. Ing. Gerardo Rosa Salsano      Lo streaming sarà trasmesso oggi 07.01.2106 alle ore 12.00


Firmata la convenzione CAD con l' università PEGASO‏

Il CAD amplia in Puglia la gamma dei servizi. Stipulata convenzione con l’Università Telematica Pegaso. Presto si estenderà la Convenzione in tutta Italia e nel Mondo.

 

 

I Centri di Ascolto del Disagio (CAD) continuano l’opera di promozione e divulgazione dei propri principi  e di ricerca di servizi rivolti agli associati  nella logica della qualificazione e formazione delle professionalità.

In quest’ottica il coordinatore regionale del CAD Puglia. Avv. Giuseppe Farano, ha stipulato una convenzione quadro con l’Università Telematica Pegaso.

L’accordo è stato siglato nella sede tranese alla presenza del direttore Puglia Mery Pontrandolfo.Tra gli intervenuti anche  il presidente del CAD della provincia BAT Luigi Cirillo. La convenzione prevede agevolazioni per tutti gli associati al CAD  che si iscrivono all’Università Pegaso . Gli iscritti, infatti, potranno usufruire di numerose agevolazioni e riduzioni sul costo di iscrizione ai corsi di laurea.

Un’iniziativa lodevole che rientra nelle finalità che i Cad perseguono fin dalla loro costituzione e cioè, promuovere, assistere, tutelare, rappresentare e difendere sul territorio nazionale e locale gli interessi individuali e collettivi degli utenti. In particolare la sottoscrizione con la Pegaso è stata  voluta per qualificare maggiormente i cittadini  e prevenire il disagio, spesso sinonimo di una progettualità mancante.

I Centri di Ascolto del disagio, dislocati su tutto il territorio nazionale, non sono solo luoghi di dibattito, ma di azione concreta dei cittadini verso le necessità reali della gente e delle imprese. In particolare rivolgono attenzione agli imprenditori in difficoltà economiche, aiutandoli  a fare business. Nei Cad la disponibilità è assoluta e l’aiuto è garantito. Insieme si cerca di prevenire e di alleggerire il disagio sociale dovuto a cause più disparate. La formazione professionale e la qualifica rappresentano ottimi deterrenti per coloro che, emarginati per condizioni soggettive, intendono procurarsi il reinserimento nel contesto sociale.

Conclude il Presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano: Presto estenderemo la Convenzione in tutta Italia e nel Mondo. Credo in questo accordo e in Pegaso, faremo sicuramente grandi cose insieme. Ringrazio il prezioso lavoro del dr. Farano e del Presidente Cirillo, incarnano alla grande la caddianità sociale. Avanti tutta senza fermarci.


CAD METROPOLITANO DI BARI: La dottoressa Irma Melini Consigliere Comunale del Comune di Bari è la PORTAVOCE  DEI CINQUE MUNICIPI CITTADINI.

Interviene il Presidente Rega: Irma è da anni impegnata nel Sociale ed averla con noi da alla nostra squadra un valore aggiunto di grande valore.La dottoressa  Melini  porta avanti le sue lotte per le fasce più deboli della città senza mai abbandonare il rapporto tra etica e politica, proprio in questo momento di grande decadenza politica.                                   

Interviene la dottoressa Melini: I cittadini meno abbienti, disorientati e   destabilizzati dall’apatia o paura  saranno tutelati nel loro libero e legittimo utilizzo del diritto alla difesa e giustizia.Il senso di sfiducia, la disoccupazione, le difficoltà sanitarie, i problemi educativi, la recessione, la mancanza di sviluppo e di ricerca, l’indisponibilità della classe dirigenziale  attanagliano  gli italiani.In questo contesto il Cad barese e provinciale lotteranno per ridare speranza ai giovani con una lotta al nepotismo e una presenza  del Welfare .

Conclude il presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano: In questo anno il Cad di Bari ha trattato con successo una serie di casi in campo sanitario, fiscale, condominiale, legale, tributario e amministrativo . Con Irma incideremo in maniera piu’ forte sulle istituzioni, dando al CAD di Bari il giusto tasso tecnico e politico, per una grande crescita comune.

