CAD Regione Basilicata


 

Presidente CAD Regione Basilicata

                                                                   

                                Dott. Luciano Buompensiere

 

 Segretario organizzativo Regionale  

 

                                Sig. Saverio Corleto

 

  •  Coordinamento Dipartimento
  •  Segreteria Organizzativa      in nomina
  •  Portavoce
  •  Tesoriere                               in nomina

 

 

 

 

Sede Regionale - Via Mazzini,4 - 85100 Potenza


DIPARTIMENTO SANITA’, COMMISSIONE MALATTIE RARE- E’ il Dr. Luciano Buonpensiere il direttore del Dipartimento Nazionale malattie rare dei Centri di Ascolto del Disagio (Cad).‏

 

 

DIPARTIMENTO SANITA’, COMMISSIONE MALATTIE RARE- E’ il Dr. Luciano Buonpensiere il direttore del Dipartimento Nazionale malattie rare dei Centri di Ascolto del Disagio (Cad). Il Dr. Luciano Buompensiere, dirigente medico del Dipartimento interaziendale regionale emergenza sanitaria, è arrivato al prestigioso incarico dopo aver svolto per alcuni anni il ruolo di Presidente del CAD regione Basilicata. Con questa nomina il Presidente Nazionale Cad, Ing. Salsano, premia l’impegno e la professionalità dimostrata dal dr. Buompensiere in un settore delicato, quale quello dell’ascolto alle persone in situazione di disagio. Ancoro più delicata l’area di intervento all’interno della quale dovrà operare il neo- capo dipartimento, quale quella della sindrome da fatica cronica (CFS). Una patologia rara, poco conosciuta, che il più delle volte porta alla perdita del posto di lavoro e non ha alcuna protezione sociale, circondata da pregiudizi e indifferenza. “Colpisce milioni di persone, tra i 20 e i 40 anni, soprattutto donne, e si manifesta con profonda stanchezza, alterazioni cognitive, alterazioni del sonno, dolori che peggiorano in seguito a sforzi di qualunque tipo- ci dice il dr. Buompensiere – Un disturbo persistente, debilitante e disabilitante, per il quale il riposo non è di alcun aiuto, e che si aggrava con l’attività fisica e intellettuale”. Una malattia, quindi, che causa disabilità, anche grave: un paziente su quattro si trova costretto a letto o non riesce più ad uscire di casa, con un grave danno economico. La gravità della sindrome è spesso tale da non consentire alcuna attività lavorativa. Siamo in presenza di una patologia “maltrattata”- sottolinea Buompensiere- Nella migliore delle ipotesi si pensa ad un disturbo psicologico, che si ammanta di sfumature negative, di qui il pregiudizio che il paziente affetto da CFS sia un soggetto lamentoso, ma sostanzialmente in buona salute”. E’ in atto una presa di coscienza della gravità della patologia, tanto che gli esperti chiedono venga assegnato un codice ad hoc all’interno della classificazione internazionale delle malattie. Tra gli obiettivi del neo Capo del dipartimento, appunto, quello di fornire un supporto medico e psicologico nel difficile percorso di diagnosi e cura e quello di ottenere riconoscimenti della patologia a livello ministeriale e regionale. Naturalmente chiediamo al neo Direttore perché ha individuato questa patologia tra le priorità del Dipartimento: “ Conosco direttamente gli effetti di questa patologia! Una persona a me cara da circa 15 anni è affetta da tale sindrome- ci confessa il dr. Buompensiere Luciano- Nonostante la patologia la limitasse nelle attività quotidiane, è riuscita comunque con grandi difficoltà a mantenere un equilibrio nella propria vita limitando l’attività lavorativa(part-time) , la gestione domestica della casa, le attività ricreative sociali e private ed ancora più in generale limitando i rapporti con altri. E in linea con la storia di tante donne italiane, non ha ottenuto alcun riconoscimento dell’invalidità da essa determinata. Solo chi vive in prima persona tale patologia è in grado di cogliere a pieno la necessità di un giusto riconoscimento istituzionale. Al danno della salute non si deve aggiungere il danno economico. E, soprattutto, bisogna combattere l’indifferenza se non proprio la derisione di chi la considera ancora una patologia immaginaria”.

