CAD Regione Lombardia


DELEGATO DAL DIRETTIVO NAZIONALE ALLO SVILUPPO E CONTROLLO DEL CAD IN REGIONE LOMBARDIA                              

 

 

Paul Grilli Portigliotti


Prof. Tripoli, Paol Portigliotti e il Presidente Salsano
Prof. Tripoli, Paol Portigliotti e il Presidente Salsano

 

Presidente Regionale          in nomina

 

 

Pres.te Besana Brianza Dr. Lillo Craparo

Vice Pres.te Besana Brianza Dr.ssa Danila Bianchini

Pres.te Prov. di Milano     Avv. Scarcella

Pres.te Prov. di Varese     Carla Clerici

Pres.te Prov. di Bergamo  Dr. Luigi Sotera

 

 

  •  Coordinamento Dipartimento
  •  Organizzazione          
  •  Portavoce
  •  Tesoriere

 

DIREZIONE RAPPORTI ISTITUZIONALI   Dr. Claudio Fanchin

 


 

  • Dipatimenti

 

Capo Dipartimento "RAPPORTI CON LE BANCHE"  DR. ANGELO GRANATI

 

Presidente Commissione Accesso al Credito del Dipartimento "RAPPORTI CON LE BANCHE"           Dr. Michele Iacono

 

Capo Dipartimento Sicurezza     Dr. Pasquale Bosco

 

 

 

 

 


Notizie Regionali

C.A.D. REGIONE LOMBARDIA


LOMBARDIA: DAI PROGETTI ALLE REALIZZAZIONI SUL CAMPO, PARTE LA CASCINA BURATTANA‏

IL PROGETTO AGRICOLTURA DEL CAD LOMBARDIA È INIZIATO:

 

 

Venerdì scorso si è svolta in cascina Burattana il primo dei quattro informAperitivi che precedono la fiera del biologico a km zero che si terrà sempre in Cascina il 7 ottobre.

 

Sabato è iniziato il corso di primo livello di agricoltura biodinamica, sempre in cascina Burattana: 30 persone, alcune che hanno fatto un viaggio impegnativo per essere presenti e condividere un’occasione di imparare un nuovo lavoro o di cambiare il modo di coltivare nella propria azienda agricola.

 

L’impegno è grande, anziché dedicarsi agli hobby preferiti, per 8 sabati i studierà la teoria e si lavorerà “sul campo” per imparare il più possibile

della coltivazione biodinamica.

 

E’ TALMENTE IMPORTANTE COME PROGETTO CHE LA REGIONE LOMBARDIA PAGHERÀ ALTRE 5 LEZIONI AFFINCHÉ SI POSSA MIGLIORARE LA PREPARAZIONE E LA CONOSCENZA DELLA CONVERSIONE DEI TERRENI IN BIODINAMICA.

L’agricoltura biodinamica è uno, il primo, dei progetti che il Cad Lombardo ha iniziato e che vuole aprire alla collaborazioni di tutti i Cad nazionali per organizzare nella prossima primavera un convegno sull’agricoltura come speranza di cambiamento della qualità della vita e cura dell’ambiente in cui viviamo, ritrovare posti di lavoro che l’industria ha tolto e ricreare ecosistemi equilibrati rispettando tempi, ritmi e stagionalità.

 

Mentre l’agricoltura convenzionale punta solo sulla quantità e, per questo, concima abbondantemente il terreno con concimi di sintesi e pratica monocolture e colture intensive, l’agricoltura biodinamica non spinge mai la produzione oltre i limiti imposti dalla fisiologia della pianta e punta all’armonia. Evita concimazioni eccessive, usa letame ben compostato, stimola la pianta, attraverso i preparati, ad utilizzare al meglio sia gli alimenti del suolo che la luce ed il calore del sole.

 

Spesso i parametri di qualità presi in esame quando si parla di frutta e verdura, sono stati sempre ed unicamente il contenuto totale di qualche costituente, come le vitamine e gli antiossidanti. Ci sono altri elementi di valutazione che meriterebbero di essere considerati, come le qualità organolettiche (sapore, colore, consistenza, profumo ), la digeribilità dei nutrienti, la natura degli acidi grassi, etc. Un’altra ricerca importante potrebbe essere quella rivolta ad accertare quali siano gli effetti a lungo termine ( mesi, anni ) del consumo di prodotti biologici e biodinamici sulla salute fisica e psichica delle persone, oltre che sullo sfruttamento intensivo dell’ambiente.