Grazie IRMA

 

Riferimenti: cadsocialebari@libero.it 


BASILICATA: CONTINUA FORTE L'ESPANSIONE DEL CAD. APERTO UNO SPORTELLO DISTRETTUALE A STIGLIANO

 

 

E' Stigliano una delle sette sedi distrettuali dei Centri di Ascolto del Disagio(CAD) della provincia di Potenza. L'inaugurazione è avvenuta sabato scorso alla presenza del Presidente nazionale Ing. Gerardo Rosa Salsano e del Presidente regionale Dr. Luciano Buompensiere. L'uomo attraverso il sacrificio per gli altri ritrova se stesso e l'essenza della vita-ha detto Salsano per poter spiegare ai convenuti lo spirito profondo che anima l'attività del CAD attraverso la costituzione di libere associazioni(circoli)di cittadini desiderosi di contribuire con la propria azione ed il proprio impegno allo sviluppo sociale del paese. Appresso Buompensiere ha esposto il progetto, già in corso, di rendere capillare l'azione del CAD su tutto il territorio regionale affinchè si possa fare prevenzione e trattamneto del disagio affiancando le amministrazioni locali o, in caso di loro assenza, vicariandole. Il neo-presidente distrettuale di Stigliano, Domenico Petraglia, ringraziando i convenuti, ha puntualizzato alcuni progetti che intende perseguire nell'ambito sociale affinchè anche le fasce più deboli di Stigliano possano ricevere un concreto aiuto nella loro quotidianeità.


LOMBARDIA:IL CAD A BERGAMO RIPARTE CON IL NEO PRESIDENTE LUIGI SOTERA

Il Presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano ringrazia prima di tutto Pasquale Bosco caddiano della prima ora che con il suo lavoro ha contribuito a fare grande il CAD.

 

Pasquale si occuperà del dipartimento difesa Rapporti Internazionali e contribuirà con il suo lavoro a fare grande il CAD nel Mondo.

 

Interviene il neo Presidente Sotera: Sono felice ed onorato per l’incarico, ringrazio il Presidente e tutto il CAD per quello che hanno fatto e stanno facendo.Porterò anche io il mio contributo, in base alla mia esperienza piu che trentennale in aziende di telecomunicazioni e sicurezza integrata, di livello internazionale, e alla mia voglia di coinvolgere la gente del territorio, (persone e aziende), nel grande progetto caddiano.

 

Sono disponibile fin da adesso con tutti e per tutti i Responsabili nazionali ed internazionali del Cad.

 

Grazie Presidente, grazie CAD.


CALABRIA: COSTITUITO IL CAD A COSENZA. IL DR PIETRO PERRI NOMINATO PRESIDENTE PROVINCIALE

Si è svolto a Cosenza il primo incontro provinciale del CAD.

 

Il Presidente Pietro Perri ha creato una grande squadra con persone preparate e pronte ad aiutare gli ultimi.

 

 

 

Interviene Pietro Perri : Credo fermamente nelle potenzialità di sviluppo che il CAD puo' dare al nostro territorio.

 

La nostra è una provincia sofferente e il CAD puo' essere la chiave di volta per la risoluzione di molte problematiche presenti nel territorio.

 

Ho già organizzato il gruppo e prossimamente organizzeremo lo sportello con i Professionisti.

 

 

 

Interviene il Presidente Nazionale Salsano: nel CAD , in Italia e nel Mondo, abbiamo molti calabresi che con il loro operato e professionalità, stanno dando un contributo enorme alla crescita del CAD.Finalmente apriamo il CAD in Calabria e Cosenza puo' rappresentare per noi la porta della Regione.

 

Porteremo a Cosenza le varie opportunità che abbiamo nei vari dipartimenti e creeremo possibilità di lavoro per chi vorrà lavorare. Il CAD non da posti di lavoro ma opportunità e bisogna fare un grande lavoro per educare i calabresi e non solo alla cultura del lavoro autonomo ed alla cooperazione pur rimanendo autonomi. La nostra organizzazione con sedi in tutta Italia associa tutte le categorie, la massa lavorativa e non lavorativa dove mettiamo insieme i disagi e non disagi, trasformandoli in opportunità, uniamo le forze di un territorio per condividere progetti.