 

 


BASILICATA:CONVEGNO REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE E SANITA’

Dr. Gianuario Frittella
Dr. Gianuario Frittella

Il Dr. Luciano Buompensiere, Presidente del CAD Regione Basilicata e il Dr. Gianuario Frittella Presidente del Dipartimento Sanità Regionale,invitano tutti i caddiani al convegno regionale di protezione civile e sanità che si terrà il 30.06.2014 a Calvello(PZ) presso il Monastero Santa Maria de Plano sul tema: “ EDUCAZIONE E FORMAZIONE SANITARIA IN PROTEZIONE CIVILE: UN DECENNIO DI ATTIVITA’”.

Auspicando la vostra partecipazione a seguire sintesi brochure evento

 

Ore 9.00 : Saluto inaugurale

Dr. Domenico Antonio Gallicchio, sindaco di Calvello

Dr. Rosaria Cicala, Prefetto di Potenza

Dr. Marcello Pittella, Presidente della Regione Basilicata

Prof.ssa Rosalba Tufano Dirigente Responsabile del reparto di Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva dell'Ospedale Policlinico Federico II di Napoli

Gen. GdF Com. Centrale Roma, Vito Bardi

Dr. Franco Gabrielli, Capo Dipartimento della protezione civile

Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute

 

Ore 9.45 :

Dr. G. Frittella: Bilancio di attività formativa sanitaria in Protezione Civile nel decennio 2004-2010

Ore10.15 :

Dr. M. Maragno, dirigente SIMEUC

Ore10.30 :

Ing A. Tuzzolo Com. Prov. VVF Potenza

 

Ore10.45 : coffee break

Ore11.00 :

Dott. G. Priore Presidente G.L Prot. Civ Reg. Bas.

Ore 11.15 :

Ing. G. Salsano Presidente Nazionale CAD

Dr L. Buompensiere Presidente regionale CAD Bilicata.

Ore 11.30 :

Ing G. De Costanzo Dir. Ufficio Reg. Protezione Civile

Ore11.45 :

Dr. F. Romito Medicina dei Diasastri

Ore12.00 : coffee break

Ore12.15 :

Dr. G. Frittella Progettualità CENTRO STUDI FORMAZIONE MULTIDISCIPLINARE

Ore 12.30 :

Ing. S. Masi, Professore Associato di Ingegneria Sanitaria Ambientale presso l’Università di Basilicata.

Ore12.45 :

Prof. Avv. D.Cimadomo, incaricato di Procedura Penale presso l’Università di Salerno

Ore13.00 :

Dr. G. Razza Vice presidente nazionale della Società di Psicologia

Ore13.15 : discussione

Ore13.30 : Conclusioni Presidente della Regione Basilicata

 

OSPITI-RELATORI

Ministro della Salute B.Lorenzin

Sottosegretario di stato alla salute Dr. De Filippo

Sindaco di Calvello

Prefetto di Potenza

Presidente della Regione Basilicata

Assessore Regionale alle politiche della persona

Assessore all'Ambiente

Sindaco di Matera

Presidente ANCI Basilicata

Presidente GL di Protezione civile Reg. Bas.

Presidente Anpas Basilicata

Presidente Regionale CRI

Presidente Nazionale CAD

Presidente Regionale CAD

Direttore dello Istituto di Anestesia e Rianimazione 2 Policlinico universitario Napoli

Delegato Nazionale Medicina dei Disastri

Generale Comando centrale Guardia di Finanza

Generale Comando Regionale Arma dei Carabinieri Potenza

Generale Comando Regionale Guardia di Finanza Potenza

Com. Procinciale VVF Potenza

Com.Provinciale Polizia Provinciale

Com. Polizia Municipale

Com.luogotenente CRI Militare -Emergenza Sud

Vicepresidente nazionale Psicologi clinici

Com. Regionale Corpo Forestale dello Stato

Com. Regionale Polstrada

Docenti della università di Basilicata

Giuristi del Foro di potenza

Il Magnifico Rettore della università di Basilicata.