 

Da troppi anni l’agricoltura convenzionale sta inquinando il pianeta con pesticidi, diserbanti e concimi di sintesi. Nei fiumi i pesci muoiono, gli uccelli, quelli che ancora sopravvivono, ci stanno abbandonando fuggendo in aree più ospitali. Durante la primavera le notti sono buie perché le lucciole sono pressoché scomparse e al mattino le farfalle svolazzano sempre più solitarie e meno festose. Tutti noi, poi , siamo stati privati di un bene prezioso come l’acqua, che la natura ci elargiva gratuitamente. Oggi siamo costretti ad andarla a comprare al supermercato contenuta in orribili bottiglie di plastica, perché quella che sgorga dalle fontane e dai rubinetti delle case è inquinata da atrazina e nitrati.

 

Dietro a questo tipo di agricoltura si muovono interessi economici enormi, la vendita di pesticidi, concimi, sementi sono tutti gestiti dalle multinazionali e i contadini che vorrebbero coltivare in modo naturale fanno un’immensa fatica a trovare le informazioni e a mettere sul mercato i loro prodotti.

 

La pianta vive con le radici ancorate alla terra e con la parte aerea rivolta verso il cielo. Dal suolo e dall’ambiente circostante prende acqua, anidride carbonica e sali minerali, dal sole riceve luce e calore. La produzione del cibo è il risultato della combinazione dei due processi: il primo, porta alla produzione di sostanze, carboidrati, grassi e proteine, che l’uomo utilizza per alimentare il suo corpo e svolgere le attività

 

vitali, il secondo, attraverso la formazione di zuccheri, pigmenti e sostanze volatili (come oli essenziali e sostanze aromatiche ) conferisce agli alimenti colore, profumo e sapore.

 

La qualità degli alimenti dipende dall’armonia che s’instaura tra i due processi, cioè dall’armonia con cui la terra ed il sole agiscono sulla pianta. Se prevale il primo, i prodotti saranno abbondanti, ma non avranno sapore. Se, invece,le concimazioni sono scarse, o la terra è abbandonata a sé stessa, è il secondo processo a dominare: le piante produrranno poco ed i sapori saranno troppo forti per essere accettati dal nostro gusto (come le mele, di sapore aspro, prodotte da alberi lasciati incolti)

 

Il progetto del Cad Lombardia con il progetto Agricoltura, si propone di sviluppare il processo di risanamento del terreno anche con il recupero di zone abbandonate, conservare nel tempo la naturalità, la bellezza e l’armonia dell’ambiente, dare nuove opportunità lavorative a persone che non hanno lavoro inserendo nel progetto anche persone che vivono un disagio sociale.

 

Aspettiamo consigli, informazioni, richieste ed esperienze: a tutti daremo risposta e ci auguriamo di iniziare un dialogo e la costruzione di una rete Cad volta a migliorare e far crescere un progetto che riguarda tutto l’ambiente italiano e la nascita di tante possibilità di lavoro.

 

Per altre informazioni: www.cascinaburattana.it www.cadsociale-mi.it

 

Enrica Crespi

Cad Lombardia

 


LOMBARDIA: IL CAD A GORLA MINORE SCALDA I MUSCOLI PER L’ESPANSIONE DEL CAD SUI TERRITORI PADANI

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha incontrato a GORLA MINORE, presso la sede del “COLLEGIO ROTONDI” ORGANIZZATA DAL GRUPPO dirigente del CAD LOMBARDIA, Enrica Crespi, Carla Clerici,Alessandra Lattuada, Lillo Craparo.

Interviene Enrica Crespi: la presentazione del Cad a GORLA MINORE è stata recepita da tutti i presenti nel migliore dei modi e tanti hanno già dato la loro disponibilità a collaborare per ridare vita al nostro territorio.

La bellissima cornice del Collegio Rotondi, storica scuola che ha istruito molti degli imprenditori e anche tanti amministratori non solo locali, ha aiutato a sottolineare l’importanza e la serietà dei nostri progetti.

Progetti che partiranno dalla Lombardia per estendersi su tutto il territorio con la collaborazione di tutti i caddiani, ci aspettiamo il contributo e i suggerimenti di tanti, siamo disponibili a dare il nostro aiuto per tutti i progetti che possiamo fare insieme.