 

Auguro a Pietro e Settimio e a tutto il gruppo, buon lavoro.


SOS BAMBINI SOTTRATTI: ORNELLA SAPIO METTE A DISPOSIZIONE DELLA RETE LA SUA ESPERIENZA. UN TELEFONO AMICO AL SERVIZIO DI CHI HA BISOGNO.

 

 

Ornella Sapio è una maestra di 48 anni che dopo un'odissea di cinque anni, tra viaggi in Tunisia e fughe in mezza Europa, è riuscita a riportare a casa la figlia Ambra, rapita, nascosta e maltrattata dal padre tunisino. Con l'aiuto, Ornella ci tiene a precisarlo, di Bruno Poli, consulente per la sottrazione internazionale dei minori, ma anche di «una straordinaria avvocatessa tunisina, Insaf Riahi, che per lei si è battuta in ogni modo, arrivando fin nel deserto più lontano, svelando nefandezze e violenze dell' ex marito.

 

Ora Ornella Sapio vuole di più, vuole aiutare gli altri.Sono sempre più numerose le segnalazioni di disagio familiare che vedono coinvolti bambini e genitori. Mamme e papà sottratti all'affetto dei figli, figli sottratti all'affetto dei genitori. Una vera e propria "strage" di affetti che, sempre più spesso, disintegrano famiglie che potrebbero essere recuperate. Leggi inadeguate, interpretazioni claudicanti di vecchie norme e regolamenti desueti, malanimo dei pubblici ufficiali, connivenze e complicità ai vari livelli istituzionali quando vere e proprie organizzazioni devianti con scopi criminali, sono i responsabili di autentiche sottrazioni e sequestri di minori, a scopo di lucro, in strutture compiacenti che ottengono dallo Stato enormi finanziamenti per la sopravvivenza, spesso come nei lager, di ogni bambino che si trasforma in affare quotidiano con cifre da capogiro. A questa terribile realtà si aggiunge quella tremenda dei bambini scomparsi, dei minori utilizzati nelle rivoltanti pratiche pedopornografiche, traffico di organi ed abusi diversi che minacciano seriamente il futuro della nostra infanzia. Dei nostri figli. Dei bambini indifesi di tutto il mondo. Mi impegnerò col CAD a difendere tutti i bambini. Risponderò al telefono e cercherò di aiutare tutti quelli che hanno bisogno.

 

Conclude il Presidente Salsano : Il numero 338-9596427 un numero per consentire a tutti di manifestare il proprio disagio in tutta libertà e sicuro di essere ascoltato. Il CAD non è un'agenzia di servizi, nè un'associazione di mutuo soccorso. Il servizio che offre è gratuito ed è realizzato a titolo volontario. E', piuttosto, un'opportunità. Un'occasione per far luce sul buio. Una possibilità per non rimanere soli nel proprio assordante silenzio. Un pretesto per dare voce e chi non ce l'ha. Quando tutto questo non diventa una denuncia vera e propria... Senza censure e senza paure. Nella speranza di contribuire alla creazione di una società migliore. Noi del Cad apriamo le porte alla speranza certi di potere essere utili.

 

GRAZIE ORNELLA


IL CAD INSEGUE PAPA FRANCESCO ED ATTIVA IL GRUPPO IN SRI LANKA. DISHAN LOWE NE E’ IL PRESIDENTE

Dishan Lowe
Dishan Lowe

Con l'occasione della recente visita di Papa Francesco in SRI LANKA, IL NEO Presidente del CAD, Dishan Lowe è stato presente alle cerimonie e ci ha mandato un report fotografico dell'evento.

Interviene il Neo Dishan Lowe:Ho conosciuto il CAD in Italia e me ne sono innamorato. Il Segretario Scarfini ed il Presidente Salsano sono due grandi motori e spero possano a breve venire nel mio paese in occasione dell'inaugurazione del CAD in Sri Lanka.

Il rapporto diretto che abbiamo con il governo consentirà di creare opportunità di lavoro per tutti. Vi sono grandi opportunità e quella piu' immediata è nel campo dell'acqua. Abbiamo bisogno di un partner caddiano nel campo delle acque.