Sindaci area afferente insediamenti industriali estrattivi di petrolio sul territorio regionale

ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROT. CIV.

Presidente Regionale SIMEU

Dirigenti Medici 118 Dires

Gruppo Sanitario Maxiemergenze Cilento Sud

CapoDipartimento Prot. Civ. Nazionale Prefetto Gabrielli(previsto)

 

Direttori Generali Asp, Asm,Crob,AO San Carlo potenza

Direttori Sanitari Aziendali e di Presidio ospedaliero

 

 

BASILICATA: IL DR. LUCIANO BUOMPENSIERE E’ IL DELEGATO NAZIONALE AL COORDINAMENTO DEL CAD REGIONALE

Il CAD in Basilicata si rafforza. Anche se tutte le Provincie non hanno terminato la fase di costruzione della grande rete Caddiana, con il nostro delegato alla costruzione del CAD in Basilicata,dr. Luciano Buompensiere insieme ai Presidenti di Circolo Potenza Capoluogo, dr.ssa Mariateresa Muscillo e di Pignola,Saverio Corleto, si è provveduto a dare un cuore agli ormai centinaia di caddiani Lucani.

Interviene il Delegato Nazionale per la Regione Basilicata Luciano Bonpensiere: La Regione Basilicata aveva bisogno di un coordinamento. Abbiamo centinaia di Progetti da realizzare e li vogliamo fare con il CAD.I circoli in Basilicata sono sempre piu’ numerosi e vi è bisogno di creare sinergia tra gli addetti ai lavori. Presto organizzero’ una riunione con il Presidente Nazionale per definire i tempi e le strategie.

 

Conclude il Presidente Salsano:

La Basilicata è una Regione importante per l’espansione del CAD al Sud. L’obiettivo primario è rafforzare le Provincie caddiane già esistenti e raccordare tutto il lavoro fatto fino ad oggi. Bisognerà lavorare molto nei prossimi mesi ma partiamo avvantaggiati. I nostri collaboratori validi ed intraprendenti accelereranno il processo di costruzione. Completate le Provincie indirò l’assemblea per la nomina degli organi regionali, il Presidente, il Vice, il Segretario, ecc. C’è da divertirsi. Forza Ragazzi siamo sulla strada giusta.

 

Download
Dal "QUOTIDIANO " di Basilicata del 18 MAGGIO 2014
I Centri di Ascolto stanno prendendo spazio.
Buompensiere nominato delegato nazionale per lo sviluppo del CAD
Articolo Quotidiano 18052014.jpg
Formato JPG 960.2 KB

L'ASSOCIAZIONE ALI E IL CAD INSIEME PER RAPPRESENTARE GLI IMPRENDITORI MENO AGIATI

Il Presidente Nazionale Gerardo Rosa Salsano ha incontrato in Basilicata il Presidente di ALI, Luciano CAPRIGLIONE.

 

Interviene il Presidente CAPRIGLIONE : ALI è un'associazione piccola ma agguerrita con molte idee e diversi progetti in itinere. Ho avuto la fortuna di associare all'ALI varie categorie di imprenditori : ACA (Associazione Commercianti Ambulanti), ASV (Associazione Spettacoli Viaggianti - Giostrai - ), SAB (Paninari) e AFAP ( Associazione Frutta e Verdura). Insieme abbiamo creato un buon gruppo dove finalmente abbiamo voce e peso Politico, dove riusciamo a farci rispettare, rispettando le Regole.

 

Conclude il Presidente Salsano: Porterò il progetto ALI in tutta Italia. I nostri Presidenti Provinciali oggi sanno che possiamo aggiungere a tavola un altro posto, quello degli imprenditori viaggianti. Gli Ambulanti, i Paninari, i Giostrai, sono stati sempre tenuti ai bordi della nostra società, non considerati e non tutelati. C'è aria nuova anche per loro, nel rispetto delle regole verranno tutelati, assicurando la sicurezza sociale cara a tutti noi, lotta alla evasione e alla droga. E' solo un punto di vista ?  NO !!! è un Progetto Caddiano che porterà lustro e onore a chi lo ha inventato.

 

GRAZIE LUCIANO, BENVENUTO TRA NOI.