Alcuni PROGETTI sono già avviati e CON IL PRESIDENTE GERARDO SALSANO PORTEREMO IN TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE , anche gli Amministratori presenti si sono dimostrati entusiasti di cooperare prima linea per trovare la strada migliore per ritornare a dare lavoro e serenità ai cittadini.

Interviene Carla Clerici: L'abbracciare, il partecipare, l’essere parte integrante del Cad, significa il poter consentire all’Uomo di tornare a vivere con dignità il Suo tempo. Questo tempo, fatto di incoerenza, di approssimazione, di egoismo, di non rispetto, per ogni cosa, per la Vita stessa. Il termine Etica, appare essere così fortemente obsoleto, tanto da sentirlo pronunciare solo raramente. La Vita è Sacra, e l’Uomo dovrebbe rendersi conto di quanto di meraviglioso potrebbe compiere e non compie, perché il tutto comporta dedizione, volontà, passione, lavoro, sacrificio e attesa. Sono sempre più le persone, che venute a conoscenza di ciò che il Cad è ed intende realizzare, si avvicinano con l'intento di divenirne parte attiva. Sono Coloro i quali continuano a nutrire la speranza che le Cose possano davvero cambiare. Sono Coloro i quali credono che l Unione fa la forza. Sono Coloro i quali consapevoli di quanto sanno compiere, creare, costruire, hanno deciso di farlo in totale condivisione con gli altri, i cui principi basati su rispetto, onestà, chiarezza, professionalità, hanno coraggiosamente deciso di presentarsi a questo tempo, non solo per il loro oggi, ma e soprattutto per il loro domani, loro e della propria famiglia. L’uomo Cad può emergere e far comprendere che fare la differenza non è impossibile!

E' sufficiente mettere a disposizione il proprio know how con gli altri.

E' il rendersi disponibili, consapevoli che nel momento in cui si dona si deve essere pronti a ricevere. Abbiamo insieme l’opportunità di ridare ossigeno alla nostra genialità, ai nostri sogni.

Abbiamo insieme l’opportunità di condividere dei sogni, e mostrare quanto spesso, ciò che ci accade supera in preziosità e bellezza ogni inespresso consapevole desiderio.

Incontro sempre più fantastiche persone con le quali le parole non servono. Pensieri comuni, intenti comuni. E tutto ciò è magico... Penso che l’attesa sia davvero terminata.

E' finalmente giunto il momento di agire... Non sarà facile, ma, il camminare insieme su di un Percorso che ci rende orgogliosi, renderà tutto ciò fantastico.

Io sono pronta, lo sono sempre stata. Non sono sola. Non siamo soli. si inizi...

 

Interviene Alessandra Lattuada: La Lombardia oggi è chiamata a rivestire il ruolo che da sempre le compete. Stiamo lavorando in totale filosofia Cad che ritengo sia strumento fondamentale per risollevare le sorti di un paese fortemente colpito dalla crisi e dall’inesorabile scollamento tra società ed istituzioni.

Creare sinergia tra persone, professionisti ed aziende produce la rete chiave per ridare ossigeno alle piccole e medie imprese che sono il tessuto primario del sistema produttivo italiano e giocano per questo il ruolo più importante per il rilancio dell’economia.

“Ogni cosa al suo posto ed un posto per ogni cosa”. Per questo come imprenditrice sto cercando di unire tutti i colleghi che chiedono risposte ad un governo che non ne vuole dare e credo nelle opportunità che il Cad ci offre. Mettiamoci dunque a disposizione in prima persona per ridare il giusto ruolo a tutti coloro che operano nell’onestà e per il bene comune!

Il benessere economico è scopo principale del nuovo concetto di welfare sociale che il Cad, ormai divenuta importante organizzazione di terzo settore, sta portando avanti. Il lavoro principale del gruppo lombardo è mettere sul tavolo tutti i progetti realmente fattibili e adottare i giusti mezzi per concretizzarli, al fine di diffonderli su tutto il territorio nazionale attraverso la rete Cad.

Tra i primissimi obiettivi, ci prefiggiamo di: 1.Promuovere la giusta coscienza sociale che muove concretamente ogni cosa e da possibilità di rinnovamento e benessere diffuso. 2.Riportare in Italia il lavoro delocalizzato attraverso strumenti di internazionalizzazione mirata e competitiva, creando poli produttivi che riuniscano in modo concreto e fortemente sinergico le aziende . 3.Creare corsi di formazione che preparino veri professionisti in tutti i settori produttivi per riportare sul territorio le eccellenti professionalità che negli anni sono andate perdute. 4.Riqualificare il territori comunali operando in costruttiva collaborazione con le amministrazioni per far ripartire in ambito sociale l’economia locale attraverso progetti che diano in brevissimo tempo reali opportunità di lavoro.