E poi non si sottovaluti le altre opportunità nel campo agricolo,nell'itticultura,ecc.

Conclude il Presidente Salsano:La filosofia caddiana e le opere che ne derivano non sono piu' italiane, Il CAD ormai è del mondo. Porteremo la nostra filosofia di Pace ed Economia sociale, come gli apostoli fecero 2000 anni fa, riportando l’uomo al centro dell’Universo globalizzato per una Democrazia finalmente Universale ed a misura d’Uomo.

Grazie Dishan.


BURKINA FASO: IL PRESIDENTE DEL CAD LANCIA UN APPELLO PER SALVARE TANTI BAMBINI POVERI. UN CONTO BANCARIO PORTERA' I CONTRIBUTI VOLONTARI IN BURKINA‏

Dal Burkina il nostro Presidente Serge ci ha lanciato un appello per salvare tanti bambini ma quello che ci ha colpiti è la voglia di futuro. I soldi che riusciremo a versare sul conto serviranno a far partire una Mensa e aiutare l'Università.

Cosi interviene Serge: Cari Caddiani la grande famiglia del Mondo ci osserva e molto sta succedendo in tutto il Mondo. Anche qui in Africa il CAD si sta sviluppando a ritmi inarrestabili. Abbiamo bisogno di tutto ma credo che con una Mensa e con l'Università si puo' ripartire.

I bonifici arriveranno sul conto trasparente e in copia li mandero' al centro internazionale come riscontro. Presto faremo l'inaugurazione e desidero che venga il nostro Presidentissimo Gerardo ROSA SALSANO.

Conclude il Presidente Salsano: il CAD è con il Burkina e non solo. Siamo sicuri che la nostra filosofia è destinata a sconvolgere il Mondo e tu sei un esempio per tutti noi.

Non sconfortarti quando ti senti solo, non lo sei.

Siamo ormai una grande famiglia.

Allego i codici per il versamento e che anche 10 euro possa essere una goccia per riempire il vaso.

Forza Serge


 

Piu' c'è crisi piu' c'è CAD - tiKoTV

 

Intervista al Presidente Salsano su "tikoTV"

 

Guarda l'intervista --> clicca qui


IL CAD NAZIONALE A TARANTO RITIRERA' IL PREMIO INTERNAZIONALE CLIO 2012‏

L'11 SETTEMBRE 2012 , ore 20,presso il Palazzo di Citta' di Taranto nella splendida e elegante location del Salone degli Specchi , avverrà la Premiazione dell'Ing. Gerardo Rosa Salsano, per il suo interesse e per la sua devozione allo spirito di associazionismo e di sviluppo della cultura territoriale ai livelli piu' alti.

Le associazioni Culturali Artava e Sematha conferiscono il premio speciale "Clio 2012".

 


Al C.A.D. Sociale il premio internazionale "Antonietta Labisi"

Al C.A.D. Sociale (Centri Ascolto del Disagio) il premio internazionale "Antonietta Labisi", consegnata la targa d'argento per la 19° edizione al Presidente Nazionale Ing. Gerardo Rosa Salsano.

 

Per la sua XIX^ edizione il Premio internazionale "Antonietta Labisi", assegnato ogni anno a personalità ed organismi distintisi nel campo sociale, della ricerca, della scienza e della cultura, è stato occasione di riflessione oltre che evento di mondanità. Organizzato dall'Associazione internazionale "Antonietta Labisi" presieduta dall'avv. Corrado Labisi che la istituì per ricordare la scomparsa prematura della madre Antonietta, fondatrice e direttrice dell'Istituto medico psicopedagogico "Lucia Mangano" e costantemente impegnata nel sociale, la prestigiosa targa d'argento perpetua la sua missione e anche per il 2012 sceglie nove illustri realtà a cui riconoscere il valore. A condurre l'evento, sabato scorso all'Hotel Nettuno, Nino Graziano Luca, davanti ad un folto pubblico e alle numerose autorità intervenute. I momenti di spettacolo sono stati affidati alle performance della soprano Konja ed il tenore catanese Filippo Micale, con la partecipazione del Maestro Vincenzo Spampinato che ha aperto la manifestazione cantando l'Inno Siciliano Madreterra".