I giovani sono chiamati a rivestire il ruolo di operatori del futuro e noi abbiamo il dovere di garantirlo con i giusti mezzi e la giusta competenza . il treno è già in corsa,il motore del cambiamento è ben avviato e funzionante. Buon lavoro al Cad per il Cad e per tutti noi.

Grazie di cuore al presidente Rosa Salsano, paladino del nuovo Risorgimento.

 

Conclude il Presidente Salsano: Credo molto nella capacità di reazione del popolo Lombardo. Ho visto la presenza di giornalisti, avvocati , imprenditori piccoli e medi, direttori e manager aziendali, professionisti ed esperti di lavori di precisione ad alto livello e altre esperienze di massima serieta’ , e tutti eravamo uniti nella voglia di ritornare ad essere protagonisti con la nostra professionalita’, del nostro territorio e del nostro futuro.

 


S4D E CAD insieme a Milano - Giornata di comunicazione sulle EnR per lo Sviluppo

Il prossimo 15 giugno 2011, con il patrocinio del Ministero delle Energie Rinnovabili del Senegal, l'ANEV (Agence Nationale des Ecovillages) e il Rotary Club Bormio,  l’Associazione francese no-profit S4D – Solar For Development organizza  a Milano il 3° E-Day, Giornata di Comunicazione sulle Energie Rinnovabili per lo Sviluppo al Salone degli Affreschi della Società Umanitaria (http://2edays4dgiornatadelleenr.blogspot.com/) che avrà come tema "Africa solidale, le sfide dello sviluppo".

 

L'associazione S4D promuove anche il progetto E=MVA E-Millenium Village Agora S4D di cui potete trovare tutte le informazioni sul nostro blog (http://emilleniumvillages4d.blogspot.com/). Durante la Cena di Gala,  raccoglieremo dei fondi per la costruzione dell'E=MVA a Bachil, in Guinea Bissau.

 

S4D - Solar For Development è un'associazione francese no-profit che ha come mission di comunicare sull'utilizzazione delle energie rinnovabili per trovare soluzioni che partecipino agli 8 Obiettivi del Millennio delle Nazioni Unite e diventare una piattaforma di informazione, scambio e supporto tra gli attori dello sviluppo in Africa (http://solarfordevelopment.blogspot.com/p/documents.html) .

 

PER CHIARIMENTI RICHIEDERE A organizzazionecadsociale@hotmail.it

 

Download
Scarica Il Programma completo e gli inviti
3E-Day2011_S4D_Milano_programmaIT_v6.pdf
Documento Adobe Acrobat 752.5 KB
Download
CenadiGala_3E-Day_15giu2011-v3.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.0 MB
Download
Invito_EDay15giu2011_Milano-v3.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'021.3 KB

MILANO: I CANTANTI DEL CORO DELLA SCALA DI MILANO A CAPO DEL DIPARTIMENTO NAZIONALE “CAD TEATRO” .

Il Presidente Nazionale Gerardo ROSA SALSANO ha incontrato a Milano LUCIANO BUONO di un gruppo di Artisti che lavora per il Teatro LA SCALA di MILANO, che con la collaborazione di Giuseppe Veneziano (anche lui tenore del teatro milanese) e Anika Persiani, interprete e biologa volontaria in territori con situazioni di disagio (per guerre e miseria),  porteranno avanti progetti di solidarietà.

Interviene Luciano: non ci sono prospettive di sviluppo economico nel Vecchio Continente data la forza di paesi emergenti come Cina e India. Non ci sono risorse naturali e noi in Italia abbiamo due punti di forza: la Storia e la Cultura, oltre ad un patrimonio paesaggistico invidiato da tutti. I punti di forza per esportare e creare opportunità sono la Lirica ed il Melodramma. Un patrimonio del Popolo che deve tornare ad essere del Popolo e che deve diventare una risorsa essenziale
per ripartire dalla crisi economica e generare una forza nuova che possa riportare l’Italia ad essere un paese forte e trainante. Tutti amano la nostra cultura  ma noi non l’apprezziamo abbastanza
per usarla come “RISORSA”.

Conclude il Presidente Salsano: il Progetto di Luciano e Giuseppe lo trasformerò subito in una grande opportunità per tutti. Avremo la disponibilità di molti artisti della Scala di Milano a partecipare a Spettacoli per fini Umanitari. Il Teatro Lirico Melodrammatico sarà il portavoce della
nuova filosofia Caddiana nel Popolo , dove la Cultura sarà di fondamentale importanza per costruire la Società del Futuro. Verdi, Puccini,….., UN NUOVO RISORGIMENTO ITALIANO ???
FORSE, CHISSA’, AI POSTERI L’ARDUA SENTENZA.

GRAZIE LUCIANO, GRAZIE GIUSEPPE, GRAZIE ANIKA !!!


La Banca del CAD

Si è tenuto a Bergamo un importante incontro del Presidente Salsano con il  Responsabile per la "Finanza Agevolata" del CAD, Dr. Riccardo Rigamonti rivolto alla creazione di un comitato che lavori alla costituzione di una Banca del CAD che avrà come obbiettivo principale la lotta al disagio degli imprenditori.

In una prima fase di test la nascente Banca opererà sul territorio Bergamesco per poi estendere l'iniziztiva a tutto il territorio Nazionale.


NASCE A MILANO IL COORDINAMENTO AFFARI ISTITUZIONALI DEL CAD

Il CAD con questo Dipartimento si arricchisce di un altro tassello fondamentale per la vita di una Associazione che vuole sempre più contare nella vita del nostro paese.

 

Con le Istituzioni bisogna dialogare e condividere azioni e progetti, e con questa logica che il Presidente Salsano ha incontrato a Milano il dr. Claudio Fanchin.

 

Con la sede istituzionale su Milano si apriranno fronti di dialogo con il mondo che produce e che di certo attualmente non guarda al Sud del paese.

 

Bisogna ricreare le condizioni per la concertazione sociale ed economica, l’Italia che lavora con quella che vuole lavorare, l’Italia che produce con quella che vorrebbe produrre ma sicuramente impedita da situazioni sociali ben risapute da tutti noi.

 

Dobbiamo agganciarci al carro vincente e questa volta lo faremo rimanendo a Sud, cercando di attuare la tanto agoniata filosofia CADDIANA che piace alla Canuto e al Presidente Salsano.

 

A Milano, sede del Cad Istituzionale, vedrà impegnato mensilmente il Presidente Salsano, dove con la direzione del dr. Claudio fanchin, si incontreranno le istituzioni, gli imprenditori, si visioneranno i progetti, si provvederà alla stesura dei programmi.

 

Un vortice di opportunità per tutti.

 

GRAZIE CLAUDIO


LOMBARDIA: IL CAD E ANMCRI INSIEME PER UN NUOVO PROTOTIPO DI VOLONTARIATO ATTIVO - Convenzione tra ANMCRI e CAD

A Brescia nella sede del CAD , si è svolto l'importante incontro operativo del CAD con l’associazione ANMCRI ( Assistenza alle nazioni del mondo nelle calamità naturali e dell’interland ), rappresentata dal suo Presidente Dott. Lottieri .

Interviene il Presidente Lottieri : ANMCRI è una organizzazione di volontariato prettamente territoriale le cui attività sociali e di volontariato sono in forte crescita e si possono avviare in tutta Italia.

Premesso che l’organizzazione di volontariato denominata ANMCRI ha tra i propri fini statutari l’assistenza a favore di persone svantaggiate, sia in termini finanziari che sociali;il CAD ha tra i propri fini lo scopo di perseguire l’interesse della comunità e realizza tale scopo mediante servizi diversi tra i quali la congiunzione fra le istituzioni e i cittadini. Il connubio tra noi e il CAD sarà sicuramente vincente.

 

Le conclusioni sono state affidate al Presidente SALSANO che si è
detto soddisfatto dell’accordo e fiducioso per lo sviluppo delle attività su tutto il territorio italiano.

Avremo la possibilità di sviluppare il DIPARTIMENTO DIFESA DEL TERRITORIO, dove in provincia di Brescia e nella Regione Lombardia, creeremo il prototipo “DIPARTIMENTO” per poi esportarlo in tutta Italia.

ANMCRI possiede requisiti e omologazioni governative che ci consentiranno di effettuare attività di volontariato al pari delle associazioni di volontariato accreditate e blasonate presenti sul territorio.


Grazie         per il lavoro svolto e per quello futuro.